Area riservata

La lunga strada della parità di genere e della lotta contro le discriminazioni

Scritto da
6 marzo 2018
femminicidio-720

Dichiarazione dell’Osservatorio Pari Opportunità e Politiche di genere dell’Auser

“La Giornata internazionale della Donna” ricorre l’8 marzo di ogni anno per ricordare sia le conquiste sociali, economiche e politiche, sia le discriminazioni e le violenze di cui le donne sono ancora oggetto in quasi tutte le parti del mondo. Anche quest’anno Auser, con il suo Osservatorio Pari Opportunità e Politiche di Genere, ha promosso diverse iniziative per celebrare una “Giornata” che rappresenta il fulcro di un lavoro quotidiano e costante nel tempo per consolidare le conquiste ottenute negli anni e per raggiungere l’obiettivo di una parità ancora lontana. La nostra storia è patriarcale e molti abusi e violenze contro le donne erano considerati normali, fino a pochi decenni fa. Dobbiamo continuare a lavorare in rete per cambiare la cultura prevalente di questo Paese, perché la diseguaglianza tra i generi esiste ancora. Quest’anno, la nostra Costituzione compie 70 anni. Fu approvata con il contributo determinate delle 21 donne elette nell’Assemblea Costituente, che si impegnarono affinché venissero riconosciuti i diritti delle cittadine italiane. Negli anni successivi, dai diritti si passò poi alle politiche per le donne, lungo un cammino per la promozione della parità e del riconoscimento delle differenze femminili. Ricordare le conquiste sociali, politiche ed economiche delle donne, prevenire le discriminazioni e le violenze nei loro confronti, continuare a rivendicare un ruolo paritario tra uomini e donne, nel lavoro e nella società, è uno degli obiettivi che Auser si è dato e che continua con tenacia a perseguire.

Buon 8 marzo a tutte e tutti!

Categorie articolo:
Comunicati stampa

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MENU