Area riservata

Empoli (FI), il Comune premia la sartoria Auser, buon esempio di recupero, riuso e riciclo di materiale

Scritto da
23 novembre 2017
sartoria11b-720

Il Comune di Empoli ha assegnato  il “Sant’Andrea d’Oro” 2017 alle associazioni cittadine che si dedicano al recupero e al riuso di materiale, merce, alimenti, indumenti, biciclette, oggetti tecnologici, con l’obiettivo di sostenere e aiutare persone in difficoltà e comunque con un chiaro intento solidaristico e di salvaguardia ambientale. Fra le premiate anche la sartoria della solidarietà Auser Filo d’Argento.
Il Sant’Andrea d’Oro è la massima onorificenza cittadina che ogni anno il sindaco consegna a quei cittadini che hanno dato il loro prezioso contributo nel campo della cultura, delle arti, del lavoro, della politica, dello sport e della solidarietà. Quest’anno intende conferire il riconoscimento a tutte le associazioni che costituiscono una rete impegnata nel riuso e nel recupero ai fini sociali ed ecologici. La cerimonia è prevista giovedì 30 novembre, in occasione della festa del Santo Patrono, nella sala del centro polivalente ‘La Vela – Margherita Hack’ dove peraltro alcune delle associazioni premiate hanno la loro sede, a partire dalle 11.
Le sartorie  Auser della solidarietà sono principalmente luoghi di incontro e relazione, nei quali le volontarie liberano la loro creatività cucendo pupazzi, borse, vestitini e tanti altri oggetti di stoffa. Aziende e privati cittadini donano rimanenze di materiali non più utilizzabili tuttavia preziosi per le sartorie che dimostrano la loro abilità dando nuova vita a scampoli di tessuti. Dai negozi e dalle confezioni di Empoli e dei comuni limitrofi le volontarie raccolgono e confezionano abbigliamento vario per destinarlo ai paesi del Terzo e Quarto Mondo. Nascono qui anche coperte e pigotte da vendere per beneficenza.

Categorie articolo:
Notizie

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MENU