Area riservata

In Emilia Romagna il primo Festival della Longevità: 16 incontri in 13 città

Scritto da
7 novembre 2019
festival longevita

Tra poco più di un decennio, nel 2032, in Emilia-Romagna, gli over 65 saranno il 30% della popolazione regionale. Una ‘rivoluzione silenziosa’, legata all’aumento dell’aspettativa di vita, a cui Auser Emilia-Romagna cerca di dare voce per la prima volta con una manifestazione: il Festival della longevità. In calendario per novembre e dicembre, il programma prevede 16 incontri sul tema dell’anzianità con ospiti ed esperti, in 13 città regionali, per sensibilizzare e portare alla luce un cambiamento che influenzerà il futuro di tutti. “Non parliamo più di un tempo breve, la parte dell’invecchiamento copre ormai circa 30 anni: siamo di fronte a una vera e propria terza fase della vita”, spiega Fausto Viviani, presidente Auser Emilia-Romagna, durante la conferenza stampa di presentazione nella sede bolognese. E aggiunge: “Le persone anziane non devono essere vissute come un problema ma come una possibilità; per Italia e Giappone, due dei paesi ‘piu’ vecchi’, sarà la scommessa del futuro”. Il Il festivalha preso avvio il 4 novembre a Bologna con un incontro sulla sessualità. Gli altri appuntamenti della prima edizione del Festival della longevità toccheranno anche altre città regionali come Forlì, Parma, Modena, Ferrara e Rimini, tanto per citarne alcune. Ad ogni tappa, cambieranno il punto di vista e l’aspetto dell’anzianità approfondito: si parte dalla sessualità per poi arrivare al rapporto con il cibo, l’ambiente, il turismo, l’urbanistica e l’abitare, così come il testamento biologico. Il filo rosso che unisce tutti questi aspetti sarà “il vivere collaborativo, trovare le migliori opportunità da offrire alle persone anziane”, sottolinea la vicepresidente Auser Emilia-Romagna, Magda Babini. L’obiettivo dell’evento, oltre a stimolare le Istituzioni sulle mosse future è “favorire il dialogo intergenerazionale, vogliamo costruire ponti, non barriere”, ribadisce Babini.

Categorie articolo:
Notizie

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MENU