Area riservata

Auser Emilia Romagna e Nexus per il popolo Saharawi colpito dall’alluvione

Scritto da
12 novembre 2015
saharawi

E’ un bilancio gravissimo quello dell’incessante pioggia che per 13 giorni nel mese di ottobre ha investito i campi profughi del popolo Saharawi lasciando centinaia di famiglie senza un riparo. Le piogge torrenziali hanno abbattuto le tende, le precarie abitazioni costruite con mattoni di fango ed ha fortemente danneggiato scuole, asili, centri sanitari.
Tra gli edifici gravemente danneggiati anche la scuola “Carlo Giuliani” costruita nel 2003 nel campo di Dakla grazie al contributo di Auser Nazionale, Auser Emilia Romagna e della Fondazione Carlo Giuliani.
Frequentata  da circa 400 bambini di età compresa tra i 6 e i 12 anni, molti dei quali diversamente abili, la “Carlo Giuliani” era dotata di 12 aule, sala insegnanti, ufficio,  bagni e guardiania; locali purtroppo andati quasi completamente distrutti con l’alluvione.
Oltre all’emergenza attuale vi è la consapevolezza che il percorso di ricostruzione sarà lungo e complesso e per sostenerlo ci sarà bisogno dell’impegno e della solidarietà di tutti, dalle organizzazioni attive in questi territori all’intera cittadinanza.
Per questo Auser Emilia Romagna e Nexus hanno scelto di scendere in campo e dato vita a una raccolta fondi per promuovere la ricostruzione della scuola “Carlo Giuliani” e sostenere un concretamente un popolo già duramente provato dalla propria condizione di esilio che dura ormai da quarant’anni.
Per donare:  c/c  intestato a Nexus ER  IBAN: IT84 Z 03127 02404 000 000 000 503  causale Alluvione Campi Saharawi 2015.

Categorie articolo:
Notizie

Comments

  • Sono il babbo di Margherita, una delle ragazze che freuqenta il Centro di Socializzazione di Chiusi. Troppo spesso i ringraziamenti sono di rito , ma in questo caso riflettono le gioie e le speranze che tale iniziativa ha acceso in tutti coloro che freuqentano ed animano il nostro Centro,Ringrazio quindi i circoli Auser di Chiusi che, con la passione che li contraddistingue, hanno consentito la mostra dei lavori e ne hanno favorito la vendita realizzando un ricavato importante, utilissimo per il prosieguo delle attivite0.Ringrazio ancora i circoli Auser per l’interesse che sono riusciti a creare attorno alla mostra, poiche9 abbiamo bisogno che i nostri ragazzi siano sempre pif9 parte integrante del tessuto sociale di Chiusi.Questa iniziativa concordata con l’ASL e le Educatrici, va in questa direzione ed il rientro del Centro di Socializzazione a Chiusi dopo molti anni di esilio non poteva avere un biglietto da visita migliore.Ringrazio i responsabili della festa del PD di Chiusi per lo spazio che hanno voluto concedere all’iniziativa.Ringrazio Anna Duchini per la visibilite0 che ci ha dato parlando di noi, delle nostre difficolte0 e degli ostacoli che incontriamo.Questo e8 solo l’inizio : avremo ancora bisogno di tutti voi.

    Mayara 20 febbraio 2016 17:29 Rispondi

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MENU