fbpx

Area riservata

Auser Crotone inaugura la biblioteca

Scritto da
20 marzo 2020
dav

di Bruno Tassone, Presidente Auser Territoriale Crotone

Grazie alle donazioni di persone di buona volontà, l’Auser di Crotone – Circolo Culturale Upelk, sta per attivare un nuovo servizio: una biblioteca.

Anziani, giovani e bambini, anche non soci, avranno a disposizione circa 4.000 volumi di tutti i tipi, oltre a computer, video proiettore e locali termoregolati. I libri potranno essere consultati o presi in prestito.

La biblioteca, ubicata presso i locali dell’Auser Volontariato Crotone, siti in Via Saffo 81/D, non sarà concorrenziale a quella comunale, attrezzatissima e molto ricca, ma sarà, certamente, un ottimo sussidio a vantaggio dell’intera comunità del quartiere più grande e contestualmente più periferico della città.

L’Associazione, attraverso la biblioteca e la formazione permanente, si propone di contrastare ogni forma di esclusione sociale, migliorare la qualità della vita, diffondere la cultura e la pratica della solidarietà, oltre che cercare di sconfiggere l’analfabetismo di ritorno.

Tutto ciò perché convinti che ogni persona, a qualunque età, deve avere rispettati i propri valori e quindi avere la possibilità di un progetto di vita possibile, che le permetta di affermarsi e diventare una risorsa per gli altri. 

La biblioteca, ormai in avanzato stato di allestimento, è frutto di due ricche donazioni fatte dalla famiglia Iacometta e dalla famiglia Arcuri, oltre che da alcuni soci.

Uno scrigno di cultura disposto in un salone polivalente, in cui si svolgono anche i corsi di “Formazione permanente” e il laboratorio della lavorazione e decorazione della ceramica.

La composizione della biblioteca può essere definita generalista, e non poteva essere diversamente, considerato che trattasi di donazioni. La maggior parte dei volumi trattano di letteratura, storia, filosofia, saggistica e scienze varie, con una sezione dedicata a scrittori e poeti calabresi.

Quando ci sono stati offerti, non abbiamo avuto perplessità, pur consapevoli che avere un grande patrimonio di libri allocati su scaffali e armadi, non significava avere una biblioteca fruibile.

Purtroppo, non avendo disponibilità economiche per pagare qualcuno che li catalogasse, per circa un anno, dalla data di acquisizione, sono stati stipati alla rinfusa, aspettando qualche volontario con esperienza e passione per i libri.

Circa un mese fa, il momento tanto atteso è finalmente arrivato!

Viste le attività che come Associazione mettiamo in atto, un Ente di formazione lavoro, ci ha chiesto se potevamo accogliere una stagista, per il completamento del periodo formativo, nell’attività da noi definita “Filo d’Argento”.

Per meglio inserirla, considerato quanto appreso fino ad oggi nel corso “Emersori di competenze”, utilizzando il metodo autobiografico, grazie all’informalità in cui è possibile applicarlo, sono venuto a conoscenza che la stagista ha avuto esperienza lavorativa in una biblioteca comunale e che inoltre ha una grande passione per la lettura.

A questo punto è stato facile chiederle, se dopo le attività previste per lo stage, era disponibile a darci una mano d’aiuto per l’organizzazione della biblioteca.

Avuta la disponibilità, con l’aiuto di un nostro socio, componente del coordinamento “Auser cultura”, quindi a costo zero, si è avviata la selezione e la relativa catalogazione dei libri, cosa che ci permetterà, tra non oltre un mese di inaugurare la nostra biblioteca.

Categorie articolo:
AttivaMente

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MENU