Area riservata

Anno 13 numero 9- 10 marzo 2010

Scritto da
25 maggio 2010

Agenzia settimanale – Anno 13 numero 9 ? mercoledì 10 marzo 2010

L’Agenzia Auser è un servizio d’informazione dell’Auser Nazionale.

Viene inviata via E-mail. E’ inoltre visibile sul sito internet www.auser.it

AUSERINFORMA

LA PRESIDENZA NAZIONALE AUSER ADERISCE ALLA MANIFESTAZIONE DI SABATO 13 MARZO
La Presidenza nazionale di Auser condivide pienamente l?appello ?Per la democrazia, la legalità e il lavoro?, ed aderisce alla manifestazione nazionale indetta per sabato 13 marzo a Roma da alcuni movimenti e forze politiche democratiche. La vicenda delle liste per le elezioni regionali è l?ennesima conferma della concezione autoritaria della democrazia che ispira l?azione del governo. Il mandato elettorale non può sovrapporsi alla Costituzione, al sistema di garanzie e di equilibrio dei poteri, all?autonomia della funzione giurisdizionale, alla legalità. Tutti i cittadini che rispettano le regole nello svolgimento della vita quotidiana non possono sopportare l?abuso di chi le cambia a suo piacimento e non sopporta alcun sistema di controllo. Per questo Auser invita le proprie strutture, le associazioni affiliate, i soci e i volontari a mobilitarsi e a partecipare alle iniziative programmate a partire da quella di sabato 13 marzo.

 

SECONDO CONCORSO “LA CITTA’ CHE APPRENDE”, PER UN FUTURO SOSTENIBILE

E’ già possibile scaricare dal sito di Auser Nazionale il bando completo del secondo concorso nazionale “La Città che Apprende 2010″. Il tema scelto per questa edizione è quello della sostenibilità ambientale: “Lavoriamo per un futuro sostenibile”. La novità è rappresentata quest’anno dalla sezione “Fateci ridere” con cui verrà messa alla prova la fantasia, la creatività e l’ironia dei partecipanti , che dovranno cimentarsi con una vignetta umoristica. Il concorso si articola poi nelle sezioni poesia, racconti brevi e fotografia. I vincitori saranno premiati nel corso della Quinta Festa della Città che Apprende, prevista a Venezia dall’11 al 13 ottobre.
Tutte le informazioni, i bandi e i regolamenti, all’indirizzo:

http://www.auser.it/educazione/CCA2010.htm
 
UN AIUTO PER IL CILE
Auser, Progetto Sviluppo e Nexus, invitano ad un impegno di solidarietà per venire incontro ai bisogni della popolazione cilena colpita dal terribile terremoto del 27 febbraio. La situazione nel paese è ancora gravissima: ampie aree sono ancora tagliate fuori dalle comunicazioni, da luce ed acqua e ricevono aiuti solo con i camion della protezione civile e del volontariato. Tra le zone più colpite ci sono quelle in cui Nexus e Progetto Sviluppo lavorano da anni, come la regione del Bío Bío. In questi luoghi le nostre organizzazioni operano in contesti rurali, molto impoveriti a cui il terremoto ha portato via tutto. Soprattutto la Costa a sud di Concepción, nei comuni di Arauco, Lebu, Cañete ha subito ingentissimi danni a causa del maremoto che ha spazzato via intere comunità e piccole flotte di pescatori artigianali. “Conoscendo bene la realtà locale di forte vulnerabilità sociale ed economica, – si legge nelll’appello delle tre associazioni – sappiamo che il tema del lavoro sarà prioritario, così quello della costruzione di un reddito familiare per le zone agricole e della costa e non da ultima la tutela delle minoranze etniche e dei diritti fondamentali della persona.”
Per informazioni: Nexus Emilia Romagna Tel. 051/294743

Mail: sabina_breveglieri@er.cgil.it www.nexusemiliaromagna.org
Per donazioni su conto corrente Auser: Auser onlus presso Banca Popolare Etica Scarl IBAN: IT 89 L05018 03200000000105900.
 
PESARO (PU). ATTESE INTERMINABILI PER UNA VISITA. QUI CI VUOLE LA RACCOMANDAZIONE. COSA DICONO GLI ANZIANI NEL SONDAGGIO AUSER SULLA SALUTE
Cresce tra gli anziani la domanda di salute e assistenza: solo il 18,5% ritiene adeguati i servizi sanitari, il 38% chiede maggior umanità, il 19% vorrebbe potenziare l’assistenza domiciliare Tre intervistati su 10 chiedono che a Pesaro sia ripristinato il reparto di geriatria dove curare specificatamente i malanni della terza età, mentre l’86% dice che le liste di attesa sono il problema che in assoluto pesa di più nella sanità. Sono questi alcuni risultati del sondaggio “Gli anziani di Pesaro e la salute” dedicato agli anziani, ai loro stili di vita e al modo in cui usano i servizi sanitari condotto dall’Auser di Pesaro su un campione di 193 persone, sulle 250 avvicinate, di età compresa tra i 60 e i 95 anni di età. Il sondaggio sarà presentato ufficialmente mercoledì 10 marzo, alle ore 15 nella Sala del Consiglio Comunale, alla presenza del presidente nazionale Auser, Michele Mangano, e dell’assessore regionale alla Sanità, Almerino Mezzolani, del presidente dell’Ordine dei Medici, Luciano Fattori. Tre anziani su quattro sono soddisfatti della loro salute e godono di una piena autosufficienza. Per mantenere questa autonomia si sottopongono a controlli periodici, addirittura il 23% dichiara di avere l’abitudine di farli con metodica regolarità. Tuttavia quando si presenta la necessità di una visita specialistica molti si trovano davanti il muro delle liste d’attesa e c’è chi ricorre alle raccomandazioni per accelerare l’accesso alle prestazioni sanitarie. Altri invece mettono mano al portafoglio pur di sbrigare la pratica. I dati delineano un’immagine completamente diversa dallo stereotipo anziano uguale persona inutile. Quello che emerge è invece un individuo che chiede al sistema sanitario di prolungare il più possibile la propria autonomia, offrendo servizi adeguati ai bisogni della Terza Età: che sono, appunto, quelli di avere una prevenzione che funziona e un reparto di Geriatria che da anni, a Pesaro, è stato sostituito dal reparto di Medicina.
 
SAN GIOVANNI SUERGIU. RACCOLTI MILLE EURO PER HAITI NEL “PRANZO DELLA SOLIDARIETÀ”
Oltre un centinaio di commensali e più di un migliaio di euro raccolti. Il Pranzo della solidarietà pro Haiti dell’Auser di San Giovanni Suergiu è stato un successo. In tanti domenica hanno preso d’assalto la sede di via Bellini per contribuire a raccogliere i fondi da destinare alla popolazione dell’isola caraibica colpita a gennaio da un terrificante terremoto che ha causato oltre duecentomila vittime. “Non ci aspettavamo una risposta di queste proporzioni da parte della gente. Soprattutto perché, con poco tempo a disposizione, abbiamo quasi improvvisato”, commenta Sergio Madeddu, presidente dell’associazione il giorno dopo la grande tavolata di solidarietà. Ma, nonostante ciò, i risultati non si sono fatti attendere. “Non posso fare altro che ringraziare tutti coloro che hanno partecipato e, in questo modo, hanno voluto dare un segno della propria vicinanza a chi soffre e ha perso tutto”, aggiunge Madeddu. Ma una parola in più il presidente dell’Auser ha voluto spenderla per “i commercianti che, pur in un periodo di grande crisi come l’attuale, – conclude – hanno contribuito fornendo tutti i generi alimentari necessari per la riuscita del pranzo, dando così prova di una grande sensibilità”.
 
MESTRE. “RESIDENZA APERTA”, LA CITTA’ ENTRA NELLA CASA DI RIPOSO Portare la città dentro la Casa di Riposo, questo l’obiettivo del progetto “Residenza aperta”, promosso dalla Direzione delle Politiche sociali, partecipative e dell’accoglienza che, in collaborazione con Città solidale, le associazioni di Spazio Mestre solidale e l’Antica Scuola dei Battuti, prevede una serie di iniziative culturali negli spazi della Casa di Riposo, Antica Scuola dei Battuti, a Mestre. Il primo appuntamento si svolgerà venerdì prossimo, alle ore 15.30, al teatro Mabilia, con la proiezione del film “Con tocco lieve – i tempi e i luoghi delle donne a Venezia”, a ingresso libero. Un video prodotto da Auser “Centro Storico di Venezia” e dalla Vetrina del Volontariato, con il contributo del Centro Servizi del Volontariato, sostenuto dall’Assessorato alla Politiche Sociali e ai Rapporti con il Volontariato del Comune di Venezia, su soggetto di Anna Ponti e Severino Benettelli. Il cortometraggio racconta la vita delle donne a Venezia cogliendone momenti significativi e trascrivendo luoghi che solo la città può offrire. Lo sguardo è attento ma al tempo stesso leggero e segue le persone che quotidianamente attraverso calli e campi, intrecciano emozioni e relazioni, scoprendo partecipazione e solidarietà. Il progetto proseguirà nei prossimi mesi con una serie di appuntamenti teatrali, musicali e mostre, rivolti non solo agli ospiti della Casa di Riposo, ma anche ai cittadini.
 
COSENZA. INCONTRO CON LE MIGRANTI
Domenica 7 marzo 2010, organizzato dalle donne dell’Auser di Cosenza, si è svolto presso la sede un incontro-festa con scambio di culture gastronomiche con le donne delle comunità di migranti della città. L’iniziativa ha visto una straordinaria partecipazione di migranti, la comunità latino-america, filippina, dell’equador, brasiliana, e di oltre cinquanta donne rom del campo nomadi della città, minacciati da una ordinanza di sgombero. L’iniziativa, la prima nel suo genere, ha avuto un grande successo. Si è svolta il 7 e non l’8 marzo, festa della donna, perchè la maggior parte delle donne migranti, essendo domenica, erano libere da impegni di lavoro.
Per Informazioni: ausercosenza@alice.it
 
CORMONS (GO). DONNE E VOLONTARIATO, UN INCONTRO PER RACCONTARSI

Le motivazioni e le storie personali sono i temi su cui è stata incentrata la manifestazione “Ti racconto la mia storia”, per raccogliere i fattori stimolanti che hanno spinto le donne a impegnarsi nel volontariato locale. Durante la manifestazione, le donne, in un clima informale, narrando le loro storie personali, hanno voluto condividere con il pubblico le scelte e le difficoltà che ogni giorno affrontano nel portare il loro contributo alla società. Protagoniste della serata sono state le mamme del Pedibus impegnate nel progetto “Andare a scuola tutti insieme ma soprattutto a piedi”; alcune lettrici volontarie che aderiscono al progetto “Nati per leggere”; le volontarie dell’Auser che operano a sostegno degli anziani e nella promozione del commercio equo solidale; i Gruppi di acquisto solidali (Gas) e le donne testimoni di una collaborazione e un’esperienza con la popolazione Sarawi. La serata, è proseguita con l’intervento di Arianna La Notte che ha letto poesie e racconti scelti dalle protagoniste, considerati significativi della condizione della donna. Gli interventi musicali sono stati curati dal Centro musicale della Banda di Cormons e, inoltre, si è esibito il gruppo di ballerine di danza del ventre “Stelle d’Oriente”, guidate dalla maestra Barbara Samero. L’iniziativa rientra nell’ambito del progetto “Rosa Shocking”, cofinanziato dal Servizio pari opportunità della Regione, a cui partecipano i Comuni di Monfalcone, Cormons e San Pier d’Isonzo.
 
PAOLA. VERSO I 150 ANNI DELL’UNITA’ D’ITALIA
Continua il percorso di approfondimento proposto dall’Uniauser di Paola sul tema dei 150 anni dell’unità d’Italia. Il 9 marzo inizia, presso la sede del circolo Auser in c. Colombo 29 Paola (CS), il corso che terrà la Sen. Antonella Bruno Ganeri che si svolgerà in quattro incontri: “L’età romantica”, “Il Risorgimento Italiano”, “La grande emigrazione” e “I migranti del terzo millennio”. Il corso vuole essere un’occasione di approfondimento per un tema quanto mai attuale che accompagnerà gli iscritti ai corsi dell’Uniauser per due anni. A seguire, si terranno altre due serie di incontri sui temi del “Federalismo” e “Autori a confronto, fra utopia e realtà” rispettivamente dal Dott. Paolo Alampi e dal Prof. Pino Caminiti. In cantiere tre convegni sul tema. Il primo, molto partecipato, si è tenuto giorno 27 febbraio presso l’Auditorium del complesso S. Agostino sul tema “Il Federalismo: un’opportunità o un rischio?”, alla presenza delle autorità locali, i dirigenti del Liceo Scientifico “G. Galilei”, dell’Istituto Tecnico “G. Pizzini” di Paola.
 
TREVIGLIO (BG). UN PUNTO DI ASCOLTO PER I PIU’ DEBOLI
Auser volontariato in collaborazione con gli assessorati ai servizi sociali e l’appoggio della Fondazione Cassa Rurale ha dato il via all’ iniziativa ” Porte sociali”. Un progetto per aiutare tutti i cittadini soprattutto le fasce più deboli ad orientarsi tra i servizi sociali a disposizione. Nel quartiere Zona Nord di Treviglio con forte presenza di anziani e immigrati sono stati aperti un punto di ascolto presso la biblioteca comunale e uno presso la sede Arci alla frazione Battaglie.
 
PESCHIERA BORROMEO. DA LUNEDÌ 22 MARZO: “STORIA DEL FASCISMO: QUANDO I TRENI ARRIVAVANO IN ORARIO”. INGRESSO GRATUITO PER TUTTI I GIOVANI
Docenti dell’Istituto Pedagico della Resistenza di Milano, basandosi su documenti originali, racconteranno la storia del movimento fascista italiano. Le cinque lezioni riguarderanno argoment come “Nascita e sviluppo del fascismo” (22 Marzo), “La scuola durante il fascismo” (29 Marzo), “1938: nascono le leggi razziali” (12 Aprile), “1943/45: declino e caduta del fascismo” (19 Aprile) e, infine, “Il fascismo oggi” (26 Aprile). Le lezioni si terranno presso la Sala Matteotti del Municipio di Peschiera Borromeo a partire da Lunedì 22 Marzo dalle 20:30 alle 22:30. In occasione di questo Corso, l’Università dell’adulto lancia un’iniziativa dedicata ai giovani fino ai 25 anni: per loro è riservato l’ingresso libero. Per tutti gli altri, e’ prevista una quota di partecipazione di 20,00 Euro. E’ possibile vedere su YouTube una presentazione del corso: http://www.youtube.com/watch?v=9N1pbCK402M
 
AUSER TERAMO. CORSI E ATTIVITA’
Lunedì 15 marzo 2010 Incontro a cura del dott. Adelmo Marino: “La storia del convento e della chiesa della Madonna delle Grazie aTeramo”; Lunedì 22 marzo Incontro a cura del prof. Valerio Negro: “La storia e le opere d’arte della chiesa di S. Domenico a Teramo”; Lunedì 29 marzo Incontro con la prof.ssa Ernestina Di Felice: “Il linguaggio ed il potere”. Ogni giovedì alle ore 16,00 corso gratuito d’Italiano per stranieri . Dall’ 11 marzo Corso di Fotografia di Giampiero Marcocci. Sono aperte le iscrizioni al corso di informatica e al corso d’inglese con docente madrelingua.

Per Informazioni: Tel. 0861.244971-333.5443807 – www.auserteramo.it

 

ANZIANI E DINTORNI

REGIONE MARCHE : PRIMATO DI LONGEVITA’
Nel 2007 gli over 65 erano il 13% della popolazione e gli over 85 il 3%, nel 2020 si prevedono rispettivamente un 26% e 5% fino ad arrivare a 36% e 9% nel 2050. Questi i dati dell’osservatorio statistico della Regione Marche. Dal 1999 al 2007 la variazione percentuale della popolazione con 80 anni e oltre è stata del + 42,3%; mentre a livello nazionale nel 2009 l’indice di invecchiamento (numero di anziani su 100 abitanti) è stato 19,9 nelle Marche è arrivato a 23. Secondo l’Inrca, l’Istituto nazionale di riposo e cura degli anziani, negli ultimi 15 anni, nelle Marche sono raddoppiati coloro che hanno superato la soglia degli 85 anni e nei prossimi 15 aumenteranno di oltre il 60 %. La regione si conferma una delle più longeve d’ Europa questo comporta un aumento della domanda di cura e assistenza.
 
TELEFONO ROSA CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE
Il Telefono Donna compie 18 anni. Nato l’8 marzo 1982 su iniziativa di Stefania Bartoccetti per aiutare le donne e le famiglie in difficoltà, oggi conta più di 80 mila casi risolti dal suo centro di ascolto e consulenza. Una donna su tre in Italia è vittima di maltrattamenti; La maggior parte hanno tra i 25 e i 44 anni, il 45 % con un’occupazione autonoma o dipendente. E’ importante che questo strumento continui ad esistere per garantire protezione e sostegno reali.
Per info: 02 64443043- 44
 
FOGGIA. NASCE LA BANCA DEL TEMPO
Nei giorni scorsi è stato presentato a Foggia il progetto `Banca del tempo e delle possibilità’. Promotrice del progetto l’associazione “Centro di solidarietà San Benedetto”, beneficiaria del contributo di 10.000 euro stanziato dal Piano dei Diritti in Rete promosso dalla Regione Puglia. Partner dell’iniziativa l’assessorato alle Politiche sociali del Comune di Foggia, l’Anfass Foggia, la Cosint snc, l’Associazione nazionale di promozione sociale Santa Caterina da Siena, il Centro Sportivo Italiano, la Gandalf scs, il Consorzio Icaro, la cooperativa Cla e l’associazione Irsef. Una iniziativa di solidarietà e di volontariato, certo, ma soprattutto di civiltà in favore dei diversamente abili e dei loro nuclei familiari. Due associazione che hanno la responsabilità dell’apertura di due centri di ascolto già operativi : il primo, gestito dall’Associazione San Benedetto e già attivo in via Marinaccio 4/D, si occuperà dell’inserimento lavorativo per i disabili; il secondo, gestito dall’Anfass, fornirà informazioni sui diritti dei disabili. Chiunque si presenterà ai due sportelli potrà iscriversi nel Registro delle famiglie, per offrire i propri servizi alle altre famiglie di disabili. In questo senso l’iniziativa ha preso il nome di Banca del tempo. In calendario anche una progetto di comunicazione, che vedrà protagonisti i gli alunni della San Pio X insieme a Teleradioerre. L’iniziativa parte grazie ad un finanziamento di 10mila euro provenienti dai fondi regionali del Piano diritti in rete.

 

ASSOCIAZIONISMO VOLONTARIATO TERZO SETTORE

“SOS SANITÀ”: UNA PETIZIONE PER FAR  RISPETTARE IL PATTO PER LA SALUTE.
Sossanità è una rete di persone impegnate a dare informazioni, ospitare interventi, sollecitare e organizzare iniziative nazionali e locali sulle Politiche socio sanitarie. Lo scopo è quello di “presidiare” e possibilmente condizionare il dibattito politico e sollecitarlo a prestare attenzione ai temi del welfare sociosanitario. Il “punto di incontro di chi pensa che la Salute sia un diritto e non una merce”. Oggi, a quasi tre mesi dalla firma del Patto per la Salute, da parte di Governo e Regioni, si chiede che il Governo stanzi l’intero finanziamento previsto; che ci sia l’Intesa Stato – Regioni per creare la nuova Struttura Tecnica di Monitoraggio prevista dal Patto per associare al controllo dei bilanci quello sui Livelli Essenziali di Assistenza. Che si costituisca un vero sistema di garanzia per i cittadini sull’effettivo rispetto dei Lea. Per renderli un diritto esigibile in modo uniforme in tutto il territorio nazionale, come prescrive la Costituzione. Anche l’Ause fra le associazioni che sostengono la petizione.
Per Informazioni: http://www.sossanita.it/
 
FIRENZE 28 – 30 MAGGIO 2010 VII EDIZIONE DI ” TERRA FUTURA”
La settima edizione di Terra Futura si terrà a Firenze, Fortezza da Basso, dal 28 al 30 maggio 2010. Il tema di quest’anno è “Comunità sostenibili e responsabili”. Saranno presentati progetti ed esempi concreti per vivere meglio e costruire un futuro eco, equo e sostenibile: dalla tutela dell’ambiente alle energie alternative, dall’impegno per la pace alla solidarietà sociale, dalla finanza etica al commercio equo, e ancora agricoltura biologia, edilizia e mobilità sostenibili, turismo responsabile, welfare, cittadinanza attiva e partecipazione. Terra Futura mostrerà il fitto panorama di buone pratiche esistenti e presenterà Position Paper, il documento condiviso e redatto dai partner che lancia quattro grandi sfide cruciali e insieme concrete, riguardanti l’edilizia, la mobilità , il microclima urbano e le relazioni sociali. Si terranno seminari, dibattiti e convegni con esperti e testimoni provenienti dal mondo della politica, dell’economia e della ricerca scientifica, ma anche dal terzo settore, la cultura e lo spettacolo. E poi workshop e laboratori, perché i visitatori di ogni età possano sperimentare quante siano le scelte quotidiane possibili per cambiare le cose a partire da ciascuno.
Per Informazioni: tel. +39 049 8764542 – cell. +39 338 6719974 -

http://www.terrafutura.it/
 
DA SABATO 6 A DOMENICA 14 MARZO INVIA UN SMS PER LA LOTTA ALLE MALATTIE NEUROMUSCOLARI
Tra le iniziative legate alla Sesta Giornata Nazionale Uildm che si terrà dal 12 al 14 marzo 2010, vi è anche la possibilità dal 6 al 14 marzo di inviare un sms al numero 45504 dal proprio cellulare Tim, Vodafone, Wind, 3 e CoopVoice. In questo modo si contribuirà automaticamente con 2 euro alla lotta contro le distrofie e le altre malattie neuromuscolari. Oppure, chiamando lo stesso numero 45504 dal proprio telefono fisso Telecom Italia o Fastweb, si contribuirà a scelta con 5 o 10 euro.
 
BUSTO ARSIZIO. PROGETTO VO. LA. RE. UNA RETE DI SOSTEGNO PER I SENZATETTO
Il progetto Vo.La.Re. (volontari che lavorano in rete) è rivolto ad ottimizzare i servizi che in città si rivolgono a chi è rimasto senza casa e, spesso, senza un minima fonte di reddito. E’ stato presentato domenica presso il convento dei Frati minori di Busto Arsizio, dove ha sede la mensa dei poveri, ed ha per animatori i giovani dell’associazione Ali d’Aquila (parrocchia di San Michele), e il Forum del Terzo Settore cui fanno riferimento ben 23 associazioni. Il progetto avrà durata di un anno e potrà beneficiare di fondi messi a disposizione da Cariplo, da Cesvov e dal Fondo speciale per il volontariato in Lombardia. Tre gli ambiti principali in cui si articolerà Vo.La.Re.: cultura, rete, dati. Far conoscere le nuove povertà, implementare la collaborazione fra enti e associazioni, raccogliere informazioni su “chi è” il senzatetto oggi. A medio-lungo termine si mira a creare una casa per i senza fissa dimora e una sede unificata per servizi che oggi risultano dispersi per la città – dormitorio a Sant’Anna, mensa presso i Frati, doccia a San Michele. La quantificazione del problema vede alcune decine di persone regolarmente “clienti” di volta in volta del dormitorio e della mensa (almeno una decina a sera per quest’ultima), con un ricambio notevole. Al dormitorio la maggior parte degli utenti si trova di fatto gratis, anche se si richiede un contributo di 4 euro al giorno, che ben pochi però, complice la mancanza di lavoro, hanno la possibilità di pagare.

 

Categorie articolo:
Agenzia d'informazione AUSER

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MENU