Area riservata

Anno 13 numero 2 – 20 gennaio 2010

Scritto da
12 luglio 2010

Agenzia settimanale – Anno 13 numero 2 ? mercoledì 20 gennaio 2010

L’Agenzia Auser è un servizio d’informazione dell’Auser Nazionale.

Viene inviata via E-mail. E’ inoltre visibile sul sito internet www.auser.it

AUSERINFORMA

AUSER SI MOBILITA PER HAITI
Immediata mobilitazione dell’Auser per una raccolta fondi straordinaria in favore delle vittime di Haiti. Attraverso la collaborazione con Intersos che fa parte della rete italiana Agire (Agenzia Italiana Risposte Emergenza), i fondi raccolti verranno destinati ai bisogni più urgenti: cibo, acqua potabile, medicinali, ripari temporanei, pensando soprattutto ai bisogni dei tantissimi bambini feriti e di quelli rimasti orfani.
L’Auser mette a disposizione il proprio conto corrente intestato ad: AUSER ONLUS – Banca Popolare Etica SCARL – IBAN: IT 89 L 05018 03200 000000105900 – causale: Terremoto Haiti
 
APPRENDIMENTO PERMANENTE: CONSEGNA DELLE FIRME AL PRESIDENTE DELLA CAMERA GIANFRANCO FINI
Il Presidente della Camera dei deputati, Gianfranco Fini, ha ricevuto lunedì pomeriggio a Montecitorio una delegazione della Cgil guidata dal Segretario Generale, Guglielmo Epifani, che ha consegnato una proposta di legge di iniziativa popolare sul diritto all’apprendimento permanente, a sostegno della quale la Cgil insieme alla FLC, allo Spi e all’ Auser ha raccolto 130.000 firme. Il Presidente Fini ha trasmesso tale proposta di legge agli uffici per istruire l’avvio del relativo iter legislativo, secondo quanto previsto dal Regolamento della Camera. Le firme raccolte testimoniano la necessità e l’urgenza, per il nostro Paese, di approvare una legge che garantisca il diritto all’apprendimento permanente e ne permetta la effettiva fruizione attraverso la costruzione di un sistema nazionale pubblico, integrato e decentrato. L’Auser ha fatto la su parte, raccogliendo oltre 30.000 firme.
 
KARTOLE: LA BOLOGNA DI UNA VOLTA RACCONTATA DA DAVIDE FRACCON
E’ uscito Kartole, il libro tascabile scritto da Davide Fraccon, volontario di Auser Bologna scomparso lo scorso aprile e premiato alla memoria per impegno e dedizione da Auser Nazionale nel corso della Cerimonia per il ventennale dell’associazione. “Kartole”, pubblicato dall’associazione BandieraGialla grazie al contributo di Auser Bologna e di Auser Emilia Romagna, in meno di un mese ha venduto ben mille copie, grazie al passaparola tra amici, volontari e associazioni. Kartole – che raccoglie gli affreschi dei luoghi e dei personaggi indimenticabili ed emblematici di una Bologna passata, vissuta fino in fondo e raccontata dall’autore, altri scritti di Fraccon e i ricordi di chi gli ha voluto bene – nasce dalla volontà degli amici di ricordare Davide, scomparso troppo giovane, provato da una vita difficile, dall’eroina, dalla malattia. Ciò è stato possibile grazie all’aiuto messo in campo da Auser Bologna, di cui Davide era volontario nell’ambito del progetto “Volontari in corsia” presso i reparti geriatrici del Malpighi. Il ricavato dalla vendita del libro servirà a sistemare la tomba di Davide e ad approntare la lapide.
Per informazioni: Auser Bologna www.auserbologna.it tel: 051/63.52.911
 
CORREGGIO (RE). TENERE LONTANA LA VECCHIAIA? UN CORSO DI ENIGMISTICA
Un corso non per allenare i “muscoli” ma la mente, organizzato dall’Auser locale, in collaborazione con la biblioteca comunale Luigi Einaudi e l’Ausl di Reggio Emilia. Una serie di lezioni per mantenere “giovane” il cervello, ritardandone il declino e l’insorgere di malattie degenerative. Non molti sanno che è possibile allenare la mente semplicemente giocando, trasformando un sano divertimento in una proficua attività. Sette incontri per far conoscere l’enigmistica, i giochi di parole e della mente: indovinelli, anagrammi, sciarade, rebus, parole crociate, sudoku, giochi di logica, giochi matematici, giochi visivi, pensiero laterale. La caratteristica del corso è quella di “imparare giocando”, coinvolgendo di continuo i partecipanti con l’utilizzo di centinaia di diapositive. Per sette lunedì di seguito, a partire dal 1º febbraio, con il coordinamento di Lucio Bigi dello Studio Woquini, si articolerà l’impegno nella “palestra” della mente.
Per informazioni: Auser Correggio, 0522 692796, 340 4920281.
 
FIRENZE. ELETTRICISTI, IDRAULICI, IMBIANCHINI A COSTO ZERO
Per un pensionato che percepisce la pensione minima cambiare un rubinetto, imbiancare casa o fare dei lavori costituisce spesso oltre che un problema una grande spesa imprevista. L’Auser di Firenze ha individuato artigiani e ditte disposti a lavorare a costo zero , recuperando solo il costo dei pezzi di ricambio o dei materiali. L’ Auser vigila sulla effettiva riuscita del servizio e garantisce anche la serietà di questi professionisti tra cui un avvocato, Federica Sanesi, disponibile per il gratuito patrocinio. Gli anziani soli e a basso reddito possono contare da oggi su un aiuto in più.
 
TRENTO. LE CENTRALINISTE DEL SORRISO
Il presidente, Vittorio Alidori, le chiama “i gioielli del centralino”. Loro ridono e ribattono: “Belle ragazze sì, ma un po’ stagionate…”. Quello che conta è un sorriso e una parola di conforto: sono lì per questo le undici centraliniste del centro Auser di via Veneto 24. Se componete lo 0461 391408 le trovate, dal lunedì al venerdì (orario 9-12) e il pomeriggio nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì (15-18). Il loro impegno è stare accanto agli anziani e alle persone non autosufficienti, che da vent’anni l’Auser porta avanti. L’associazione, offre una nutrita gamma di prestazioni, tutte rigorosamente gratuite: l’accompagnamento, che va dalle visite mediche alla parrucchiera o alla banca; la consegna della spesa a domicilio; la compagnia in casa e un importante servizio di assistenza, relative alle pratiche burocratiche, conducendo le persone al Caf e all’Inca. “E, se c’è bisogno, forniamo anche la consulenza di un avvocato. Perché cittadinanza attiva vuol dire garantire ai più deboli gli stessi diritti degli altri”.
In venti  anni di attività il centro Auser di Trento ha fornito, dall’accompagnamento all’assistenza burocratica, 31.280 servizi per un totale di 136 mila ore di volontariato. “Si sente spesso parlare di chi distrugge  – dice il presidente Vittorio Alidori – Noi abbiamo costruito: rapporti con le persone”. Un’attività che negli ultimi anni ha avuto un notevole incremento: dagli 844 servizi del 2002 , per 4.728 ore, si è passati ai 4.094 con 16.680 ore del 2009. I volontari sono in tutto 52, dei quali 22 si occupano dei servizi esterni. Pure i soci sono cresciuti di numero, arrivando a quota 355, anche se Alidori ritiene che le persone in stato di bisogno, nei prossimi 5 anni aumenteranno del 15%.
 
CESENA. RUBATO IL TRICOLORE DALLA SEDE DELL’AUSER
Alcuni teppisti nella notte di sabato si sono portati via il tricolore dalla sede dell’Auser di Cesena di via Albertini. Chi ieri è passato nella traversa di corso Sozzi – nel pieno centro cittadino – non ha potuto non accorgersi di quell’asta storta e senza bandiera. I vandali sono riusciti nel loro intento aggrappandosi all’asta fino ad avere il drappo a portata di mano. Poi si sono intascati la bandiera, risparmiando quella dell’associazione e quella europea. “E’ la prima volta che ci capita – spiega il presidente dell’Auser cesenate Oscar Alessandri – In sette anni non siamo mai stati vittime di atti vandalici né abbiamo mai ricevuto minacce. In ogni caso, abbiamo già pronta la bandiera di riserva che metteremo su presto”. C’è da augurarsi che non si tratti di un gesto premeditato contro un’associazione che nel nostro territorio, conta circa 700 volontari.
 
CREMOSANO (CR). UNA TARGA A TRANQUILLO PIANA, TESTIMONE DELLE ATROCITA’ NAZISTE
Tranquillo Piana, classe 1923, è oggi un volontario dell’Auser di Cremosano, come attivo nonno vigile. Nel 1943, durante la Seconda Guerra mondiale, ha vissuto la drammatica esperienza dei lager. E’ stato internato presso il campo di concentramento M.StammlagerVIJ in Germania prima, e a Solingher presso la fabbrica bellica “Richard – Erbert” poi. Per due anni ha lavorato duramente. Nel 1945 è stato liberato. Oggi arricchisce con la sua testimonianza una delle pagine più tristi della storia d’ Italia. Per il suo coraggio, per aver preferito la prigionia alla collaborazione con il fascismo, ha ricevuto una medaglia d’onore da parte del Presidente della Repubblica. L’Auser di Cremona, con gratitudine, ha voluto premiare Tranquillo Piana consegnandoli una targa nella quale fra l’altro si legge “preferì la prigionia nei campi nazisti alla collaborazione con il fascismo italiano ” “testimone delle atrocità subite per la conquista della libertà”.
 
VARESE. INCONTRI TRA GENERAZIONI
Universauser organizza tre incontri, tre “caffè filosofici” in cui nonni, genitori, figli si incontrano con l’obiettivo di dimostrare che il dialogo e lo scambio sono possibili . Condotti da Valerio Crugnola i tre appuntamenti sono Mercoledì 20-27 gennaio e 3 febbraio alle ore 18,00 presso lo Spazio ScopriCoop , via Daverio a Varese. Al centro del dibattito il “non-detto” perchè da sempre i rapporti tra le generazioni sono contraddistinti da conflitti, ma esistono anche dei punti di convergenza e di coesione intergenerazionale se si prova a dialogare.
Per Informazioni: Bruna Brambilla – cell 333-4169612
 
COSENZA. PASSIONE PER IL CINEMA
Prosegue per tutto il 2010 presso il centro polifunzionale dell’Auser di Cosenza, la rassegna cinematografica “Auser Cinema” . L’iniziativa avviata con successo alla fine del 2009, prosegue ora con una serie di film su tematiche diverse. Le rassegne I Confl itti e Film anni ’40 e ’50 nascono dalla collaborazione con il Circolo Cosenza Cinema, mentre le rassegne La cultura del sospetto e la giustizia in nome del popolo e Tango & Cinema dalla collaborazione con l’associazione L’Idea. La rassegna Cinema Italia: ritrat to dell’Italia vista dai nuovi registi è stata organizzata dal Circolo Auser di Cosenza.
Per informazioni: Centro Polifunzionale Auser via Manzoni, Cosenza Centro storico Rione Spirito Santo tel.: 0984.1904293 cell.: 346.8507593 – 335.5382808 www.ausercosenza.it e-mail: ausercosenza@alice.it
 
TERAMO. FRA CULTURA E SOLIDARIETA’
L’Auser di Teramo organizza un corso gratuito di italiano per stranieri. Le lezioni si tengono ogni giovedì alle ore 16,00, si tratta di un ciclo di lezioni per aiutare gli stranieri a prendere confidenza con la nostra lingua per potersi inserire più facilmente nella società e per sentirsi cittadini a tutti gli effetti. Inoltre ogni lunedì l’Auser Teramo propone ai propri soci un pomeriggio culturale da trascorrere insieme per parlare con degli esperti di temi di attualità, d’arte, di storia e di letteratura. Un modo per socializzare e passare qualche ora in buona compagnia. Gli incontri iniziano alle ore 17,00 e sono ad ingresso libero. Il 22 gennaio parte un corso di disegno e pittura, per gli appassionati di fotografia, partirà un corso di fotografia e fotoritocco. Dal 26 gennaio per tutti coloro che sono digiuni di informatica partirà il corso “computer amico”.
Per tutte le informazioni la sede Auser ai numeri 0861.244971-333.5443807 tutti i giorni dal lunedì al venerdì, dalle ore 16,00 alle ore 18,00. http://www.auserteramo.it
 
CIVIDATE (BS). CORSO DI INGLESE AUSER
L’Auser insieme di Cividate Camuno organizza “Travelling with English. Start again!” un corso di inglese facile per principianti in 6 lezioni per 9 ore in totale. Ogni mercoledì dal 3 febbraio al 10 marzo 2010 dalle 20.30 alle 22.00 presso la Biblioteca di Cividate si terranno le lezioni della docente Laura Gheza. Le iscrizioni si raccolgono entro il 25 gennaio nella sede Auser e il corso ha un costo di 20 euro.
 
CHIOGGIA, NONNI VIGILE NEI PARCHI
Il circolo Auser di Chioggia (VE) ha stipulato con l’amministrazione comunale un nuovo protocollo di intesa triennale per il servizio integrativo di sorveglianza davanti alle scuole primarie. Un servizio ormai consolidatissimo e puntuale, tanto che si sta studiando l’utilizzo dei volontari per un nuovo servizio di sorveglianza dei parchi , a partire dalla prossima primavera.

ANZIANI E DINTORNI

ARRIVA IN VENETO IL SERVIZIO CIVILE PER GLI ANZIANI
La nuova opportunità per la terza età è introdotta con una legge regionale, che stabilisce chi potrà essere impiegato a favore della comunità e con quali compiti. “Con l’istituzione del Servizio civile degli anziani la vogliamo ancora una volta valorizzare la grande risorsa che gli anziani possono mettere in campo a servizio di tutta la comunità” è il commento dell’assessore alle Politiche sociali venete, Stefano Valdegamberi, che ha espresso a nome della giunta il parere positivo al disegno di legge votato oggi in consiglio regionale. “Il Veneto – aggiunge – è stato una delle prime regioni italiane a istituire il servizio civile regionale per i giovani. Conferma perciò di essere all’avanguardia con questa nuova legge, che guarda al mondo degli over 65, che nei prossimi 15 anni passerà dal 19 al 28% della popolazione regionale, come una risorsa per tutta la società”. Le attività in cui potrà essere impegnata la popolazione anziana sono varie: da quelle di tutoraggio e di insegnamento nei corsi professionali, alle iniziative di carattere culturale, dal recupero del territorio alla salvaguardia dell’ambiente e all’assistenza di soggetti svantaggiati. Gli anziani del servizio civile saranno a disposizione di enti locali, associazioni di volontariato e cooperative di solidarietà, ma sempre e solo per svolgere attività socialmente rilevanti.
 
NAPOLI. AIUTATI DAI ROBOT
Finanziato dall’Unione europea e coordinato dal professore Bruno Siciliano del Dipartimento di Informatica e sistemistica dell’ Università di Napoli nasce “Dexmart” un progetto che riguarda la creazione di robot “di servizio” con l’obiettivo di assistere anziani e diversamente abili, garantendo l’automazione di compiti quotidiani comuni, noiosi e ripetitivi. Robot dotati di mani meccaniche capaci di afferrare oggetti con la precisione di un essere umano e con un’intelligenza artificiale che li rende consapevoli dello spazio in cui operano. Sarà presentato al pubblico il 4 febbraio prossimo nel Centro congressi dell’ Università Federico II.
 

 

ASSOCIAZIONISMO VOLONTARIATO TERZO SETTORE

EMERGENZA HAITI. INTERSOS INTERVIENE A LEOGANE
Leogane, la città più vicina all’epicentro del sisma del 12 gennaio scorso ad Haiti non è ancora stata raggiunta dagli aiuti internazionali, non ha ricevuto alcun soccorso. Intersos, organizzazione umanitaria per l’emergenza, ha avviato iniziative di soccorso ed assistenza in quest’area situata a trenta chilometri da Port au Prince. L’obiettivo è garantire una prima accoglienza a tutti coloro che sono stati fino ad ora dimenticati, assicurando cibo e acqua, fornendo assistenza ai bambini e protezione contro gli atti di violenza . E’ possibile donare 2 euro con un sms al 48541 .
Per maggiori informazioni: Paola Amicucci 328.0003609 – 06.85374332 – comunicazione@intersos.org
 
MEDICI SENZA FRONTIERE PER HAITI
Medici Senza Frontiere lancia un appello straordinario di raccolta fondi per le sue attività a Haiti. I fondi raccolti verranno utilizzati sia per rispondere all’emergenza in corso, sia per i progetti ordinari di assistenza medica una volta che sarà terminata la fase di emergenza. Il terremoto ha pesantemente danneggiato anche le strutture sanitarie di MSF. 30 euro sono sufficienti per materiale di medicazione di base sufficiente a trattare 20 persone ; 60 euro bastano per un kit di trasfusione. Altre modalità di donazione e tutte le informazioni sono reperibili qui: https://www.medicisenzafrontiere.it/sostienici/come_donare_privati.asp
 
TAVOLA DELLA PACE: “PER HAITI L’ITALIA METTA I SUOI SOLDATI A DISPOSIZIONE DELL’ONU CHE DEVE COORDINARE E ACCELERARE LA DISTRIBUZIONE DEGLI AIUTI”
“L’Italia deve rispondere immediatamente all’appello del Segretario Generale dell’Onu mettendo a disposizione 1000 soldati e carabinieri italiani per il rafforzamento della polizia delle Nazioni Unite e del contingente dei caschi blu presente ad Haiti. Lo deve fare subito e per tutto il tempo necessario. Il governo italiano, ha dichiarato Flavio Lotti, coordinatore nazionale della Tavola della pace, deve rispondere subito all’appello del Segretario generale dell’Onu Ban Ki-moon. Ad Haiti è il caos e oltre alla tragedia umanitaria c’è un grande problema di sicurezza, ordine pubblico e distribuzione degli aiuti. Ban Ki-moon ha chiesto al Consiglio di Sicurezza 1500 poliziotti e 2.000 caschi blu in più e l’Italia deve agire almeno con la stessa rapidità con cui, rispondendo all’appello di Obama, in un giorno ha deciso di mandare altri 1000 soldati in Afghanistan. Mi domando invece, ha continuato Flavio Lotti, che senso abbia mandare ad Haiti una portaerei. Sulla portaerei Cavour viaggeranno un po’ meno di ottocento militari, 540 dei quali sono i membri dell’equipaggio. Non è più utile ed efficace mandare subito 1000 soldati per le strade di Haiti a sostenere la missione dell’Onu? Vale la pena di ricordare agli italiani che questa portaerei, simbolo per eccellenza della proiezione di potenza delle nostre FFAA, ci è costata bel 1300 milioni di euro, tutti soldi prelevati dalle tasche degli italiani onesti che pagano regolarmente le tasse. Quante vite avremmo salvato se anche solo una parte di quei soldi fossero stati spesi nella lotta alla miseria ad Haiti prima del terremoto?
 
EMERGENZA HAITI. IL SOSTEGNO A DISTANZA NON È UNO STRUMENTO DI RACCOLTA FONDI
La Gabbianella – coordinamento per il sostegno a distanza – onlus conferma la propria solidarietà alle associazioni specializzate nella gestione delle emergenze e a quelle che da anni sono presenti ad Haiti e che operano in sinergia con Governi e Organismi internazionali. “In questo tragico momento nel quale i mezzi d’informazione ci dicono quanti sono i morti, i dispersi, i bambini rimasti orfani, i danni materiali, é indispensabile intervenire immediatamente con fondi per garantire la sopravvivenza di tutti. Il Sostegno a Distanza – prosegua una nota della Gabbianella- diversamente dalle comuni attività di raccolta fondi, è una forma di solidarietà che permette al cittadino solidale di seguire i vantaggi che il proprio contributo economico continuativo nel tempo determina nella vita dei destinatari, soprattutto bambini, che in alternativa all’adozione internazionale, possono rimanere a vivere nel proprio paese.” La Gabbianella ritiene strumentale l’utilizzo del termine “Sostegno a Distanza” per giustificare una raccolta fondi per la gestione delle emergenze. Il Sostegno a distanza sarà lo strumento di solidarietà che, non appena superata l’attuale emergenza, garantirà ai sopravvissuti il sostegno negli anni a venire, cosa che già si è verificata in occasione della tragedia dello tsunami del 2004.
Per info: Coordinamento La Gabbianella onlus c/o YWCA Via Cesare Balbo 4 00184 Roma tel. 06/483381 numero verde 800.129435 www.lagabbianella.it
 
BATTI IL CINQUE! INCONTRO IN FAVORE DEI DIRITTI DI BAMBINI E RAGAZZI
Cnca Coordinamento Nazionale Comunità di Accoglienza organizza un incontro a Roma, il 22 gennaio prossimo, presso l’Auditorium dell’Unicef alle ore 10,30, in via Palestro 68, per confrontarsi in merito all’esito della Conferenza Nazionale sull’Infanzia e l’Adolescenza e discutere di temi come Diritti, Inclusione sociale, Intercultura, Partecipazione. All’incontro sono stati invitati i rappresentanti del Governo: Carlo Amedeo Giovanardi, Sottosegretario Politiche per la famiglia; Alessandra Mussolini, Presidente Commissione Parlamentare Infanzia; Sergio Chiamparino, Presidente Anci e tanti altri. L’incontro è pubblico.
Per informazioni: Mariano Bottaccio – Ufficio stampa CNCA – cell. 329 2928070 – ufficio.stampa@cnca.it
 
BARI. MEETIN MONDIALE DEI GIOVANI
Sono 1500 diplomatici e volontari. Esperti di politica internazionale e giornalisti. Attivisti e coordinatori di reti nazionali e internazionali. Imprenditori, autorità locali e leader indigeni. Arrivano da 163 Paesi, oltre tre quarti di tutti i Paesi del mondo. Prima notizia: hanno tutti una decina d’anni di curriculum ma meno di trent’anni d’età e un obiettivo comune: costruire un programma di lavoro internazionale che nei prossimi anni li vedrà impegnati a lasciare il mondo in condizioni un po’ migliori di come glielo stanno consegnando. Seconda notizia: saranno i protagonisti del primo Meeting Mondiale dei Giovani per un futuro sostenibile, che si tiene il 19, 20 e 21 Gennaio a Bari. Il primo appuntamento internazionale in vista della celebrazione nell’estate prossima del 2010 come Anno dei giovani promosso dalle Nazioni Unite. Il Fifth World Youth Congress si terrà, infatti, dal 31 luglio al 13 agosto a Istanbul e la World Conference for Youth a Città del Messico dal 24 al 27 agosto. Il Meeting è promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Ministero della Gioventù e dalla Regione Puglia insieme all’Agenzia Nazionale per i Giovani. Ad accogliere i ragazzi di tutto il mondo la ministro della Gioventù Giorgia Meloni e il presidente della Regione Puglia Nichi Vendola. Il Meeting ruoterà attorno a 6 letture magistrali, agli interventi dei rappresentanti delle agenzie delle Nazioni unite e 12 workshop tematici. Le letture svilupperanno alcuni temi tra i quali le prospettive e sfide per la democrazia in un mondo di città globali, la sostenibilità ambientale come precondizione per lo sviluppo umano, le nuove frontiere per lo sviluppo sociale ed economico dopo la crisi della finanza globale. I workshop ruotano intorno a 5 aree tematiche: cittadinanza, educazione, ambiente, lavoro ed economia, sicurezza e sviluppo umano. Scopo dei gruppi di lavoro è la creazione di un’agenda comune delle priorità per i prossimi anni e un piano d’azione globale-locale per raggiungere progressi concreti nella realizzazione degli Obiettivi del Millennio delle Nazioni Unite. L’iniziativa ha ricevuto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, il Patrocinio del Senato della Repubblica, il Patrocinio della Camera dei Deputati.
Info stampa da Bari: Monica Di Sisto 335-8426752.
 
STRADA FACENDO TERNI, 5-6-7 FEBBRAIO 2009 APPUNTAMENTO NAZIONALE SULLE POLITICHE SOCIALI
La Regione Umbria, il comune di Terni, il Gruppo Abele, il CNCA e Libera, in collaborazione con altre associazioni, promuovono il prossimo 5-6-7 febbraio a Terni la quarta edizione di “Strada Facendo – l’ appuntamento nazionale sulle politiche sociali”. Un’occasione per riflettere insieme sull’impegno del sociale, le sue priorità e strategie. Per aggiornare gli obbiettivi e i metodi alla luce delle necessità presenti, delle ripercussioni che la crisi – crisi non solo economica, ma anche dei diritti e delle prospettive politiche – sta avendo sulle fasce più deboli. Si darà spazio all’analisi e alla proposta, senza trascurare gli aspetti critici, i limiti e gli errori che rischiano di togliere incisività all’ azione associativa. “Vogliamo promuovere uno scambio ampio e ribadire l’importanza delle reti per veicolare e potenziare quelle buone prassi che sono la forza del nostro lavoro, ciò che concretamente contribuisce a costruire percorsi di dignità e giustizia. Per questo, come sempre, speriamo che sia il settore pubblico che il privato siano il più possibile rappresentati a questo appuntamento, al quale sono invitati esponenti delle associazioni e delle amministrazioni, operatori dei servizi, e persone del mondo della scuola, dell’università, dell’informazione. Come nei precedenti appuntamenti, anche quest’anno la riflessione sarà strutturata per aree tematiche, perché il contributo di tutti possa essere valorizzato in base alle sue competenze ed esperienze. I temi scelti sono sette: Il carcere; la difesa del diritto alla casa, le politiche dell’abitare in una città vivibile; le politiche giovanili; i diritti negati dei migranti; la costituzione e la realizzazione del servizio sanitario nazionale; il welfare; Il lavoro. Per informazioni e iscrizioni: Strada Facendo, Gruppo Abele Tel 011.3841042 Fax 0113841091 stradafacendo@gruppoabele.org
 
“FACCIAMO…ASSOCIAZIONISMO” UNA GUIDA ALLA CULTURA DELLA SOLIDARIETA’

Cesvot , Centro Servizi Volontariato Toscana e Provincia di Prato hanno presentato sabato 16 gennaio a Prato presso Palazzo Novellucci, “Facciamo? associazionismo” una guida pubblicata in 8 lingue. Un volume per spiegare gli aspetti più importanti della vita associativa che raccoglie una serie di proposte in tema di integrazione e partecipazione dei cittadini e in tema di immigrazione. Curata da Riccardo Bemi dell’associazione Intesa, è pensata per gli operatori degli enti locali, i mediatori culturali e tutti coloro lavorino a contatto con le associazioni ,sarà disponibile anche online su: www.cesvot.it, www.pratomigranti.it, www.icaroprato.it .
Per Informazioni Cristiana Guccinelli Responsabile Ufficio Stampa Tel. 329 3709406, comunicazione@cesvot.it
 
ROMA . CORSI DI AGGIORNAMENTO FISCALE E AMMINISTRATIVO
Nei giorni 4 e 5 febbraio 2010 si svolgeranno a Roma i Corsi di formazione dell’offerta formativa di Solidarietà e Cooperazione CIPSI (Coordinamento di iniziative popolari di solidarietà internazionale). Il prossimo corso in programma è Aggiornamento fiscale e amministrativo. I contenuti del corso riguardano il Terzo Settore, con aggiornamenti e spiegazioni sulle ultime novità fiscali e giuridiche. Così i costi: gratis per i soci Cipsi, 75 euro per gli aderenti, 120 per la rete amici e 150 per gli esterni. Vitto e alloggio sono a carico dei partecipanti. La scadenza delle iscrizioni è venerdì 29 gennaio 2010. Per Informazioni: Tel 06.5415730 06.59600533 – eas@cipsi.it – formazione@cipsi.it – www.cipsi.it
 

EUROPAMONDO

VARATO IL NUOVO PACCHETTO SOCIALE DELLA COMMISSIONE EUROPEA
Il neo responsabile designato alle politiche welfare dell’Ue ha presentato il programma per i prossimi cinque anni. La commissione Ue, attraverso la voce del commissario per l’occupazione e gli affari sociali designato, l’ungherese Laszlo Andor, ha proposto il 13 gennaio scorso al Parlamento europeo, le strategie per uscire dalla crisi che ha coinvolto tutta Europa. Tra i punti affrontati vi sono la direttiva relativa all’orario di lavoro, la questione dell’invecchiamento della popolazione e la lotta contro la povertà. Per quel che riguarda l’invecchiamento della popolazione e i pensionamenti, in primavera è prevista la presentazione di un Libro verde sulle pensioni e verrà esaminato in sede di elaborazione di tale documento il problema del sostentamento dei pensionati, ha aggiunto l’onorevole commissario rispondendo alle domande di Marian Harkin e Mara Bizotto, della delegazione italiana.
 
2010 ANNO EUROPEO DELLA LOTTA ALLA POVERTÀ E ALL’ESCLUSIONE SOCIALE Il 2010
E’ stato proclamato dal Parlamento Europeo “Anno Europeo della lotta alla povertà e all’esclusione sociale”. Il lancio ufficiale si svolgerà giovedì 21 gennaio a Madrid, nell’ambito del semestre spagnolo di presidenza dell’Unione Europea, con lo scopo di favorire il coinvolgimento e l’impegno politico di tutti i segmenti della società a partecipare alla lotta contro la povertà e l’esclusione sociale e promuovere una società che sostiene e sviluppa la qualità della vita, il benessere sociale e le pari opportunità per tutti.

 

Categorie articolo:
Agenzia d'informazione AUSER

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MENU