Area riservata

La pesca

SONY DSC
Dolce, succosa, profumata. Frutto idratante e mineralizzante, la pesca è particolarmente dissetante: reintegra l’organismo dei liquidi e dei sali minerali persi durante la stagione calda.
Priva di grassi e povera di zuccheri, ricca di vitamina A, soprattutto le varietà a polpa gialla. Come i frutti e le verdure di questo colore, è ricca inoltre di neta-carotene (da cui deriva la vitamina A), una sostanza che preserva la pelle e gli occhi dalle malattie.   La pesca è ricca anche di potassio, fluoro, contiene ferro e molti altri minerali quali zolfo, magnesio, iodio, zinco rame e manganese, calcio. Sono presenti anche vitamine del gruppo B e la vitamina C.

La pesca è utile per la depurazione dell’organismo, grazie all’azione drenante e diuretica, ne beneficiano in particolare i reni e le vie urinarie, svolge anche un’azione blandamente lassativa, rinfrescante, antiacida. Aiuta inoltre a prevenire la formazione di radicali liberi.

Le varietà principali:
Pesca gialla, bianca, nettarina  o pesca noce, gialla e bianca. Coltivata in Emilia-Romagna, Puglia, Lombardia.
Pesca di Verona IGP la cui coltivazione è limitata solo al territorio di questa città e alla sua provincia. Vengono prodotte sia pesche comuni  che nettarine (con pelle liscia), a polpa gialla o bianca, tutte caratterizzate da una colorazione molto intensa che le distingue dalle altre.
Pesca percoca o percocca, è una varietà a polpa gialla compatta e aderente al seme, viene utilizzata principalmente nell’industria per frutta sciroppata e succhi. Coltivata in Campania, Puglia e Calabria.
Pesca tabacchiera, o saturnina, ha una forma piatta e schiacciata, polpa bianca ed è molto più dolce rispetto alle pesche sferiche. La coltivazione è diffusa in Sicilia e nelle Marche.


MENU