fbpx

Area riservata

Cecina (LI): Auser in campo contro gli sprechi alimentari

Scritto da
26 ottobre 2016
spreco_cibo

Una nuova convenzione fra Auser Cecina (LI) e Comune per evitare gli sprechi alimentari ed aiutare le persone in difficoltà: è la nuova iniziativa che prevede il recupero di cibo dalle mense di scuole e ospedali.
Venti pasti al giorno che vengono consegnati a domicilio direttamente nelle abitazioni dei cittadini invece di essere buttati nei cassonetti. Un percorso virtuoso aiutato dalla legge 166 del 14 settembre scorso, che snellisce le procedure burocratiche per donare il cibo invenduto o in scadenza. Non solo: offre la possibilità a ristoranti, mense, supermercati, alimentari, di usufruire di sgravi fiscali. Una realtà che apre ad una platea variegata e offre diverse possibilità a quelle associazioni che gestiscono la distribuzione degli alimenti alle famiglie che si trovano in condizioni economiche disagiate.
Già negli anni scorsi si era arrivati alla stipula di un protocollo d’intesa tra Coop, Comune e Auser, grazie al quale tutte le mattine i volontari ritirano i prodotti gastronomici invenduti, quelli in scadenza e le insalate, provvedendo poi allo smaltimento e alla consegna a domicilio.
L’approvazione della nuova legge ha aumentato la platea dei potenziali donatori di cibo che, nella maggior parte dei casi, viene smaltito nei cassonetti. I pasti vengono consegnati dalle 13.30 in poi; anche un panificio, grazie alla nuova normativa, ha iniziato a fornire gli avanzi all’associazione.
L’obiettivo è quello di allargare i confini di questa esperienza e far leva sul mondo dei privati.

Categorie articolo:
Notizie

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MENU