Area riservata

Agenzia di informazione Auser – Anno 22 numero 33 – 25 settembre 2019

Scritto da
25 settembre 2019
testata_agenzia

Agenzia settimanale – Anno 22 numero 33 – mercoledì 25 settembre 2019
Agenzia Auser è un servizio d’informazione dell’Auser Nazionale.
Viene inviata via E-mail. E’ inoltre visibile sul sito internet www.auser.it


Auserinforma

INVECCHIAMENTO ATTIVO: ITALIA E TURCHIA IN UN PROGETTO DI SCAMBIO E COLLABORAZIONE
Una delegazione turca proveniente da Ankara è stata ospite di Auser Nazionale per due giorni di workshop sul tema dell’invecchiamento attivo.
L’incontro rientra nel programma del progetto europeo “Cooperation among CSOs for elderly perople” “Cooperazione tra Organizzazioni della Società Civile per gli anziani”  promosso dalla Fondazione Giacomo Brodolini di cui Auser è partner. La Fondazione Brodolini  è un ente che si occupa di politiche sociali e ha sede sia in Italia che in Turchia. Il progetto è parte di un bando che ha l’obiettivo di promuovere la cooperazione fra enti della società civile in Turchia e nell’Unione Europea.  Nello specifico il progetto intende favorire gli scambi bilaterali e la cooperazione fra enti in Turchia e in Italia attivi nel campo degli anziani. Il progetto ha la durata di 15 mesi, da aprile 2019 a giugno 2020.
In una prima fase si farà uno studio generale del contesto europeo e stessa cosa dai partner in Turchia sul tema dell’invecchiamento attivo. Ad Auser viene affidata una parte di indagine sul contesto italiano, e di presentazione di buone pratiche. Il risultato di queste indagini sono due report sui contesti rispettivamente turco e italiano, che includeranno uno sguardo generale alle politiche europee, gli obiettivi fissati da queste e un’analisi del sistema dei servizi dedicati agli anziani in entrambi i paesi, il ruolo delle organizzazioni della società civile e le buone pratiche sia livello europeo che nei due paesi; 2 workshop di presentazione di questi report in Turchia e in Italia.
Hanno partecipato al workshop a Roma anche Abitare e Anziani,  rappresentanti di Ada, Anteas e Comunità di Sant’Egidio.
Al termine del progetto verranno prodotte delle “raccomandazioni” al livello europeo sulla promozione di attività per l’invecchiamento attivo e verrà redatto un piano di collaborazione per gli enti di entrambi i paesi.

FOGGIA, INTITOLATA A MATTEO DI CANDIA, VITTIMA INNOCENTE DI MAFIA LA SEDE DELL’AUSER
Vent’anni fa, il 21 settembre 1999, un agguato mafioso  in un bar del centro di Foggia, rimase ucciso accidentalmente Matteo Di Candia, una delle tante vittime innocenti di mafia. L’uomo, da poco pensionato, si trovava in quel bar casualmente, quando venne raggiunto dai proiettili, destinati ad un altro bersaglio. Qualcuno commentò il tragico episodio affermando che la povera vittima si era trovata nel posto sbagliato nel momento sbagliato. Ma “non esiste un posto sbagliato o un momento sbagliato per le persone vittime delle mafie: al posto sbagliato ci sono sempre i mafiosi.”
Questa frase si legge nella targa che il 21 settembre 2019, in occasione del ventesimo anniversario di quell’efferato episodio, è stata apposta dall’Auser di Foggia nella sede di via Libera 38, che nell’occasione è stata intitolata a Matteo Di Candia.
L’intitolazione della sala ha avuto luogo  nel corso di un incontro promosso dall’Auser e dal presidio  di Libera  Foggia con inizio alle ore 18.30. Dopo gli interventi di Cesira Tartaglia e Federica Bianchi, rispettivamente per l’Auser e per Libera, Francesca Capone e Raffaele De Seneen hanno ricordato  tragico 21 settembre di vent’anni fa, e la figura di Matteo Di Candia.
La manifestazione si è conclusa con un momento musicale organizzato da Maria Francavilla, direttrice del coro Auser.

REGGIO EMILIA: UNA COPERTA CI UNISCE
Auser Provinciale Reggio Emilia e Caritas diocesana di Reggio Emilia-Guastalla hanno avviato insieme un progetto chiamato “Una coperta ci unisce”. L’iniziativa, che ha come scopo il contrasto alla povertà, l’accoglienza e il coinvolgimento della cittadinanza, vede protagoniste le volontarie dei filòs Auser di Reggio Emilia e provincia e le volontarie delle Caritas parrocchiali, che da marzo scorso sono impegnate nella realizzazione di coperte di lana. I manufatti vengono creati con materiale usato offerto da privati e rimanenze di magazzini aziendali. Le coperte completano la dotazione dei beni di conforto nei luoghi messi a disposizione da Caritas per cittadini in difficoltà e senza fissa dimora.
“Una coperta ci unisce” ha anche l’obiettivo di incoraggiare un dibattito culturale sui temi del rispetto delle diversità e delle vulnerabilità, attraverso anche l’organizzazione di incontri nelle scuole e di eventi informativi pubblici. Il primo dei quali avrà luogo a Reggio Emilia giovedì 17 ottobre prossimo e vedrà la presenza, fra gli altri, del presidente nazionale Auser Enzo Costa.
Tra i Centri Auser che hanno preso parte a questo progetto vi sono Auser Reggio Emilia e il Filos Gerra, Auser Cavriago, Auser Cadelbosco Sopra, Auser Carpineti e Auser Gattatico.

GENOVA, PER UNA GRANDE ETA’ ATTIVA, SEMINARIO UISP E AUSER LIGURIA SULL’ATTIVITA’ FISICA PER GLI ANZIANI
E’ ormai un’evidenza scientifica che praticare attività fisica, a qualsiasi età, sia una efficace forma di prevenzione. Non è solo un sostitutivo a qualche farmaco, è anche star bene, uscire di casa, frequentare altre persone, migliorare le relazioni sociali. Sempre più anziani chiedono di poter
praticare un’attività fisica adeguata e il mondo dello sport di cittadinanza deve essere in grado di fornire risposte di alta qualità.
E’ da queste premesse che Auser Liguria, Uniauser Genova e UISP Liguria e UISP DO hanno deciso di mettere in comune le proprie esperienze e competenze per organizzare un momento di studio che, partendo dai temi generali e specifici della grande età, sia in grado di valorizzare le
positive esperienze fatte, alla luce di una più consapevole teoria dei bisogni riferita a questo segmento di età. Per queste ragioni i prossimi 5 e 6 ottobre si terrà un Seminario a Genova. L’obiettivo del seminario di studio è duplice: da una parte consentire agli operatori UISP che svolgono la propria attività con gli anziani, di acquisire elementi strategici sull’invecchiamento;
dall’altra ai responsabili dei Centri Auser, di verificare direttamente la validità delle attività motorie, per farsene promotori, nei confronti dei soci del proprio Centro.

MACERATA, UN RICONOSCIMENTO PER I RIFUGIATI VOLONTARI NEGLI ORTI SOCIALI
Sono sette i giovani, provenienti da Mali e Senegal e  beneficiari di protezione internazionale, inseriti nel progetto di accoglienza ex SPRAR ora SIPROIMI “MaceratAccoglie” che nei giorni scorsi  hanno ricevuto dalle mani del sindaco di Macerata Romano Carancini gli attestati per le attività di volontariato che hanno prestato negli orti sociali gestititi dall’Auser.
“Si tratta di un progetto importante di inclusione – ha detto l’assessore alle Politiche sociali Marika Marcolini in apertura – e il contesto degli orti è stata una buona occasione per far arrivare la realtà dello SPRAR positivamente all’interno della città. La scelta si è rivelata vincente perché i ragazzi hanno partecipato attivamente e hanno sviluppato contatti interpersonali importanti. Ringrazio i partner che ci hanno accompagnato in questo percorso e spero – ha detto rivolgendosi ai giovani volontari – che tutto quello che avete vissuto vi porti a una esperienza lavorativa concreta.”
L’attività portata avanti dai sette giovani, con l’obiettivo di promuovere l’inclusione sociale e favorire le relazioni personali e le abilità comunicative attraverso il lavoro manuale di gestione dell’orto condiviso, in stretta collaborazione con le persone già coinvolte nella gestione degli spazi verdi, è stata realizzata nel contesto dell’intervento “A mano a mano”, sotto la supervisione del volontario dell’Auser, Renzo Seghetta, che ha affiancato i ragazzi nei lavori di giardinaggio e nella manutenzione e cura del verde. Il percorso di volontariato intrapreso dai giovani è stata anche un’occasione di formazione relativa a tematiche ambientali e alimentari.
“Penso che seppur piccola, questa esperienza debba considerarsi una testimonianza di coraggio – ha affermato il sindaco Romano Carancini – La vostra esperienza umana può essere un modello rispetto a come ci si possa integrare in maniera realistica tra la gente anche se tra mille difficoltà. Costruire insieme al Gus e all’Auser la possibilità di realizzare un’esperienza di inclusione è bella e forte e voi ne siete l’esempio concreto. Vi ringrazio per quello che avete fatto sia per voi stessi sia per la comunità. Il progetto che abbiamo messo in campo ha bisogno di generosità, come quella delle associazioni, in questo caso l’Auser, ed è stato un piccolo esempio di buone pratiche comuni che però può essere ampliato.”
Fonte: marchenews24.it

MANTOVA: CONDOMINI SOLIDALI, UN ESEMPIO DA SEGUIRE
Nei giorni scorsi a Mantova si è svolto il  convegno “Esperienze di condomini solidali”. Il tutto nasce da un’applicazione sperimentale della legge regionale che prevede l’attivazione di percorsi di accompagnamento sociale ai destinatari di alloggi pubblici. Una sperimentazione che è sfociata anche in un libro dal titolo “Abitare e vivere nella società complessa”, edito da Franco Angeli, realizzato in collaborazione con l’Università di Brescia e cofinanziato da Fondazione Comunità Mantovana. Il progetto, scattato nell’ottobre del 2018, ha riguardato gli alloggi comunali di via Volta (103 appartamenti) e del Palazzo del Mago (84). In totale circa 350 persone. Tra i progetti, l’apertura di sportelli di vicinato, laboratori per bambini e anziani, feste e momenti conviviali. Appuntamenti che hanno visto la presenza di mediatori sociali, educatori professionali e volontari. I residenti hanno potuto richiedere assistenza per pratiche o sono stati aiutati nella gestione del bilancio familiare grazie a un accordo con l’associazione Agape. Con il progetto “Filo d’argento”, da ottobre gli anziani potranno richiedere un apparecchio tecnologico che permetterà loro, attraverso il televisore, di parlare via Skype tra loro o con parenti e volontari.«I residenti chiedono sicurezza, rispetto dei luoghi comuni, pulizia – spiega Edoardo Chiribella di Auser, capofila del progetto – Questa iniziativa, che è la continuazione di una precedente voluta dal Comune e finanziata da Fondazione Cariverona, ha visto il coinvolgimento di più enti in una cabina di regia che ha tenuto riunioni mensili». Oltre ad Auser, il progetto, finanziato da Regione Lombardia, ha avuto come attori Arci Virgilio, Arci Fuzzy e Trasporto protetto Città di Mantova. Fanno parte della rete anche Comune di Mantova, il corso di laurea in Educazione professionale dell’Università di Brescia, Csv Lombardia Sud e Aster.«Questo cambio di passo segna una maggiore presenza dell’amministrazione comunale nei condomini – aggiunge l’assessore alla Casa del Comune, Nicola Martinelli – una fase di ascolto e l’attivazione delle persone che vivono in quegli spazi. La gestione sociale è il futuro. Dobbiamo capire i bisogni delle persone e cercare risposte con un processo partecipativo. Senza dimenticare che ogni condominio è diverso da un altro». La sperimentazione è stata seguita dall’Università di Brescia. «Credo che il progetto di Mantova si proponga come modello adattabile anche in altre città», ha sottolineato la referente Chiara Mortari.
Fonte: Gazzetta di Mantova

LARINO (SB), PER NON DIMENTICARE CHI DIMENTICA. QUALI SERVIZI PER I MALATI DI ALZHEIMER IN MOLISE?
Il 30 settembre a Larino alle ore 17.00 presso la Sala Fredda iniziativa pubblica organizzata da Auser Molise e Auser Larino per discutere dei servizi in Molise per i malati affetti da demenza. Ne discutono Daniela Bassi presidente di Auser Larino, Dante Leva presidente Auser Molise, Giuseppe Puchetti sindaco di Larino, Mino Dentizzi geriatra, Nicola Modugno neurologo, Angela Benigni psicologa, Giuliano Maglieri ingegnere, Laura Caradonio avvocato. Conclude i lavori Lorenzo Mazzoli della presidenza di Auser nazionale.

AUSER VITERBO LANCIA IL CONCORSO “UNA BAMBINA RIMASTA SCONOSCIUTA”
In Piazza Gramsci a Viterbo una lapide ricorda che in quel luogo l’8 giugno 1944, soldati tedeschi in ritirata trucidarono tre persone. Due erano uomini, cittadini viterbesi: di loro la lapide riporta il nome. La terza era “una donna – dice la lapide – rimasta sconosciuta”. Nessuno ha mai saputo chi fosse. Di lei è certo solo l’epilogo tragico, analogo a quello di migliaia di donne rimaste sconosciute. Da cinque anni Auser Viterbo commemora l’evento per ricordare tragedie dimenticate e a monito di tragedie attuali. Nel 2016 e nel 2017 ha  organizzato un concorso, centrato sull’episodio del ‘44, rivolto agli studenti degli istituti superiori. Il secondo era rivolto alle donne migranti perché raccontassero  sofferenze e tragedie di donne rimaste sconosciute, vittime di violenze belliche o in fuga.
Nel 2018, con il contributo di Auser Nazionale, è stato presentato il libro che raccoglie le opere pervenute. Nel 2019 tema del concorso è stato “Una anziana rimasta sconosciuta: dare e ricevere cura e amore”.
Per il 2020 Auser Viterbo propone  una nuova edizione del concorso dal titolo: “Una Bambina rimasta sconosciuta”. Il concorso prevede tre sezioni due (una grafica e una letteraria) rivolto alle bambine e bambini delle IV° e V° elementari della provincia di Viterbo, la terza (di poesia) rivolta a tutti i maggiorenni residenti in Italia.
I partecipanti devono presentare un’opera che abbia ad argomento una bambina che rimane sconosciuta a sé stessa e/o agli altri nelle situazioni, reali o fantastiche, di cui è fatto il suo mondo.
Il termine di presentazione delle opere è il 4 maggio 2020 e la premiazione è prevista il 3 giugno 2020.
Per info: auserviterbo.it

MIRA (VE), TRIANGOLARE FEMMINILE DI RUGBY PER IL PROGETTO TACI
Domenica 29 settembre alle ore 15,30 presso il campo rugby di Mira (Venezia) Via Oberdan si terrà il triangolare femminile di rugby inserito nel progetto TACI della Regione Veneto. Le squadre aderenti – Rugby Riviera 1975, Rugby Mirano e Rugby Silea – scenderanno in campo insieme ad Auser Regionale Veneto per supportare il progetto “T.A.C.I. – Teatro, Arte, Cultura, Inclusione contro la violenza sulle donne”.  Terzo tempo alle ore 18,00. L’evento è gratuito e aperto a tutti.
Il progetto “TACI – Teatro, Arte, Cultura, Inclusione contro la violenza sulle donne è promosso da AUSER Veneto, in collaborazione con la ricca rete di circoli territoriali dell’Associazione ed è finanziato, con risorse  del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, dalla Regione del Veneto che lo ha giudicato il miglior progetto su scala regionale.
TACI vuole contribuire a costruire una nuova cultura del rispetto, della condivisione e della qualità nelle relazioni tra uomini e donne.

GIORNATA MONDIALE ALZHEIMER, A FIDENZA (PR) TUTTI IN MARCIA PER “RICORDARE IL CAMMINO DELLA VITA”
Sabato 28  settembre tutti in marcia per “Ricordare il cammino della vita”, la settima edizione della camminata ricreativa non competitiva organizzata dall’AUSL, in collaborazione con Gruppo Sostegno Alzheimer e Auser  in occasione della Giornata mondiale Alzheimer.
Anche quest’anno l’obiettivo è informare la comunità sul morbo di Alzheimer, forma più comune di demenza, una malattia cronica e degenerativa che causa danni al cervello. Oggi, non esiste una cura per guarire, ma una mirata terapia farmacologica e interventi riabilitativi mirati possono rallentarne il decorso. Per questo è importante la diagnosi precoce, per questo è necessario sensibilizzare tutti, su prevenzione, sintomi e servizi disponibili.
Sabato 28 settembre, il ritrovo è al Centro disturbi cognitivi “Elda Scaramuzza”, in via don Tincati 5 a Vaio,  alle 9. La partecipazione è gratuita ed aperta anche ai meno allenati: è previsto infatti un percorso breve di 5 Km e uno più lungo di 8,5.
La mattinata si conclude alle 12 con un aperitivo offerto ai partecipanti e con  la premiazione del concorso d’arte e fotografia “Ricordare il cammino della vita attraverso i cibi e i sapori della tradizione i luoghi della propria storia” a cui hanno partecipato ospiti e operatori dei servizi socio-assistenziali (centri diurni e case residenziali anziani) del distretto di Fidenza.
Fonte: parmareport.it

TRANI, APERTE LE ISCRIZIONI PER IL CONCORSO “POESIA IN AZIONE”
Auser Rosa di Trani presenta la terza edizione del concorso “Poesia in azione”: tema di questa edizione “Il volontariato…relazione d’aiuto tra esseri umani”.
Il “Premio Poesia in azione” consiste nella realizzazione di un elaborato in forma di poesia libera, poesia in rima o filastrocca con un massimo di 200 parole. L’elaborato potrà essere scritto, a scelta dell’autore, in lingua italiana o in vernacolo tranese. Per partecipare c’è tempo fino al 15 novembre 2019.
Per tutte le informazioni: 0883-507000

LETOJANNI (ME), AUSER RIPARTE DA UNA DONNA
Carmela Di Bella è la nuova presidente di Auser Letojanni (ME). L’associazione siciliana ha deciso di puntare sulle pari opportunità nella composizione dei vari organi sociali e ricordando le positive esperienze del passato, dalla messinscena di spettacoli teatrali ai viaggi per conoscere posti nuovi, dagli incontri ai cicli di lezioni su svariati argomenti, ha l’obiettivo  di rilanciare le nuove attività, accogliendo anche altre adesioni.
Fonte: Gazzetta del Sud

IMPERIA, AL VIA IL PROGRAMMA CULTURALE DELL’UNIVERSITÀ POPOLARE  DELL’ETÀ LIBERA AUSER 2019/2020
Venerdì 11 ottobre alle ore 15,30, riprende l’attività dell’Università Popolare  e dell’Età Libera di Imperia con un ricco programma che comprende anche il Corso di scrittura creativa tenuto, come sempre, dalle Insegnanti Franca Natta e Mariella Rossi. Una iniziativa nata quasi per gioco 16 anni fa e che ha ormai profonde radici richiamando un pubblico attento e numeroso.
Venerdì 27 settembre 2019 alle ore 15,30  presentazione del libro “Cose di casa nostra… ed altro “ frutto del sedicesimo Corso (2018-2019) di scrittura creativa tenuto dalle Insegnanti Franca Natta e Mariella Rossi.
Giovedì 3 ottobre alle ore 14,30 si aprirà la tradizionale stagione danzante, a seguire ogni giovedì sino a maggio 2020.
Venerdì 4 ottobre alle ore 15,00   la “Grande lotteria “ un pomeriggio con un duplice scopo: divertirsi e raccogliere fondi per poter proseguire l’indispensabile attività di accompagnamento sociale per gli anziani soli e fragili che da anni l’Associazione svolge.

GUSSOLA (CR), ARRIVA IL DOPOSCUOLA PER I BAMBINI: AMMINISTRAZIONE, AUSER E GIOVANI INSIEME
Il Comune di Gussola ha attivato un nuovo servizio  rivolto alle famiglie: un   doposcuola per i bambini della scuola primaria con momenti di supporto allo studio e attività di gioco e intrattenimento.  Il progetto, realizzato da un gruppo di giovani volontari di Gussola, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale e supportati quotidianamente dai nonni volontari dell’Auser, è stato presentato nei giorni scorsi presso il Centro ricreativo anziani Giuseppina Anselmi di Via Mazzini n. 17 ed è stata pure l’occasione per potersi iscrivere.

TORINO, INCONTRO SULLA COSTITUZIONE
Mercoledì 2 ottobre 2019 alle ore 15,30 in corso Belgio 91,Auser provinciale di Torino nell’ambito del progetto sperimentale di educazione alla cittadinanza  “Cittadini si diventa”, organizza un incontro pubblico con il costituzionalista Mario Dogliani. Al centro dell’incontro il senso e il significato della nostra Costituzione, fonte di diritti inviolabili e di doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale.

REGGIO EMILIA: LIBERALIZZAZIONI E RISPARMI, COSA FARE. MESE INFORMATIVO A CURA DI AUSER , SPI CGIL E FEDERCONSUMATORI
Da luglio 2020 il mercato dell’energia elettrica e del gas cambierà radicalmente e per sempre.
Come? Per affrontare la novità in maniera informata e consapevole, evitando eventuali truffe e tutelando il risparmio, Federconsumatori, Auser e Spi Cgil  affrontano il tema con una serie di incontri pubblici. Per tutto il mese di ottobre in varie località della provincia di Reggio Emilia incontri e conferenze pubbliche. Si comincia il 2 ottobre a Campegine dove si parlerà di telefonia, il 9 ottobre a Novellara si parlerà di energia e liberalizzazione.
Per maggiori info contattare lo Spi o la Federconsumatori ai numero 0522/457211 0522/433171.

PERUGIA, MERENDA FAVOLOSA CON I NONNI CHE RACCONTANO LE STORIE
Sarà una “Merenda favolosa” quella che i nonni di Auser Perugia e Media Valle del Tevere offriranno venerdì 27 settembre, raccontando storie fantastiche. Appuntamento alle ore 17.00, presso il centro socio culturale Europa 93 di Ponte Valleceppi a Perugia.

LODI, ARRIVA LA “COPPA DEL NONNO” PER CHI SI IMPEGNA NEL SOCIALE
L’Auser di Lodi, in accordo con Unitre – Università della Terza Età, presenta un progetto rivolto ai nonni che si svilupperà tra 2019 e 2020. In tutti i Comuni in cui è presente, Auser si impegna a istituire un riconoscimento, la “Coppa del Nonno”, da assegnare a un nonno che si è distinta nel campo famigliare o sociale. Si partirà il 2 ottobre.
Fonte: Il Giorno

LIMOSANO (CB), UN INCONTRO SU ALIMENTAZIONE E IMPATTO AMBIENTALE
Il prossimo 26 settembre si terrà a Limosano (CB) un incontro pubblico sul tema “L’impatto ambientale alla base di una sana alimentazione”  organizzato dall’Auser regionale Molise in collaborazione con il circolo locale dell’associazione.  All’incontro, che si terrà alle 17.45 presso l’aula consiliare del comune in piazza Vittorio Emanuele, interverranno il dottor Fulvio Fusco, esperto in educazione alimentare, Gino Donatelli, presidente del circolo Auser di Limosano, e Dante Leva, presidente regionale Auser.

CAMPI BISENZIO (FI), TORNA “IL TEMPO RITROVATO”
Primo incontro mercoledì  25 settembre de “Il Tempo ritrovato”, ciclo di iniziative promosse dall’Auser a Campi Bisenzio (FI). A Villa Montalvo alle 16 si terrà l’incontro dal titolo “La musica che unisce i popoli” a cura di Massimo Barsotti. L’ingresso è libero.
Fonte: piananotizie.it

VALLE MOSSO (BI), IN SALUTE CON LA GINNASTICA DOLCE
Con la fine dell’estate, ripartono le attività invernali dell’Auser Volontariato Vallestrona. Come il corso di ginnastica dolce alla palestra comunale delle scuole di Valle Mosso (BI), nel comune di Valdilana. I corsi si terranno il martedì e il venerdì, dalle 17.30 alle 18.30, a partire dal 1° ottobre, in modo gratuito e riservato ai soli tesserati Auser.
Fonte: newsbiella.it

LEGNANO (MI), IL PREMIO “TERESA MERLO” ALL’AUSER FILO ROSA
L’associazione “Filo Rosa Auser” è stata premiata a Villa Jucker, lo scorso sabato 21 settembre, con la consegna del premio “Teresa Merlo. Una vita, un’attività per il prossimo”, riconoscimento  assegnato a quanti, persone e istituzioni, si dedicano gli altri con particolari meriti.
Teresa Merlo è stata figura di riferimento nel volontariato femminile, ha assistito per molti anni gli ammalati, ma non è la sola ad essersi distinta nel legnanese per il suo impegno nel sociale; infatti, come ha ricordato il presidente di Famiglia Legnanese Gianfranco Bonomi, «la nostra città è un’eccellenza nel volontariato, per questo motivo da ventotto anni viene assegnato il premio Teresa Merlo alle associazioni benefiche attive sul territorio».
«L’associazione Filo Rosa Auser si occupa anzitutto di ascoltare, poi di assistere le donne che subiscono violenza in ambito domestico. – ha spiegato Silvana Mandelli, componente dell’associazione -Molto spesso infatti le donne hanno bisogno di essere ascoltate e capite, per poter chiarire loro le idee sul tipo di violenza subita». «E’ infatti diversa la violenza in ambito familiare, rispetto a quella che viene subita da uno sconosciuto -ha poi aggiunto la presidente di Filo Rosa Auser, Loredana Serraglia- perché all’interno delle mura domestiche è implicito anche un coinvolgimento emotivo, per questo le donne spesso scambiano la violenza con l’amore. Noi le aiutiamo a capire, anche attraverso forme di prevenzione, i campanelli d’allarme che identificano una relazione malata».
Per poter offrire assistenza e supporto alle donne, l’associazione si serve di molti professionisti, come psicologi, avvocati, consuler e della collaborazione di altri settori come la polizia o gli enti sanitari, per poter garantire un’assistenza a 360 gradi. Alla serata hanno presenziato anche Maria Luisa, figlia di Teresa Merlo, la nipote della volontaria, Susanna.
Fonte: legnanonews.com


 Dal Sindacato

CGIL: LANDINI, ASSIEME A STUDENTI, LAVORATORI E PENSIONATI PER IL TERZO SCIOPERO GLOBALE PER IL CLIMA
Venerdì 27 settembre ore 14, in occasione dello sciopero globale per il clima, il segretario generale della Cgil terrà un’assemblea con i lavoratori dell’aeroporto di Fiumicino.
“La Cgil sostiene la lotta dei giovani per la difesa dell’ambiente e contro il riscaldamento climatico. Per questo il 27 settembre saremo nei luoghi di lavoro per le assemblee con le lavoratrici e i lavoratori, e in piazza insieme agli studenti”. Così il segretario generale della Cgil Maurizio Landini annuncia, con un videoappello, la partecipazione del sindacato alla ‘Settimana per il futuro’, e al terzo sciopero globale per il clima del 27 settembre.
La Cgil con i lavoratori, gli studenti e i pensionati, parteciperà ai numerosi cortei che si terranno in tante città italiane, alle iniziative pubbliche e alle assemblee nei luoghi di lavoro. Venerdì prossimo alle ore 14, il segretario generale della Cgil terrà un’assemblea, organizzata dal coordinamento di sito, con i lavoratori e le lavoratrici dell’aeroporto di Fiumicino.
“Difendere l’ambiente significa lavoro di qualità, significa – spiega il leader della Cgil – cambiare il modo di produrre e quindi di lavorare. Questo processo di trasformazione è molto importante e deve essere al centro delle scelte politiche di tutti i Paesi”. “È necessario battersi uniti per ottenere un cambiamento vero, è una battaglia dura – conclude Landini –  ma saremo capaci insieme di vincerla”.
Per visualizzare il videoappello clicca qui

IL SEGRETARIO GENERALE DELLO SPI CGIL IVAN PEDRETTI SCRIVE AI RAGAZZI CHE MANIFESTANO PER IL CLIMA
“Cari ragazzi e care ragazze, la vostra mobilitazione, la vostra determinazione e la vostra capacità di reazione ci stanno aprendo gli occhi su quella che dovrebbe essere considerata la più grande delle emergenze mondiali”. Comincia così la video lettera di Ivan Pedretti indirizzata ai tantissimi studenti che in Italia e nel mondo si stanno mobilitando per l’ambiente e che scenderanno in piazza il prossimo 27 settembre.
“Noi adulti abbiamo troppo a lungo e colpevolmente derubricato la questione ambientale, ritenendo indistruttibile e eterno il nostro pianeta. Oggi sappiamo che non è così e che siamo tutti chiamati a fare la propria parte. La casa è in fiamme. È arrivato il momento di ripararla, di rinforzarla e di proteggerla perché non bruci ancora e perché torni ad essere un luogo accogliente dove vivere. Cari ragazzi e care ragazze, il futuro è nelle vostre mani. Il mondo è nelle vostre mani. Noi però non vogliamo né possiamo restare a guardare. Quando eravamo giovani abbiamo rivoluzionato la scuola, contestato le nostre famiglie, combattuto il terrorismo, preteso e conquistato diritti civili e nel lavoro, costruito da zero lo Stato sociale. Sappiamo che cosa significa sognare un mondo migliore e combattere per realizzarlo. Per questo siamo e saremo sempre al vostro fianco in questa battaglia. Continuate così perché avete ragioni da vendere. Ci vediamo il 27 settembre in piazza!”
Il video della lettera sul profilo di Pedretti.


Anziani e dintorni

REGIONE TOSCANA PREMIATA PER L’INNOVAZIONE NELL’INVECCHIAMENTO ATTIVO
La Regione Toscana verrà ufficialmente premiata tra le migliori organizzazioni europee (Reference site) nell’ambito del “Partenariato europeo per l’innovazione a supporto dell’invecchiamento attivo e in buona salute (European Innovation Partnership on Active and Healthy Ageing – EIP on AHA – https://ec.europa.eu/eip/ageing/news/77-regional-and-local-organisations-are-awarded-reference-site-status-results-2019-call_en).
La cerimonia di premiazione si terrà il  25 settembre, durante il Summit europeo sull’implementazione delle soluzioni digitali più intelligenti e pratiche per l’invecchiamento sano e attivo (European Summit on “Smarter practical implementation of digital solutions to enhance active and healthy living”),  che si svolgerà dal 23 al 25 settembre ad Aahrus in Danimarca: Active Assisted Living (AAL) Forum (www.aalforum.eu). Nel corso del Summit saranno esaminate le modalità attraverso cui la tecnologia digitale può migliorare il futuro dell’assistenza sanitaria rivolta agli anziani in Europa e in Italia.
“In Toscana si invecchia bene, e questo riconoscimento della Commissione Europea è una conferma – sottolinea l’assessore al diritto alla salute e al sociale Stefania Saccardi – Nella nostra regione vivono quasi un milione di ultrasessantacinquenni, di cui più di mille ultracentenari (in grande maggioranza donne). La maggior parte di loro sono attivi e rappresentano una risorsa per la società, altri sono in condizioni di salute tali da richiedere cure e assistenza a vari livelli”.
L’ Active Assisted Living Programme: Ageing well in a digital world (www.aal-europe.eu), lanciato nel 2012 dalla Commissione europea come iniziativa pilota volta ad affrontare la sfida dell’invecchiamento della popolazione, è un programma di finanziamento che mira a creare una migliore qualità della vita per le persone anziane, introducendo e implementando l’utilizzo della tecnologia digitale al servizio dei bisogni degli anziani e della loro buona salute. Alla Regione Toscana è stato riconosciuto lo status di Reference Site (Sito di riferimento) nell’ambito del Partenariato dal 2016. Da allora la Regione ha assunto il ruolo di interfaccia operativa tra la Commissione europea e la dimensione regionale per l’implementazione delle linee strategiche della EIP (European Innovation Partnership) on AHA (Active and Healthy Ageing). Lo status di “Sito di riferimento” è riconosciuto a quelle organizzazioni che hanno mostrato eccellenza nell’adozione, nello sviluppo e nel potenziamento di pratiche innovative per l’invecchiamento attivo ed in buona salute.  Complessivamente sono 77 le organizzazioni regionali e locali europee che si sono candidate alla posizione di Reference site: Italia, Danimarca, Polonia, UK, Francia, Grecia, Paesi Bassi, Finlandia, Spagna, Croazia, Ucraina, Germania, Belgio, Austria, Cipro, Portogallo, Norvegia, Svezia, Lettonia, Slovenia, Repubblica Ceca.
Fonte: regione.toscana.it


Associazionismo Volontariato Terzo Settore

I VOLONTARI “FOLLI” CHE PENSANO DIVERSO. A TRENTO LA XIX CONFERENZA DI CSVNET
È dedicata alla “follia del volontari” la XIX conferenza di CSVnet, prevista a Trento dal 3 al 6 ottobre 2019. Un titolo sicuramente provocatorio, che è seguito da tre esortazioni altrettanto forti: “Pensare diverso, donare se stessi, cambiare il futuro”.
È su questo sfondo che per quattro intense giornate gli oltre 300 delegati dei Csv italiani, a loro volta dirigenti di enti del terzo settore a livello locale e nazionale, discuteranno in varie sessioni plenaria e parallele. Lo faranno a partire da un breve testo introduttivo:  “I volontari sono una contraddizione vivente nella società fondata sul tornaconto materiale. Il dono gratuito del proprio tempo, delle proprie capacità, delle proprie idee costituisce un’eccezione alla regola? Oppure è da considerare parte costitutiva del nostro modello di cittadinanza? Certamente i volontari testimoniano un’alternativa per tutti ad una vita rinunciataria, difensiva, egoistica. Milioni di persone in Italia – tante ma non abbastanza – si ‘ostinano’ in questa pratica di solidarietà. Attraverso innumerevoli gesti, il volontariato alimenta la fiducia nelle relazioni, rende più sostenibile la quotidianità, cambia le comunità nel tempo presente ed in quello futuro”.
La nota si conclude chiarendo gli obiettivi di maggior peso dell’appuntamento trentino: mettere al centro del dibattito “le ragioni profonde dell’essere volontari, ma soprattutto la sua dimensione educativa e trasformativa”; analizzare “quanto è forte, oggi, la capacità del volontariato organizzato di costruire alleanze, di ‘contaminare’ le politiche, di incidere sulla qualità della vita nei territori”;  e approfondire, come sempre, questioni cruciali per “dare nuovo vigore alla presenza dei Centri di servizio, chiamati a interpretare bisogni sempre più complessi e mutevoli per assolvere al loro ruolo di sostegno ad ogni forma di impegno volontario”.
Per info: www.csvnet.it


Agenzia d’Informazione a cura dell’Ufficio Stampa di  Auser Nazionale.
Via Nizza 154 00198 Roma tel. 06/84407725 fax 06/8440.7777
ufficiostampa@auser.it    www.auser.it

Categorie articolo:
Agenzia d'informazione AUSER

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MENU