Area riservata

Agenzia di informazione Auser – Anno 22 numero 16 – 2 maggio 2019

Scritto da
2 maggio 2019
testata_agenzia

Agenzia settimanale – Anno 22 numero 16– mercoledì 2 maggio 2019
Agenzia Auser è un servizio d’informazione dell’Auser Nazionale.
Viene inviata via E-mail. E’ inoltre visibile sul sito internet www.auser.it


Auserinforma

ROMA, IL 9 E 10 MAGGIO CONFERENZA DI ORGANIZZAZIONE NAZIONALE AUSER. VENERDI’ 10 TAVOLA ROTONDA CON LANDINI E PEDRETTI SUI 30 ANNI DI AUSER
I prossimi 9 e 10 maggio 2019 si terrà a Roma presso il Centro Congresso Frentani in via dei Frentani 4/a, la  Conferenza di Organizzazione Auser alla quale partecipano tutti i componenti dell’Assemblea Nazionale dei Delegati. I lavori avranno inizio giovedì 9 alle ore 10 e termineranno alle ore 14 del 10 maggio. Al centro dei lavori  l’approvazione del nuovo statuto nazionale.
Questa Conferenza di Organizzazione cade nell’anno del Trentennale dell’associazione.  Era infatti  il 5 maggio del 1989 quando l’allora Segretario Generale della  Cgil Bruno Trentin  insieme allo Spi Cgil promuovevano la nascita di Auser  per  dare agli anziani del nostro Paese  nuove  occasioni di protagonismo, partecipazione e pratica della solidarietà.
Il giorno 9 alle ore 10,20 relazione del Presidente Enzo Costa, alle ore 12 comunicazione sull’applicativo unico di Giuseppe Giomo di Gasnet, alle 14,30  comunicazione di Francesca Biasiotti su Auser in Sicurezza, alle ore 16.30 verranno presentati da Claudio Falasca i dati regionali (Lombardia, Toscana, Emilia Romagna, Campania, Sicilia) della ricerca di Auser e Spi Cgil “Il diritto di invecchiare a casa propria”. Alle ore 18 si terrà la premiazione del Concorso Nazionale “Informazione e disinformazione nell’era del Web e dei Social” e la consegna dei Bollini di qualità alle università popolari e ai circoli culturali Auser.
Il 10 maggio alle ore 11 si terrà la Tavola Rotonda “Auser 30 anni di attività ..una sperimentazione concreta” con l’intervento di Maurizio Landini segretario generale della Cgil, Ivan Pedretti segretario generale Spi Cgil. Coordina i lavori il prof. Andrea Volterrani dell’Università Tor Vergata di Roma. Le conclusioni del presidente Enzo Costa sono previste alle ore 12.
Per info: auser.it

MACERATA, TERZA EDIZIONE DEL CONCORSO “ORTO, LE QUATTRO STAGIONI”
L’Auser di Macerata, tramite il proprio settore degli “Orti Sociali”e con il patrocinio dei Comuni di Macerata ed Appignano, ha indetto la terza edizione  del Concorso orti sociali, intitolato “Orto: le 4 Stagioni”. L’obiettivo del Concorso  è quello di proporre l’invecchiamento attivo e l’incontro intergenerazionale. Due mete da perseguire che riescono a dare anche altre risposte positive, come quelle della produzione di alimenti a Km. zero in terreni dove non si usano concimi chimici, diserbanti e, tanto meno, sementi con presenza di OGM. L’incontro intergenerazionale, inoltre, consente di trasmettere antichi saperi e riscoprire i cosiddetti “frutti dimenticati” (sia verdure che frutta). E’ proprio in questa fase di “trasmissione” dei saperi dei nostri nonni e padri alle terze e quarte generazioni che nasce il dialogo e torna in ballo la solidarietà. Con il tema scelto per questa terza Edizione del Concorso: “Orto: le 4 Stagioni” si vuole evidenziare come l’Orto sia sempre in grado di offrire qualche suo prodotto, anche in stagioni difficili come l’Autunno e l’Inverno, quando le temperature rigide rischiano di “gelare” i prodotti ed anche la voglia di lavorarci intorno.
Il concorso è aperto a tutti: singoli, Scuole o Gruppi (non ci sono limiti di età) ed è stato diviso in due sezioni: 1) scritti e 2) disegni e dipinti. Tutti gli elaborati debbono essere inediti. I partecipanti non debbono raccontare solo le esperienze che magari hanno già avuto con gli Orti Sociali, ma possono ampliare il panorama descrivendo il loro rapporto con la terra, o qualche storia che metta in evidenza i valori legati alla coltivazione e all’amicizia; da non trascurare neppure l’aspetto sociale, perché a volte, dall’orto, è giunta anche la possibilità di far fronte alle incertezze sul futuro in presenza di disoccupazione o pensioni ridotte all’osso.
Gli elaborati dovranno pervenire entro lunedì 7 ottobre 2019 presso la sede provinciale dell’Auser di Macerata (Corso Garibaldi, 77 – 62100 Macerata) oppure spediti via mail in formato word o pdf a macerata.auser@marche.cgil.it.
Per ulteriori chiarimenti telefonare al 347.4561453

GLI APPUNTAMENTI DI MAGGIO E GIUGNO CON IL “SALOTTO DELLA STAZIONE”, LE CONFERENZE CON TE’ E PASTICCINI DI AUSER BOLOGNA
Proseguono fino all’estate gli incontri del “Salotto della Stazione”, le conferenze con the e pasticcini promosse dal Gruppo di Borgo Panigale – Reno di Auser Bologna. L’appuntamento è come sempre il giovedì pomeriggio dalle 15 alle 17 nella saletta della stazione di Borgo Panigale, in via Marco Celio 23 (tranne dove diversamente indicato). Giovedì 2 maggio, insieme a Maria Rosa Bedini, si parlerà di Caravaggio, tra genio e sregolatezza, mentre mercoledì 8 maggio si svolgerà la visita guidata sul Caravaggio presso la parrocchia di S. Ruffillo (ritrovo alle ore 9.30 davanti alla Chiesa in via Toscana 146). Giovedì 9 maggio, all’interno del ciclo di incontri “Le piante del benessere”, si parlerà di prevenzione e salute, di spazi aperti e giardini, insieme al dott. Dimitri Zuffa, dell’ASL Città di Bologna.
Si prosegue giovedì 16 maggio, con lo stato dell’arte dei progetti del Quartiere Borgo Panigale – Reno, per rendere i cittadini più informati e consapevoli. Se ne parla insieme a Vincenzo Naldi, presidente del Quartiere Borgo Panigale – Reno.
Giovedì 23 maggio, si parlerà di tutela del clima, dall’economia verde all’ecologia domestica, insieme a Silvia Zamboni, giornalista della rivista “Nuova ecologia”.
Giovedì 30 maggio, giornata di festeggiamenti, per augurare buon compleanno a tutti i soci nati nel secondo trimestre dell’anno, con giochi e animazione musicale a cura di Francesco Piazzati. Infine, giovedì 6 giugno, piccoli esercizi teatrali, giochi di recitazione insieme per liberare la creatività. A cura di Valeria Pancaldi. Gli incontri sono gratuiti e aperti a tutti i soci Auser.
Per info: auserbologna.it

MONCALIERI (TO), LABORATORIO DI CUCINA CON GLI ANZIANI DELL’AUSER
La diffusione di stili alimentari frettolosi e anonimi e l’omologazione dei consumi, rischiano di mettere in crisi le tradizioni gastronomiche culturali. Da queste considerazioni è scaturita l’idea di proporre a giovani italiani e stranieri, studenti e non, residenti sul territorio di Moncalieri, un laboratorio di cucina per cercare di integrare l’approccio nutrizionista con gli aspetti sociali e culturali del cibo che ha una forte valenza affettiva, relazionale ed identitaria, in quanto ad esso sono collegati la memoria storica ed antropologica. Il progetto prevede una parte teorica dal titolo “La salute si costruisce a tavola” con due incontri di due ore cadauno a cura dell’Iiridologo-naturopata, esperto in nutrizione, Valter Giraudo; una parte pratica dal titolo “Pasticciando s’impara” con quattro incontri di due ore ciascuno con gli anziani dell’Auser.
Per info e adesioni: 011-6401703 il martedì, giovedì e venerdì h 09.00-12.00 moncalieri.comunita@comune.moncalieri.to.it
Fonte: torinosud.it

TERNI, NASCE L’ALZHEIMER CAFE’
Nasce a Terni l’Alzheimer Cafè, che verrà ospitato una volta al mese in un locale del centro permettendo a pazienti e familiari di incontrarsi, scambiare esperienze e sostegno. «L’Alzheimer è una patologia in aumento ma a Terni non abbiamo dati certi sulla sua incidenza – spiega Alessandro Rossi, presidente di Auser Terni -. Per avere un quadro chiaro ci saranno d’aiuto le adesioni dei familiari all’Alzheimer Cafè». «Auser – precisa il Cesvol – è al lavoro per attenuare il grado di drammaticità della malattia che ha un impatto devastante anche sulle famiglie. L’Alzheimer Cafè sarà un luogo dove gli anziani con problemi di demenza degenerativa e i loro parenti potranno ritrovarsi in un clima di ‘normalità’, uniti dal consumare insieme, in uno spazio accogliente, un caffè o una bibita e interagire così con altre persone, condividendo esperienze e buone pratiche». «Stiamo raccogliendo le prime adesioni per questa iniziativa che si terrà una volta al mese in un locale del centro. All’Alzheimer Cafè – aggiunge Rossi – collaboreranno specialisti del settore come Rita Bellanca e Luca Pelini». Per aderire all’Alzheimer Cafè si possono contattare lo 0744 496218 e il numero verde del filo d’argento 800995988.
Fonte: La Nazione

PORTULA (BI), UN AUTO PER DAVIDE GRAZIE ALLA LOTTERIA
Una lotteria per acquistare un’auto idonea al trasporto di Davide Campisi, 11 anni di Portula (BI). Il ragazzino è affetto da tetraparesi spastica, una forma di paralisi che coinvolge la muscolatura di tutti e quattro gli arti, e ha bisogno di continue cure. La vettura della sua famiglia per il trasporto di persone con disabilità però non è più funzionante e serve un mezzo nuovo e soprattutto sicuro.
Davide è un ragazzo pieno di vita. Lo sanno bene i volontari dell’Auser Valsessera. «Lo accompagniamo a scuola o negli spostamenti per le cure e ci facciamo anche delle grandi risate, gli piace tanto la musica – spiega il referente Paolo Chioso -. La famiglia di Davide però adesso ha bisogno di un’auto adatta per il trasporto del ragazzo, quella che hanno ormai ha continui problemi al motore».
Da qui l’idea di coinvolgere i Comuni di Portula, Coggiola, Crevacuore, Sostegno, Guardabosone, Postua e Pray, ma anche le associazioni del territorio. La prima iniziativa a prendere piede è stata la lotteria benefica che ha come fine quello di acquistare un mezzo attrezzato che possa facilitare Davide e i suoi genitori negli spostamenti quotidiani. Il ragazzo infatti ha bisogno di seguire una serie di terapie continuative che richiedono cure quotidiane. In alcuni casi ci pensano i volontari dell’Auser, ma anche la famiglia ha spesso bisogno di spostarsi insieme a lui.
Il mezzo è già stato individuato e presto saranno disponibili i biglietti della lotteria «Noi per Davide» nella sede Auser di Pray oltre che in moltissimi esercizi commerciali della valle che si potranno riconoscere perchè esporranno il volantino di Davide.
Fonte: La Stampa

GALLARATE (VA), SENTIAMOCI SICURI IN CASA
Consigli utili per tutelare la propria sicurezza alimentare, quali comportamenti adottare per prevenire incidenti domestici con l’elettricità, il gas, l’acqua, le sostanze chimiche, come evitare le cadute in case, quali regole seguire per effettuare senza pericoli la piccola manutenzione degli impianti domestici.  Sono  alcuni dei contenuti dei due incontri organizzati da Auser Gallarate e Spi Cgil il 9 maggio sulla sicurezza alimentare  e il 23 maggio sulla sicurezza casalinga che si terranno presso la sede dell’Auser in via del Popolo 3.

PAOLA (CS), PRESENTAZIONE DEL LIBRO “MI CHIAMANO FRANCESCO”
Auser Paola con il patrocinio del Comune organizza per il prossimo 5 maggio alle ore 18.00 presso la Sala Rossa del Santuario San Francesco di Paola, la presentazione del libro “Mi chiamano Francesco” di Paolo Alampi. Alla presentazione del romanzo storico seguirà la possibilità di visitare la nuova biblioteca del Santuario.

FUSIGNANO (RA), PREMIAZIONE CONCORSO AUSER “PAROLE A COLORI”
Venerdì 3 maggio alle ore 20.30  presso la sala polivalente Il Granaio a Fusignano, si terrà la premiazione dei vincitori della Terza edizione del Concorso  dell’Auser Parole a colori che verteva sul tema “Comunicare con sentimento”. Il concorso era rivolto agli allievi delle classi seconde e terze delle scuole medie R. Emaldi. Evento organizzato con il contributo di Fondazione Cassa di Risparmio e Banca del Monte di Lugo – Gruppo Crédit Agricole, con la collaborazione di Avis Fusignano, con il Patrocinio del Comune di Fusignano. Dopo la premiazione interverrà l’Ispettore Capo P.S. Giovanni Fontanieri sul tema “Cyber Bullismo e dintorni”.

VOGHERA (PV), DALLA PARTE DEI PIU’ FRAGILI: PRESENTATO IL BILANCIO DELLE ATTIVITA’
20 volontari impegnati con 9 automezzi per servizi di trasporto sociale. In un anno ne sono stati effettuati più di 4800. E’ uno dei dati più importanti emersi dal Bilancio delle attività presentato dall’ultima assemblea di Auser Voghera. Altro fiore all’occhiello la telefonia sociale in entrata e in uscita che occupa una decina di volontari che ogni giorno si alternano negli uffici; ma non mancano le collaborazioni con le scuole con progetti di “alternanza scuola-lavoro” e “sospensioni utili” per l’inserimento in servizi socialmente utili di allievi sospesi per motivi disciplinari. Un’altra menzione speciale alla collaborazione con la cooperativa sociale Finis Terrae per stage formativi e inserimento sociale di migranti, oggi arrivati a quota 6. Non sono mancate, durante il 2018, attività ludico-ricreative come le varie feste per i bambini, il ballo della domenica sera e gli appuntamenti mensili con la Rassegna Auser in jazz che ha ormai varcato i confini della provincia. Poi le feste, i pranzi e le cene nelle diverse ricorrenze e la collaborazione nell’organizzazione di eventi con altre associazioni ed enti. Così come è stata curata la formazione e la mobilità con corsi di vario tipo, dagli scacchi all’uso del cellulare alla pittura, dal pilates ai balli da sala. Passando invece alla programmazione per il 2019, proseguono fino a fine maggio gli ormai storici corsi di ginnastica presso il Centro Sportivo San Vittore, che riprenderanno poi ad ottobre, così come quelli di ballo e di pittura. Tra le iniziative in via di organizzazione troviamo numerose proposte formative con corsi di inglese, di italiano per migranti, di cucina e il laboratorio di riparazione delle biciclette in collaborazione con Finis Terrae. Un occhio di riguardo a due nuovi settori di interesse: la promozione della salute e il turismo sociale; riguardo quest’ultimo, è in programma per il 12 maggio una gita alle Cento Valli e Locarno.
Il primo maggio si è tenuta la tradizionale camminata salutare e la riapertura del curatissimo Parco Giochi con merenda per tutti. Il pranzo è stata l’occasione  per raccogliere fondi per l’acquisto di un’auto per il trasporto dei disabili e di un nuovo gioco per l’Area verde.

DOSSOBUONO (VR), NUOVO MEZZO PER ANZIANI, DISABILI, FAMIGLIE E BAMBINI
L’Auser di Dossobuono sarà presto dotata di un furgoncino per garantire gli spostamenti di anziani, disabili, famiglie in difficoltà e bambini. Si tratta di un mezzo che verrà attrezzato ad ogni tipo di esigenza e il servizio di trasporto sarà del tutto gratuito. Chi ha bisogno di assistenza e di muoversi sul territorio villafranchese, e zone limitrofe, potrà dunque essere affiancato dagli operatori di Auser. «Il servizio è destinato a tutte quelle persone che vivono sole o che hanno difficoltà nel raggiungere uffici, case di cura, ospedali, ambulatori e altre destinazioni», sottolinea il presidente dell’associazione Angelo Gasparini. «Abbiamo una sede nella quale», continua, «sono sempre presenti i nostri operatori, da lunedì a venerdì».Chiunque sia nell’impossibilità di muoversi con mezzi propri può dunque contattare l’associazione e prenotare il trasporto. Il furgoncino, un Fiat Doblò, verrà consegnato gratuitamente all’Auser da Progetti del Cuore di cui Annalisa Minetti è presidente: «La vocazione di questa iniziativa», spiega, «è di contribuire a risolvere il problema della destinazione di fondi per l’acquisto di mezzi da trasformare e adibire al trasporto dei cittadini che sono portatori di disabilità e hanno ridotta capacità motoria».
Fonte: L’Arena di Verona

SANT’ALBINO E MONTEPULCIANO (SI): ESPERIENZE, RICORDI, EMOZIONI, IDENTITÀ, IN UN PROGETTO DI RETE 15 DONNE SI RACCONTANO
Tra ascolto e racconto di sé quindici donne dell’Auser di Sant’Albino e di Montepulciano hanno preso parte attiva alla prima edizione del progetto “Parole in circolo”, conclusosi di recente nell’ambito del Programma Operativo Annuale (POA) della Società della Salute della Zona Amiata Senese Valdorcia – Valdichiana Senese.Tramite la tecnica della narrazione, le partecipanti (80 anni l’età media) hanno avuto la possibilità di condividere le proprie esperienze ed emozioni, costruendo una rete di relazioni grazie a una serie di incontri, che si sono svolti nei locali dell’Auser di Sant’Albino, che ha collaborato all’iniziativa.
Ogni venerdì pomeriggio a settimane alterne, le donne dell’Auser hanno potuto contare sulla presenza costante della pedagogista (Valeria Rossi), della referente promozione alla salute della Ausl Toscana sud est (Adriana Tonini) e della referente Auser di Sant’Albino (Rosaria Carfì), che hanno anche elaborato e strutturato il progetto. Ogni incontro ha previsto un tema introdotto da varie figure professionali (psicologo, psichiatra, counsellor). Il clima che si è venuto a creare è stato tale che anche le persone più riservate sono riuscite a raccontarsi, condividendo significati profondi del proprio vissuto, detentore di un’identità personale e storica ineguagliabile.
Durante le narrazioni sono emerse numerose tematiche: il rapporto con le figure genitoriali e l’impronta lasciata in loro; il rapporto con i figli negli attuali nuclei familiari; come accettare e sopravvivere a questo tipo di cambiamento; come sentire vicini i figli in una relazione rispettosa e non invadente; la cura della propria persona; la necessità di amarsi e risvegliare la curiosità.Da qui il bisogno profondo di creare una nuova rete che ridia significato alle relazioni attraverso l’associazionismo, luogo di scambio e di condivisione, com’è ad esempio l’Auser, una rete che permette anche di individuare situazioni di disagio e di intervenire, all’occorrenza, a sostegno di chi è in difficoltà.

BRESCIA, MAGGIO CON IL CORSO DI INFORMATICA
Auser Brescia, Consiglio di Quartiere Chiusure e Spi Cgil organizzano a partire per tutto il mese di maggio un corso di informatica base gratuito nella sala computer del Consiglio di Quartiere, in via Farfengo 69. Si tratta di un laboratorio rivolto a un numero massimo di 16 partecipanti che si svolgerà nei pomeriggi di giovedì 2, 9, 16, 23 e 30 maggio dalle ore 15 alle ore 16,30. I posti sono limitati, per chiedere informazioni sulle eventuali disponibilità è possibile contattare Simona al numero 3405963619 oppure Angela al numero 3343006400.
Fonte: Brescia Oggi

TRANI, PRESENTAZIONE DEL LIBRO “IO TI VOGLIO FELICE”
Sabato 4 maggio, alle 18.30, al centro polivalente Villa Guastamacchia di Trani, la scrittrice Claudia Venuti presenterà il suo nuovo libro «Io ti voglio felice». Dialogheranno, insieme alla scrittrice, l’avvocato di famiglia Cherubina Palmieri, la psicologa Luigi Tatiana Porcelli, il professor di Storia e Filosofia Luigi Vavalà, la giornalista Maria Scoccimarro, il responsabile del centro culturale Auser Vincenzo Topputo e la responsabile di Auser Rosa Francesca Carbone.
Fonte: Gazzetta del Mezzogiorno

MULAZZANO (LO), IN ARRIVO IL NUOVO DEFIBRILLATORE
uello nella frazione di Cassino d’Alberi, arriva un nuovo defibrillatore a Mulazzano (LO), che troverà posto all’ingresso dell’Auser. L’appuntamento è fissato per le 10 di giovedì 9 maggio, quando verrà inaugurato ufficialmente il nuovo “salvavita” nel centro abitato del paese: la conferma arriva dal presidente della consulta Auser Mario Dovera, l’associazione da sempre radicata nella realtà locale. «Messo a disposizione dall’Asst di Lodi – sono le sue parole -, il nuovo defibrillatore verrà sistemato davanti alla nostra consulta in via Leopardi 7 nel pieno centro di Mulazzano, in una zona che vede un continuo via vai di gente in tutte le ore della giornata». È invece già attivo da qualche mese il defibrillatore donato dal Centro prevenzione donna alla frazione di Cassino d’Alberi, dove in passato mancavano completamente apparecchi di questo tipo: si tratta insomma di uno strumento fondamentale per la comunità locale. Tanto più che il “salvavita” ha trovato posto nella piazza centrale della frazione mulazzanese, dove si trovano gli ambulatori medici, la scuola materna e il parco giochi.
Fonte: Il Cittadino di Lodi

TRANI, PER NON DIMENTICARE COSA AVVENNE NEL 1943. A VILLA GUASTAMACCHIA PRESENTATO UN VIDEO CON DIVERSE TESTIMONIANZE
76 anni fa la  città di Trani è stata protagonista di due episodi di guerra: il bombardamento del suo porto con la distruzione del teatro cittadino e l’evitata fucilazione di tranesi in Piazza della Repubblica.
L’Auser Trani, come fatto nel 2013 in occasione dei 70 anni dai bombardamenti del 1943, ha deciso di  mantenere vivo il ricordo di un evento che ha segnato la Storia della città. Ora dopo sei anni ha aggiornato con nuovi spunti di riflessione il video documentario che in quella occasione propose. Lo scorso  26 aprile presso il Centro Polivalente di “Villa Guastamacchia”  è stato proiettato il  video contenente le testimonianze e i ricordi di chi ha vissuto quei brutti momenti.
L’evento aperto al pubblico ha visto la partecipazione di numerose persone, anche tanti giovani.

TRANI, I GIOVANI DELL’AUSER SI MOBILITANO PER SALVARE I LIBRI
I Soci dell’Auser Insieme Trani insieme a gruppo giovanile dell’Auser, hanno deciso di aderire alla raccolta fondi per recuperare i numerosi volumi abbandonati presso Palazzo Vischi, sede dell’ex biblioteca comunale. I Soci dell’Associazione Tranese hanno effettuato un bonifico di 100 euro, al fine di partecipare al recupero e alla valorizzazione di libri, collane, periodici che appartengono alla collettività, ma che al momento sono inutilizzabili. I giovani Soci dell’Auser hanno deciso di sposare questa giusta causa raccogliendo tra di loro una piccola somma, dimostrando condivisione per un progetto organizzato dalla Città di Trani col sostegno del Centro per il libro e la lettura, ANCI, la Scuola di Roma di Fund-Raising.it e la collaborazione del Liceo F. De Sanctis.
I ragazzi dell’Auser  non intendono fermarsi a questa iniziativa, ma si augurano di metterne altre in cantiere, al fine  di raccogliere altri fondi per salvare lo straordinario patrimonio librario Tranese dal valore inestimabile.
Fonte: traninews.it

TREIA (MC), FESTA DI PRIMAVERA
Il 3 maggio 2019 l’Auser di Treia organizza la “Festa di Primavera con i nonni e con le nonne”. Appuntamento dalle ore  15 alle 16  presso la Casa di riposo comunale di Via dei Mille 38. L’iniziativa è frutto della collaborazione con l’Ufficio Servizi alla Persona del Comune di Treia, i volontari delle associazioni Avis Treia, Adesso Yoga e Auser Treia. Ci sarà animazione con musica popolare, a cura di Luciano Carletti ed Andrea Biondi,  e qualche dolcetto casareccio. I parenti degli ospitati sono invitati a partecipare. Con l’occasione verrà presentato il Calendario delle presenze assistenziali dei volontari, da svolgersi durante il corso dell’anno, a partire dal 6 maggio 2019.
Per info: Catia Castellani – 348.5260047


 

Dal Sindacato

DAL 2 AL 4 MAGGIO IL SINDACATO DEI PENSIONATI CGIL A PALERMO PER LA LEGALITÀ
Dal 2 al 4 maggio lo Spi-Cgil, il Sindacato dei pensionati, sarà a Palermo per l’iniziativa nazionale “Dalla parte giusta. Memorie, parole e azioni per la legalità”.
Si comincia il 2 maggio alle ore 15.30 all’Hotel San Paolo con un dibattito storico sull’impegno del movimento sindacale nel contrasto alle mafie e al terrorismo dal titolo “Il lavoro sotto attacco”, a cui parteciperanno il giornalista e scrittore Gianni Flamini, Carlo Ghezzi dell’Anpi nazionale, il Segretario generale della Cgil Sicilia Michele Pagliaro e Francescopaolo Palaia della Fondazione Di Vittorio.
Il 3 maggio invece l’appuntamento è per le ore 9.30 nel quartiere Brancaccio dove il Segretario generale dello Spi-Cgil nazionale Ivan Pedretti, il Segretario generale della Cgil Maurizio Landini e pensionati arrivati da tutta Italia visiteranno prima il progetto di riqualificazione Agorà e poi andranno al Centro Giuseppe Di Matteo per partecipare all’iniziativa “Il Sindacato dove serve” dove interverranno, tra gli altri, Maurizio Artale del Centro Padre Nostro, il Segretario generale dello Spi-Cgil Sicilia Maurizio Calà e il sindaco di Palermo Leoluca Orlando. La giornata terminerà al Teatro S.Cecilia alle ore 17.30 con la tavola rotonda “L’antimafia di domani”, a cui prenderanno parte il professore dell’Università Federico II di Napoli Luciano Brancaccio, la professoressa dell’Università di Palermo Alessandra Dino, il magistrato Piergiorgio Morosini e il professore Rocco Sciarrone dell’Università di Torino.
Il 4 maggio trasferimento a Portella della Ginestra con la visita al cimitero di Piana degli Albanesi. Alle ore 11 la commemorazione delle vittime della strage al sasso di Barbato e l’intervento conclusivo del Segretario generale dello Spi-Cgil Ivan Pedretti.


 Anziani e dintorni

CAREGIVER DAY 2019: BUONE PRATICHE, SERVIZI E TECNOLOGIE PER SOSTENETE I FAMILIARI CHE ASSISTONO I PROPRI CARI
“Radici di cura e nuove traiettorie” è il filo conduttore della nuova edizione del “Caregiver Day”: giornate dedicate al caregiver familiare (chi si prende cura di un proprio caro malato, disabile, non autosufficiente.) in programma tra Carpi e Bologna dall’8 al 31 maggio.
Un filo conduttore che evidenzia il lungo lavoro compiuto dalla Cooperativa sociale Anziani e non solo e dall’Unione Terre d’Argine (con il patrocinio della Associazione dei Caregiver Familiari CARER, dell’AUSL di Modena e della Regione Emilia Romagna) per evidenziare le peculiarità ed i bisogni dei familiari impegnati in attività di cura  e ricercare politiche e buone pratiche di sostegno in ambito regionale, nazionale ed europeo.
I convegni e workshop di questa nona edizione tratteranno di domiciliarità, cura e narrazione, stimolazione cognitiva, auto mutuoaiuto, conciliazione, innovazione del welfare.
Il giorno 11 maggio a Carpi presso l’Auditorium Loria, il ricercatore Claudio Falasca  interverrà sulla ricerca di Auser e Spi Cgil “Problemi e prospettiva della domiciliarità. Il diritto di invecchiare a casa propria.
Il programma del Caregiver Day è scaricabile dal sito www.caregiverday.it . La partecipazione a tutti gli eventi è gratuita. E’ opportuno confermare la presenza compilando il modulo di registrazione online sul sito www.caregiverfamiliare.it e www.caregiverday.it  o inviando una mail a info@anzianienonsolo.it o telefonando allo 059645421. Alle assistenti sociali sono riconosciuti crediti formativi.


 

 Associazionismo Volontariato Terzo Settore

EUROPEE, APPELLO AI CANDIDATI: IL VOLONTARIATO SIA LA VOSTRA PRIORITÀ
Il 19% dei cittadini dell’Unione Europea svolge una o più attività di volontariato, dando vita a innumerevoli servizi di aiuto in tutti i campi della vita sociale. Eppure, nonostante il loro ruolo spesso determinante per la coesione delle comunità, non sempre queste attività vengono sostenute adeguatamente a livello politico.
Parte da questa considerazione la campagna Vote Volunteer Vision, lanciata dal Centro europeo per il volontariato (Cev). Una campagna che CSVnet, come aderente al Cev, ha deciso di sottoporre ufficialmente a tutti i candidati italiani alle elezioni del prossimo 26 maggio per il rinnovo del Parlamento europeo.
Con una lettera aperta  CSVnet chiede ai candidati due impegni concreti per il sostegno del volontariato in Europa, attraverso la sottoscrizione dei contenuti del documento base della campagna e, se eletti, la promozione di un intergruppo parlamentare sul volontariato.
Le istanze contenute nel documento, infatti, sono tutte incentrate sulla necessità di proporre e sostenere politiche di respiro europeo. Ciò allo scopo di facilitare il lavoro quotidiano svolto dalle associazioni di volontariato e soprattutto dai milioni di cittadini che, in forma più o meno organizzata, dedicano gratuitamente parte del proprio tempo alla solidarietà.
La prima di queste istanze riguarda la “misurazione” corretta del volontariato attraverso ricerche aggiornate e costanti che utilizzino parametri comuni in tutti i paesi (oggi sono pochissimi gli studi disponibili). Si chiede inoltre di sviluppare le infrastrutture del volontariato per fare in modo che esso possa supportare l’attuazione delle politiche europee, come il Pilastro dei diritti sociali o l’Agenda 2030. Si sottolinea anche il ruolo formativo del volontariato per lo sviluppo della cittadinanza e per l’occupabilità. E grande importanza viene data al volontariato di impresa, garantendo standard qualitativi per le aziende e i dipendenti coinvolti.
Per info e per scaricare il documenti in italiano www.csvnet.it

LUDOPATIA, AL VIA IL PROGETTO ADICONSUM “NON FARE DELLA TUA VITA UN GIOCO”
Si susseguono gli studi e i risultati sulla diffusione del gioco d’azzardo tra i giovani: dai dati dell’Espad Italia che riferiscono di oltre 1 milione di studenti che hanno giocato al gioco d’azzardo almeno 1 volta (580.000 under 18) a quelli dell’Istituto Superiore di Sanità con il focus sui 700mila minori tra i 14 e i 17 anni che giocano, di cui circa 70.000 sono giocatori problematici. È in questo contesto che si inserisce il progetto “Non fare della tua vita un gioco”, coordinato da Adiconsum e finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. Il progetto, realizzato in partnership con le Associazioni dei Consumatori A.E.C.I. Lazio e Codici, ha l’obiettivo di sensibilizzare ed educare i consumatori in generale, ma in particolare i giovani tra i 15 e i 25 anni, al gioco responsabile, solidale e legale, promuovendo di contro l’attività sportiva e i suoi ideali di correttezza, lealtà, sacrificio, trasparenza e rispetto delle regole del gioco, valori insostituibili per prevenire e contrastare il fenomeno della ludopatia e le altre forme di disagio ad essa correlate.
Tra le attività principali del progetto “Non fare della tua vita un gioco” ci sono un’indagine demoscopica nazionale di giovani dai 15 ai 25 anni, l’attivazione di un servizio di informazioni e supporto con una helpline di prima assistenza e orientamento via telefono, chat e indirizzo mail dedicato,  per i soggetti con possibili problemi di ludopatia, una campagna di comunicazione sociale attraverso il sito web www.nonfaredellatuavitaungioco.it
Il tour itinerante di “Non fare della tua vita un gioco” si aprirà venerdì 3 maggio con un triplice appuntamento per i giovani: a Milano, Roma e Cagliari.
Per info: Valeria Lai (Ufficio Stampa Adiconsum Nazionale)
tel. +390644170222 – cell. +39 347.9139574
valeria.lai@adiconsum.it oppure ufficiostampa@adiconsum.it
www.adiconsum.it

ROMA: ESPERIENZE DI COMUNITÀ, ESERCIZI DI DEMOCRAZIA. IL RUOLO DELLE FONDAZIONI A VENT’ANNI DALLA LEGGE CIAMPI
Il 17 maggio 2019 ricorrono i venti anni dalla promulgazione della cosiddetta “Legge Ciampi”, che regolamenta l’attività delle Fondazioni di origine bancaria. Per celebrare la ricorrenza, venerdì 17 maggio, ore 10,30, a Roma, presso l’Aula Magna dell’Angelicum (Pontificia Università San Tommaso d’Aquino, Largo Angelicum 1), Acri organizza un incontro con i rappresentanti di istituzioni che hanno accompagnato alcuni dei passaggi più significativi della vita delle Fondazioni. Il titolo dell’incontro è ”Esperienze di comunità, esercizi di democrazia. Il ruolo delle Fondazioni a vent’anni dalla Legge Ciampi”.
L’evento si apre con le relazioni introduttive di Alberto Quadrio Curzio, presidente emerito dell’Accademia Nazionale dei Lincei, e di Franco Bassanini, presidente della Fondazione Astrid. A seguire, è prevista una tavola rotonda coordinata dal vicedirettore del Corriere della Sera Antonio Polito, a cui partecipano: Ugo De Siervo, presidente emerito della Corte Costituzionale; Alessandro Rivera, direttore generale del Tesoro; Massimo Tononi, presidente della Cassa Depositi e Prestiti; Carlo Borgomeo, presidente della Fondazione Con il Sud. In conclusione, Antonio Polito intervista il presidente di Acri Giuseppe Guzzetti.
Per partecipare è necessario registrarsi al seguente link

GENOVA, UNIVERSITÀ PER LA LEGALITÀ CONVENZIONE DI PALERMO: L’EREDITÀ DI GIOVANNI FALCONE
Prende il via giovedì 2 maggio, alle 15, nell’Aula Magna dell’Università di Genova la terza edizione di Università per la Legalità, un’iniziativa organizzata dal Ministero per l’Istruzione, l’Università e la Ricerca e dalla Fondazione Falcone, d’intesa con il Consiglio Nazionale degli Studenti Universitari e la Conferenza dei Rettori delle Università Italiane. Tema di questa terza edizione è la Convenzione di Palermo: l’eredità di Giovanni Falcone, argomento a cui si ispira anche la cerimonia commemorativa del XXVII anniversario delle stragi di Capaci e Via D’Amelio organizzata per il 23 maggio a Palermo.  La Convenzione delle Nazioni Unite contro la criminalità organizzata transnazionale (Convenzione di Palermo), primo strumento giuridico a fornire basi comuni a tutti i Paesi nel contrasto al crimine organizzato, fu firmata da 189 nazioni nel capoluogo siciliano a dicembre del 2000, frutto di un intenso lavoro diplomatico. Un traguardo fortemente voluto da Giovanni Falcone, che, già nei primi anni ‘80, aveva intuito l’importanza della cooperazione investigativa e giudiziaria internazionale nella guerra a mafie ormai globali.
Alla rete delle Università per la Legalità hanno aderito 27 Atenei italiani, 16 di questi partecipano all’iniziativa con propri progetti: Università degli Studi di Pavia, Università degli Studi di Napoli “Federico II”, LUISS “Guido Carli”, LUMSA Roma, Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, Università di Genova, Università degli Studi di Milano, Università degli Studi di Foggia, Università degli Studi di Palermo, Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”, Università degli Studi di Brescia, Università degli Studi di Roma Tre,  Università degli Studi di Enna “Kore” e Università degli Studi di Parma.
L’Università di Genova, a cui l’anno scorso l’Università “La Sapienza” ha passato il testimone, è l’Ateneo capofila della manifestazione.

MILANO: IL DOVERE DI INDAGARE, IL DIRITTO DI SAPERE
Si tiene a Milano il 2 maggio, presso la fondazione Giangiacomo Feltrinelli in viale Pasubio 5, a partire dalle ore 18.00, la Cerimonia di premiazione del Premio Mani Tese
per il giornalismo investigativo e sociale. Partecipano: Emilio Ciarlo direttore Comunicazione Aics, Tiziana Ferrario giornalista e scrittrice, Gad Lerner giornalista, Gianluigi Nuzzi giornalista, Francesco Piccinini direttore di Fanpage. In occasione della cerimonia si terrà la Tavola Rotonda sul tema “giornalisti e Ong, i nuovi nemici pubblici?”
Il Premio Mani Tese per il giornalismo investigativo e sociale intende sostenere la produzione di inchieste originali su tematiche concernenti gli impatti dell’attività di impresa sui diritti umani e sull’ambiente in Italia e/o nei Paesi terzi in cui si articolano le filiere globali di produzione. Obiettivo del Premio è portare alla luce fatti e storie di interesse pubblico finora ancora poco noti e/o dibattuti, con un taglio sia di denuncia sia di proposta.
Per info: Giorgia Vezzoli Ufficio Stampa Mani Tese 335 8470167 – 02 4075165 vezzoli@manitese.it
www.manitese.it


Agenzia d’Informazione a cura dell’Ufficio Stampa di  Auser Nazionale.
Via Nizza 154 00198 Roma tel. 06/84407725 fax 06/8440.7777

ufficiostampa@auser.it    www.auser.it

Tags:
Categorie articolo:
Agenzia d'informazione AUSER

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MENU