fbpx

Area riservata

Agenzia di informazione Auser – Anno 23 numero 5 – 5 febbraio 2020

Scritto da
5 febbraio 2020
testata_agenzia

Agenzia settimanale – Anno 23 numero 5– mercoledì 5 febbraio 2020
Agenzia Auser è un servizio d’informazione dell’Auser Nazionale.
Viene inviata via E-mail. E’ inoltre visibile sul sito internet www.auser.it


Auserinforma

A RAVENNA SI INAUGURA IL MURO DELLA GENTILEZZA
Auser, Ada e Anteas Ravenna in collaborazione con L’orto di Mare e Associazione Nazionale Marinai d’Italia di Marina di Ravenna e con il Patrocinio del Comune di Ravenna invitano stampa e cittadinanza all’inaugurazione del Muro della Gentilezza che si terrà sabato 8 febbraio 2020 presso gli Orti di Mare di Via del Marchesato a Marina di Ravenna.
Il primo “muro della gentilezza” ha fatto la sua apparizione in Iran nel 2015. Da quel momento l’esperienza è stata replicata in diverse città in tutto il mondo. Lo spirito del progetto resta fedele al messaggio lasciato sul primo muro: “se non ne hai bisogno lascialo, se ti serve prendilo”.
A Marina di Ravenna è stata l’Associazione Nazionale Marinai d’Italia a raccogliere l’idea e, in collaborazione con l’artista Anika Bargossi, con le associazioni Auser, Ada e Anteas e con il patrocinio del Comune di Ravenna, è stato realizzato un primo muro. La risposta della popolazione non si è fatta attendere. Già nella fase sperimentale del progetto sono arrivati abiti, libri, oggetti vari che sono resi disponibili per quelli che sono i nuovi poveri della città.
Ora il muro troverà la sua sede definitiva presso “Orti di Mare”, in Via del Marchesato.
Appuntamento alle ore 10 con la presentazione del progetto da parte di Andrea Baroncini Assessore al Volontariato del Comune di Ravenna; Mirella Rossi in rappresentanza di Auser, Ada e Anteas; Simona Stranieri Coordinatrice Orti di Mare. Il taglio del nastro avverrà alle ore 10,15 seguirà un aperitivo presso l’associazione Marinai d’Italia.
Per info: Deborah Ugolini Ufficio Stampa Auser Ravenna +39 335 693485

PIACENZA, CINQUE INCONTRI PER CONOSCERE L’ACQUA E LA CITTA’
“Piacenza città tra le acque: fonti, sicurezza, suoni e valore delle nostre acque”. Questo il titolo di una serie di conferenze divulgative, pubbliche e aperte a tutti ma fondate su basi storiografiche e scientifiche e tenute dai massimi esperti del campo – che Auser Cultura Piacenza ha organizzato grazie al contributo della Fondazione di Piacenza e Vigevano e la collaborazione di Iren, Consorzio di Bonifica e del Conservatorio Nicolini. Immagine simbolo delle Conferenze è proprio una stampa antica di Piacenza con i suoi canali. Curatrice del ciclo di conferenze che prenderanno il via mercoledì 5 febbraio alle ore 16 all’auditorium della Fondazione in via Sant’Eufemia, è una professoressa di scienze in pensione, Linda Pampari, oggi animatrice di Auser Cultura, che spiega così l’importanza di questo elemento: «Nell’acqua è nata la vita sul nostro pianeta, essa è vita e senz’acqua si muore. Abbiamo pensato di dedicare a questo elemento e al “governo dell’acqua della città” questo ciclo di conferenze che vogliono far comprendere il mondo sfaccettato che ruota attorno al suo utilizzo: come arriva nella nostra città, come viene convogliata nelle nostre case e negli acquedotti, come viene controllata per garantire sicurezza e qualità. E ancora – spiega Pampari – come sia utile per l’organismo, come si possa ridurre il consumo di plastica che oggi rischia di comprometterne la qualità e come, infine, l’acqua possa essere fonte di creatività». La manifestazione aprirà i battenti il 5 febbraio con una conferenza dal titolo “L’acqua che muove l’economia del territorio”, tenuta dal presidente del Consorzio di bonifica, Fausto Zermani, ore 16, auditorium della Fondazione.
Fonte: La Libertà

FERMO, “FISICA 0-99” E’ UN SUCCESSO
Si è appena conclusa la rassegna ‘Fisica 0 – 99′ il ciclo di incontri sulla scienza, promosso da Auser Fermo presieduto da Franco Menicali. «Ben poche persone avrebbero scommesso che adulti, anziani e grandi anziani si potessero appassionare alla fisica – dice il presidente – Auser Fermo lo ha fatto. Ha scommesso che la fisica, essendo una delle scienze che spiega come si comporta il mondo nel quale viviamo, sarebbe stata interessante per persone da 0 a 99 anni». La rassegna è costituita da sei incontri durante i quali si è svolto un programma che consiste nell’osservazione di fenomeni noti a tutti, nei quali si è quotidianamente immersi, ma su cui non ci si interroga credendo che conoscere le motivazioni sia compito di esperti. Gli incontri sono stati relazionati da Ettore Fedeli, professore di fisica e promotore della cultura, che ha affermato «la separazione e la contrapposizione tra la cultura umanistica e scientifica, le impoverisce entrambe». Agli incontri laboratoriali hanno partecipato fino ad un massimo di 22 persone di ogni età, tutti affascinati dalle lezioni di Fedeli, che ha dimostrato l’importanza della scienza, la sua forza attrattiva al pari delle discipline umanistiche, ed il benessere che generano la scoperta, la sorpresa e la condivisione del piacere di indagare i fenomeni. «Ogni volta abbiamo cominciato dall’osservare con attenzione, questo è già un primo passo verso la conoscenza – dice Fedeli – la luce, i contrasti, i chiaroscuri, la caduta dei gravi, l’ossigeno e l’anidride carbonica e le correnti d’aria». Alle spiegazioni sono seguite domande poste con l’intenzione di sollecitare le riflessioni di natura filosofica e linguistica, ripercorrendo la strada che ha portato gli scienziati ad ottenere le prime risposte a tanti interrogativi.
Fonte: Il Resto del Carlino

PREMIO DI LAUREA DEDICATO A SERGIO VENEZIANI, SUL TEMA “STUDIARE IL TERZO SETTORE”: IL BANDO È APERTO AGLI STUDENTI DELLE UNIVERSITÀ LOMBARDE
Lella Brambilla, presidente di Auser Lombardia, in occasione del convegno “Riforma del Terzo settore: uscire dal guado?” dello scorso 28 gennaio presso la Facoltà di Scienze Politiche, Economiche e Sociali dell’Università degli Studi di Milano ha presentato  il premio di laurea legato al tema “Studiare il Terzo Settore”, istituito da Auser Lombardia in collaborazione con l’Università degli Studi di Milano e dedicato a Sergio Veneziani, che fu presidente di Auser Lombardia nella sua fase di crescita esponenziale e che purtroppo è scomparso improvvisamente la scorsa estate. L’attenzione di Veneziani alla cultura, intesa in modo innovativo come fattore di integrazione e benessere psicofisico, e al coinvolgimento intergenerazionale nella costruzione di una comunità solidale ha portato alla scelta di puntare sui giovani: “La conoscenza da parte dei giovani del ruolo del Terzo Settore nella società di oggi – ha osservato la Brambilla – è condizione fondamentale per far crescere una futura classe dirigente che abbia in sé i valori della solidarietà e della coesione sociale e, contemporaneamente, abbia competenze per creare una governance all’altezza della sfida”. Possono partecipare al premio gli studenti che abbiano conseguito, in un’università lombarda, la Laurea Magistrale nell’anno accademico 2018-2019 (tesi di laurea discusse tra settembre 2018 e marzo 2020).
Il premio di laurea è destinato alle tesi che si siano occupate del Terzo Settore nell’economia italiana, dall’impatto economico (generazione di occupazione, fornitura di servizi, qualità del welfare) alle ricadute sociali (coesione sociale, associazionismo e volontariato); verrà assegnato tramite selezione ed è costituito da un assegno di 1.500 euro (senza particolari vincoli d’uso, al lordo delle ritenute erariali).
La domanda di partecipazione si può scaricare dal sito www.auser.lombardia.it dovranno essere inviate all’indirizzo premiodilaurea@auser.lombardia.it  entro il 15 maggio 2020.

REGGIO EMILIA, VERA ROMITI ELETTA ALLA GUIDA DELL’AUSER PROVINCIALE
Vera Romiti è stata eletta nuova presidente di Auser Provinciale Reggio Emilia. Subentra a Sandro Morandi, che ha ricoperto il ruolo di presidente provinciale di Auser per otto anni, durante i quali ha fatto crescere l’associazione del 40%. Un passaggio che avviene nel solco della continuità, Vera Romiti era già vicepresidente provinciale di Auser.

FORLI’,  XXX EDIZIONE DEL PREMIO LETTERARIO “DARE VITA AGLI ANNI”
Auser Forlì organizza il XXX Premio letterario “Dare vita agli anni” articolato nelle seguenti sezioni:
racconto a tema libero e poesia a tema libero. Il concorso è aperto a tutti, senza distinzione di genere o età. La partecipazione è gratuita.  Le composizioni dovranno essere in lingua italiana, non superare le cinque cartelle dattiloscritte (cioè cinque facciate di foglio), con interlinea doppia per i racconti e le trenta righe per le poesie.  Ogni concorrente potrà partecipare ad una sola sezione, specificandola chiaramente ed inviando un solo elaborato, che non sia mai stato premiato in altri concorsi e non sia mai stato pubblicato, neppure parzialmente, su giornali, riviste, libri, siti informatici.
L’opera va presentata in una sola copia.  Sulla composizione presentata dovrà figurare, oltre alla sezione prescelta, unicamente il titolo. Questo dovrà essere ripetuto anche su una busta sigillata, al cui interno saranno specificati: nome, cognome, indirizzo postale ed elettronico e numero di telefono dell’autore e liberatoria per un’eventuale pubblicazione dell’elaborato.
Il plico, recante l’indicazione “XXX premio letterario Dare vita agli anni”, dovrà essere indirizzato a:
Auser Volontariato di Forlì Onlus Viale Roma, 124, 47121 Forlì  entro martedì 31 marzo 2020 (Farà fede il timbro postale.)
Le premiazioni avranno luogo sabato 9 Maggio 2020, presso la Sala Santa Caterina, via Romanello, 2, Forlì. Verranno premiati i primi tre classificati nelle due sezioni e gli autori eventualmente segnalati.
L’Auser compilerà una raccolta delle prime tre opere classificate nelle due sezioni e di quelle eventualmente segnalate. Verrà chiesto ai classificati e ai segnalati di fornire un file Word della loro opera da utilizzare per la stampa. La pubblicazione verrà consegnata ai presenti il giorno della premiazione.
Per informazioni rivolgersi a: Auser Volontariato di Forlì Onlus Viale Roma 124,47121 Forliì forli@auserforli.it

MONTALE (PT), TRASPORTO PROTETTO CON CON “T’ACCOMPAGNO IO”
Si chiama “T’accompagnoio” il nuovo servizio alla persona attivato con l’inizio del 2020 dall’Auser di Montale (PT). Il progetto, rivolto alla terza età, prevede l’accompagnamento con un mezzo di trasporto Auser delle persone che non hanno la possibilità di fare fronte agli spostamenti necessari nella vita quotidiana in maniera autonoma, attraverso i propri familiari e amici o con i mezzi pubblici. “T’accompagnoio” è attivo nelle zone di Montale, Agliana e Santomato. «Il servizio – spiega il presidente dell’Auser di Montale, Franco Pessuti – ha la funzione di aggredire la solitudine e recuperare i rapporti sociali soprattutto per le persone della terza età. Avendo finalità sociali di assistenza e di socializzazione è rivolto soprattutto agli anziani, con un’attenzione particolare verso coloro che sono soli e, comunque, a tutte quelle persone che si trovano in condizione di disagio e di difficoltà nell’affrontare gli spostamenti legati alle incombenze della vita odierna». Il servizio “T’accompagnoio” potrà essere richiesto per raggiungere ambulatori, studi medici, ospedali, farmacie, istituti fisioterapici e di riabilitazione, musei, cinema, teatri, palestre, piscine, studi dentistici, uffici pubblici e privati, supermercati, negozi, parrucchieri, centri estetici e centri commerciali, oltre che per gli spostamenti legati a momenti di godimento del tempo libero, della socializzazione, della distrazione. «L’Auser di Montale – sottolinea Pessuti – sta operando da anni con varie iniziative a carattere culturale che è la finalità principale dell’associazione. Siamo felici di annunciare che abbiamo iniziato a fornire anche a Montale, Agliana e Santomato un nuovo servizio alla persona. I nostri volontari si prenderanno cura di accompagnare in auto coloro che ne faranno richiesta, previa prenotazione, che consigliamo di fare con un certo anticipo per organizzarci al meglio». Il servizio può essere richiesto chiamando i numeri 346 1819197 e 342 7720243 o scrivendo all’indirizzo di posta elettronica ausermontaleodv@gmail.com.
Fonte: Il Tirreno

“DO CIÀCOE IN PIASSA” NASCE A VILLORBA (TV) UN NUOVO CENTRO AGGREGATIVO PER ANZIANI
Parte il 12 febbraio da Villorba presso i locali parrocchiali del Circolo Noi un nuovo progetto: “Do Ciàcoe in Piassa”. L’iniziativa nasce dalla volontà, supportata dall’assessorato ai Servizi Sociali di Villorba, del circolo ricreativo Auser di Villorba “Anziani Villorba” di strutturare uno spazio aggregativo e di socializzazione per persone anziane, anche sole in situazione di isolamento o con scarse relazioni, ma senza gravi problematiche di salute. Il progetto è stato redatto da consulenti formatori della cooperativa La Esse’ incaricata dall’Auser provinciale di Treviso ad accompagnare alcuni loro gruppi territoriali nell’analisi e nella costruzione di proposte operative e innovative realizzate attraverso un finanziamento della Regione Veneto per favorire la “Promozione e Valorizzazione dell’invecchiamento Attivo”. Concretamente l’amministrazione comunale di Villorba ha fatto rete territoriale, oltre a patrocinare il progetto ha coinvolto la Parrocchia di Villorba per l’utilizzo dei loro locali, ha messo a disposizione il proprio Servizio Sociale Professionale per segnalare e/o inviare i potenziali utenti e per valutare l’eventuale necessità del servizio di trasporto. Le associazioni coinvolte  hanno poi supportato il progetto proattivamente. Sono coinvolte le associazioni, i sindacati dei pensionati e tanti cittadini che si sono resi disponibili a dare una mano.
Al centro aggregativo si svolgeranno attività decise dagli stessi partecipanti come ballo, gite, ginnastica, giochi di società, corsi di informatica, corsi di cucina sana, cineforum. Sarà inoltre presente uno sportello informativo e di supporto nelle pratiche burocratiche.
Fonte: Treviso Today

SOSPIROLO (BL), UN AIUTO CONCRETO CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE
A conclusione di un anno di tante attività condotte a Sospirolo nel campo della solidarietà, le Formiche Rosse e l’Auser anno consegnato un assegno di 2mila euro all’associazione Belluno-Donna onlus. Un altro assegno di 1.500 euro è stato devoluto all’associazione Ados che opera a favore delle donne che sono state operate al seno. Formiche Rosse e Auser hanno collaborato con altre associazioni di volontariato della provincia per sostenerne le attività. Tra le iniziative portate avanti con successo e grande apprezzamento da parte della collettività va senz’altro ricordata la mostra di giochi e giocattoli d’epoca (rimasta allestita nella sede dell’Auser, a Gron). Questa ed altre iniziative (come i mercatini di solidarietà) hanno consentito di raccogliere delle cospicue somme che si è deciso di destinare a i due sodalizi citati. La consegna del contributo all’Ados è avvenuta per mano di due volontarie di Auser e Formiche Rosse, mentre quella del contributo destinato a Belluno Donna si è svolta nella sede dell’Auser (le ex scuole elementari di Gron). Alla cerimonia erano presenti i presidenti delle associazioni coinvolte, ovvero Anna Cubattoli per Belluno Donna, Remigio De Zanet per l’Auser e Attilia Troian per le Formiche Rosse.
Fonte: Il Gazzettino

SANT’ALBINO (SI),  “SALUTE IN CIRCOLO”,CICLO DI CONFERENZE SU SALUTE E DINTORNI                    
L’Auser Sant’Albino prosegue, in collaborazione con l’Azienda USL Toscana sud est e con esperti di vari settori, nel calendario di incontri in cui si affrontano diversi aspetti e problematiche riguardanti la salute. Il 7 febbraio 2020 alle ore 15.45: “Attiva-Mente per affrontare l’invecchiamento” a cura del dottor Roberto Biagiotti; il 28 febbraio 2020 ore 15.45: “Liste di attesa Azienda USL Toscana sud est: facciamo il punto”  a cura della dott.ssa Rosa La Mantia e del dottor Roberto Pulcinelli. 11 marzo 2020 ore 15.45: “Uso ed abuso dei farmaci. Consigli per un corretto impiego” a cura del dottor Paolo Biagi. Il 26 marzo 2020 ore 15.45: “Mangia che ti passa!”   Incontro dedicato all’alimentazione dei bambini dai tre ai cinque anni.  Il  6 aprile 2020 ore 15.45: “ La medicina di genere”  a cura della dott.ssa Lucilla Taddei il 20 aprile 2020 “ Parliamo anche di uomini. L’importanza della prevenzione per la salute maschile” a cura del dottor Giorgio Ciacci. Ultimo appuntamento l’8 maggio sempre alle 15.45 dove si parlerà di  “Lo Yoga della risata: sorridere contagia e fa bene alla salute”.
Collaborano all’iniziativa Adriana Tonini Esperta per l’Educazione alla salute e Valeria Rossi Pedagogista. Gli incontri avranno luogo nella sede Auser Sant’Albino, Piazza Le Calle c/o Centro Civico con ingresso libero.

ARCOLA (SP), TANTI PROGETTI DAL NUOVO CIRCOLO AUSER: NONNI VIGILE, LABORATORI, MURALES, CAMMINATE BENESSERE
Anziani solo all’anagrafe, non certo nello spirito, in quello anzi sono utili e pieni di energia, spesso più vitali ed entusiasti dei giovani. E hanno fatto nascere una sezione dell’Auser sul territorio comunale di Arcola, l’associazione di volontariato civico che si pone come primo impegno quello costituire una squadra di nonni vigili, almeno una decina, per collaborare con la Polizia Municipale, carente di personale. L’associazione si è costituita proprio pochi giorni fa, a Romito, la sede sarà un locale dove già ha posto il sindacato pensionati. Referente dell’associazione è la scrittrice Luciana Piazzi. “Abbiamo in cantiere molte iniziative, stiamo allestendo un calendario, vogliamo essere operativi sul territorio” assicura. Tra i progetti in cantiere ci sono l’organizzazione di camminate, rievocazioni storiche, laboratori di cucina, taglio e cucito, giochi, anche murales e letture in compagnia.
Fonte: La Nazione

RIMINI, CON “FARMACO AMICO”, PER IL RECUPERO E RIUTILIZZO DEI MEDICINALI
Parte anche a Rimini il progetto “Farmaco Amico” per il recupero e riutilizzo dei farmaci non scaduti, già attivo in altri centri dell’Emilia Romagna. I farmaci, che devono essere in confezioni integre, in buono stato di conservazione e avere un margine di scadenza di almeno sei mesi, saranno raccolti da Auser e indirizzati a realtà solidali che li ridistribuiranno a chi è in condizione di bisogno. Il progetto parte con sette farmacie, quattro comunali e tre private. Altre hanno già espresso l’intenzione di partecipare ma per rodare il meccanismo si è scelto di procedere gradualmente. I farmaci saranno raccolti in appositi contenitori. Tra i farmaci esclusi, quelli di solo impiego ospedaliero e quelli omeopatici.
Al progetto “Farmaco Amico” collaborano il Comune di Rimini, Hera, Ausl, l’Ordine dei Farmacisti, Auser e Last Minute Market.
Fonte: newsrimini.it

BELLUNO, TOUR INFORMATIVO CONTRO TRUFFE E RAGGIRI A DANNO DEGLI ANZIANI
Continua a destare interesse il percorso informativo sulla Sicurezza per le persone anziane calendarizzato dall’Auser in collaborazione con la Questura di Belluno. Dopo Sospirolo è stato il circolo di Domegge ad organizzare venerdì scorso l’incontro con gli operatori della Polizia di Franco Fontana e Wirna Triches. Nella sala consiliare del Comune, patrocinatore dell’iniziativa e presente con l’assessore Maria Grazia Agostini, sono stati presentati in un’ora e mezza tutti i possibili rischi di truffe, raggiri e furti sia ai danni delle persone che della proprietà. Avvalendosi di filmati e fatti realmente accaduti in provincia, i relatori hanno calamitato l’attenzione dei presenti, rispondendo anche a diverse domande. Più e più volte è stato ribadito di ricorrere senza timore al 113 per segnalare episodi dubbi o chiedere consiglio sul comportamento da adottare. Di fronte alla capacità oratoriale o di comportamento del truffatore, chiunque può rischiare di diventare vittima di facili raggiri. Non c’è porta di casa che possa scoraggiare il malintenzionato. Divise da forze dell’ordine o di tesserini esibiti da tecnici di servizi pubblici vanno prioritariamente verificate con una telefonata al 113. Deterrente anche per gli sconosciuti che si offrono di aiutare nelle operazioni bancarie o al bancomat. Molti sono i pericoli e il decalogo della Polizia di Stato contro i raggiri vuol proprio fungere da campanello d’allarme. Ma ricorrere al 113 può anche costituire un momento di denuncia per prevenire atti di intrusione negli appartamenti o di maltrattamenti delle persone. Tenere quindi gli occhi aperti rispetto a movimenti o a presenze sospette nel vicinato, segnalandoli alle Forze dell’ordine diventa una collaborazione talvolta decisiva per scoprire e anticipare spiacevoli episodi da cronaca nera

TURRIACO (GO), PULIZIA STRAORDINARIA PER IL “GIARDINO DELLE API”
Protezione civile, volontari dell’Auser e non, richiedenti asilo hanno effettuato a Turriaco (GO) una pulizia e potatura straordinaria del verde sul retro della zona degli impianti sportivi. Un intervento utile in vista della creazione di un “giardino delle api” nell’ambito di un progetto dell’amministrazione di Turriaco con la scuola primaria. L’intenzione è sviluppare un ambiente favorevole agli insetti impollinatori. Il progetto prevede una selezione degli alberi presenti e una potatura di mantenimento delle piante da delimitare con materiali di recupero. La zona a prato sarà diserbata con diserbante termico o a vapore e il terreno sarà lavorato con motocoltivatore, preparandolo alla semina, a inizio primavera, con sementi da prato fiorito attrattivo per gli insetti pronubi, che trasportano il polline da un fiore all’altro permettendo l’impollinazione e la conseguente formazione del frutto. Il progetto comprende la valorizzazione della zona attorno alla presa d’acqua, aggiustando il fondo con ghiaia, potando in parte la siepe di lauroceraso e inserendo una panchina con bordura fiorita. Saranno messi a dimora arbusti sempre in grado di favorire l’attività delle api, come lavanda, rosmarino, salvia officinale, santoreggia e piantati arbusti di Buddleia, i cui fiori attirano le farfalle, come pure lo farà la nuova bordura di fiori annuali alternati che comprenderà la borraggine, la calendula, l’echinacea, il trifoglio bianco, l’origano, la dalia, il girasole e il topinambur. Il “giardino delle api” si aggiungerà agli orti sociali creati nella stessa zona un paio d’anni fa.
Fonte: Il Piccolo

ARCISATE (VA), AL VIA LO SPORTELLO LEGALE
Non solo assistenza, accompagnamento da parte dei volontari per visite mediche ed esami negli ospedali e nei centri di analisi del Varesotto. L’Auser di Arcisate (VA) ha avviato infatti uno sportello di orientamento legale, che è seguito dalla dottoressa Ilenia Mottarelli. Non è riservato ai tesserati all’associazione, ma aperto a tutti. Con questa iniziativa si vuole offrire un servizio di ascolto per la risoluzione di problemi e per avere chiarimenti su leggi e procedure, per esempio per questioni di condominio o vicinato o sui diritti dei consumatori. Gli incontri si tengono nella sede dell’associazione, in via Piave, 11 ad Arcisate, previo appuntamento da prendere chiamando il numero 370 3246473, dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle 12.
Fonte: La Prealpina

TREIA (MC), STAND UP IN OCCASIONE DI ONE BILLION RISING PER LA LIBERTA’ DELLE DONNE
Anche quest’anno Auser Treia vuole far sentire la propria voce a favore delle donne . Per questo ci ergiamo con uno “Stand Up”, collegato a “One Billion Rising”, un evento per affermare una cultura della libertà, del rispetto e della solidarietà, linfa vitale per una rivoluzione pacifica. Aderiscono all’iniziativa il Comitato Treia Comunità Ideale, Adesso Yoga ed altri gruppi. Appuntamento Venerdì 14 Febbraio 2020, alle ore 17, in Piazza della Repubblica al centro storico di Treia, indossando un indumento rosso, per distribuire volantini contro la violenza di genere.
Al termine dello Stand-Up si tiene l’Assemblea di Auser Treia, in via Lanzi 18/20 (ore 17.30 – 18 circa) per una condivisione di discorsi solidali verso il mondo femminile, presentazione dei programmi per l’anno in corso, approvazione del bilancio e tesseramento 2020.  Al termine verrà offerto un piccolo rinfresco ai convenuti.
Info: auser.treia@gmail,com – Tel. 0733/216

TORRE SANTA SUSANNA (BR), TANTI MOTIVI PER ANDARE ALL’AUSER
Ricco di appuntamento il calendario del mese di febbraio del centro anziani Auser “Rosanna Benzi” di Torre Santa Susanna (BR). Ogni giorno della settimana una proposta diversa e accattivante per uscire di casa, incontrare persone, fare qualcosa di diverso. Presentazione di libri, gite e visite guidate in luoghi di interesse culturale e artistico, corsi di computer, yoga, laboratori per allenare la mente, incontri con i bambini, cineforum, serate di poesia musica e ballo.
Per info: Centro Anziani Auser “Rosanna Benzi” tel. 3357544065

TREVISO, INCONTRI LETTERARI
Le presidenze delle associazioni Auser provinciale di Treviso e Auser “Pacifico Guidolin” di Castelfranco Veneto, insieme al Liceo Giorgione di Castelfranco ed in collaborazione con la Coop Alleanza 3.0, hanno promosso un incontro letterario che si è svolto sabato mattina 1 febbraio presso l’auditorium dell’istituto tecnico Barsanti di Castelfranco Veneto. Lo scrittore Giuseppe Mendicino ha presentato i suoi libri sulla figura di Mario Rigoni Stern. Stesso appuntamento venerdì 31 gennaio presso la libreria Ubik di Castelfranco con il libro su Nuto Revelli.

CASTELFRANCO VENETO (TV), LE MIGRAZIONI DI IERI E DI OGGI: INCONTRO CON IL DIRETTORE DEL MUSEO DELL’EMIGRAZIONE DI BELLUNO
Il 29 gennaio scorso Marco Crepaz direttore del Museo sull’emigrazione di Belluno ha incontrato gli studenti del liceo Giorgione, volontari e soci Auser e la cittadinanza, in occasione di una conferenza sulle migrazioni di ieri e di oggi organizzato dal Liceo e dal Circolo Auser “Pacifico Guidolin” di Castelfranco Veneto. E’ stato proiettato un video  ricco di testimonianze dell’epoca e il dott. Crepaz ha affrontato il tema delle migrazioni storiche del Veneto dalla fine dell’Ottocento agli anni Settanta del Novecento. Ha inoltre illustrato i dati dell’Anagrafe degli italiani oggi residenti all’estero, con un focus sui dati della regione Veneto e in particolare sul comune di Castelfranco.

DALLA SICILIA YOGA FACILE PER TUTTI
Lunedì 27 Gennaio si è svolto presso la fondazione del Banco di Sicilia di Palermo, sede dell’Auser U.l.i.t.e, il seminario teorico-pratico “Yoga facile ” aperto a tutti i soci Auser in modo libero e gratuito.
L’incontro aperto da Massimiliano Squillace con una introduzione sulle tecniche bionaturali e i  benefici sull’allievo o paziente in età geriatrica, è stato tenuto dal maestro yoga Sergey Zamcovoy della Federazione Russa con alle  spalle un’esperienza di oltre 30 anni.  E’ stata l’occasione per spiegare come lo yoga sia una disciplina che si può affrontare ad ogni età ed in ogni condizione psicofisica.
Per chi fosse interessato può prendere contatto direttamente con Massimiliano Squillace  al numero  3382116639  o scrivendo alla mail maxsquill003@gmail.com


Anziani e dintorni

VERSO UNA CITTÀ AGE-FRIENDLY, CONVEGNO A ROMA
Il 7 e 8 febbraio 2020 Lunaria organizza a Roma insieme alla Temple University due giorni di incontro e confronto sul tema delle città a misura di anziani. Cittadini, attivisti e istituzioni dialogano per scambiarsi buone pratiche, risultati, idee e proposte per una società più inclusiva. L’Europa sta invecchiando e la tendenza strutturale di lungo termine è un’Europa sempre più anziana. Le persone vivono più a lungo ed emergono nuovi bisogni in diversi settori della loro vita di cittadini, membri di una comunità, consumatori.  Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità le comunità per tutte le età sono caratterizzate da otto dimensioni che dovrebbero soddisfare anche i bisogni delle persone anziane e molto anziane: i trasporti, l’abitare, la partecipazione sociale, il rispetto, l’inclusione sociale, la partecipazione civica e il lavoro, la comunicazione e l’informazione, il sostegno della comunità e i servizi sanitari, gli spazi all’aperto e gli edifici. L’obiettivo del progetto Age-friendly Activists, co-finanziato dal programma dell’Unione europea Erasmus+, è il sostegno e la formazione di anziani motivati a promuovere ambienti per tutte le età nelle comunità in cui vivono e influenzare le decisioni delle agenzie municipali responsabili delle infrastrutture e dei servizi pubblici, in modo che sempre di più esse siano per tutte le età.
L’appuntamento è per venerdì 7 febbraio, dalle 16 alle 19, e sabato 8 febbraio, dalle 10 alle 13, presso la Temple University – Rome Campus, Lungotevere Arnaldo da Brescia 15, Roma.
Parteciperanno al dibattito Enzo Costa presidente nazionale Auser e Claudio Falasca direttore di Abitare e Anziani.
Per partecipare è necessario registrarsi mandando una e-mail all’indirizzo AFC.roma2020@gmail.com.

A MODENA “CA NOSTRA”, UN PROGETTO ABITATIVO PER ANZIANI E PERSONE FRAGILI
A Modena, in una palazzina non lontano dal centro città, si sperimenta già da alcuni anni una forma di welfare innovativo: “Ca’ Nostra”, un modello di coabitazione per anziani non-autosufficienti gestito dalle famiglie, in grado di coniugare domiciliarità, cura e bisogno di socialità, grazie al supporto di istituzioni e volontariato. La Comunità familiare, in cui abitano anziani con demenze e deficit cognitivi e personale addetto all’assistenza, può contare sul sostegno di una rete di familiari e volontari. Il modello funziona, tanto che lo scorso anno, in via Tignale del Garda, è nata anche “Ca’ Nostra 2”. A questo tipo di esperienza, consolidata nel nord Europa, ma ancora poco praticata in Italia, stanno guardando con interesse anche gli amministratori di altre città. A Modena è anche presente un “Condominio solidale” nella palazzina del Comune di via Gottardi dove la maggior parte degli alloggi sono assegnati ad anziani soli o a coppie prive di una rete familiare di appoggio, ma che possono contare sulla presenza di alcune famiglie “solidali” che abitano nello stesso condominio. Il progetto, che si basa su un Patto di solidarietà per sviluppare forme di reciprocità in un’ottica di rapporti di buon vicinato, risponde al tempo stesso al bisogno abitativo delle famiglie e alle richieste di anziani soli.
Fonte: Modena Today


Associazionismo Volontariato Terzo Settore

COINQUILINI SOLIDALI, UN PROGETTO DI REFUGEES WELCOME
Coinquilini Solidali è un progetto di Refugees Welcome Italia che promuove, a Torino e in altre zone del Piemonte, la coabitazione tra persone che vivono un momento di difficoltà e desiderano aiutarsi a vicenda.
Solitudine, problemi economici o familiari possono condizionare negativamente la ricerca o la gestione di una casa. Coinquilini solidali è un modo per trasformare queste difficoltà in un’opportunità. Come? Mettendo in contatto persone che hanno bisogni diversi ma complementari: chi possiede una casa magari troppo grande per le proprie esigenze o si sente solo e chi, invece, una casa la cerca ma ha problemi ad accedere al mercato immobiliare. Anziani soli, genitori single, rifugiati, persone sole che lavorano lontano, studenti fuori sede, il progetto si rivolge a queste categorie di cittadini.  Refugees Welcome Italia si occupa di selezionare le iscrizioni che arrivano sul sito, sia da parte di chi offre una camera, sia da parte di chi la cerca. Individua il miglior abbinamento possibile tra chi offre e cerca casa, sulla base dei bisogni e delle caratteristiche di entrambi. Gli attivisti di Refugees Welcome Italia si occupano di far conoscere gli aspiranti coinquilini e di seguirli, passo dopo passo, durante il percorso di convivenza, rimanendo a disposizione per qualsiasi eventualità.
Per info:  https://refugees-welcome.it/coinquilini-solidali/

REDDITO DI CITTADINANZA: ALLEANZA, PRONTI A DISCUTERE CORRETTIVI SENZA TOGLIERE RISORSE DALLA LOTTA ALLA POVERTÀ
L’Alleanza contro la povertà in Italia – anche alla luce di quanto emerso dal monitoraggio effettuato sul Reddito di Inclusione e presentato il 29 gennaio – è pronta a dare il suo contributo alla discussione che si sta aprendo sul Reddito di Cittadinanza, un contributo basato sulla competenza di tanti soggetti sociali che da sempre, quotidianamente, si occupano di lotta alla povertà.
Il Reddito di Cittadinanza, grazie all’importante stanziamento di risorse, sta sostenendo economicamente una fascia numerosa di popolazione in condizione di bisogno – e questo dato non è discutibile. Siamo però convinti che siano necessari dei correttivi sia per eliminare gli elementi penalizzanti le famiglie numerose e discriminatori per gli stranieri, sia per favorire l’efficacia di percorsi di inclusione – anche prendendo spunto dall’impianto del ReI – che affrontino tutte le determinanti e tutte le conseguenze della condizione di povertà, non limitandosi a quelle relative alla pur importante condizione occupazionale.
L’Alleanza contrasterà ogni ipotesi finalizzata a sottrarre risorse alla lotta alla povertà che è e rimane un’emergenza sociale che il Paese deve affrontare in tutte le sue componenti, sia con un sostegno economico sia con l’attivazione di percorsi di inclusione.


Agenzia d’Informazione a cura dell’Ufficio Stampa di  Auser Nazionale.
Via Nizza 154 00198 Roma tel. 06/84407725 fax 06/8440.7777
ufficiostampa@auser.it    www.auser.it

Tags:
Categorie articolo:
Agenzia d'informazione AUSER

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MENU