Area riservata

Agenzia di informazione Auser – Anno 22 numero 41 – 20 novembre 2019

Scritto da
20 novembre 2019
testata_agenzia

Agenzia settimanale – Anno 22 numero 41 – mercoledì 22 novembre 2019
Agenzia Auser è un servizio d’informazione dell’Auser Nazionale.
Viene inviata via E-mail. E’ inoltre visibile sul sito internet www.auser.it


Auserinforma

ANZIANI SOLI, UNA QUESTIONE SOCIALE E TERRITORIALE PER IL PAESE. AD ANCONA SI PRESENTANO I PRIMI DATI DEL PROGETTO IN-AGE
Dati, statistiche, interpretazioni per un documento che si annuncia davvero interessante, frutto delle prime interviste del progetto In-Age ad anziani soli di tre regioni: Lombardia, Marche e Calabria. Giovedì 21 novembre il report “La solitudine dei numeri ultimi” verrà presentato e discusso davanti a una platea di stakeholder nazionali. Le interviste sono state raccolte grazie alla collaborazione di Auser che è partner del progetto.
Una nuova emergenza sociale si è diffusa silenziosamente nel nostro paese: la presenza massiccia di persone anziane (over 74) che vivono sole. Sono 2.5 milioni di persone, pari al 4% circa della popolazione complessiva, che rappresentano  il 40% delle persone oltre 74 anni di età. Le proiezioni demografiche dicono che diventeranno 3,6 milioni nell’arco di 25 anni (2045) e che, a quel punto, rappresenteranno il 6% della popolazione complessiva. «La ricerca è stata condotta dal progetto In Age – dichiara Costanzo Ranci, coordinatore del progetto In Age e docente al Politecnico di Milano -, un’equipe multidisciplinare di sociologi, gerontologi ed urbanisti, attivi in tre diverse regioni (Lombardia, Marche e Calabria)». «Vivere in casa propria la vecchiaia – prosegue Ranci – rappresenta un sogno per gran parte degli italiani. Sono infatti poche le persone che cambiano l’abitazione quando raggiungono un’età molto avanzata: sono poche non solo le ri-coabitazioni (ovvero, tornare a vivere con un figlio o una figlia), ma anche i trasferimenti in residenze per anziani. La casa di riposo è vista infatti come un ripiego, quando le condizioni di salute non consentono di trovare altre soluzioni. Si tratta inoltre di una soluzione assai costosa, se non proibitiva per gran parte del ceto medio anziano del nostro paese».
Tutto il report sarà pubblicato su questo sito il 21 novembre, giorno del meeting ad Ancona.

SENISE (PZ), I 30 ANNI  DI AUSER BASILICATA
Il 23 novembre a Senise si terrà la festa per i 30 anni di Auser Basilicata con un programma fitto e molti partecipanti. I lavori si apriranno alle ore 10 con i saluti istituzionali: Alberigo Gentile commissario prefettizio del Comune di Senise, Carmine Rossi presidente Auser Senise, Angelo Summa segretario generale Cgil Basilicata, Nicola Allegretti segretario generale Spi Cgil Basilicata. Alle ore 11 relazione del prof. Paolo Landi sull’apprendimento permanente; seguirà la presentazione delle esperienze del territorio. Alle ore 12.40 intervento di Franco Cupparo assessore politiche allo sviluppo e lavoro Regione Basilicata. Il presidente nazionale Enzo Costa chiuderà i lavori. Modera i lavori Sara Ulivi presidente Auser Basilicata.

FERRARA: MOSTRA DE NITTIS, I SOCI AUSER ENTRANO CON LO SCONTO
Dal 1 dicembre 2019 al 13 aprile 2020 si terrà a Ferrara a Palazzo dei Diamanti una grande mostra dal titolo “De Nittis e la rivoluzione dello sguardo”.
Grazie ad una convenzione i soci Auser godranno di un particolare sconto a loro riservato.
In occasione della mostra, la Fondazione Ferrara Arte applicherà ai soci Auser
una riduzione sul prezzo del biglietto di ingresso (€ 7,00 anziché € 13,00), audioguida inclusa. La scontistica riservata agli iscritti Auser di tutta Italia è valida sia per gruppi sia per singoli visitatori. Sarà sufficiente esibire la tessera Auser, in corso di validità, al momento dell’acquisto, presso la biglietteria del Palazzo dei Diamanti, mentre i soci che intendono visitare la mostra in gruppo possono prenotare anticipatamente i loro biglietti d’ingresso, acquistandoli in prevendita tramite l’ufficio informazioni Mostre e Musei tel. 0532-244949 diamanti@comune.fe.it.

25 NOVEMBRE GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE. AUSER IN CAMPO CON NUMEROSE INIZIATIVE IN TUTTA ITALIA
Una nuova panchina dipinta di rosso verrà inaugurata a Sospirolo (BL) dall’Auser, rose rosse sono state confezionate dalle volontarie di Auser Pioltello (MI), a Cinisello Balsamo soci e volontari tutti indosseranno per un giorno una maglietta rossa. E poi scarpe rosse, iniziative con i ragazzi delle scuole, momenti di riflessione con soci e volontari. In tutta Italia Auser scenderà in campo per il 25 novembre, Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, con numerose iniziative, per dire no alla violenza di genere, per riflettere insieme su un fenomeno che riguarda tutti.

TRANI, UNA TARGA PER LUIGI GUASTAMACCHIA CHE DONO’ LA SUA VILLA ALLA COMUNITA’
Domenica 24 novembre, alle ore 11.30, presso il centro polivalente di villa Guastamacchia a Trani, è in programma la deposizione di una targa ricordo in memoria di Luigi Guastamacchia, a 40 anni dalla sua scomparsa. Luigi Guastamacchia, morì a Suzzara il 7 maggio 1979.
Proprietario della villa, sviluppò una grande passione per l’architettura del paesaggio, che l’ha portato a curare personalmente il giardino oltre che l’intera struttura.
Poco prima della sua scomparsa, con testamento olografo del 20 febbraio 1977, dispose che la sua villa diventasse una casa di riposo ed un luogo di ritrovo per gli anziani, lasciandola in eredità all’Ente pubblico.
L’Auser Trani (soggetto co-gestore del centro) e l’Amministrazione Comunale di Trani intendono ricordarlo con una cerimonia alla quale parteciperanno le autorità cittadine e le tante persone che, quotidianamente, usufruiscono dei servizi offerti del centro, ufficialmente riaperto da ottobre del 2016.

A PERUGIA UNO SPAZIO RIGENERATO PER LE VITTIME DI VIOLENZA
E’ stato inaugurata a Perugia  lo spazio rigenerato  presso l’ex istituto Guglielmo Marconi. La rigenerazione di questo spazio è la prima tappa del progetto “Ritorno al Futuro. Una storia senza fine: luoghi, nonni e bambini” promosso da Libera…Mente Donna ets insieme ad Auser Umbria Media Valle del Tevere, con l’adesione della Provincia di Perugia e del Comune di Perugia, finanziato con bando della il Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia . Un progetto che risponde all’esigenza di creare attività per i minori vittime di violenza assistita ed è rivolto a bambine e bambini ed anziane ed anziani con l’obiettivo di far rivivere un luogo: locali che sono stati appositamente ristrutturati e dove sono state rimosse le barriere architettoniche, attraverso un lavoro di animazione di comunità per favorire le relazioni tra generazioni diverse.  “L’obiettivo – spiega Franca Gasparri, presidente di Auser Perugia – è quello di mettere in relazione i bambini con i nostri anziani, le volontarie e i volontari di Auser, che diventeranno parte attiva del progetto con lo scopo di creare un senso di comunità diffuso”.

CROTONE, RACCONTI E RICORDI DI VITA VISSUTA NEL LABORATORIO DI LETTURA E SCRITTURA DELL’AUSER TERRITORIALE
“Racconti scintille per riaccendere la memoria” è un libretto che si legge d’un fiato, ultimo arrivato del laboratorio di lettura e scrittura avviato circa tre anni fa da Bruno Tassone  responsabile Auser Cultura del territoriale di Crotone. Un gruppo di circa 20 persone con varie storie di vita e di lavoro che per diverse ragioni avevano perso il contatto con  i fondamenti della lingua italiana, da tre anni frequentano questo laboratorio. Con grande entusiasmo hanno seguito un percorso ed il loro vissuto, le  tante storie che avevano da raccontare, sono emerse, piene di bellezza ed emozioni. Scritte da loro stessi. Ma sfogliare le pagine di questo libretto fa capire anche altre cose, il senso vero dell’apprendimento permanente, il valore della partecipazione e della condivisione che l’Auser riesce ad accendere.

PALERMO, USCITO IL VOLUME “CRESCERE NON INVECCHIANDO”
E’ uscito il volume  “Crescere non invecchiando” edito dal centro di servizi per il volontariato di Palermo scritto da Massimiliano Squillace insieme a due ricercatrici psicomotriciste  internazionali  Elisabetta D’Agata e  Maria Silvina Plaza.  Il volume si propone come una sintesi sulle tecniche e le metodiche di prevenzione e  rieducazione psicofisica da zero anni  fino ad arrivare al  grande anziano. Specificatamente tratta di prevenzione primaria, secondaria e terziaria  riguardo ad ogni età.
“Ho cercato di rendere chiaro ad operatori  socio –sanitari e lettori non specializzati che le caratteristiche psicofisiche proprie dell’età giovanile non possono intendersi eterne, ma con medio  impegno, conoscenza,   e applicazione possono essere mantenute il più a lungo possibile nell’arco di una vita” dichiara l’autore Massimiliano Squillace.  L’anima del prontuario tratta quindi di salute e benessere a trecentosessanta gradi in modo accessibile a tutti, e si rivolge anche ad operatori e studenti della materia.
Presentazioni del libro si sono già svolte presso diverse Auser siciliane, suscitando grande interesse.
Per ulteriori informazioni e per richiedere copia del libro: Massimiliano Squillace- Cell.3382116639. maxsquill003@gmail.com

ACQUI TERME (AL), IMPARARE L’ARTE CON I GIOVANI ALLIEVI DEL LICEO ARTISTICO
L’Auser Volontariato Acqui Terme ha promosso due corsi a favore degli over 60. In particolare nell’ambito del Progetto Pony della Solidarietà ,finanziato dalla Compagnia di San Paolo, ha preso avvio martedì 12 novembre un corso base di ceramica in collaborazione con l’Istituto Superiore Parodi di Acqui Terme. Il corso durerà da novembre 2019 a marzo 2020; e le lezioni saranno guidate da un insegnante del Liceo Artistico, coadiuvato da un certo numero di allievi che svolgeranno la funzione di tutor. Gli obbiettivi del corso sono: facilitare la comunicazione tra giovani ed anziani attraverso attività pratiche, stimolare la creatività dei partecipanti, spendere il tempo in modo costruttivo e stimolante, imparare cose nuove e sviluppare capacità espressive. Giovedì 14 novembre , presso i locali del Centro Anziani Comunale di via Emilia, ha inoltre preso avvio il corso d’inglese per principianti, sempre rivolto ad over 60, e condotto da un volontario Auser. Si tratta di un progetto finanziato in proprio e finalizzato a momenti di condivisione e socializzazione che avrà la durata di circa tre mesi.

CUNEO, NON SOLO LEZIONI DI COMPUTER, MA INCONTRO FRA GENERAZIONI
L’Auser Volontariato di Cuneo e vallate, in collaborazione e con il contributo della Compagnia San Paolo di Torino, organizza dei corsi di computer per anziani presso gli Istituti Superiori Itis “Delpozzo” e “Bonelli” di Cuneo per l’anno 2019/2020. Dice il presidente Oreste Armando: “Sono 14 anni che si tengono questi corsi, con molta partecipazione di anziani e grande successo ed apprezzamento, in quanto ogni partecipante ha il suo studente-insegnante che lo segue per tutte le lezioni ed è un incontro fra generazioni”. I corsi iniziano a gennaio 2020.
Le iscrizioni sono già aperte presso la sede Auser di Cuneo – Via Luigi Negrelli 7/b – dalle 9 alle 12. Telefono: 0171- 601092.
Fonte: targatocn.it

L’ALLENATORE DEL MANTOVA CALCIO OSPITE DELL’AUSER
Giovedì 21 novembre 2019 alle ore 18 abbiamo Auser Mantova presso la Biblioteca Comunale Te Brunetti organizza l’incontro pubblico dedicato a Sauro Frutti, calciatore e allenatore del Mantova Calcio. L’iniziativa dal titolo  “Sauro Frutti: non solo calcio. Calciatore, allenatore ed educatore. Un valore in più” vedrà la partecipazione di Sauro Frutti che risponderà alle domande del giornalista sportivo Alberto Sogliani.

VILLANOVA DEL GHEBBO (RO): “PRENDERE IL CUORE IN CASTAGNA”
Continua l’impegno del Comune di Villanova Del Ghebbo (RO)   per la salute dei cittadini. Dopo quello per la Giornata mondiale contro l’ictus, un mese fa, l’amministrazione propone un nuovo appuntamento per la salute del cuore contro i rischi della pressione arteriosa causa di ictus e di attacchi cardiaci.
Domenica 24 dalle 8.30 e fino alle 13, il promotore di Alice Rovigo -Associazione per la lotta all’ictus cerebrale, insieme all’Auser di Villanova del Ghebbo, agli Amici del cuore di Rovigo e al gruppo comunale di Protezione civile, promuovono una giornata dedicata alla prevenzione medica dal titolo “Prendere il cuore in castagna” che mira a riconoscere per tempo i segnali provenienti dal corpo e dal cuore molto spesso sottostimati. Davanti al municipio ci sarà la possibilità di fare uno screening gratuito del cuore e l’occasione per gustare in compagnia le castagne offerte dal gruppo di Protezione civile che faranno bene al cuore ed al buon umore di tutti.
Fonte: Il Gazzettino

CASALMAGGIORE (CR): NUOVO MEZZO ALL’AUSER GRAZIE ALLA RACCOLTA FONDI DEI COMMERCIANTI
Un nuovo mezzo motorizzato, dotato anche di pedana per consentire alle persone con disabilità motoria di salire, è stato donato all’Auser Insieme “Carlo Tiradini”, che agisce sul territorio di Casalmaggiore (CR) e del Casalasco. Un passaggio frutto del lavoro si PMG Italia e inserito nel progetto di Mobilità Garantito, che il comune di Casalmaggiore ha patrocinato.
Alla consegna della vettura erano presenti anche i commercianti e rappresentanti di ditte locali che hanno aderito alla raccolta di fondi, che alla fine ha permesso – con sponsorizzazione ben visibile sui quattro lati del mezzo – di procedere all’acquisto del Fiat Doblò e di donarlo all’Auser. Soddisfatto il presidente Tortorici. “La formula è quella del comodato d’uso gratuito – spiega – e già abbiamo avuto parecchie richieste per la prossima settimana: iniziamo nel migliore dei modi”.
Fonte: oglioponews.it

BATTIPAGLIA (SA): AUSER ELEGGE COME NUOVA PRESIDENTE SILVANA MONTESANTO
E’ Silvana Montesanto la nuova presidente dell’Auser di Battipaglia. Rinnovato anche tutto il gruppo dirigente.  “Il nuovo gruppo dirigente – spiega la neo presidente Silvana Montesanto – è composto da persone impegnate da sempre in politica, nel sindacato, nella società civile. I temi sui quali ci impegneremo saranno la tutela della salute e dell’ambiente sul nostro territorio, la ricerca di spazi per la socializzazione, condivisione, cultura e aggregazione degli anziani e…tanto altro ancora”. L’Auser di Battipaglia ha sede all’interno del Centro Sociale in Via Guicciardini.

MOLFETTA (BA), UNA RACCOLTA DI GIOCATTOLI PER LA FESTA DI SAN NICOLA
In occasione della Festa di San Nicola del prossimo 6 dicembre,  il Comune di Molfetta in collaborazione con Sermolfetta, Auser, Gruppo di volontariato Vincenziano e cooperativa Koinos, raccoglie giocattoli da aziende, esercizi commerciali e privati cittadini da donare a bambini meno fortunati di famiglie in difficoltà.
Fonte: molfetta.ilfatto.net

CAVRIAGO (RE), A TELEREGGIO LA FESTA DELL’AUSER
Giovedì 5 dicembre alle ore 10.15 presso la sede di Telereggio e Fondazione Famiglia Sarzi  a Cavriago si terrà la festa per i 30 anni di Auser. Partecipano: Vera Romiti vicepresidente Auser provinciale Reggio Emilia, Lella Brambilla presidenza nazionale Auser, Rossella Cantoni presidente Fondazione Famiglia Sarzi, Francesca Bedogni sindaco di Cavriago, Giammaria Manghi regione Emilia Romagna. Conduce Mattia Mariani direttore di Telereggio. Nel corso della giornata spettacoli, intrattenimento, visita agli studi di Telereggio e visite guidate alla museo Sarzi.
Per info e prenotazioni: 0522-300132.

VENTIMIGLIA (IM),  ALLA SCOPERTA DEL TERRITORIO ATTRAVERSO LA LETTERATURA
Nel pomeriggio di sabato 16 novembre si è concluso, presso il Salone di Sant’Agostino a Ventimiglia, il riuscito ciclo di Conferenze tenute dal dott. Davide Barella sulla Storia del territorio: ‘L’evoluzione di Ventimiglia e dintorni attraverso la letteratura’.
Il Progetto del distretto socio-sanitario n° 1 ventimigliese inserito nel patto di sussidiarietà 2018/19, ha permesso ai frequentatori di scoprire (o riscoprire) in tre puntate con la competenza di Barella, insegnante e scrittore, i graffiti dei Balzi Rossi, il Teatro romano e Beatrice di Tenda. Poi il barocco e l’epoca d’oro dei Corsari di Ventimiglia, Salgari e Salgariani, la figura di Padre Angelico Aprosio. Dulcis in fundo, Ventimiglia moderna e contemporanea, da Iacopo Ortis a Nico Orengo, attraverso Salvatore Quasimodo, George Stevenson, Italo Calvino, Mario Soldati e Francesco Biamonti con lettura di alcun i brani anche da parte di Fabiana Ferraris. Il Presidente dell’Auser intemelio Ciro Galasso ha invitato tutti alla visita guidata all’area archeologica di Nervia prevista per la mattinata di giovedì 28 novembre.
Fonte: sanremonews.it

VAIANO (PO): T’ACCOMPAGNOIO, UN SERVIZIO PROMOSSO DALLA SARTORIA AUSER IN COLLABORAZIONE CON IL COMUNE
T’accompagnoio è un nuovo servizio di Auser e Comune di Vaiano. Un servizio semplice ma decisamente prezioso ed efficace. I volontari dell’associazione si sono dotati di una Panda per trasportare e seguire le persone, anziani e soggetti fragili, che sono sole e si trovano in difficoltà. Svolgere piccole commissioni, recarsi in farmacia, dal medico o dal dentista, andare a fare fisioterapia o a fare spesa, oppure svolgere incombenze presso uffici pubblici non è più un problema per chi non è dotato di mezzi e non ha a disposizione persone che l’accompagnino. L’auto è stata acquistata con le risorse della Sartoria di Vaiano, fondi Auser del 5 per mille e il contributo di Spi Cgil Lega Val di Bisenzio e Comune di Vaiano. “Fragilità sociale, solitudine e disagio economico spesso si sommano e per chi è già seguito dai servizi sociali c’è una particolare attenzione, ma quello dell’accompagnamento è un servizio utile a tutti e l’Auser un presidio importante”, ha detto l’assessore Bellini. Gli anziani ultrasessantacinquenni residenti nel comune di Vaiano che abitano da soli sono 485. Un numero significativo, quasi il 5% della popolazione. A Prato Auser ha avviato lo stesso servizio da circa 4 anni e attualmente ha 7 mezzi a disposizione, più uno nel Comune di Poggio a Caiano. Il servizio si svolge dal lunedì al venerdì in orari da concordare, basta telefonare al numero 370 3565393, dalle 8 alle 13 e dalle 15 alle 18.  Oppure recarsi presso la sede della Sartoria, in via Aldo Moro, 4. È necessario essere iscritti all’associazione per avere garanzia della copertura assicurativa ed è richiesto un piccolo contributo. Non è indispensabile invece essere residenti nel Comune di Vaiano. Il servizio è disponibile per viaggi in Val di Bisenzio e per Prato, Pistoia e Firenze. La Sartoria utilizzerà il nuovo automezzo anche per trasportare alcune anziane che frequentano il centro diurno dell’associazione.
Fonte: Comune di Vaiano

COPPARO (FE), CENTO NUOVI ALBERI PER FARE BENE AL PIANETA
Appuntamento con la Festa degli Alberi giovedì 21 e venerdì 22 novembre. Il programma prevede incontri con le scuole primarie di Copparo (FE) per e dare il benvenuto ai nuovi alberi e riflettere sulla loro importanza.
Saranno cento le piante che il Comune, con l’aiuto dei volontari Auser, piantumerà entro la primavera del 2020 in alcune aree verdi del territorio. Alle bambine e ai bambini delle scuole primarie verranno illustrate le funzioni fondamentali delle piante nell’ambiente e nella vita di tutti noi. A seguire, letture animate sui temi degli alberi. Ogni classe adotterà un alberello che verrà poi messo a dimora vicino alla loro scuola.
Fonte: Comune di Copparo

TREIA (MC), A TEATRO CON “CABA-ZEN”
Auser Treia organizza per sabato 30 novembre, presso il Teatro Comunale, lo spettacolo “Caba-Zen”, per la regia di Morena Oro. Secondo gli organizzatori, si tratta di un un “pot-pourrì di varietà e cultura”. Dentro c’è un po’ lo stile del cabaret nell’andirivieni veloce degli attori e nel susseguirsi di scenette e di esibizioni un po’ astruse ma c’è anche lo spirito zen, nell’immediatezza del linguaggio, con una scenografia povera ed un dialogo scarno ma risvegliante. Un modo di rappresentare le immagini rendendole vive e parlanti, immagini simboliche e rappresentative del nostro mondo, del nostro luogo e di quel che noi siamo nella realtà dei fatti.
L’iniziativa si svolge con il patrocinio morale di Auser Treia,  Adesso Yoga e Comune di Treia.
Per prenotazioni: 338.3125143 – 0733/216293

MELDOLA (FC), “TRA DOMICILIARITÀ E RESIDENZIALITÀ”
Giovedì 21 novembre, alle ore 15, alla Sala Ottagonale dell’Istituzione Servizi Sociali “D. Drudi”, Strada Meldola S. Colombano a Meldola, si terrà il secondo incontro su “La buona longevità come modello culturale” che avrà come tema “Tra domiciliarità e residenzialità“. Presiede e conduce la presidente Auser Forlì Volontariato di Forlì Maria Luisa Bargossi. Tra gli interventi previsti Marco Ricci, direttore Istituzione Servizi Sociali “Davide Drudi”, Ilaria Marianini, presidente ASP S. Vincenzo De Paoli- Santa Sofia, Giuseppe Travaglini, assessore Alle Politiche sociali di Modigliana, Francesco Altamura, cooperativa sociale e Associazione di Volontariato “Paolo Babini”.
Conclusioni del presidente Auser Emilia Romagna Fausto Viviani.

BENEVENTO, UN INCONTRO SUL DIALETTO NAPOLETANO
Nuovo incontro culturale all’Auser Uselte di Benevento: giovedì 21 novembre, alle ore 17:00, nella Sala riunioni del Cesvob, al Palazzo del Volontariato sito in Viale Mellusi 68, Vincenzo Tedeschi, appassionato studioso e autore di “napoletanità”, terrà una conversazione su: «La figura e l’opera di Salvatore Di Giacomo e la riforma del dialetto napoletano». Ingresso libero.
Fonte: beneventoforum.it

ROCCASINIBALDA (RI), PREVENIRE L’ICTUS
l sindacato pensionati CGIL Rieti e l’Auser, con l’intento di essere sempre più presente sui territori della Provincia, hanno organizzato un incontro presso la sala consiliare di Roccasinibalda il 19 novembre sul tema della prevenzione dell’ictus, come riconoscerlo e come prevenirlo. Relatori: dott.ssa Anna Paciucci, dott. ssa Sabina Roncacci, prof. Alessandro Stefanini.

VARESE, “METTIAMOCI UNA PEZZA”: I LAVORI DEL LABORATORIO DI CUCITO
Un mercatino di Natale particolare quello proposto dai partecipanti del laboratorio “Mettiamoci una pezza” di Auser Varese. Esposti infatti, ci saranno i lavori di cucito realizzati durante il laboratorio organizzato da Auser e ci saranno tante idee per i regali, in vista del Natale. L’apertura è per venerdì 22 novembre, dalle 17 alle 19, nella sede di Piazza De Salvo. Il mercatino sarà aperto anche le mattine del mese di dicembre.
Fonte: Varese News


Anziani e dintorni

UNA APP E UN PORTALE RICCO DI INFORMAZIONI. ENTRA NEL VIVO IL PROGETTO MYSOLI
Una app innovativa, pensata per i bisogni degli anziani soli, dei loro familiari e degli operatori delle strutture assistenziali. Una ricerca multidisciplinare sugli aspetti dell’assistenza e della cura. Un portale aggiornato con le notizie sull’invecchiamento della popolazione e consultabile per sapere come fare a districarsi tra la burocrazia e venire incontro alle esigenze della terza età. E’ stato presentato nei giorni scorsi il progetto mySOLI che offrendo servizi e contenuti innovativi, promette di ridefinire, innovando, l’assistenza agli anziani ospiti nelle strutture residenziali. Il lavoro  è stato coordinato dall’agenzia di innovazione digitale Kapusons e realizzato insieme a Fondazione Di Vittorio (istituto nazionale della Cgil per la ricerca economica e sociale) e Redattore Sociale (agenzia di informazione quotidiana sui temi del sociale), con la collaborazione di Inrca (Istituto Nazionale di Riposo e Cura per Anziani), Extreme, Ipazia e Polk&Union.
Fiore all’occhiello del progetto è un’applicazione pensata per migliorare la vita degli anziani nelle case di riposo e Rsa. E per alleviarne il senso di solitudine e isolamento. La tecnologia non sostituisce la presenza fisica di familiari e amici ma si propone come uno strumento di supporto per migliorare la comunicazione tra struttura e famiglia. E per rimanere aggiornati e connessi con il proprio caro, rafforzando il legame tra le parti coinvolte. Tramite l’applicazione, infatti, ai familiari possono essere forniti dagli operatori socio sanitari aggiornamenti quotidiani sulla situazione dell’anziano, risultando possibile avviare un dialogo per rispondere alle necessità pratiche dell’ospite. Attraverso lo smartphone o il tablet è possibile il contatto mirato di ogni singolo familiare con la struttura. L’anziano, dal canto suo, ha in mano uno strumento di interazione con una cerchia di contatti scelti, con i quali – in una community – anche grazie al supporto degli operatori della struttura può entrare in contatto scambiando testi, audio, foto e video.
Accanto all’app c’è il portale mySOLI curato da Redattore Sociale, la principale agenzia di stampa sui temi del sociale. Sul sito è possibile rintracciare notizie e approfondimenti sul tema dell’invecchiamento della popolazione e una serie di schede pratiche sulle buone prassi e le pratiche da seguire per avere accesso ai servizi e alle agevolazioni.
Il portale è arricchito anche da un social wall che pesca dai social network le informazioni più rilevanti sul tema.
Tutte le info sul portale www.mysoli.it/

UNA RACCOLTA FONDI PER RICOSTRUIRE LA CASA PER ANZIANI DI ALEPPO IN SIRIA
Un nuovo progetto per la ricostruzione della casa per anziani delle Figlie della Carità di San Vincenzo de’ Paoli di Aleppo. A lanciarlo è Aiuto alla Chiesa che soffre (Acs) che intende così rispondere all’emergenza «anziani» provocata dal conflitto. Dal 2011 ad oggi, afferma Acs in una nota, più della metà dei cristiani ha abbandonato la Siria. A partire sono stati soprattutto i giovani che spesse volte si sono visti costretti a lasciare in patria nonni e genitori. E così molti degli anziani cristiani non hanno nessuno che si prenda cura di loro. «Si tratta di un centro che potrà accogliere circa 80 anziani in 40 stanze – spiega mons. Denys Antoine Chahda, arcivescovo siro-cattolico di Aleppo -. Tutti gli ospiti riceveranno cibo, medicine e assistenza costante. Molti anziani sono gravemente malati». La casa per anziani è presente ad Aleppo dal 1898 ma l’attuale struttura, inaugurata nel 1983, è stata in gran parte distrutta dalla guerra. Sono dunque necessari lavori di ristrutturazione sia della facciata che degli ambienti interni oltre al ripristino delle reti elettrica, idrica e fognaria. Deve essere riparata anche la cappella interna dove, come in passato, sarà celebrata la messa quotidiana. I lavori sono già iniziati, ma per il completamento occorrono 100mila euro. Nelle scorse settimane il direttore di Acs-Italia, Alessandro Monteduro, ha verificato lo stato di avanzamento dei lavori. «Il nostro intento è quello di permettere a queste persone rimaste sole di rimanere in vita e di vivere con dignità», aggiunge mons. Chahda denunciando altresì la difficoltà della situazione attuale ad Aleppo.
Fonte: Sir


 Associazionismo Volontariato Terzo Settore


A TORINO C’E’ L’ODONTOIATRA SOCIALE
Lo scorso sbato Torino ha ospitato il convegno “Il Modello Torino di Odontoiatria Sociale: il diritto alla salute orale in un percorso per il welfare di comunità”. In quell’occasione sono stati diffusi i dati delle prestazione sanitarie odontoiatriche che le strutture hanno erogato nel corso degli anni. Nel 2019 i pazienti accolti sono quasi 3,5 mila. Oltre 10 mila le prestazioni erogate. Oltre 22mila le ore di attività che hanno riguardato principalmente prime visite (quasi 4mila), estrazione (oltre 3mila) e otturazioni (quasi 1.500). Dai dati presentati al convegno, organizzato dal Coordinamento Cittadino Odontoiatria Sociale in Rete (Città di Torino, Sermig, Misericordes, Banco Farmaceutico, Asili Notturni Umberto I, Associazione Protesi Dentaria Gratuita, Camminare Insieme e COI), emerge che il valore delle prestazione erogate nel corso dell’anno supera i 570mila euro.  Il Piano di inclusione sociale in coprogettazione con la Città di Torino si basa da un lato sulle infrastrutture, ovvero 6 ambulatori e 19 unità operative. Dall’altro lato mira a tessere reti di sostegno per affrontare di concerto con gli enti preposti le criticità nell’accesso alle cure della popolazione fragile, con particolare attenzione ai minori. Per il futuro il coordinamento punta ad un incremento nel livello di risposta, a nuovi interventi di promozione della salute orale e della prevenzione e al monitoraggio dei percorsi di cura dei pazienti. Prevista la collaborazione con il Corso di Laurea in Igiene Dentale Dental School dell’Università di Torino.
Fonte: dalsociale24.it

DISABILI, XIII CONGRESSO NAZIONALE ANMIC: NAZARO PAGANO RICONFERMATO ALLA GUIDA DELLA  ASSOCIAZIONE NAZIONALE MUTILATI E INVALIDI CIVILI  
A conclusione del suo XIII Congresso nazionale che si è tenuto a Roma dal 14 al 16 novembre 2019, la ANMIC  –  Associazione della disabilità che conta in Italia oltre 150.000 iscritti – ha rieletto all’unanimità Presidente nazionale Nazaro Pagano, giunto così al suo secondo mandato.
Nel corso del fitto dibattito congressuale la Anmic ha puntato l’attenzione sulle otto priorità che nei prossimi giorni saranno illustrati nel confronto con Governo e Parlamento. I sette milioni e mezzo di persone con disabilità ed i loro nuclei familiari necessitano di risposte certe, in termini di politiche e servizi sui seguenti temi: pensioni di invalidità, lavoro, istruzione e formazione, realizzazione di un codice unico per le disabilità, caregiver familiari, vita indipendente, accessibilità e mobilità, semplificazione amministrativa.
Per info: Ufficio stampa ANMIC Bernadette Golisano  tempinuovi.bg@tiscali.it

PUBBLICATO NUOVO VOLUME CESVOT: VALUTARE E RICONOSCERE LE COMPETENZE DEI VOLONTARI
Oggi il volontariato non solo necessita di competenze ma è a sua volta un’attività che produce competenze. Come valutare e valorizzare tutti quei saperi e abilità che i volontari acquisiscono svolgendo la propria azione? Nel volume appena pubblicato da Cesvot “Competenze al centro. Sperimentazione di un modello per la valutazione delle competenze trasversali”, a cura di Katia Orlandi, Maria Cecchin, Iljà Barsanti (“I Quaderni”, n. 82, pp. 480), viene presentato un quadro di esperienze centrate sul bilancio delle competenze e sulla valutazione delle cosiddette soft skill, realizzate in vari contesti. In particolare autrici e autori si soffermano sul modello PerfomanSe. Si tratta di una suite web, sperimentata dal Cif – Centro Italiano Femminile, che offre un’ampia gamma di strumenti di valutazione delle competenze: orientamento, bilancio delle competenze, evoluzione di carriera, selezione, sviluppo manageriale e per la valutazione dell’intelligenza collettiva finalizzata allo sviluppo organizzativo dei team.
Se nel mondo profit si sta facendo sempre più strada la consapevolezza che la vera ricchezza intangibile della struttura organizzativa sono le persone, con tutti i loro saperi formali e informali, ciò vale ancor più per il mondo del non profit che tra dipendenti e volontari vede attive quasi 7 milioni di persone. Secondo Istat, infatti, le organizzazioni non profit attive in Italia sono 350.492 e impiegano 844.775 dipendenti e più di 5,5 milioni volontari. Oltre due terzi delle organizzazioni non profit conta al proprio interno volontari. La gran parte delle organizzazioni opera nel settore cultura, sport e ricreazione (64,9%), segue il settore dell’assistenza sociale e della protezione civile.
E proprio la valutazione e il riconoscimento delle competenze acquisite da chi svolge volontariato di protezione civile rappresenta una delle buone pratiche presentate nel volume. Tra le esperienze di valutazione delle soft skill anche il servizio civile e il volontariato in ambito socio-sanitario, in particolare nell’assistenza alla persona, in carcere e nelle attività di doposcuola.
Il Quaderno è disponibile gratuitamente in formato pdf sul sito Cesvot all’indirizzo https://www.cesvot.it/documentazione/competenze-al-centro (previa registrazione all’area riservata MyCesvot). E’ inoltre possibile richiederne una copia gratuita compilando il modulo online.

POVERTA’ EDUCATIVA MINORILE, ITALIANI PREOCCUPATI
Un’indagine demoscopica di Demopolis per l’impresa sociale Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile evidenzia che gli italiani sono preoccupati per la povertà educativa. Ben 9 su 10 lo ritengono un fenomeno grave. Per l’83 per cento del campione è necessario mettere in campo azioni di contrasto. Il 76 per cento delle persone intervistate ritiene che la colpa maggiore risieda nella disattenzione dei genitori. Punta in dito contro il disagio sociale il 67 per cento, contro lo svantaggio economico il 64, contro la conflittualità familiare il 62%, contro il degrado dei quartieri il 59 per cento. C’è anche chi ammette (25%) di non sapere esattamente cosa sia la povertà educativa. Le preoccupazione maggiori per i minori infatti sono relative agli adolescenti. Dalla dipendenza da smartphone e tablet per il 66 per cento al bullismo o violenza al 61. Dalla diffusione della droga per il 56 all’aggressività nei comportamenti per il 52 per cento del campione intervistato. Alla presentazione dell’indagine presso la sede di Acri a Roma era presente anche il vice ministro allo Sviluppo economico Stefano Buffagni. «La povertà educativa è strettamente legata a quella economica, come viene percepito anche dal 64 per cento dei cittadini, ma il fenomeno ha una portata più ampia. Il Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile – ha detto Buffagni – rappresenta una forte innovazione per il Paese, per dare un futuro a minori e famiglie». Il presidente dell’impresa sociale Con i Bambini, Carlo Borgomeo, ha sottolineato che «credere che sia un fenomeno che riguarda solo il sud (63%) o gli adolescenti (56%) è un errore prospettico: la povertà educativa, seppur marcata in molte aree meridionali e tra i giovanissimi, come dimostrano i tanti progetti avviati sul territorio nazionale, anche se con diversa gravità riguarda tutto il Paese e intacca il futuro dei ragazzi già dalla prima infanzia. E’ proprio da qui che dovremmo affrontare e che affrontiamo il fenomeno».


Agenzia d’Informazione a cura dell’Ufficio Stampa di  Auser Nazionale.
Via Nizza 154 00198 Roma tel. 06/84407725 fax 06/8440.7777
ufficiostampa@auser.it    www.auser.it

Tags:
Categorie articolo:
Agenzia d'informazione AUSER

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MENU