Area riservata

Agenzia di informazione Auser – Anno 22 numero 37 – 23 ottobre 2019

Scritto da
23 ottobre 2019
testata_agenzia

Agenzia settimanale – Anno 22 numero 37 – mercoledì 23 ottobre 2019
Agenzia Auser è un servizio d’informazione dell’Auser Nazionale.
Viene inviata via E-mail. E’ inoltre visibile sul sito internet www.auser.it


Auserinforma

“ATTIVAMENTE”, LA NUOVA NEWSLETTER DI AUSER CULTURA
Si chiama AttivaMente la nuova newsletter di Auser Cultura, il cui “numero zero” è partito  nei giorni scorsi.
Come spiega Fabrizio Dacrema, Responsabile nazionale per l’apprendimento permanente, il nuovo strumento informativo “darà voce alle attività e alle idee delle Università Popolari e dei Circoli Culturali Auser. Vuole promuovere e sostenere la capacità di lavorare in rete realizzando un flusso di informazioni specializzato capace di arricchire e potenziare l’azione dei volontari”.
Per ricevere il prossimo numero di AttivaMente scrivere agli indirizzi mail ufficiostampa@auser.it o f.dacrema@auser.it

CONCLUSO “PASSO A PASSO”, 252 MIGRANTI E RICHIEDENTI ASILO  SEGUITI IN LABORATORI E CORSI
Si è concluso con la presentazione pubblica “Passo a Passo” il progetto di Auser Lombardia  che ha affrontato il tema delle migrazioni sperimentando percorsi di accoglienza, scambio e interazione che hanno visto collaborare gruppi di rifugiati e richiedenti asilo con organizzazioni, aziende e reti informali di cittadini.
È stato gestito da un partenariato che ha avuto  come capofila Auser Lombardia insieme ad altre organizzazioni di volontariato e cooperative sociali con solida esperienza nell’area dell’inclusione e dell’accoglienza e integrazione di migranti. Il progetto, della durata di 18 mesi, ha coinvolto i territori di Pavia, Olgiate Olona, Legnano e Gallarate. In totale, sono state 252 le persone che hanno usufruito delle attività del progetto, decine i laboratori attivati: informatica, lingua italiana, cucito, falegnameria, teatro, cucina e alimentazione e tanto altro. Alcuni migranti sono stati accompagnati nel percorso di studi per la licenza media o per prendere la patente. A Voghera è stato attivata una ciclo officina di riparazione delle biciclette.
Il 22 ottobre a Milano sono stati presentati pubblicamente i risultati. Sono stati costruiti modelli di azione basati sulla partecipazione attiva e sulla responsabilizzazione di persone, organizzazioni e contesti territoriali, così da favorire e accelerare i processi di integrazione, diminuire potenziali conflittualità e contenere i rischi connessi alla marginalità e all’isolamento sociale. Il filmmaker Guido Tronconi ha realizzato un video-documentario che testimonia con efficacia i risultati del progetto.
Per info sul progetto: Maria Di Marla maria.dimarla@auser.lombardia.it

SANT’ALBERTO (RA), UN NUOVO DEFIBRILLATORE GRAZIE AL 5 PER MILLE
È stato inaugurato sabato mattina, a Sant’Alberto (RA) il nuovo defibrillatore che il locale centro culturale ricreativo Auser ha donato alla comunità, grazie alla raccolta del 5×1000 che, come da tradizione dell’associazione, viene reinvestita per portare benefici alla comunità locale.
Lo strumento salvavita è il primo, in paese, ad essere effettivamente a disposizione della comunità 24h, proprio grazie alla messa in rete che permetterà agli operatori sanitari di utilizzarlo in qualsiasi momento. Posizionato in una teca, perennemente sorvegliata, all’esterno della Casa della Salute di Sant’Alberto, dove ha sede anche il centro culturale Auser, il defibrillatore è infatti sempre accessibile.
Sono poi cinque le volontarie di Auser che hanno partecipato al corso per utilizzare il macchinario salvavita e che si sono messe a disposizione della cittadinanza: in caso di chiamata al 118 della zona, il centralino, in concomitanza all’invio dei soccorsi, potrà contattare una di loro chiedendo la disponibilità ad intervenire in attesa dell’arrivo del personale specializzato; in caso di accettazione la volontaria potrà facilmente recuperare il defibrillatore e operare le manovre di primo soccorso.
Fonte: Ravenna Today

GENOVA: LA SOCIETA’ IREN DONA ALL’AUSER  UN’AUTO ELETTRICA PER IL TRASPORTO PROTETTO
Il Comitato territoriale della società Iren di Genova ha donato un’auto elettrica all’Auser da utilizzare per i servizi di trasporto protetto di anziani e persone disabili.
La cerimonia di consegna si tiene mercoledì 23 ottobre presso la sede Iren di Genova. Presenti il vice presidente Iren Moris Ferretti, il presidente della consulta territoriale Iren di Genova Aristide Massardo, la presidente di Auser Liguria Ileana Scarrone.
Un altro passo avanti versa la tutela della qualità dell’aria e del trasporto sostenibile.

SCANDIANO (RE): “VIENI CON NOI”, COMPAGNIA E SOCIALIZZAZIONE
Sono ripresi gli incontri del progetto di socializzazione “Vieni con noi”, promosso da Auser Scandiano (RE) per mettere insieme persone interessate a passare momenti in compagnia. I momenti d’insieme, aperti a tutti, si svolgono nei pomeriggi del lunedì e del venerdì, dalle 15 alle 17, ospitati dalla sede della Polisportiva scandianese in via Fogliani 7.La prima ora è dedicata alla ginnastica dolce, affiancati da un’insegnante esperta; nella seconda i partecipanti si potranno sbizzarrire in chiacchiere in compagnia, spuntini e partite a carte. Per maggiori informazioni e iscrizioni, chiamare i numeri 0522-766.808 e 346-736.2999 o scrivere a auserscandiano@libero.it.
Fonte: Gazzetta di Reggio

LATERZA (TA), L’UTEP COMPIE VENT’ANNI
L’anno accademico 2019-2020 è stato inaugurato sabato scorso, le lezioni sono partite il 7 ottobre, ma c’è tempo fino al 31 di questo mese per iscriversi all’Utep, l’Università territoriale per l’educazione permanente di laterza (TA) che compie vent’anni. Istituita a un passo dal passaggio di secolo e di millennio, e da allora frequentata da chi ventenne non lo è più da un po’ di tempo sono in tanti a chiamarla anche «Università della terza età» – dal 1999 l’Utep laertina, affiliata di Auser Puglia, associazione di volontariato e di promozione sociale dichiaratamente impegnata a «favorire l’invecchia mento attivo degli anziani e a far crescere il ruolo dei senior nella società», tiene insieme passato e presente: il futuro che diventa. Quattordici le «facoltà» avviate, tra la Cittadella della Cultura di via Cesare Battisti e la palestra della scuola Diaz, per un’offerta formativa che comprende anche corsi «dedicati» (Burraco, Informatica), seminari a tema, uscite e viaggi di istruzione, escursioni, incontri di musica, ballo e teatro. Le discipline proposte spaziano in un piano di studi ampio e variegato: dalla Medicina preventiva al Diritto e alla Storia delle Religioni, dal Giornalismo alla Letteratura e alla Storia, dall’Attività motoria all’Educazione al Ballo, dai Dialetti e dalle Tradizioni popolari all’Invito alla Lettura, dalla Geografia visiva al Musical, e poi Decoupage, Storia dell’Ar chitettura, Canto e Teatro. Le lezioni si svolgono dal lunedì al venerdì (ore 16-19) alla Cittadella e, solo per il Ballo e le Attività motorie, il martedì e il giovedì (ore 18-19) alla palestra Diaz. Le iscrizioni vanno richieste negli stessi giorni, luoghi e orari, fino al 31 ottobre
Per informazioni: 340 1088739
Fonte: La Gazzetta del Mezzogiorno

INAUGURATA LA NUOVA SEDE DI LIBERA REGGIO EMILIA, AUSER FRA I SOSTENITORI
Apre la nuova sede di Libera a Reggio Emilia. Uno spazio e un presidio dedicato all’antimafia, alla solidarietà sociale e alla collaborazione fra associazioni e persone. Una inaugurazione che è stata fatta giovedì 17 ottobre, in occasione della Giornata mondiale per l’eliminazione della povertà, e che ha visto il contributo dei sostenitori: Auser Provinciale Reggio Emilia, Cgil e Boorea.
Tante le persone intervenute all’evento, che ha portato alla luce – grazie ad una tavola rotonda a cui hanno partecipato Libera, Auser, Cgil e Cooperativa sociale Papa Giovanni XXIII – molte tematiche care a Libera e agli altri soggetti presenti: criminalità organizzata, fragilità sociale, welfare e molto altro.
La sede, che si trova in Via Brigata Reggio 22/N, è aperta alla cittadinanza e sarà luogo di incontri e di condivisione di idee, obiettivi e progetti. Per maggiori informazioni: 327/8781111, reggioemilia@libera.it.

COSENZA, UN PREMIO AL MEDICO RESPONSABILE DELL’AMBULATORIO AUSER “SENZA CONFINI”
Il dottor Valerio Formisani, responsabile dell’Ambulatorio medico Senza Confini promosso dall’Auser di Cosenza, ha ricevuto il premio “la tavola della solidarietà”. La cerimonia si è svolta venerdì 18 ottobre presso l’Auditorium delle vigne a Donnici Inferiore (CS). L’iniziativa è stata promossa dall’associazione culturale Donnicese.

BOLOGNA, PREVENZIONE CONTRO L’ICTUS
Martedì 29 ottobre, giornata mondiale contro l’ictus cerebrale, dalle ore 10 alle 13, si terrà un incontro promosso da A.L.I.Ce. Bologna in collaborazione con Auser. Presso la Sala Consiglio “Masina” del Quartiere Navile, ALICe Bologna Onlus incontra la cittadinanza per informare sugli stili di vita per la prevenzione dell’ictus, sul riconoscimento dei sintomi di esordio, e per presentare i nuovi servizi dell’Associazione nell’ambito del progetto “Il ritorno a casa” per il sostegno domiciliare al reinserimento psicosociale per le persone colpite da ictus e loro famiglie.

AUSER GALLARATE (VA) PROMUOVE GLI INCONTRI DI SENSIBILIZZAZIONE ALLA LINGUA DEI SEGNI
Auser Insieme Gallarate (VA) ospita otto incontri per un totale di venti ore dedicate alla sensibilizzazione alla lingua dei segni italiana.
Il  22 ottobre presso la sede Auser Insieme di Gallarate Onlus in via del Popolo 3, si è svolto il primo appuntamento informativo sugli incontri di sensibilizzazione alla lingua dei segni. Gli incontri proseguono durante il mese di novembre e dicembre per un totale di otto lezioni (20 ore).
Per iscriversi e ricevere il  calendario completo bisogna inviare una email a erika.morrone88@gmail.com.

BENEVENTO, UN INCONTRO SULLA GEOGRAFIA SACRA DEL SANNIO
Nuovo incontro all’Auser Uselte di Benevento. Giovedì 24 ottobre, alle ore 17.00, presso la sala Cesvob del Palazzo del Volontariato, si terrà la conferenza dal titolo: “La geografia sacra del Sannio”, tenuta da Paolo Scalise. Nell’incontro si parlerà innanzitutto della “griglia energetica” che avvolge e vivifica la Terra, alla base del concetto di Geografia Sacra. Nel pensiero arcaico, la Madre Terra era considerata un “essere vivente”, dotato pertanto di un’anima spirituale, oltre che di un corpo, il quale sarebbe attraversato da una fitta rete di correnti energetiche celesti e sotterranee, responsabili della configurazione degli elementi naturali presenti sulla sua superficie: montagne, pianure, fiumi, laghi. Grande importanza assumono, per tale ragione, le montagne e i fiumi che da esse si originano, nonché le confluenze con altri corsi d’acqua.
Si parlerà quindi della straordinaria configurazione geografica e simbolica dei fiumi Sabato e Calore, tale da rendere agli occhi dei suoi antichi abitanti il Sannio una “Terra Sacra” e, in particolare, lo Stretto di Barba un vero e proprio “Santuario” naturale a cielo aperto.
Fonte: realtasannita.it

LISSONE (MB), AIUTARE LE PERSONE CON DEMENZA SENILE
Prosegue a Lissone (MB) con una nuova iniziativa il progetto “Dementia Friendly Community”, promosso dalla Federazione Alzheimer Italia e sostenuto dal 2017 dall’Amministrazione Comunale con l’istituzione di un tavolo di coordinamento denominato «Lissone Comunità Amica delle Persone con Demenza» che vede coinvolte anche le associazioni del territorio ARAL, AVO e AUSER con il contributo attivo dell’ATS Monza di Brianza e dei Medici di Medicina Generale.
Le finalità sono quelle di favorire il mantenimento di una significativa socializzazione delle persone con demenza aumentando la capacità di accoglienza nella comunità, attraverso una corretta conoscenza della malattia e del malato.
Per questo motivo, l’occasione per riflettere e approfondire la tematica sarà la rappresentazione teatrale “Mamma a carico. Mia figlia ha novant’anni”, di e con Gianna Coletti, nota artista milanese già protagonista sul piccolo e grande schermo, in programma a Palazzo Terragni sabato 26 ottobre alle 20,30 ad ingresso gratuito.
Il progetto di Città “Dementia Friendly” prevede un piano a medio-lungo termine con due linee operative: una riguardante iniziative per malati e loro familiari e l’altra che ponga l’accento sugli aspetti culturali e sociali legati allo stigma. Tra gli obiettivi vi sono corsi di formazione e informazione alle Forze dell’Ordine e alle organizzazioni comunitarie, ai gestori di esercizi commerciali ed agli enti preposti per l’istruzione.
Anche le scuole saranno coinvolte nel progetto con incontri pubblici con gli studenti delle scuole superiori di Lissone (prevalentemente 3° e 4° anno) per favorire la conoscenza delle malattie legate all’invecchiamento. Prevista inoltre l’attivazione di un corso di Giardinoterapia presso il parco pubblico della RSA Agostoni che coinvolgerà ospiti della struttura e cittadini over 55 affetti da demenza e non, interessati a sperimentare i benefici dell’interazione Uomo-Natura, stimolare le capacità di apprendimento in campo agronomico, rinsaldare le funzioni cognitive attraverso attività motivanti all’aria aperta.
Fonte: mi-lorenteggio.com

LIVORNO, “AGGIUNGI UN NONNO AL TABLET”
Dall’incontro fra Auser e la cooperativa Biolabor a Livorno è saltata fuori un’idea: “Aggiungi un nonno al tablet”, è lo slogan dell’operazione che parafrasa il titolo di una fortunata commedia per dire che la tecnologia e i social possono essere “amici” degli anziani, basta accompagnarne l’alfabetizzazione a questo nuovo linguaggio. «Fra le nostre attività c’è quella di portare a casa la spesa: lo facciamo con anziani che aiutano altri anziani», dice Ivano Martelloni, presidente Auser Filo d’Argento: «È utile perché tante persone non sono in grado di uscire di casa, ma andandole a trovare abbiamo scoperto quanto sia prezioso dare la possibilità di fare quattro chiacchiere. Degli acciacchi ti fai una ragione, lo sai benissimo che non hai più vent’anni e nemmeno quaranta. Ma del senso di inutilità no. E se magari hai difficoltà a spostarti da casa perché le gambe non ti reggono benissimo o abiti a un piano alto senza ascensore, un po’ di dimestichezza con il computer e soprattutto con Facebook potrebbe rompere l’isolamento, riaprirti la porta del mondo, riconnetterti alla vita sociale».
L’operazione dei nonni al tablet ha il sostegno di Biolabor: destinerà a questo scopo una parte di risorse del proprio settore medicina dello sport. «Non è solo una sponsorizzazione, è un modo differente di guardare all’impresa», dice Alessandro Santillo, presidente della cooperativa livornese che si occupa – anche su scala nazionale – di servizi nei settori sanitario (analisi chimico-cliniche e diagnostica strumentale), ambientale, agroalimentare e della medicina del lavoro, oltre che sportiva. «È questo un modo di rendere attiva la responsabilità sociale d’impresa», dice David Corsi, che di Biolabor è socio: «È una visione dell’azienda che si rifiuta di puntare sul business acchiappa-profitto tipo turbo-capitalismo. «Non puntiamo a niente di faraonico», dice Martelloni: l’alfabetizzazione di 4-5 persone per volta, magari grazie all’aiuto inter-generazionale con un certo numero di incontri per poi passare all’infornata successiva.In effetti, all’Auser – la cui sede territoriale di viale Carducci 16 (ex Pirelli) è guidata da Paola Sinatti – sono gli anziani che aiutano gli anziani ma non mancano casi di giovani che fanno capolino per dare una mano. E potrebbero essere anche di più con i progetti di scuola-lavoro e simili.
Fonte: Il Tirreno

CERVETERI (RM), A LEZIONE DI FILOSOFIA
Ripartono a Cerveteri (RM) i corsi Auser di filosofia: le lezioni, a cura del professor Settimio La Porta, si svilupperanno in cinque incontri presso la scuola Salvo D’Acquisto dalle 15.15 alle 17.30, a partire dal 7 novembre. In programma Giambattista Vico e La Storia, Leonardo e il pensiero rinascimentale, Karl Marx, società ed economia, Risorgimento, pensiero e azione fino a il Paradiso  di Dante Alighieri.
Per informazioni si possono contattare i numeri: 3891389342 oppure
Emma 3356337542 – Giulia 3393151348 – Sissy 3479934073
Fonte: baraondanews.it

CASTIGLIONE DELLE STIVIERE (MN),  GLI STUDENTI INSEGNANO IL COMPUTER AI NONNI
Gli studenti dell’Istituto Superiore Francesco Gonzaga DI Castiglione delle Stiviere (MN) collaborano con l’Auser di Mantova per insegnare agli anziani ad utilizzare il computer. Il corso è cominciato mercoledì e durerà per altri otto pomeriggi, per un totale di 16 ore. Accolti dalla dirigente Leontina Di Claudio, gli iscritti ad Auser della sede di Castiglione e di Mantova si sono ritrovati nella sede della scuola. Ad ogni iscritto Auser è stato affiancato uno studente o una studentessa del Gonzaga. «Un tutoraggio a doppio mandato – hanno ricordato Tiso e la Di Claudio – che consente ai ragazzi di confrontarsi con la terza età, mentre agli ospiti Auser di avere insegnati giovani e preparati per quanto riguarda le nuove tecnologie». «Siamo contenti di questo corso e di questa opportunità – ha ricordato il presidente Auser Edoardo Chiribella – perché rientra in un’operazione di avvicinamento alle nuove tecnologie che stiamo portando avanti da qualche anno». Il progetto “Studente – Nonno” vede coinvolte le classi del triennio tecnico commerciale dell’Istituto Gonzaga e per questi alunni il percorso vale anche come alternanza – scuola lavoro.
Fonte: Gazzetta di Mantova

LAGOSANTO (FE), TRA I NUOVI CORSI ANCHE PHOTOSHOP E SMARTPHONE
Ogni anno che passa Auser Lagosanto (FE) propone un crescente numero di corsi per l’attività legata all’Università del Tempo Libero. I corsi sono iniziati nei giorni scorsi e si svolgeranno tutti i pomeriggi e sere dal lunedì al venerdì. I primi a partire sono i corsi di Photoshop e utilizzo dello smartphone. Le attività didattiche, tra gli altri, propongono corsi di Letteratura Italiana, Storia del Novecento e taglio e cucito.
Fonte: Il Resto del Carlino

INAUGURATI A PONTEDERA (PI) I ‘PROGETTI DEL CUORE’
Partono a Pontedera i “Progetti del Cuore”, per garantire il servizio di trasporto sociale gratuito ai ragazzi, i disabili, gli anziani e alle famiglie in difficoltà del comune. Il progetto prevede l’acquisizione di un mezzo di trasporto, un Fiat Doblò, completamente attrezzato per lo spostamento dei ragazzi in difficoltà, delle famiglie e delle persone disabili del territorio. A beneficiare dell’automezzo sarà l’Auser, che avrà a disposizione il mezzo per il trasporto sociale.  Si avvia, così, sul territorio il servizio di mobilità gratuita, il quale permetterà di avere il mezzo attivo sul comune, attrezzato e garantito in maniera integrale: dall’allestimento, alla gestione delle spese (come ad esempio l’assicurazione compresa di copertura kasko). L’Associazione potrà, così, gestire gli spostamenti di persone che ogni giorno hanno bisogno di assistenza per i servizi di trasporto, continuando così ad occuparsi, come fa ormai da decenni, di coloro che hanno delle difficoltà negli spostamenti. Diana Correale, Presidente di Auser Pontedera, ha dichiarato: “Siamo grati a ‘Progetti del Cuore’ per l’assegnazione di questo nuovo mezzo che sarà fondamentale per il potenziamento dei servizi offerti da Auser. Il mezzo attrezzato servirà tutto il territorio della Provincia di Pisa, soprattutto per finalità di trasporto rivolto a persone non autosufficienti o non in grado di muoversi in autonomia, in particolare anziani e disabili che necessitano di raggiungere l’ospedale o altre strutture sanitarie per svolgere terapie, visite mediche o altri servizi.
Fonte: pisatoday.it

CASTELMASSA (RO), 30 ANNI DI UNIVERSITA’ POPOLARE
Ricomincia un nuovo anno all’Università Popolare di Castelmassa (RO). Forte dei suoi trent’anni, la sua costituzione risale al 1989, l’università vanta una rosa di docenti di alto livello impegnati nelle varie tipologie di corsi. Sempre richiestissime le visite guidate. Un anno ricco di appuntamenti e corsi, tra cultura e tradizione. L’inaugurazione patrocinata dai Comuni di Castelmassa, Castelnovo, Calto e Ceneselli e dall’Auser provinciale. Apertura con l’esibizione del coro, diretto dal prof Claudio Trambaioli. La presidente Anta Pini ha illustrato le offerte formative. L’Università popolare, con una quindicina di corsi ed 230 iscrizioni, è aperta a tutte le età.
Fonte: Il Resto del Carlino

PAOLA (CS), PRESENTATI I NUOVI CORSI DI UNIAUSER
Inaugurata l’attività dell’UniAuser di Paola (CS). Ampia e diversificata l’offerta formativa per questo nuovo anno accademico 2019-2020. Previsti 25 incontri su tematiche varie dall’inglese all’arabo al francese per quanto riguarda le lingue straniere, informatica di base, ginnastica dolce, ricamo, laboratorio di cucina, laboratorio sull’arte dei presepi e tante gite turistico culturali alla scoperta del territorio. Non mancheranno presentazioni di libri, incontri con le scuole, eventi, convegni e tavole rotonde, il festival Radici e Ali.

PESCARA, CORSO DI ITALIANO PER IMMIGRATI
Si è avviato il corso di alfabetizzazione della lingua italiana per immigrati. Le lezioni si tengono presso la sede dell’associazione Il Girotondo nei giorni di martedì e e giovedì dalle 16.00 alle 18.00. E’ una iniziativa di Auser Pescara.

IMPERIA, VOGLIA DI LETTERATURA ALL’UNIVERSITA’ POPOLARE DELL’ETA’ LIBERA
C’è il gruppo di lettura e scrittura creativa, incontri per scoprire la magia delle favole, il ciclo delle figure femminili nella letteratura, i venerdì letterari e tante occasioni per uscire di casa e conoscere cose nuove. L’Università Popolare dell’età libera di Imperia ha pronto il programma del nuovo anno accademico 2019-2020.
Per info. auserimp@gmail.com 0183-297148.

GALLARATE (VA), CORSO DI TAI-CHI
A partire da giovedì 17 ottobre , nel Centro Auser di Gallarate in via del Popolo 3,  inizierà un corso di Tai-Chi in collaborazione con la Società Sportiva “Fuji-Yama” e tenuto dal Maestro Armando Santambrogio. Il corso si svolgerà tutti i giovedì dalle 10,45 alle 11,45 e avrà un costo di 30 euro mensili.
Per info e iscrizioni: 0331.701069 / 0331.771055.

CASTELNOVO DI SOTTO (MO), UNA NAVETTA PER ACCORCIARE LE DISTANZE
Una navetta che collega le frazioni al capoluogo. Grazie al dialogo tra Auser “Telefono Amico” e Comune diventa realtà un servizio molto richiesto dai cittadini. I volontari castelnovesi metteranno a disposizione un mezzo che sarà attivo la mattina del lunedì, giorno di mercato per Castelnovo Sotto. La presentazione del servizio si è svolta sabato 19 ottobre, alle 15, nella sede Auser di via della Conciliazione 4. Il pulmino sarà operativo a partire dal 21 ottobre. Chi desiderasse utilizzare il servizio dovrà prenotarsi telefonando ai numeri 0522683046 (dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 11) e 3703366819 (dal lunedì al venerdì, dalle 15 alle 18). La navetta non prevede biglietto, ma è gradita un’offerta libera. Questi gli orari e i luoghi di sosta: ore 9, partenza dalla chiesa di Meletole; ore 9.05 Cogruzzo (via Canalino – ex Conad Davoli); 9,10 Cogruzzo (Via Cornetole – Ex negozio Bartoli). Il ritorno è previsto alle 11 con ritrovo davanti alla sede di Auser in via della Conciliazione 4. Gli orari potranno essere modificati a seconda delle prenotazioni.
Fonte: modena2000.it


Dal Sindacato

ROMA,  LO SPI CGIL PREMIA I VOLONTARI ANTIMAFIA
Il 23 ottobre a Roma, presso il Centro Congressi Frentani, si tiene l’Assemblea nazionale dei volontari e delle volontarie antimafia. Ogni estate centinaia di pensionati e di giovani studenti sono impegnati nei campi e nei laboratori della legalità, promossi dallo Spi Cgil insieme ad Arci, Libera, Cgil, Flai Cgil, Rete degli studenti e Udu – Unione degli universitari. Quest’assemblea è dedicata a tutti loro, al loro straordinario impegno, che anno dopo anno rafforza sempre di più la lotta alle mafie e all’illegalità.
L’apertura dei lavori sarà affidata a Roberto Battaglia, del Dipartimento legalità dello Spi Cgil nazionale. Seguirà una tavola rotonda con Jean Renè Bilongo, della Flai Cgil nazionale, Daniela Cappelli, Segretaria nazionale Spi Cgil, Tatiana Giannone, di Libera nazionale, Enrico Gulluni, rappresentante dell’Udu e della Rete degli studenti medi, Giuseppe Massafra, Segretario nazionale Cgil e Serenella Pallecchi, dell’Arci nazionale. La conduzione del dibattito sarà affidata a Davide Colella, di Radio Articolo 1.
A seguire ci sarà la presentazione del libro “Terre e libertà. Storie di sindacalisti uccisi dalle mafie”, cui parteciperà Carlo Ghezzi della Fondazione Di Vittorio.
Alcuni dei volontari e delle volontarie che quest’estate hanno partecipato ai campi e ai laboratori saranno poi chiamati a salire sul palco e saranno premiati dal Segretario generale dello Spi Cgil Ivan Pedretti.


Anziani e dintorni

BASILICATA: CALO DEMOGRAFICO, AUMENTO POPOLAZIONE ANZIANA, POLITICHE ABITATIVE INADEGUATE. I DATI DELLA RICERCA SPI CGIL E AUSER
Sostenere l’invecchiamento attivo, le politiche abitative e i servizi alla persona che consentano la permanenza a casa degli anziani, anche non autosufficienti. È lo scopo dello Spi Cgil e dell’Auser che a Potenza hanno presentato la ricerca nazionale “Il diritto di invecchiare a casa propria – problemi e prospettive della domiciliarità”, un quadro di riferimento generale sul tema specifico della “domiciliarità”, vista dalla grande maggioranza delle persone anziane come la scelta più naturale al punto da considerarla una sorta di “diritto irrinunciabile”.  La pubblicazione è stata illustrata dal curatore Claudio Falasca, alla presenza del membro della presidenza nazionale Auser Lorenzo Mazzoli, della segreteria nazionale Spi Cgil Mina Cilloni, dei segretari generali Cgil Basilicata Angelo Summa e Spi Cgil Basilicata Nicola Allegretti e della presidente Auser Basilicata Sara Ulivi. In Basilicata il tema della domiciliarità in inserisce in quadro demografico preoccupante. La popolazione regionale tra il 2011 e il 2017 è diminuita dell’1,3%, con una popolazione anziana regionale cresciuta del 7,5%. A fronte di un numero di anziani con limitazioni funzionali che cresce del 3,2%, il numero di indennità di accompagnamento riconosciute cresce solo dello 0,3%.
Chi si prende cura degli anziani lucani? La ricerca dimostra che tra il 2011 e il 2017 si riduce il numero delle colf (-12,3%) e cresce quello delle badanti (+11,7%) soprattutto donne di nazionalità non italiana. Se dovesse confermarsi questo trend nel tempo, nel 2065 l’indice di capacità di rinnovo dei caregiver familiari si ridurrà della metà, passando dall’attuale 1,4 allo 0,7. In questo contesto è di 47 euro la spesa pro capite dei Comuni per interventi e servizi sociali per anziani mentre sono 17,5 i posti letto per mille anziani residenti in regione nei presidi socio sanitari e socio assistenziali, occupati per il 66,7% da donne, di cui il 68,2% non autosufficienti. La situazione è drammatica per gli anziani che vivono nelle proprie abitazioni: in Basilicata sono 26.828 le abitazioni con anziani soli spesso senza ascensore, per non parlare delle cattive condizioni stradali (35%), la difficoltà di parcheggio (13,5%), la scarsa illuminazione stradale (11,4%), le difficoltà di collegamento con i mezzi pubblici (11,2%).
L’Auser e lo Spi Cgil chiedono da tempo una legge organica nazionale sulla non autosufficienza e sull’invecchiamento attivo che includa un Piano nazionale per la domiciliarità, rivendicato unitariamente da anni dalle confederazioni sindacali con la presentazione al Parlamento nel 2006 delle firme raccolte per la proposta di legge di iniziativa popolare; il riconoscimento della domiciliarità come diritto della persona e del lavoro di cura familiare che va affrontato seriamente insieme al tema del badantato, l’applicazione dei principi contenuti nella “Carta europea dei diritti e delle responsabilità degli anziani bisognosi di assistenza e di cure a lungo termine”; la creazione di una rete di servizi di prossimità territoriale per la domiciliarità, garantendo un sistema di servizi a livello di territorio/quartiere in grado di garantire all’anziano una continuità di cura adeguata alle sue condizioni; un intervento sulla qualità abitativa e sulle politiche di nuova urbanizzazione delle città e del paese; maggiori risorse per la domiciliarità.
Fonte: basilicata24.it


Associazionismo Volontariato Terzo Settore

RAI TGR E FORUM DEL TERZO SETTORE INSIEME PER RACCONTARE IL PAESE E RAFFORZARE LA COESIONE SOCIALE
Grazie alla collaborazione con la TGR, nata con il contributo di Responsabilità Sociale Rai, una volta a settimana ciascuna regione racconterà una storia di impegno sociale e di cambiamento.
Il primo appuntamento è per mercoledì 23 ottobre con la redazione della TGR del Veneto.
Il Terzo settore continua a crescere: 6 milioni di volontari, 844.775 dipendenti e oltre 350mila organizzazioni presenti sul territorio. È l’unico comparto del nostro Paese che registra rilevanti segnali di sviluppo. Una crescita che non fa bene solo all’economia, ma che crea e rinsalda sempre di più la coesione sociale e i legami di fiducia tra i cittadini.
“Il Terzo settore italiano è una grande risorsa silenziosa che ha bisogno di essere raccontata e conosciuta – dichiara la Portavoce del Forum Claudia Fiaschi – Per questo abbiamo trovato nella TGR Rai un grande alleato per dare voce alle tante esperienze ed iniziative che contraddistinguono l’impegno delle organizzazioni, dei tanti volontari e di tutti gli operatori del settore.”
Il Terzo settore è infatti capace di mettere in campo le risposte concrete per combattere la povertà e le diseguaglianze e per accompagnare il cambiamento, immaginando soluzioni innovative, positive e creative che coinvolgano e mettano in relazione diversi attori delle comunità. In poche parole produce molti fatti che spesso non diventano notizie.
Fonte: Forum Terzo Settore


Agenzia d’Informazione a cura dell’Ufficio Stampa di  Auser Nazionale.
Via Nizza 154 00198 Roma tel. 06/84407725 fax 06/8440.7777
ufficiostampa@auser.it    www.auser.it

 

Tags:
Categorie articolo:
Agenzia d'informazione AUSER

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MENU