fbpx

Area riservata

I mille volti della comunicazione (seconda parte del ciclo Il Tempo Ritrovato)

Scritto da
6 dicembre 2019
foto_mercuri

di Ornella Mercuri, Presidente Auser Volontariato Campi Bisenzio

Il 9 gennaio 2020 inizia la seconda parte del nostro ciclo di conferenze Il Tempo Ritrovato. Abbiamo mantenuto prioritario il tema della comunicazione che ha mille sfaccettature ed è infinito, se lo si considera da ogni angolo di visuale.

Iniziamo con l’intervento della Polizia Postale di Firenze che ci parlerà dei pericoli della rete e dei social, per poi analizzare il valore della comunicazione per gli artisti. Saranno nostri ospiti l’attore poliedrico Bruno Santini e il Maestro Antonio Manzi, quest’ultimo ci accompagnerà, dopo il suo intervento, a visitare il Museo Manzi che ospita le opere che lui stesso ha donato al comune di Campi Bisenzio.
Affronteremo il tema della comunicazione in arte, parleremo di Futurismo, con Eleonora Ciambellotti, di Raffaello a Firenze con Maurizio Catolfi, di Beato Angelico e Tiziano attraverso le parole del Vasari con Cecilia Nubiè.
Ludovico Arte, sociologo, ci illustrerà gli elementi della comunicazione nella società contemporanea e Tommaso Tofani ci fornirà invece una spiegazione scientifica sui meccanismi della comunicazione.
Bruno Carli ci parlerà di ambiente da salvaguardare pensando al futuro del nostro pianeta, su questo tema ha scritto un bel testo.
Parleremo di teatro come linguaggio dell’anima con Barbara Innocenti, docente universitaria; di valorizzazione del nostro territorio per conoscerlo dal punto di vista storico, ambientale e di recupero di edifici, strutture e centri storici con i nostri storici, Giovanni Bacci e Vincenzo Rizzo accompagnati dalla giovane Elisa Pieralli che di questo si occupa per lavoro essendo collaboratore restauratore.
Affronteremo anche un altro tema la Firenze che non ti aspetti, vista con occhi diversi dai giornalisti Paolo Ciampi e Simone Innocenti e dal nostro socio, appassionato di storia Riccardo Trotta, una Firenze diversa da quella che comunemente i percorsi turistici propongono.
Due giovani campigiani alla prima loro esperienza come scrittori verranno a parlarci di questa loro scelta fatta controcorrente, Lorenzo Ciampi e Federica Petti.
Riprenderemo alcuni percorsi tematici: Maila Meini ci parlerà di Gabriel Garcia Marquez, grande scrittore colombiano;  Vincenzo Armone ci racconterà la Gerusalemme della letteratura; infine approfondiremo il tema di abitare solidale come innovazione sociale con Renato Campinoti, Gabriele Danesi e l’assessore Luigi Ricci.

Il mese di maggio sarà invece dedicato agli Etruschi, una novità che speriamo possa piacere: un ciclo di tre conferenze con gli esperti Fabrizio Nucci, Fabrizio Trallori e Grazia Ugolini e tante visite guidate nei dintorni della nostra città a musei, parchi archeologici tumuli. In chiusura una cena etrusca al Circolo Rinascita che sempre si sperimenta in queste iniziative non comuni.
Continuano i nostri corsi di lingua straniera, scrittura creativa e sui cantautori italiani grazie alla collaborazione dei nostri soci Julian MacLachlan Frullani, Alessandro Lupi, Maila Meini,  Claudia Ibanez.
Riprende il percorso di guida all’ascolto alla Scuola di Musica col maestro Massimo Barsotti
Abbiamo anche alcune novità. Il secondo giovedì del mese faremo il laboratorio di storia per raccogliere testimonianze dei nostri soci a cura di Giovanni Bacci.
L’8 marzo festeggeremo una campigiana famosa, la stilista Pola Cecchi alla quale le Bucacenci del laboratorio sartoriale offriranno una sfilata dei capi di abbigliamento da loro confezionati e indossati dalle loro clienti.
Il 4,5,6,aprile al foyer del TeatroDante Carlo Monni ci sarà una tre giorni fra arte e storie dal titolo Migranti siamo tutti.
L’ultimo venerdì del mese verrà dedicato all’arte come terapia sotto la guida di Roberto Calosi, psicoterapeuta.
Continuano le attività con le scuole campigiane sull’educazione ambientale e di conoscenza storica del territorio.
Non tralasciamo certo il turismo sociale che vede visite a mostre, Futurismo a Pisa, Modigliani a Livorno; gite alla Città del carnevale di Viareggio e al Museo delle navi di Pisa, appena rinnovato. Andremo poi in Umbria per ricordare Raffaello e ci spingeremo in Germania nella Foresta Nera, percorso proposto da un nostro socio Ezio Andretti.
A Bologna visiteremo la casa di Lucio Dalla e torneremo all’Accademia della Crusca di Firenze.
Al Cimitero degli inglesi di Firenze dopo aver ascoltato la lettura di Florence Spoon River di Paolo Ciampi (anche questa una novità) potremo ricordare i tanti illustri personaggi che lì riposano.
Tante offerte e proposte che con orgoglio offriamo ai nostri soci e ai cittadini campigiani.

Ci impegniamo tanto, siamo un bel gruppo di volontari che amano stare insieme, sperimentarsi, curiosare in ogni dove sempre alla ricerca di nuove proposte che ci allontanino dalla solitudine e che mantengano la nostra mente vivace e produttiva, invecchiamento attivo è il nostro motto e noi, attivi, lo siamo.

 

Categorie articolo:
AttivaMente

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MENU