Area riservata

Agenzia di informazione Auser – Anno 22 numero 23 – 19 giugno 2019

Scritto da
19 giugno 2019
testata_agenzia

Agenzia settimanale – Anno 22 numero 23– mercoledì 19 giugno 2019
Agenzia Auser è un servizio d’informazione dell’Auser Nazionale.
Viene inviata via E-mail. E’ inoltre visibile sul sito internet www.auser.it


Auserinforma

RAVENNA, UN PIANO PER L’ESTATE
A Ravenna gli over 65 sono 39.303 secondo i dati del Comune aggiornati al 31 agosto 2018, tra cui 16.903 uomini e 22.400 donne. Si stima, tra l’altro, che circa un terzo di questi anziani viva da solo: le famiglie unipersonali di ultrasessantenni, sempre secondo il Comune, al 31 dicembre 2017 erano 13.832. Persone che spesso non ne incontrano altre anche nell’arco di giorni e qui entra in gioco l’Auser. «L’Ausl ci fornisce un elenco di anziani che vivono soli o che sono segnalati dai medici di Medicina di base – spiega Mirella Rossi, presidente di Auser Ravenna -. Noi, grazie alla nostra addetta, tra metà giugno e metà agosto li chiamiamo e cerchiamo di instaurare con loro un dialogo e diamo dei consigli. Tra questi quelli di bere e di non uscire negli orari assolati. Molti ci chiedono se richiamiamo ancora e circa 250 persone le sentiamo con cadenza settimanale». Non solo, ci sono servizi attivati annualmente dall’associazione impegnata nell’invecchiamento attivo degli anziani che durante il periodo estivo vengono potenziati. «Come tutti gli anni, rispetto a solitudini e caldo – continua Rossi -, potenziamo servizi quali ‘Pronto Farmaco’ che vede il coinvolgimento di dodici fra autisti e persone che stanno in ufficio. Il servizio prevede il ritiro della ricetta, l’acquisto dei medicinali in farmacia e la consegna a domicilio. Il tutto prenotando al numero 0544.482616, presso il punto d’ascolto e coordinamento di via Maggiore 120 a Ravenna, attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 11.30, dove le richieste vengono raccolte e smistate tra i volontari». Poi c’è l’ausilio alla spesa che vede il coinvolgimento di una quindicina di volontari e che, come spiega Rossi, «da metà giugno ad agosto vede l’inserimento di due volontari in più. I volontari, in questo caso, raccogliere le ordinazioni, effettuano le spese e le consegnano a domicilio e in estate arriviamo anche a sette o dieci spese in più a settimana». Per le ordinazioni si può chiamare il numero 347.1403756 dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 11. Per gli anziani che cercano compagnia o un po’ di refrigerio, infine, l’Auser ha un centro a Casal Borsetti dove è previsto un servizio di scambio di libri e si organizzano vari eventi; Marina di Ravenna; Savarna dove sono presenti ambulatori medici e si organizzano tornei di carte e trebbi alla sera. Infine, Sant’Alberto con gli spazi nella casa della salute.
Fonte: Il Resto del Carlino

TRANI, APERTI PER FERIE
Sabato 22 giugno alle ore 19,30 presso il Centro Polivalente di Villa Guastamacchia di Trani verrà presentato il programma della terza edizione di intrattenimento estivo “Aperti per Ferie”.
La serata sarà allietata dall’animatore Vittorio Cassinesi; dal gruppo teatrale “Gli SPI…ritosi” diretto dal maestro Marco Pilone; dal coro “Cantiamo Insieme “ diretto dal maestro Umberto Dionisio; dal gruppo di ballo “Ballando con Donata”.  Ingresso libero.

BOLZANO, PIANO CONTRO LE ONDATE DI CALORE
Anche quest’anno Comune di Bolzano, Assb e una rete di associazioni hanno definito un piano di intervento per le persone anziane durante le ondate di calore estive. L’estate può portare infatti qualche difficoltà che, oltre al caldo, può essere aggravata dalla discontinuità dei riferimenti famigliari e sociali. Tra gli interventi anche l’attivazione del numero Emergenza Anziani 366 588 90 66 per essere orientati in caso si sia alla ricerca di un po’ di refrigerio nelle torride giornate estive. Nel caso in cui le temperature dovessero dunque farsi torride, il Centro di degenza Villa Europa in via Milano 147 mette a disposizione locali e spazi climatizzati. Saranno organizzate anche iniziative d’intrattenimento e vi sarà la possibilità di consumare il pasto di mezzogiorno (servizio a pagamento) e di essere idratati adeguatamente. A Villa Europa i servizi offerti saranno attivati tutti i giorni solo in presenza di ondate di calore, certificate di livello 2, di cui verrà data comunicazione a mezzo stampa il giorno precedente al verificarsi dell’evento. Il numero di telefono Emergenza Anziani a cui rivolgersi anche per utilizzare un servizio di trasporto gratuito da e per Villa Europa, gestito in collaborazione con la Croce Rossa è sempre il 366 588 90 66. Riferimento rimane in ogni caso il medico di famiglia o, in caso di urgenza, il 112. Come spiega il direttore dei servizi residenziali e semi residenziali di ASSB Matteo Faifer diverse associazioni cittadine mettono a disposizione durante il periodo estivo (15 giugno – 15 settembre) locali climatizzati e attività di intrattenimento. Le associazioni che aderiscono sono: ADA via Torino 70, Tel. 0471 92 30 75 (dalle 8.30 alle 12.30; escluso sabato e domenica); C lub della Visitazione , locali climatizzati presso Regina Pacis, Tel. 339 2019766; e Centro AUSER , piazza Don Bosco 1/A, Tel. 0471 20 05 88 (sala climatizzata 8.30-12.30 – 14.30-18.00; escluso il sabato e la domenica).
Fonte: Alto Adige

PADOVA, IL PIANO CONTRO L’AFA
Salgono le temperature e il Comune di Padova fa scattare il piano caldo rivolto soprattutto ai cittadini anziani. Il settore Servizi sociali ha realizzato un volantino con tutte le informazioni utili per affrontare i mesi più caldi, distribuito nei centri servizi territoriali, nei consigli di quartiere, nell’Urp del Comune e dell’azienda ospedaliera, nei distretti Ulss e nelle farmacie comunali. Il pieghevole è disponibile anche on line.
Oltre ai consigli su come affrontare il caldo, il volantino di palazzo Moroni offre una serie di contatti per richiedere aiuto (Auser, Telefono Amico, Centro di Ascolto Padova Nord, Lions, Casa del Sole, Associazione amici di San Camillo, Progetto Teleadozioni degli Anziani) e indica alcuni luoghi freschi in cui ritrovarsi, come i centri sociali per anziani presenti nei quartieri e i parchi, in particolare il parco Treves in zona Pontecorvo.
Per quel che riguarda il parco Treves, l’acceso è gratuito nell’orario di apertura, da giugno a settembre dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18 dall’ingresso di via Cesare Battisti o da luglio anche da via B. d’Alviano (zona Pontecorvo). Lunedì chiuso.
Nel pieghevole sono indicati anche i centri diurni per anziani autosufficienti e non. Parte integrante della pubblicazione sono alcuni consigli pratici per evitare problemi di salute legati alle alte temperature. Per gli over 65 dal primo luglio al 31 agosto è possibile usufruire anche di ingressi agevolati in piscina al centro sportivo Plebiscito, al centro sportivo 2000 e alla Padovanuoto. Tra i servizi offerti agli over 65 anche la possibilità di ricevere, senza costi aggiuntivi, la spesa a domicilio con la collaborazione di Ascom e di Confesercenti.
Fonte: Il Gazzettino

FOLIGNO (PG), SOGGIORNI CLIMATICI CONTRO IL CALDO
Il Comune e il distretto sanitario dell’Usl Umbria 2, visto il perdurare dell’emergenza calore, hanno reso note una serie di raccomandazioni alla popolazione, soprattutto a bambini e anziani, per ridurne gli effetti nocivi sulla salute. Uscire di casa nelle ore meno calde della giornata, indossare indumenti leggeri, di cotone o lino, proteggere la testa dal sole diretto e gli occhi con occhiali da sole, bere molti liquidi, mangiare molta frutta e verdura, non bere alcolici, fare pasti leggeri, porre attenzione alla conservazione degli alimenti, conservare correttamente i farmaci, sono alcune delle semplici regole descritte nel manuale “Estate Sicura” del ministero della salute, pubblicato sul sito dell’Usl Umbria 2. Il Comune, inoltre, ha messo a disposizione degli anziani soggiorni per tutto l’arco della giornata in due strutture, dove è possibile usufruire dei servizi presenti, compresi i pasti: Casa Serena ex Onpi e Residenza Servita Ex Cur di via dei Monasteri. Per necessità legate ai trasporti nelle due strutture e per altre esigenze legate alla mobilità è possibile contattare l’Auser Foligno al numero 800 995988 o 0742 353179.
Fonte: Corriere dell’Umbria

CENTRO RICREATIVO E-STATE INSIEME A STAGNO LOMBARDO (CR)
Da lunedì 1 luglio a venerdì 2 agosto, ripartirà il Centro Ricreativo E-State Insieme organizzato da Auser Unipop Cremona in collaborazione con il Comune di Stagno Lombardo (CR) e la Cooperativa Sentiero. L’iniziativa rientra nel progetto triennale “ I nonni come fattore di potenziamento delle comunità a sostegno delle fragilità territoriali”, selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto alla povertà educativa minorile, attraverso il progetto locale Crescere Insieme che vede coinvolta  Auser Unipop Cremona nella realizzazione di una serie di iniziative ed eventi nell’ambito dei comuni dell’Unione Civitas Fluvialis e Pieve d’Olmi.
Il centro Ricreativo E-State Insieme è rivolto ai bambini dai 3 agli 11 anni e si svolgerà dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 16.30, presso la scuola elementare “G. Moro” del Comune di Stagno Lombardo. Il Centro ricreativo dispone dell’impiego di educatrici, docenti Auser Unipop Cremona e volontari Auser a supporto di tutte le attività in programma.
La proposta è ricca  e stimolante: ci saranno  laboratori di orto, danza, forneria, decorazione carta, lingua inglese, sartoria e propedeutica allo sport con la maestra Monia Castelli per il Judo e il Maestro Bia per il Karate, ma non mancheranno il Freesbe e il calcio. Inoltre, quest’anno sono previste tre uscite presso Cremona Arena, al lunedì mattina e cinque uscite, al venerdì, presso il Cral – Aziende Sanitarie Cremonesi.
Una volta alla settimana ci sarà il laboratorio di formaggio realizzato dall’Agriturismo Cascina Lago Oscuro e i laboratori di cucina realizzati in parte dalle Nonne di Stagno Lombardo e in parte dall’associazione Filera Corta Solidale.
Giovedì 27 giugno alle ore 20:30 presso la Sala del Consiglio Comunale di Stagno Lombardo ci sarà una riunione degli organizzatori rivolta a tutti i genitori dei bambini iscritti al centro ricreativo.
Per maggiori informazioni e per poter effettuare l’iscrizione è possibile rivolgersi alla Segreteria di Auser Unipop Cremona in via Brescia, 207 e che ha dei nuovi orari di segreteria: lunedì/martedì/giovedì 10.00-13.00/14.00-18.00, mercoledì (orario continuato) 10.00-16.00 e venerdì 10.00-13.00, tel. 0372/448678, email: unipop.cremona@auser.lombardia

CONFERENZA DI ORGANIZZAZIONE DI AUSER UMBRIA: AVANTI SU ALFABETIZZAZIONE DIGITALE E INVECCHIAMENTO ATTIVO, APPROVATO ALL’UNANIMITÀ IL NUOVO STATUTO DELL’ASSOCIAZIONE
Contribuire alla costruzione di un welfare di comunità, per una sussidiarietà ricca di partecipazione e solidale: è questo il messaggio emerso dalla Conferenza di Organizzazione regionale di Auser Umbria che si à tenuta a Perugia il 13 giugno. L’Auser conta in Umbria circa 8mila soci. Sono intervenuti tra gli altri Fabio Paparelli, presidente della Regione Umbria, Edi Cicchi, per il Comune di Perugia, e Lorenzo Mazzoli, membro della presidenza di Auser nazionale. La conferenza è stata occasione per fare il punto sulle attività svolte da Auser in Umbria e sui prossimi impegni dell’associazione. “Alfabetizzazione informatica per le persone anziane, invecchiamento attivo, promozione della salute, sostegno alle famiglie fragili grazie ai nostri nonni di comunità, università della terza età, turismo sociale, contrasto alla violenza sulle donne anziane e naturalmente il nostro filo d’argento: questi sono i filoni sui quali anche nei prossimi mesi la nostra associazione intende muoversi ed intensificare il suo impegno – spiega Tiziana Ciabucchi, presidente di Auser Umbria – Abbiamo accolto quindi con soddisfazione il riconoscimento che il presidente Paparelli ha voluto farci rispetto ai progetti portati avanti. Ora siamo pronti ad accettare nuove sfide per un futuro di diritti e partecipazione degli anziani e dei cittadini tutti”.
Al termine dei lavori della conferenza è stato votato e approvato all’unanimità il nuovo statuto dell’associazione, che prevede importanti novità sul fronte organizzativo, con la costruzione di una vera e propria rete del volontariato, che riunirà dentro Auser le tante realtà territoriali, a partire dai circoli socioculturali, che sono impegnati sul fronte della promozione dell’invecchiamento attivo.

LA DIGITALIZZAZIONE DEGLI ATTI GIUDIZIARI E LA MEMORIA DELLE STRAGI: IL 24 GIUGNO SI RACCONTA L’ESPERIENZA REALIZZATA A BOLOGNA
Dalla conservazione della memoria al servizio della giurisdizione: lunedì 24 giugno, alle ore 18.30, alla Sala delle Colonne di Palazzo Pizzardi, in via Farini 2, si parlerà di “Digitalizzazione degli atti giudiziari” e dell’esperienza realizzata a Bologna.
1.018 faldoni e oltre 86 scatole per un totale di 190 metri lineari per oltre un milione di immagini: a seguito del protocollo d’intesa fra il Tribunale di Bologna e l’Archivio di Stato di Bologna in data 6 dicembre 2011, è stato realizzato il progetto volto alla conservazione della memoria dei gravi fatti di terrorismo e di eversione, giudicati dalla Corte d’Assise, che nel corso degli anni hanno segnato la città. Tra questi, i più noti riguardano la strage della Stazione di Bologna del 2 agosto 1980 e l’attentato al treno Italicus.
A occuparsi della catalogazione e digitalizzare di tutti questi documenti è stato un gruppo di volontari dell’Auser di Bologna, coordinati da un funzionario della Corte d’Assise.
L’integrale riproduzione su supporto digitale è stata necessaria per preservare gli originali, per consentire una più agevole consultazione dei documenti e per poterli raffrontare con quelli di altri processi celebrati presso altre sedi giudiziarie, accessibili sempre mediante strumenti informatici.
Masse documentali enormi nelle quali è stato necessario orientarsi con una specifica indicizzazione ben organizzata, realizzata grazie alla collaborazione tra Tribunale e Archivio di Stato. L’attività ha richiesto una scrupolosa attenzione nell’apertura fascicoli, pulizia da graffette e punti metallici, recupero dei fogli maggiormente usurati tramite nuova fotocopia, passaggio allo scanner e ricomposizione del fascicolo.
Per info: auserbologna.it

FIOCCO AZZURRO ALL’AUSER DI EMPOLI (FI)
La giovane  presidente di Auser Filo d’Argento di Empoli Camilla Cerbone lo scorso 16 giugno ha dato alla luce un bel maschietto a cui è stato dato il nome Leonardo. Tutta l’Auser si associa agli auguri dell’Auser territoriale Empolese Val D’Elsa ed invia vivissimi rallegramenti ai genitori ed un affettuoso abbraccio al piccolo Leonardo “che in futuro farà sicuramente parte della nostra grande famiglia” ha sottolineato la presidente territoriale Daniela Tinghi.

SIENA, FESTA E GIOCHI CON I NONNI DI COMUNITA’
Sono nonni speciali i Nonni di Comunità, volontari Auser che stanno dando una grande mano a famiglie e bambini in tanti territori del nostro paese. E’ la magia di un progetto interregionale che vede protagoniste la Toscana insieme a Lombardia, Umbria e Basilicata. Giovedì scorso si è svolta Siena presso la sede Auser una grande festa  che ha coinvolto i nonni volontari, i bambini, i genitori e gli educatori. Ruba bandiera  e tiro alla fune, sono stati alcuni dei momenti di gioco condiviso insieme per poi concludere con una ricca merenda. “Abbiamo fornito il nostro apporto, fatto di esperienza, affetto e coinvolgimento emotivo ai piccoli dell’Agnoletti sempre in pieno accordo con le maestre e in coordinamento con il comune – ha detto la responsabile Auser Simonetta Pellegrini –  Approfitto dell’occasione per ringraziare Erminia Ficorilli responsabile dei progetti educativi delle scuole dell’infanzia e l’assessore all’istruzione Clio Biondi Santi”.
Fonte: nove.firenze.it

RICHIEDENTI ASILO NEGLI ORTI AUSER. MACERATA CELEBRA LA GIORNATA  MONDIALE DEL RIFUGIATO
“Una terra fiorisce perché nutrita da tante mani, tradizioni e popoli” è lo slogan che accompagna l’iniziativa del Comune di Macerata per la Giornata mondiale del Rifugiato 2019 promossa in collaborazione con il Gus, l’Auser provinciale, il Centro di ascolto e di prima accoglienza della Caritas, l’ufficio SPRAR/Siproimi e Macerata Musei.
La Giornata Mondiale del Rifugiato si celebra il 20 giugno ed è stata istituita dall’ Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 4 dicembre 2000 in vista del cinquantennale della convenzione di Ginevra relativa allo status di rifugiato (1951). Prima di allora era ricordata solo in alcuni Paesi africani. Nel 2001 l’Organizzazione per l’Unità Africana (OUA) accettò che la giornata mondiale coincidesse con quella africana, celebrata il 20 giugno. L’iniziativa di Macerata, organizzata dell’assessorato alle Politiche sociali del Comune per celebrare la Giornata del Rifugiato, nasce dal progetto A mano a mano che vede i ragazzi inseriti in MaceratAccoglie quali volontari negli orti comunali per anziani grazie alla collaborazione e alla supervisione dell’Auser. L’iniziativa è in programma giovedì 20 giugno, alle 17, nella sede degli Orti comunali in contrada Fontezucca. Durante l’incontro saranno illustrati il progetto A mano a mano e Viaggio in Città con gli interventi del sindaco Romano Carancini, dell’assessore alle Politiche sociali Marika Marcolini, del presidente dell’Auser provinciale Antonio Marcucci, della coordinatrice del Gus per il progetto MaceratAccoglie Gabriella Di Giovanni e la referente del Comune per Orti per gli anziani, Elena Gironella. Al termine, merenda condivisa con i prodotti genuini dell’orto a cui è invitata tutta la città. Prosegue intanto fino al 27 giugno, nei Musei civici di Palazzo Buonaccorsi, la mostra didattica Mani che parlano progetto che attraverso l’arte apre spazi alle diversità e finalizzato a favorire l’integrazione, l’inclusione e il dialogo tra realtà culturalmente molto diverse.

SAN SEVERO (FG), NONNI E NIPOTI ATTORI PER UN GIORNO
Nonni e nipoti attori per un giorno per il primo esperimento teatrale intergenerazionale promosso dall’Associazione Auser San Severo (FG) e dal sindacato Spi Cgil. Un progetto sperimentale finalizzato a rafforzare il capitale relazionale e accrescere la coesione sociale. In questa prospettiva è stato un successo lo spettacolo teatrale realizzato presso l’auditorium dell’Istituto “Trot ta” di corso Gramsci 78. Protagonisti della serata gli alunni della classe 5^G della scuola primaria “Pazienza” con la collaborazione di alcuni nonni. Sul palco del piccolo teatro sono stati rappresentati due spettacoli: “I fantasmi sfortunati” di Gianni Rodari e la fiaba “Il pifferaio magico”. Il laboratorio che nelle scorse settimane ha visto collaborare alcuni pensionati della città con i ragazzi della scuola coinvolta dal progetto, è stato promosso con l’obiettivo di promuovere un incontro intergenerazionale capace di creare socializzazione, rete di relazioni e uno scambio di esperienze emotive. «Il teatro – spiega Michele Monaco, animatore dell’esperimento sociale -, produce connessioni affettive ed emotive capaci di produrre partecipazione e benessere. Un’esperienza quindi che valorizza l’identità, l’appartenenza e l’autostima sia degli anziani che dei giovanissimi». Il laboratorio realizzato per la prima volta in città, infatti, ha consentito ai protagonisti di cimentarsi con l’uso creativo ed espressivo del corpo, della voce e dello sguardo. «In un clima giocoso – conclude Monaco -, durante le prove dello spettacolo, abbiamo dato vita ad un percorso terapeutico che ha visto le paure e le angosce di alcuni scomparire attraverso la relazione e la rete di condivisione con gli altri. Un divertimento collettivo dove tutti, pensionati e bambini, si sono confrontati con i testi scelti per la rappresentazione, consapevoli di essere all’interno di una storia precisa, con delle sequenze e una morale precisa. Infatti, senza bisogno di recitare un copione si è lasciato libero sfogo all’interpretazione personale».
Fonte: La Gazzetta del Mezzogiorno

PIACENZA, NUOVO EMPORIO SOLIDALE. AUSER COINVOLTA NEL PROGETTO
Aprirà ufficialmente il prossimo  18 luglio l’emporio solidale di via Primo Maggio a Piacenza ma nel frattempo la parte destinata ai mobili è già partita: nel concreto significa che già da ora qualsiasi piacentino può andare a dare un’occhiata all’allestimento di mobili in “vetrina” e con un’offerta portarsi a casa il suppellettile ma soprattutto aiutare l’emporio. Le famiglie in temporanea difficoltà, segnalate attraverso i servizi sociali del Comune, Croce Rossa, Auser e Caritas, che rappresentano invece l’utenza a cui si rivolge l’Emporio alimentare potranno iniziare a usufruire del servizio dal 18 luglio. Nel frattempo nel magazzino in via Primo Maggio stanno già stoccate circa sei tonnellate di viveri: è il frutto della raccolta alimentare effettuata qualche settimana fa in diversi supermercati coi volontari di Svep (che si occuperà anche dell’amministrazione della struttura, ndc) come capofila e delle altre associazioni che a vario titolo partecipano all’avventura dell’Emporio. Decine di scatole stanno accatastate in un’enorme stanza della struttura che già a grandi linee anche all’interno si rivela per come sarà: un’area dedicata all’accoglienza a cui le famiglie potranno rivolgersi per poi accedere all’emporio vero e proprio che nelle prossime settimane sarà arredato con gli scaffali e le corsie come qualsiasi supermercato. Le famiglie avranno a disposizione una specie di carta di credito con cui potranno rifornirsi; non parliamo di nuclei familiari che si trovano in “fascia nera”, ma nella cosiddetta “fascia grigia”, ossia in situazioni di difficoltà temporanee. Già completamente allestita è invece l’area destinata all’esposizione dei mobili che sono stati donati e rimessi a posto: in questo caso i piacentini possono venire a curiosare già da ora e aiutare con un’offerta le realtà dell’emporio.
Fonte: La Libertà

LEGNANO (MI), 25ESIMA EDIZIONE DEI GIOCHI DI LIBERETA’
Al via la 25esima edizione “Giochi di LiberEtà” al Circolone di Legnano (MI). Alle 15 di martedì 18 giugno verranno esposte pitture e foto realizzate dagli associati. Poi, andrà in scena il recital di poesie e racconti con Anna prada e le animazioni di Luca Turconi. Per l’occasione saranno premiati i vincitori dell’edizione 2019.
Fonte: legnanonews.com

EMPOLI (FI), MUSICA E BALLI PER LA FESTA DEI PENSIONATI
Sabato 22 giugno a Empoli (FI) si festeggeranno coloro che hanno terminato il percorso lavorativo con la ‘Festa dei Pensionati del Centro Storico di Empoli’. L’evento è organizzato da CGIL Sindacato Pensionati Italiani e Auser filo d’argento Empoli. Il centro dei festeggiamenti sarà il Palazzo delle Esposizioni, arricchito da un rinfresco per tutti i partecipanti, dalla musica e dai balli in pista con Sandro e Valentina in pedana. Interverrà l’Amministrazione Comunale, il Segretario del Sindacato Pensionati Italiani CGIL Empoli e l’associazione Auser.
Fonte: gonews.it

SCARPERIA E SAN PIERO (FI), UN ANNO DI PEDIBUS
Compie un anno il “Pedibus” a Scarperia, nato dalla collaborazione fra Consulta dei genitori, Comune, Scuola e Auser.
Il servizio funziona come un vero autobus a piedi, con un suo itinerario, degli orari e fermate precise e stabilite. I bambini si fanno trovare alla fermata per loro più comoda indossando una pettorina ad alta visibilità. Il Pedibus è sotto la responsabilità di uno o due adulti “autisti” che “guidano” i bambini fino a scuola.
Dopo la sperimentazione della primavera 2018, il pedibus è diventato ufficiale e operativo durante tutto l’anno scolastico 2018-19. A Scarperia sono attualmente sono attive due linee per tre percorsi: Linea Gialla e Linea Blu. Hanno usufruito del Pedibus 17 bambini “guidati” da ben 9 volontari che si sono alternati durante tutto l’anno.
Per info e iscrizioni Sorina (presidente della consulta dei genitori) 328.2581858.
Fonte: ilfilo.net

SAN GIMIGNANO (SI), UNA NUOVA AUTO PER FESTEGGIARE IL TRENTENNALE
L’Auser di S.Gimignano (SI)  in occasione del trentennale di fondazione si è regalata una nuova auto per il trasporto sociale: una QUBO FIAT che sarà inaugurata la prossima domenica 23 giugno alle ore 12 in piazza del Duomo con la benedizione da parte del Parroco Don Mauro Fusi e il taglio del nastro tricolore da parte del Sindaco Andrea Marrucci.

CAMPAGNOLA EMILIA (RE), BORSE DI STUDIO AUSER
Auser Reggio Emilia ha consegnato nei giorni scorsi tre borse di studio di 500 euro l’una ai ragazzi della scuola media di Campagnola Emilia. Il premio donato da Auser a tre studenti delle sezioni terze – 3^A, 3^B, 3^C – ha un particolare valore, poiché, oltre a sostenere economicamente i ragazzi e le loro famiglie, suggella un legame intergenerazionale fra volontariato e scuole che da anni è presente sul territorio. I ragazzi e le ragazze, per ringraziare Auser, hanno voluto dedicare una presentazione in PowerPoint all’associazione. Gli attestati di merito e le borse di studio sono stati consegnati ai ragazzi, due ragazze e un ragazzo, dalla Vicepresidente di Auser Provinciale Vera Romiti, dal Presidente del Centro Auser comunale di Campagnola Emilia e dal Sindaco.
Per info: auserreggioemilia.it


Anziani e dintorni

BOLOGNA, PROSPETTIVE PER LA SALUTE DELLA POPOLAZIONE ANZIANA. PRESENTAZIONE RAPPORTO OSSERVATORIO LONG TERM CARE
Mercoledì 26 giugno 2019 si terrà a Bologna dalle 9 alle 13,30  il seminario “Prospettive per la salute della popolazione anziana. Presentazione del Rapporto Osservatorio Long Term care  e scenari locali: abitare, economia, servizi “. L’appuntamento è presso la Cappella Farnese, palazzo d’Accursio, piazza Maggiore 6, Bologna.
Fitta d’interventi la giornata di lavoro, alle ore 10 è prevista la presentazione del Rapporto a cura del Cergas SDA Università Bocconi. Alle ore 11,20 intervento di Gabriele Danesi di Auser Abitare Solidale sul tema “il patrimonio abitativo degli anziani come risorsa per il welfare”. Segue una Tavola Rotonda a cui partecipano rappresentanti di Confindustria, Legacoop, Acer, Spi Cgil, Cna, Ausl.
La partecipazione è gratuita, previa iscrizione all’indirizzo: ufficiononautosufficienza@comune.bologna.it  (posti disponibili 130).  Il Rapporto OASI è  curato annualmente dal Cergas/Bocconi (Centro di Ricerche sulla Gestione dell’Assistenza Sanitaria e Sociale).
Per informazioni: Flavia Saraceni, 051 2195916

SANT’EGIDIO: PARTE LA VACANZA SOLIDALE #SANTEGIDIOSUMMER
Parte la vacanza alternativa di chi sceglie di passare una o più settimane insieme a chi non avrebbe avuto la possibilità di farlo. E dimostra che esiste un’Italia generosa e solidale. Perché anche l’estate – e non solo l’inverno per il freddo – è per molti poveri un momento difficile: il caldo intenso, la diminuzione delle occasioni di incontro nelle città che si svuotano, i servizi ridotti, accentuano l’isolamento e divengono un vero fattore di rischio anche per la salute di molti tra loro. Soprattutto per i più fragili, l’estate non è sinonimo di vacanza, ma di solitudine. Un fenomeno in crescita, che riguarda soprattutto gli anziani, considerando che sono milioni gli italiani over 65 che non si allontanano da casa nemmeno per un giorno durante i mesi estivi.
Per questo, durante l’estate, in tutte le città italiane dove è presente, la Comunità di Sant’Egidio non interrompe la sua presenza accanto ai poveri, mantenendo aperte le mense e i centri di aiuto, ma propone anche delle vere e proprie vacanze con chi accompagna durante tutto l’anno: una settimana al lago, al mare, in collina, in montagna, in modo autogestito e autofinanziato. Un’occasione non solo per allontanarsi dal caldo delle città ma anche per uscire dalla solitudine, incontrare gli altri e far crescere l’amicizia. Si tratta di una vera e propria vacanza: i volontari, giovani e adulti, a volte con le loro famiglie, trascorrono questi giorni con i bambini delle Scuole della Pace (minori in difficoltà delle periferie), gli anziani, le persone con disabilità, i senza dimora e i migranti, tra i quali anche alcuni venuti con i corridoi umanitari.
A queste iniziative si affianca, tra la fine di luglio e inizio di settembre, la Summer School of Peace, che coinvolgerà in attività di sostegno scolastico ed educativo 80 bambini rom di Roma, passo fondamentale per la loro inclusione sociale, resa possibile grazie a una rete di centinaia giovani di tutta Italia che si alterneranno durante le vacanze.
Infine decine di studenti universitari di varie città italiane trascorreranno alcune settimane in Africa, impegnati in missioni di solidarietà, nell’ambito del programma DREAM per la cura dell’AIDS e delle distribuzioni di aiuti alle popolazioni del Malawi e del Mozambico, colpite il marzo scorso dal ciclone Idai.
Per info: www.santegidio.org


 Associazionismo Volontariato Terzo Settore


I MONUMENTI DI QUATTRO GRANDI CITTÀ ITALIANE SI ILLUMINANO DI BLU PER LA GIORNATA MONDIALE DEL RIFUGIATO
Il 20 giugno i monumenti simbolo di quattro città italiane, Bologna, Firenze, Napoli e Torino, si illumineranno con il logo dell’UNHCR per la Giornata Mondiale del Rifugiato, appuntamento annuale voluto dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla condizione di oltre 70 milioni di rifugiati, richiedenti asilo e sfollati nel mondo.
Nella notte del 20 giugno, Porta San Niccolò a Bologna, Palazzo del Podestà a Firenze, il Maschio Angioino a Napoli e la Mole Antonelliana a Torino verranno illuminati di blu in un gesto di vicinanza con tutte le persone che, costrette a fuggire da guerre e persecuzioni, hanno lasciato i propri affetti, la propria casa e tutto ciò che un tempo era la loro vita per cercare salvezza in un altro paese. L’illuminazione dei monumenti si inserisce nel fitto programma di attività e eventi organizzato da UNHCR Italia in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato per dare visibilità alle espressioni di solidarietà verso i rifugiati, raccogliendo e amplificando la voce di chi accoglie e rafforzando l’incontro tra le comunità locali e i rifugiati ed i richiedenti asilo.
Gli eventi, tutti consultabili sul il sito dedicato www.unhcr.it/withrefugees, ruotano intorno a tre colonne portanti della cultura italiana: arte, musica e gastronomia.

ROMA, PRESENTAZIONE DELLA CAMPAGNA “GIOVANI E FUTURO COMUNE”
Mercoledì 19 giugno a Roma alle  ore 9,30 presso la Fondazione con il Sud
via del Corso 267, si tiene la presentazione dei risultati e lancio della campagna di crowdfunding per la valorizzazione del progetto “Giovani e futuro comune” realizzato in Calabria dall’associazione Goodwill con il sostegno della Fondazione con il Sud e della Fondazione Vodafone. Intervengono: Carlo Borgomeo, Presidente della Fondazione con il Sud; Maria Cristina Ferradini, Consigliere Delegato di Fondazione Vodafone Italia;Francesca Gargiulo, vice Presidente Goodwill; una rappresentanza dei giovani aspiranti imprenditori calabresi.
Giovani&FuturoComune è un percorso di progettazione partecipata ideato da Goodwill e sostenuto dalla Fondazione con il Sud e dalla Fondazione Vodafone Italia.
E’ stato avviato nel 2012 ed è rivolto ai giovani under 18 con l’obiettivo di formare i cittadini e la futura classe dirigente calabrese a partire dai patrimoni più importanti della Calabria: i giovani e i beni comuni, intesi come patrimonio culturale, sociale e ambientale tangibile e intangibile.
Goodwill, agenzia formativa impegnata nella formazione dei giovani sui temi dell’innovazione sociale e dell’imprenditoria digitale è stata creata da Rosaria Adduci, Maria Elia, Francesca Gargiulo, Lucia Moretti e Anna Laura Orrico “5 donne per un unico puzzle”.
Convinte che il cambiamento culturale dovesse attivarsi nelle scuole, laddove le giovani generazioni iniziano a formare il proprio pensiero, hanno sviluppato il loro progetto negli istituti superiori calabresi.
Per info –  ufficio stampa: Paola Scarsi 347 3802307

DIECI PROPOSTE PER LA SALUTE MENTALE
Grande e appassionata partecipazione alle due giorni romana della Conferenza nazionale per la salute mentale. L’iniziativa si è chiusa il 15 giugno con una Dichiarazione e  il lancio di dieci proposte operative. Prevedere da parte del Governo l’obbligo di presentare una Relazione annuale al Parlamento sullo stato dei servizi di salute mentale; aumentare il  finanziamento  per il SSN e una dotazione per la Salute Mentale almeno pari al 5% del Fondo Sanitario Nazionale; inserire,  per la valutazione annuale del rispetto dei Livelli Essenziali di Assistenza; stabilire, a livello nazionale, standard qualitativi, strutturali, organizzativi e quantitativi per l’assistenza nel territorio per la salute mentale; incentivare Centri di Salute Mentale aperti almeno 12 ore al giorno e fino a 24, 7 giorni su 7, ad alta integrazione con i servizi sociali e sanitari, per produrre inclusione e cittadinanza; spostare le risorse dalle residenze di lungo periodo ai servizi domiciliari con progetti di cura personalizzati sostenuti dal budget di salute; prevedere specifiche misure per il contrasto delle “cattive pratiche” che violano i diritti delle persone, in particolare la contenzione e le modalità inappropriate nell’esecuzione dei TSO, con esplicito divieto all’ impiego del taser; impegnare le Università, in particolare le facoltà di medicina, alla formazione di professionisti orientati alla salute mentale di comunità; ricostituire l’Organismo di monitoraggio sul processo di superamento degli Ospedali Psichiatrici Giudiziari (OPG) e sul il rispetto del diritto all’assistenza e alla tutela della salute per le persone autori di reato, in carcere e nel territorio; assicurare la partecipazione dei cittadini che utilizzano i servizi (e dei loro familiari), delle forze sociali e sindacali negli organismi decisionali a tutti i livelli, a partire dal Tavolo istituito con decreto del Ministro della Salute.
Per info: www.conferenzasalutementale.it

LIBERARE LA SPERANZA. L’INCONTRO CON LE PERSONE IN STRADA E IN COMUNITÀ
Il Tavolo Ecclesiale Dipendenze, in occasione della Giornata Internazionale contro l’abuso e il traffico illecito di droghe del 26 giugno, organizza  a Roma presso The Church Palace in via Aurelia 481, dalle ore 10.00 alle 13.00,  il proprio seminario annuale sul tema della speranza.
L’uso smisurato di farmaci e l’assunzione sempre più estesa di droghe sono il sintomo di una società in grave difficoltà che non sa trovare la strada della propria guarigione. Nell’esperienza quotidiana sulla strada, nella condivisione delle storie di molte persone fragili e schiacciate dalla vita, incontriamo tanta disperazione, tanta solitudine.
La vita nelle comunità terapeutiche e nei nostri servizi, però, ci racconta anche un’altra storia, fatta di incontro, di ascolto e soprattutto di relazioni. Attraverso di esse si può riaccendere la speranza.
Nel seminario verranno presentate alcune storie di speranza riaccesa e di vita ritrovata. Su questo tema nel prossimo autunno organizzeremo la seconda edizione dell’Open Day delle Comunità.
Ci si può iscrivere online a questo link


Agenzia d’Informazione a cura dell’Ufficio Stampa di  Auser Nazionale.
Via Nizza 154 00198 Roma tel. 06/84407725 fax 06/8440.7777

ufficiostampa@auser.it    www.auser.it

Tags:
Categorie articolo:
Agenzia d'informazione AUSER

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MENU