Area riservata

Siena, con gli studenti per stili di vita sani e non violenti

Scritto da
10 gennaio 2019
scuola500

Si chiama “Vivere bene si può: istruzioni per l’uso. Suggerimenti per stili di vita sani e non violenti” il progetto, finanziato sulla base di un bando della Regione Toscana, a cui l’Auser di Siena collabora fattivamente, che prevede interventi per lo sviluppo della cultura del volontariato, in particolare tra i giovani e all’interno delle scuole, per la prevenzione e il contrasto della violenza, in particolare di genere e per il contrasto alla solitudine involontaria che troppo spesso colpisce e logora le persone anziane. «Le attività da svolgere – si legge nell’invito a partecipare diffuso dall’Auser – riguardano un programma di incontri nelle scuole per sensibilizzare i giovani sul tema della violenza sulle donne, anche con la proposta di un concorso, e azioni di aiuto alle persone sole, sia a domicilio, sia con l’accompagnamento sociale, sia nelle Rsa del territorio». Per aiutare i volontari a svolgere nel modo migliore queste attività è previsto un corso di formazione iniziale, rivolto a tutti coloro che vogliono partecipare, «sia che svolgano già attività come quelle descritte, sia che possano svolgerle nel futuro». Questi gli incontri in programma che si svolgeranno presso l’Auser comunale, via Bernardo Tolomei 7: giovedi 10 gennaio ore 10-12 «Il ruolo del volontario oggi» con il professor Andrea Volterrani; giovedi 17 gennaio ore 9.30-12.30 «L’aiuto contro la solitudine della terza età», con la psicologa Perla Manshort; giovedi 24 gennaio ore 9.30-12.30 «La prevenzione della violenza sulle donne» con la psicologa Ilaria Fabbri; venerdi 1 febbraio ore 9.30-12.30 «La comunicazione e il volontariato. Comunicare con i giovani, con le donne, con gli anziani», con il prof. Andrea Volterrani.

Categorie articolo:
Notizie

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MENU