Area riservata

Apprendimento intergenerazionale: i progetti di Alternanza Scuola Lavoro in UniAuser Genova

Scritto da
7 novembre 2019
cassurino

di Chiara Cassurino, UniAuser Genova

L’Università Popolare dell’età libera- UniAuser Genova a partire dall’anno accademico 2017/18 ha realizzato tre progetti di Alternanza Scuola Lavoro rivolti alle studentesse e agli studenti delle classi terze, quarte e quinte di tre istituti scolastici superiori genovesi: il Liceo Linguistico G. Deledda e il Liceo Linguistico Mazzini per i corsi di lingue straniere; L’ Istituto Scientifico Tecnologico I. Calvino per le docenze e il tutoraggio d’aula dei corsi di informatica.

UniAuser Genova e gli istituti interessati hanno stipulato una Convenzione e redatto i Progetti formativi individuali dei ragazzi individuando gli obiettivi formativi del percorso, le modalità di inserimento e del monitoraggio dell’esperienza e il tutor formativo.

Dall’ a.a. 2017/18 a ottobre 2019 sono stati coinvolti in totale 70 ragazzi, sono stati progettati e realizzati 21 corsi: 15 di lingue straniere (inglese, francese, spagnolo, tedesco, arabo, russo e cinese) e 6 di informatica (primi passi, base e approfondimenti tematici per pc, corso di tablet e smartphone), che hanno visto la partecipazione come fruitori di 202 iscritti UniAuser.

I corsi sono stati co-progettati dai responsabili della Commissione alternanza, dagli insegnanti dei tre istituti superiori genovesi e dalla responsabile della progettazione formativa di UniAuser, con il coinvolgimento dei docenti volontari di lingue e informatica che da tempo collaborano con la nostra università popolare.

Durante tutto il percorso è stato attivato un constante e continuo monitoraggio dell’andamento e una ridefinizione in itinere degli argomenti delle lezioni in base alle esigenze formative degli iscritti.
Alla fine di ogni corso sono stati somministrati i questionari di gradimento e autoapprendimento ai corsisti Uniauser e ai ragazzi degli istituti coinvolti.
Per quanto riguarda le lingue straniere, i corsisti hanno potuto fruire di corsi, in media di 10 incontri ciascuno, condotti interamente dai ragazzi attraverso metodologie didattiche innovative al fine di favorire soprattutto l’espressione orale.
Al termine di alcuni corsi sono stati organizzati, su iniziativa degli iscritti UniAuser, dei piacevoli momenti di condivisione e affettuoso ringraziamento e saluto.
I ragazzi dell’Istituto Calvino sono stati coinvolti in attività di docenza e tutoraggio d’aula durante i corsi di base e di approfondimento tematici di informatica, tablet e smartphone.
L’attività è stata partecipata dai ragazzi con grande impegno e serietà ed è stata gradita ai nostri corsisti, che si sono sentiti sostenuti, seguiti ed incoraggiati nell’apprendimento e nello svolgimento degli esercizi.
Dagli esiti dei questionari di gradimento e autovalutazione dei corsisti UniAuser e dei ragazzi, e dagli incontri di chiusura e restituzione con i responsabili delle commissioni alternanza degli istituti coinvolti è emerso, in modo particolare, il fatto che da parte dei ragazzi oltre alla voglia di sperimentarsi in un nuovo ruolo, si è manifestata la gioia di scoprirsi capaci di pazienza, aumentando l’autostima e l’autoefficacia personale di ciascuno. Progettare un corso interamente da soli lavorando insieme ai compagni e condividendone i risultati ha favorito una dinamica di interdipendenza positiva all’interno del gruppo di lavoro, composto da studenti di classi diverse, stimolando e rafforzando dinamiche di apprendimento cooperativo.

Giovani e anziani attraverso le lingue e le nuove tecnologie si sono avvicinati e conosciuti, si sono scoperti accomunati da interessi , si sono attivati per il raggiungimento di obiettivi in modo creativo, divertendosi e congratulandosi per la riuscita del compito dando vita ad un nuovo tipo di dinamica relazionale, quella generativa, che ogni anno ci rimotiva nel proseguire l’esperienza e implementare i progetti per consentire a più ragazzi di potervi partecipare e agli iscritti UniAuser di poter fruire di un numero maggiore di occasioni di scambio, confronto e apprendimento intergenerazionale.

 

Categorie articolo:
AttivaMente

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MENU