Area riservata

Il radicchio

Radicchio

Esistono numerose varietà di radicchio, alcune sono coltivate, altre selvatiche. In base alla tipologia e alla regione di provenienza cambiano l’aspetto e il sapore, ci sono varietà di radicchio dal sapore amarognolo e altre più dolci.
Le foglie possono essere di diversi colori, le varietà più pregiate sono il radicchio rosso di Verona, Chioggia e Treviso. Inizialmente si trattava di cibo povero delle campagne venete.
Il radicchio  ha notevoli proprietà depurative, diuretiche, toniche e lassative, è  ricco di sostanze utili all’organismo, quali, sali minerali, potassio, magnesio, fosforo, calcio, zinco, sodio, manganese, ferro e rame; vitamine del gruppo B, vitamina C, vitamina E, vitamina K. Gli effetti benefici si devono alla sua composizione nutrizionale fatta per il 94% di acqua, di fibre, sali minerali, principi amari, zuccheri, vitamine ed aminoacidi. Il radicchio rosso come tutti i vegetali di questo colore è ricco di antiossidanti.
Tutti i radicchi, hanno virtù gastronomiche, nutritive e curative analoghe a quelle del tarassaco, ma sempre meno pronunciate più ci si avvicina alle varietà coltivate. E’ adatto ad  essere consumato sia crudo che cotto, come ingrediente per zuppe e risotti. Ovviamente dal mangiarlo crudo se ne trae il beneficio maggiore.
La sua radice in passato divenne celebre come succedaneo del caffè, quando questo era inaccessibile alle tasche della gente comune e allora si usavano in sostituzione le radici torrefatte.


MENU