Area riservata

A Pieve Torina dopo il terremoto, la vita ricomincia dalla scuola

Scritto da
5 settembre 2017
FOTO CANTIERE FONDAZIONI 01-625

150 alunni torneranno a scuola nel loro paese, grazie ad un progetto cofinanziato da Auser

Il prossimo primo ottobre 150 alunni della scuola primaria  potranno tornare a frequentare la scuola a Pieve Torina (Macerata), comune completamente distrutto dal terremoto che ha colpito il Centro Italia. La nuova scuola è stata costruita a tempi di record su un terreno di 1.290 mq, grazie ad un progetto cofinanziato da Auser con raccolti fondi e da altri soggetti.

“La campagna che lanciammo il giorno dopo il terremoto ha avuto una risposta straordinaria  con migliaia di donazioni anche piccole, ma molto sentite– sottolinea il presidente nazionale Auser Enzo Costa –  Abbiamo raggiunto la  ragguardevole cifra di 184.687 euro.  Siamo orgogliosi di destinarli alla costruzione della scuola, è il segnale che la vita può ricominciare davvero”.

Su indicazione della Protezione Civile, del Commissario Straordinario  per la ricostruzione delle zone terremotate e del Ministero dell’Istruzione Università e Ricerca, era stato individuato per la ricostruzione della scuola il Comune di Pieve Torina, 1400 abitanti, del tutto devastato dal sisma.

Auser insieme con Enel Cuore, Miguel e Jacklyn  Besoz (Amazon), CDS Marche Sud ONLUS, Diego Piacentini, Monica Nicoli, Confederazione Nazionale delle Misericordie, congiuntamente al Sindaco di Pieve Torina Alessandro Gentilucci e la sua amministrazione Comunale hanno messo a punto un progetto per la costruzione di questa scuola  del valore  di 1,5 milioni di euro. La scuola sarà inaugurata nei primi giorni di ottobre per iniziare il nuovo anno scolastico 2017/2018, con  un ritardo minimo rispetto al consueto calendario.

La scuola costruita con i più moderni sistemi antisismici e di sostenibilità ambientale, prevede al centro un’ampia palestra che oltre a servire la scuola, diventerà luogo di aggregazione per l’intera comunità.

Il progetto è  realizzato dallo Studio Petrini-Solustri & Partners, costruito dalla ditta Campigli Legnami ed è coordinato dalle Misericordie.

I fondi sono stati così ripartiti fra i diversi partner:

Auser                                       € 125.000

Miguel e Jacklyn Besoz             € 280.000

CDS Marche                             € 200.000

D. Piacentini M. Nicoli              €  50.000

Enel Cuore                               € 550.000

Misericordie                             €  48.250

Comune Pieve Torina                         € 250.000

Le rimanenti disponibilità raccolte dall’Auser saranno utilizzate per realizzare strutture di aggregazione sociale per gli anziani delle zone terremotate.

Qui la pianta della scuola

Categorie articolo:
Comunicati stampa · Primo Piano

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MENU