Area riservata

Agenzia di informazione Auser – Anno 22 numero 12 – 27 marzo 2019

Scritto da
27 marzo 2019
testata_agenzia

Agenzia settimanale – Anno 22 numero 12– mercoledì 27 marzo 2019
Agenzia Auser è un servizio d’informazione dell’Auser Nazionale.
Viene inviata via E-mail. E’ inoltre visibile sul sito internet www.auser.it


Auserinforma

CINQUE SENSI PER IL 5 PER MILLE: AL VIA LA NUOVA CAMPAGNA AUSER
E’ disponibile la nuova campagna nazionale Auser del 5xmille “Diamo un senso al 5×1000: anzi, gliene diamo cinque!” che quest’anno punta ai cinque sensi: Vediamo l’invecchiamento attivo come un valore per tutta la società; Tocchiamo con mano la fragilità; Annusiamo il profumo della solidarietà e dalla partecipazione; Ascoltiamo le esigenze delle persone; Assaporiamo il gusto di aiutare chi ha bisogno.
Sul sito www.auser.it è possibile trovare tutti i materiali di comunicazione

SAVE THE DATE. IL 9 E 10 MAGGIO A ROMA CONFERENZA DI ORGANIZZAZIONE AUSER
Si terrà a Roma  presso il Centro Congresso Frentani, il 9 e 10 maggio 2019 la Conferenza Nazionale di Organizzazione dell’Auser, appuntamento che cade nell’anno del  Trentennale dell’associazione.

TRENTENNALE AUSER. DUE INIZIATIVE ALL’INSEGNA DELLA CREATIVITA’ E DELL’ORGOGLIO DI APPARTENENZA. TUTTI I SOCI INVITATI A PARTECIPARE
In occasione del Trentennale dell’Auser, sono state lanciate due iniziate nazionali a cui potranno partecipare soci e volontari. Iniziative all’insegna della creatività  e dell’orgoglio di appartenenza.   Con “Una regalo per Auser” si invitano soci e volontari a realizzare un dono per l’associazione: una poesia, un brano musicale, un disegno, un quadro o anche una ricetta di propria invenzione. Le fotografie dei regali verranno pubblicate in una apposita Galleria sul sito www.auser.it
Soci e volontari potranno inoltre partecipare a “Uno scatto d’orgoglio”,  inviando un Selfie e  scrivendo in 260 caratteri il valore che si attribuisce ad Auser e all’invecchiamento attivo.
Tutte le fotografie  entreranno a far parte della Galleria dei volti Auser e saranno protagoniste di un video.
“Questo compleanno va festeggiato tutti insieme con la gioia e l’orgoglio di aver contribuito, ciascuno di noi, a rendere migliore la comunità in cui viviamo  e più serena la vita di tante persone – sottolinea il presidente Enzo Costa in una lettera inviata ai soci –  Abbiamo pensato di dedicare il Trentennale al valore dell’Invecchiamento Attivo e di condividere insieme questo importante traguardo”.
La celebrazione del  Trentennale si avvierà in  occasione della Conferenza d’Organizzazione che si terrà a Roma il 9 e 10 maggio 2019.
Per info:  www.auser.it

PENNE (PE), DOPO IL TERREMOTO LA BIBLIOTECA RIAPRE GRAZIE ALL’AUSER E ALLE ASSOCIAZIONI DEL TERRITORIO
A fine mese, sarà riaperta l’Agenzia di promozione culturale di Penne (PE). La gestione degli spazi della biblioteca di corso Martiri Pennesi è stata affidata a un raggruppamento di associazioni culturali cittadine. La biblioteca, chiusa dal sisma del gennaio 2017 che aveva danneggiato la struttura, avrà una gestione congiunta pubblica-privata. Capofila del progetto è l’Auser, presieduta da Rossella Di Giosaffatte, al fianco della quale operano 5 associazioni: Pinna Vestinorum, Università della LiberEtà, Associazione “Nato Frascà”, Pulsar e Avulss. La biblioteca di Penne, aperta nel 1981, ospita oltre 20 mila libri (4000 donati dal medico Luigi Del Gatto), una emeroteca, una sala multimediale, spazi per la lettura e per le attività. L’agenzia sarà aperta, inizialmente, dal lunedì al venerdì. Sarà attivato anche un percorso alternanza scuola-lavoro con gli istituti secondari. «Siamo soddisfatti per la riapertura dell’agenzia e ringrazio le associazioni cittadine», ha detto l’assessore alla cultura Gilberto Petrucci. «Per la prima volta un Comune, con la collaborazione di associazioni culturali, gestirà un ufficio della Regione. L’Apc è una struttura importante, soprattutto per la nostra città. Questo percorso è stato stimolato dagli studenti pennesi che hanno chiesto al Comune di individuare nuovi spazi per lo studio. L’iniziativa», conclude «ha evitato inoltre di chiudere un altro servizio strategico per il nostro territorio».
Fonte: Il Centro

ANCONA, GIOVANI MIGRANTI A SOSTEGNO DELLE DONNE IN TERAPIA ONCOLOGICA GRAZIE AL LABORATORIO DI SARTORIA
Cerimonia di consegna degli attestati alle partecipanti al progetto “Su(l)la testa”, nato nell’ambito del volontariato civico del Comune di Ancona, con la volontà di dare concretezza alla reciprocità solidale che vede protagoniste donne che aiutano le donne. A relazionarsi, nello specifico, donne migranti o vittime di tratta e donne in terapia nella clinica oncologica degli ospedali riuniti di Ancona, accumunate da profondo senso di smarrimento, angoscia e perdita di identità. Con il coinvolgimento dell’Auser che ha messo a disposizione gli spazi del laboratorio di sartoria di Collemarino e la preziosa competenza di alcune volontarie con un passato di sarte, è stato attivato un laboratorio nel quale le giovani migranti e vittime di tratta hanno lavorato alla realizzazione di turbanti realizzati con tessuti e colori dell’Africa da offrire alle donne in terapia oncologia all’ospedale di Torrette che subiscono la perdita dei capelli. Non solo, presso la Pink room dell’ospedale sono iniziati gli incontri periodici per apprendere come indossare questi meravigliosi copricapi, in un progetto unico e speciale, dove donne aiutano donne.
Fonte: Il Resto del Carlino

SESTO SAN GIOVANNI (MI): I NONNI DI COMUNITA’ ENTRANO IN AZIONE
Il prossimo 2 aprile alle ore 17,30 presso la Casa delle Associazioni in piazza Oldrini 120 a Sesto, si terrà l’evento di presentazione e lancio del progetto dei Nonni di Comunità.
Il progetto dal titolo “I nonni come fattore di potenziamento della comunità educante a sostegno delle fragilità genitoriali”, selezionato dall’impresa sociale Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, diventa operativo nell’area di Sesto con il coinvolgimento di circa 15 nonni sociali, volontari Auser ed uno Spazio Nonni nuovo ed innovativo. Si chiama A fianco a te ed è  gestito dai nonni volontari Auser per bambini da 0 a 6 anni dove stare insieme, giocare, fare merenda, ascoltare storie, sperimentare. Per arrivare a questo risultato, il territorio di questo grande comune dell’hinterland milanese di circa 80mila abitanti, è stato battuto palmo a palmo, mappati tutti i servizi disponibili, analizzate le carenze, ascoltati i bisogni. Questo lavoro certosino e capillare ha permesso di “agganciare” le famiglie più fragili e  vulnerabili.
Il progetto della durata di tre anni  vede come capofila Auser Lombardia e può contare su una vasta rete di partner tra cui Comuni, cooperative sociali, l’Università Bicocca di Milano e  l’Istituto degli innocenti di Firenze. Partner del progetto a Sesto San Giovanni, il Comune e le  cooperative  Lotta contro l’Emarginazione e la Grande Casa.  Quattro le regioni interessate,  oltre la  Lombardia, Toscana, Umbria e Basilicata. Quattro le regioni interessate,  oltre la  Lombardia, Toscana, Umbria e Basilicata.
Presenterà il progetto Lella Brambilla di Auser Lombardia,  interverranno Roberta Pizzochera assessore all’educazione e alle politiche per l’infanzia,  Paola Pessina della Fondazione Cariplo. Sonia Bella, coordinatrice territoriale, racconterà  come il progetto si è sviluppato a Sesto e quali sono le sue peculiarità. Interverranno inoltre Paola Cannì dell’Università Bicocca di Milano; Elisa Salvadori, Cecilia Dotti, Sonia Romano illustreranno il work in progress del progetto.

TERENTOLA (AR), CICLO D’INCONTRI SU INFORMAZIONE E DISINFORMAZIONE
L’Auser comprensoriale di Arezzo e Auser Terentola, aderendo al Concorso Nazionale de La città che apprende dedicato al tema dell’informazione e disinformazione nell’era dei web e dei social, organizzano un ciclo di incontri aperti alla cittadinanza. Primo appuntamento il 6 aprile alle ore 10.00  dove si parlerà di carta stampata con il giornalista Claudio Repek. L’incontro si terrà presso la sala del centro sociale Auser Terentola in via dei Combattenti 3/g.

MARINA DI RAVENNA, NONNI E NIPOTI INSIEME PER IL VERDE: PIANTATI 150 ALBERI
A Marina di Ravenna nonni e nipoti celebrano insieme il mese dell’albero in festa. Sono 150 tra querce, lecci, pini e qualche arbusto di rosa, gli alberi piantumati nei giorni scorsi a Marina di Ravenna nei pressi dell’area ortiva gestita dalle associazioni ravennati Auser, Ada e Anteas, dalle classi quarte e quinte del comprensorio Mameli.
Una mattinata di festa che si è conclusa con una merenda per tutti, offerta da Auser e con un tour guidato degli orti per i piccoli custodi della natura.
Gianandrea Baroncini, assessore all’Ambiente del Comune di Ravenna ha dichiarato: «Da oltre trent’anni il Comune di Ravenna organizza “L’albero in festa” coinvolgendo i bambini di tutte le scuole di ogni ordine e grado, con l’intento di dare un contributo alla rinaturalizzazione di porzioni del territorio. Il mese dell’albero in festa si ritaglia ormai uno spazio importante nella nostra programmazione per quanto riguarda l’educazione ambientale, infatti ogni anno coinvolgiamo oltre 2.000 bambini e piantiamo altrettanti alberi, con l’obiettivo di far toccare con mano ai ragazzi la bellezza delle nostre zone naturali e l’importanza di preservare gli alberi, il verde e l’ambiente del nostro territorio».
Mirella Rossi, Presidente Auser Ravenna ha aggiunto: «Per noi è una grande soddisfazione poter partecipare a questa iniziativa, che arriva a Marina di Ravenna al termine di un processo di ristrutturazione dell’area ortiva che è stato lungo e sofferto. Siamo particolarmente felici di potere idealmente passare ai bambini il testimone della salvaguardia dell’ambiente e della cura. Mi sembra che sia un grandissimo segnale di speranza e positività».
Fonte: ravennanotizie.it

BOLOGNA, “NONNI E NONNE NON SOLO BABYSITTER”
I nonni di oggi? Tendenzialmente più vecchi rispetto a quelli delle passate generazioni – questo perché i figli si fanno più tardi -, ma molto più in forma di allora. Stanno bene, fanno ginnastica, leggono, sono più dinamici e aggiornati. Parola di Giuseppina Speltini, docente di Psicologia dell’adolescenza dell’Università di Bologna che, per Auser Bologna, ha condotto un ciclo di tre incontri dal titolo: Nonne e nonni sono solo babysitter anziani? . «La “nonnità” non ha solamente una funzione custodialistica, ma soprattutto una funzione educativa molto importante- spiega Speltini -. I nonni sono meno pressati e meno efficientisti dei genitori, il loro è un tempo senza fretta, più pacato. In loro c’è una riflessività maggiore, una capacità di stare con i nipoti, di recuperare una dimensione di ludicità che, purtroppo, i genitori spesso non possono permettersi». I nonni, insomma, offrono ai nipoti uno spazio educativo più sereno, meno conflittuale di quello genitoriale. Un luogo di scambio privilegiato in cui i bambini crescono con piacere. Spesso, in alcune famiglie si insinua il dubbio della possibile confusione dei bambini tra figure di riferimento: «Dubbio infondato: i bambini capiscono molto presto la differenza tra genitori e nonni».
Fonte: Corriere della Sera

AUSER VITERBO COSTRUTTORE DI PONTI
Ci sarà anche Giovanna Cavarocchi presidente di Auser Viterbo fra i relatori dell’edizione 2019 di “Costruttori di ponti” in programma a Roma il prossimo 4 aprile.  Interverrà nella prima sessione con l’esperienza “donna migrante rimasta sconosciuta”  raccontata   in un libro pubblicato lo scorso anno. Costruttori di ponti è l’evento, giunto alla quinta edizione, promosso dal Ministero dell’Istruzione con l’Istituto Alcide Cervi di Gattatico. L’anno scorso l’incontro si era tenuto a Firenze  con la collaborazione del Centro Giorgio La Pira ed era dedicato alla dimensione internazionale  della scuola multiculturale. Quest’anno si svolgerà a Roma  presso il Polo didattico di viale principe Amedeo, con la collaborazione dell’Università Roma Tre, Fondazione Migrantes  e della Rete Scuolemigranti. Il tema, la scuola racconta le migrazioni,  vede come protagoniste le scuole e le associazioni impegnate nel costruire e ricostruire con i ragazzi il racconto delle migrazioni.
Per info: istitutocervi.it iscrizioni entro il 24 marzo 2019.

A PASQUA LE UOVA SOLIDALI DI INTERSOS. SOSTEGNO DI AUSER ALLA CAMPAGNA DI RACCOLTA FONDI
Adesione e sostegno di  Auser alla nuova campagna di raccolta fondi di Intersos con le Uova di Pasqua Solidali, dedicata a supportare il loro intervento nei progetti di protezione dei minori soli in Italia, in Camerun e in Nigeria. Negli ultimi due anni oltre 40mila minori stranieri non accompagnati hanno raggiunto il nostro Paese in cerca di protezione da guerre e violenze. Nel 2017 sono stati 10.551 i minori soli che hanno ricevuto l’assistenza e le cure di INTERSOS attraverso interventi di supporto psicosociale, ricevendo cure mediche e tramite affidamento a famiglie affidatarie.
Le Uova Solidali di Intersos sono di finissimo cioccolato al latte o fondente, ideale per tutti i gusti. Un piccolo dono per strappare un sorriso a chi ha perso tutto a causa di guerre o catastrofi naturali.
Per info: intersos.org

CARBONIA: LA DISOSTRUZIONE DELLE VIE AEREE IN ETA’ PEDIATRICA. INCONTRO PUBBLICO
L’Auser Carbonia con il patrocinio del Comune e la collaborazione dell’emittente Radio Luna, organizza un seminario formativo, gratuito, sulle “manovre di disostruzione delle vie aeree e sulla prevenzione in età pediatrica”. L’evento che si inserisce nel quadro delle iniziative a salvaguardia della salute del bambino, sarà tenuto dalla dott.ssa Carla Ferranti supportata dai soccorritori volontari di Auser Carbonia. Verranno identificati ed affrontati alcuni dei rischi più frequenti che in età pediatrica possono produrre gravi danni alla salute del bambino.
L’appuntamento è per il 30 marzo alle ore 16.00 presso la Sala Congressi di Auser Carbonia in via Liguria 69. Sono accettate un massimo di 35 iscrizioni.
Per info: carbonia.auser@tiscali.it 0781-67122.

TREIA (MC), NASCE LA RETE DI SOLIDARIETA’ SOCIALE
Proseguono i lavori a Treia per far nascere una rete di operatori per lo svolgimento di attività solidali e ricreative a favore di anziani, malati, disabili, famiglie, giovani mamme sole e bisognose di aiuto. A far parte della rete dei volontari sono invitate tutte le associazioni che operano nel territorio. Auser è stata promotrice di questa iniziativa, attivando e invitando al tavolo aperto di consultazione le associazioni di volontariato, sportive, culturali impegnate nel territorio.
Per info: Catia Castellani 348-5260047 / 0733-541366.

GENOVA, LA MEDICINA DEL TERZO MILLENNIO
Dal 27 marzo fino al 17 aprile si terrà a Genova a Palazzo Ducale la seconda edizione de “La medicina del terzo millennio”, ciclo di conferenze promosso dall’Auser università popolare, in collaborazione con il comune ed altre organizzazioni. Si parlerà di ricerca scientifica in vari campi della medicina, dalla genetica alla cura dei tumori, dalla neurofisiologia alla neuropsichiatria. I cittadini avranno la possibilità di ascoltare e confrontarsi con ricercatori ed esperti che hanno scelto Genova come sede del loro lavoro. Primo appuntamento mercoledì 27 marzo con Emilio Di Maria che parlerà di genoma, il 3 aprile è la volta di Alberto Sobrero che affronterà il tema delle nuove terapie oncologiche; il 10 aprile Fabio Benfenati parlerà di neuroscienze, ultimo appuntamento il 17 aprile con Luigi Ferrannini con una relazione su solitudine e depressione.

TREVIGLIO (BG), ALLE TERME CON L’AUSER
Per venire incontro alle esigenze delle persone anziane con problemi di salute di tipo respiratorio, Auser Città di Treviglio (BG) ha lanciato il “programma Trescore”, che significa accompagnamento alle Terme di quella cittadina bergamasca di chi necessita di terapie. Il servizio è distribuito su diversi turni ed è realizzato con un apposito pullmino dalla capacità di accoglienza di otto persone. Ogni turno inizia il lunedì mattina e si dilunga per tutta la settimana, a esclusione della domenica: il turno di due settimane si conclude il secondo sabato. Gli anziani che ne hanno bisogno sono invitati a prenotare in anticipo la loro necessità di cure termali per una migliore organizzazione del servizio. L’Auser precisa che per poter usufruire del servizio non è necessario essere soci dell’ associazione, ma ricorda che la quota di tesseramento prevista in soli 15 euro all’anno non solo è un modo pratico di sostenere le molteplici attività (come appunto il trasporto alle cure termali da Treviglio) ma significa anche poter partecipare regolarmente a tutte le iniziative proposte e riservate ai soci.
Fonte: Il Giorno

GALLARATE (VA), CENA AL BUIO INSIEME AI RAGAZZI NON VEDENTI
L’Auser di Gallarate (VA), insieme all’associazione Cisv – Ciechi sportivi varesini, organizza per venerdì 29 marzo una “Cena al buio”. I partecipanti dovranno infatti cimentarsi con una serata privandosi di un senso, ma potranno contare sull’aiuto e la guida di alcuni ragazzi non vedenti.
La cena si svolgerà presso la sede Auser di Gallarate, in via del Popolo 3.
Per iscrizioni e informazioni: 0331.771055 – 0331701069 – auserinsiemegallarate@gmail.com

PIACENZA, LAVORI SOCIALMENTE UTILI PER 228 VOLONTARI
E’ stato siglato , alla presenza dell’assessore ai Servizi Sociali Federica Sgorbati e del presidente di Auser Piacenza Sergio Veneziani, il rinnovo della convenzione tra l’associazione e il Comune di Piacenza, per la gestione delle attività di volontariato socialmente utili – prestate dai cittadini di età compresa tra i 55 e gli 80 anni – all’interno di alcuni comparti di competenza prevalentemente comunale. «Sono 228, attualmente – spiega l’assessore Sgorbati – le persone coinvolte in questa esperienza, che pur non configurandosi in alcun modo come sostitutive del personale dipendente dell’Amministrazione, rappresentano una preziosa risorsa integrativa e di supporto nel garantire la continuità e il buon funzionamento di servizi fondamentali». I volontari non percepiscono retribuzione, ma un rimborso per le spese di trasporto, pasti e utilizzo materiali sostenute durante lo svolgimento dell’attività, sino a un massimo di 230 euro mensili comprensivi di copertura assicurativa. Gli ambiti di impiego dei volontari socialmente utili riguardano la vigilanza e la sorveglianza degli edifici scolastici negli orari di ingresso e uscita degli studenti, l’accompagnamento degli alunni per brevi spostamenti, l’assistenza nelle scuole primarie (nonché, in casi di particolare necessità, nelle medie inferiori) prima dell’inizio delle lezioni e oltre il termine delle stesse; l’attività di custodia, portineria e controllo degli accessi negli edifici comunali e scolastici, dove possono essere chiamati anche a svolgere piccoli lavori di manutenzione idraulica o di falegnameria, muratura, verniciatura e intonacatura, così come di pulizia e cura delle aree verdi o affiancamento del personale addetto alle mense, con compiti di base. Vi è poi l’area della sorveglianza e vigilanza nelle biblioteche, nei musei, nelle gallerie d’arte o in occasione di mostre, per favorire la fruizione del patrimonio culturale cittadino, nonché l’attività di promozione della partecipazione attraverso la distribuzione di volantini e la diffusione di materiale informativo, aggiornamento delle bacheche, apertura e chiusura dei locali comunali. Più in generale, possono avere un ruolo di collaborazione in occasione di eventi organizzati dall’Amministrazione comunale. Anche sotto il profilo dei servizi sociali, i volontari possono essere coinvolti in attività di sostegno agli anziani in condizioni di disagio o solitudine, nonché a favore della Casa di Iris. Non manca, infine, l’opportunità di prestare servizio a supporto delle attività del Tribunale.
Fonte: La Libertà

CORNAREDO (MI), TORNANO I VOLONTARI AUSER  IN “PRESENZA DISSUASIVA”
Nel mese di marzo, è entrata in vigore la Convenzione fra il Comune di  Cornaredo (MI) ed Auser Insieme per la presenza di volontari negli spazi verdi cittadini.
Tutti i pomeriggi dal lunedì al venerdì e  fino al prossimo novembre, Volontari dell’Auser – opportunamente istruiti –  saranno presenti nella piazza Libertà, via Garibaldi (compresi i parchi di piazza Tienanmen e Piazza Europa con il parco di via San Siro) e cureranno pure il corretto uso dei parchi gioco per bambini.
Tornano così i “Nonni al Parco”, nel vasto territorio cornaredese, con le loro tradizionali divise, anche a supporto dei genitori o di chiunque abbia necessità di poter contare su elementi molto preparati e disponibili.
Già negli anni precedenti, l’Amministrazione Civica ha potuto constatare come questa “Presenza dissuasiva” abbia praticamente azzerato i danni alle strutture esposte al pubblico e l’obbiettivo del 2019 è di continuare in questo virtuoso percorso utile per Cornaredo.

BORDIGHERA (IM), GIOVANI E ANZIANI CONTRO IL DIGITAL DIVIDE
Il Liceo scientifico delle Scienze Applicate dell’Istituto Montale di Bordighera (IM) ha accolto la proposta dell’Auser Circolo Intemelio di Ventimiglia, riguardante il “Corso Digital Divide”, inserito nel progetto regionale “Intervento di comunità per anziani-invecchiamento attivo”, sviluppato d’intesa con la Conferenza dei Sindaci e rivolto alle persone anziane che vivono nel territorio del Distretto Sociale n.1 Ventimigliese.
Il “Digital Divide” è il divario che c’è tra chi ha accesso a internet e chi non ce l’ha, per scelta o no. Ne deriva una esclusione dai vantaggi della società digitale, con danni socio-economici e culturali per chi ne è colpito.Tra le categorie più minacciate dall’esclusione digitale vi sono proprio i soggetti anziani (“digital divide intergenerazionale”). Il progetto, rivolto agli allievi della terza e della quarta Liceo scientifico, è inserito tra le attività dell’Alternanza scuola-lavoro e ha come obiettivi la comunicazione e la conoscenza, promuovere e avviare gli anziani verso nuovi strumenti di comunicazione ed espressivi, favorire l’inclusione sociale delle persone.
Verranno avviati processi di incontri intergenerazionali tra quindici giovani liceali e quindici anziani, dove i giovani, coordinati dalla Prof.ssa Anita Granili, insegnante di informatica del Liceo OSA, potranno rivestire il ruolo di “docenti”, mentre gli anziani quello di “discenti”. L’insegnante si occuperà di tenere i corsi, i ragazzi, invece, prepareranno tutto il materiale necessario, con il supporto e la supervisione della Prof.ssa Granili. Gli incontri saranno cinque, di due ore ciascuno, e si terranno il martedì pomeriggio nei mesi di marzo e aprile.
Fonte: sanremonews.it

TOSCANA, INAUGURATA AUSER CASENTINESE
Il Casentino è un luogo ricco di storia, arte e paesaggi incantevoli e tutti da scoprire. E’ la prima terra bagnata dall’Arno, sono presenti castelli straordinari come quelli di Romena, Porciano e sopra tutto Poppi, c’è il Santuario Francescano della Verna, la comunità monastica di Camaldoli con il Sacro Eremo e il Monastero e poi boschi straordinari.  In questi luoghi Auser ha messo radici ed è cresciuta con Auser ambiente e solidarietà Bibbiena e Auser verde e soccorso argento Montemignaio. Nella continuità e condivisione della esperienza maturata l’Auser fa un ulteriore passo in avanti per meglio coprire tutte le esigenze della vallata, inaugurando l’attività di una nuova Associazione. E’ nata così “Auser Casentinese Odv Associazione per l’Invecchiamento attivo”. Ha sede nel Comune di Castel San Niccolò in località Strada in Casentino, in un locale messo a disposizione dalla Amministrazione Comunale. Presidente della nuova Associazione  Carlo Venturi di Montemignaio.

MIRANDOLA (MO), CORSO AVANZATO DI INFORMATICA  E ALTRE ATTIVITA’
Proseguono le attività organizzate dall’Auser di Mirandola (MO): è appena partito il  nuovo corso avanzato di computer presso l’aula di informatica dell’istituto Luosi di Mirandola, dalle 14.30 alle 16.30. Le prossime lezioni si terranno il 28 marzo, 1, 4, 8 e 11 aprile.
Per quanto riguarda il servizio di trasporto alle terme di Salvarola, il primo turno sarà dal 1° al 13 aprile, il secondo dal 6 al 18 maggio, il terzo dal 9 al 21 settembre. È intenzione di Auser organizzare anche un corso di yoga.
Per ulteriori informazioni gli interessati potranno rivolgersi all’ufficio Auser, aperto tutte le mattine dalle 9 alle 12, dal lunedì al venerdì (telefono 0535/23274).
Fonte: sassuolo2000.it

VOGHERA (PV), UN INCONTRO PER CONOSCERE IL REDDITO E LA PENSIONE DI CITTADINANZA
Reddito e pensione di cittadina, ticket sanitari. Questi gli argomenti dell’incontro organizzato dal sindacato pensionati Spi-Cgil, in programma mercoledì 27 marzo alla sala convegni dell’Auser di via Cignoli alle ore 14,30.«L’appuntamento – spiega il segretario Fabiano Rosa – rientra in una serie di iniziative che stiamo organizzando a livello regionale, provinciale e cittadino per informare anziani, pensionati e comunque tutti i cittadini interessati, sulle ultime novità in tema di pensioni, reddito e pensione di cittadinanza, ticket sanitari. Nelle nostre nostre sedi e nelle località dove siamo presenti, sempre più persone si rivolgono alla Spi. al patronato Inca e al Caaf per avere informazioni e d assistenza su questi temi. Ci sembrava quindi necessario moltiplicare le occasioni di incontro, in particolare con anziani e pensionati, prevedendo assemblee informative, dove le persone possano anche dire la loro sulle politiche che attraverso questi strumenti il governo porta avanti, con la certezza che troveranno ascolto come è nostra tradizione».
Fonte: La Provincia Pavese

BRENZONE (VR), IL COMUNE DONA UN PULMINO ALL’AUSER
Un pulmino dedicato al trasporto delle persone anziani, disabili o che comunque hanno bisogno, gestito dai volontari dell’Auser di Brenzone sul Garda (VR) .È il «regalo» che l’amministrazione comunale guidata dal sindaco, Tommaso Bertoncelli, ha fatto al sodalizio che si occupa di persone svantaggiate o che hanno necessità sanitarie o sociali sul territorio comunale. Così nella piazzetta sottostante al palazzo municipale, il primo cittadino ha consegnato le chiavi del mezzo alla presidente, Anna Maria Chemasi. L’associazione, oltre al trasporto, conta di poter organizzare, con il supporto del Comune, anche un servizio per le persone anziane che vivono sole, per offrire loro la possibilità di incontrarsi periodicamente in un locale pubblico per alcune ore». Il mezzo messo a disposizione dell’Auser dal municipio con una convenzione e un comodato d’uso è un Fiat Qubo. Il numero da fare per chiedere aiuto, un trasporto assistito o anche solo informazioni è il 349.1667813.
Fonte: L’Arena di Verona


 Anziani e dintorni

ROMA, QUARTIERI SOLIDALI PER GLI ANZIANI
Un aiuto agli anziani negli aspetti della vita di tutti i giorni, o semplicemente una voce amica in cui trovare conforto. Questi sono solo alcuni degli obiettivi del nuovo progetto che parte dal quartiere Trieste-Salario, sostenuto anche dalla Caritas di Roma. Parliamo di “Quartieri Solidali“, la cui attività è promossa nella parrocchia di San Saturnino. Si va dall’assistenza domiciliare leggera, con compagnia e pratiche burocratiche o il tele-soccorso, fino agli over 65 promotori di laboratori in parrocchia, per arrivare ai condomini solidali. Un’iniziativa che si sta estendendo anche in altri quartieri e presto coinvolgerà 14 parrocchie in totale in tutta la Capitale e il cui servizio sarà attivo tutto l’anno, anche d’estate.
La segreteria è attiva nella parrocchia dal lunedì al giovedì dalle 10 alle 12, al numero 065943963 o all’indirizzo mail qs.sansaturnino@gmail.com. La prima riunione operativa è prevista per lunedì 1 aprile, alle ore 19.
Fonte:romah24.com


 Associazionismo Volontariato Terzo Settore

VERA, INDAGINE SULLA VIOLENZA ALLE DONNE CON DISABILITA’
La FISH – Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap e  Differenza Donna hanno lanciato Vera, una indagine  che intende approfondire e portare alla luce il fenomeno della violenza sulle donne con disabilità. La violenza di genere affligge trasversalmente tutte le donne, non esclude né risparmia le donne con disabilità. Con questa ricerca  i promotori intendono  illuminare l’esistenza del binomio disabilità-violenza di genere.
Il questionario si può compilare online direttamente sul sito fishonlus.it
FISH opera per l’inclusione, l’affermazione dei diritti di cittadinanza, le pari opportunità e la non discriminazione di tutte le persone con disabilità con particolare attenzione alle donne, ragazze e bambine con disabilità. Nel 2018 la Federazione ha inoltre costituito un proprio Gruppo Donne aperto alla collaborazione di chiunque sia interessata a questi temi.
Per info: gruppodonne@fishonlus.it

BANCA ETICA E LIBERA: 3 MILIONI DI FINANZIAMENTI PER LE IMPRESE SOCIALI CHE RECUPERANO I BENI CONFISCATI ALLE MAFIE
In occasione della Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie che si è tenuta  il 21 marzo, Banca Etica e Libera hanno annunciato un piano straordinario per dare credito alle imprese sociali che gestiscono beni confiscati alle mafie. Banca Etica mette a disposizione un plafond di 3 milioni di euro di finanziamenti che – in base alla tipologia di impresa richiedente e di attività svolta – potranno ottenere la garanzia di diversi strumenti tra cui quelli europei del programma Easi per l’occupazione e l’innovazione sociale e quello del Mediocredito Centrale per i beni confiscati.
“La mafia non può fare a meno di collusioni con il mondo della finanza. Per questo ogni progetto che voglia definirsi di finanza etica deve avere al cuore anche l’impegno antimafia.  E non è un caso se tra i primi finanziamenti concessi 20 anni fa dalla neonata Banca Etica ce ne furono alcuni a favore di cooperative di Corleone che volevano restituire all’utilità sociale beni e terreni confiscati – dice Ugo Biggeri, presidente di Banca Etica – . La legge italiana sul riuso sociale dei beni confiscati all’estero è considerata un modello da imitare, ma la sua concreta attuazione ancora soffre di lentezze amministrative e scarsità di risorse. Banca Etica risponde mettendo a disposizione risorse economiche e umane per facilitare il più possibile l’effettiva destinazione sociale dei beni confiscati: attraverso il credito concesso, cooperative e associazioni possono rimettere in funzione i beni confiscati realizzando progetti culturali e di inserimento lavorativo di persone con qualche fragilità”.
Già oggi Banca Etica finanzia progetti di riuso dei beni confiscati per un valore complessivo di 3 milioni e mezzo di euro erogati a favore di 22 realtà (cooperative e associazioni), che nel loro insieme hanno un fatturato di 33 milioni di euro e impiegano 520 addetti.
Per info: www.bancaetica.it  

CSVNET ENTRA NEL CONSIGLIO NAZIONALE DEL TERZO SETTORE
Lo aveva stabilito il decreto correttivo del 3 agosto 2018 ed è ora ufficiale: CSVnet entra a far parte del Consiglio nazionale del terzo settore. Un provvedimento che diventa operativo con il decreto del ministero del Lavoro e delle politiche sociali n. 29/2019 dello scorso 22 marzo in cui si ridefinisce la composizione di uno dei principali strumenti di coordinamento tra il governo e le realtà non profit, istituito dal Codice del terzo settore. A dar voce a CSVnet, e su sua designazione, ci sarà la vicepresidente Chiara Tommasini; nominato come supplente il suo omologo Luciano Squillaci.
Il Consiglio nazionale passa da 33 a 37 componenti (di cui 3 senza diritto di voto). Oltre a CSVnet, infatti, il decreto correttivo del Codice ha disposto l’aggiunta di altre due unità per l’associazione degli enti del terzo settore più rappresentativa sul territorio nazionale (ad oggi Forum Terzo settore) e di una per le reti associative nazionali.
“Il Consiglio nazionale del terzo settore è uno dei luoghi cruciali di confronto e discussione sull’attuazione della riforma, – dice il presidente di CSVnet Stefano Tabò, – soprattutto in una fase come questa in cui mancano ancora diversi tasselli per completarne l’operatività. Il decreto di allargamento accoglie la nostra richiesta presentata a luglio scorso in Parlamento, e va a riconoscere l’esperienza acquisita dai CSV in 20 anni di attività nella promozione del volontariato”.
All’interno del Consiglio si possono esprimere pareri (anche se non vincolanti) sugli schemi degli atti normativi relativi al terzo settore, su importanti linee guida destinate agli ETs, sulle modalità di utilizzo del fondo per il finanziamento di progetti e attività di interesse generale nel terzo settore. Il Consiglio, inoltre, è coinvolto nelle funzioni di vigilanza, monitoraggio e controllo. La prossima riunione, la prima convocata dall’attuale governo, si svolgerà a metà aprile; l’organismo si era insediato nel febbraio del 2018.
Pe informazioni: www.csvnet.it

II EDIZIONE DEL PREMIO “WELCOME – WORKING FOR REFUGEE INTEGRATION”
L’Agenzia ONU per i rifugiati (UNHCR) ha premiato le aziende italiane che nel 2018 si sono contraddistinte per aver favorito l’inserimento professionale dei rifugiati e per aver sostenuto il loro processo d’integrazione in Italia. Il riconoscimento di questo ruolo chiave delle aziende è stato formalizzato con la consegna del da parte di UNHCR, del certificato con il logo Welcome – Working for refugee integration, che i premiati potranno esporre ed utilizzare nelle loro attività di comunicazione nell’anno corrente. Il progetto, sostenuto da Ministero del Lavoro, Ministero degli Interni e Confindustria, prevede che il logo venga assegnato annualmente alle imprese che, in base alle proprie possibilità, si siano distinte per aver effettuato nuove assunzioni di beneficiari di protezione internazionale o comunque abbiano favorito il loro concreto inserimento lavorativo e sociale, ed imprese che abbiano incoraggiato la nascita di attività di autoimpiego.
Complessivamente, dal 2017, 120 aziende sono state premiate per aver favorito l’inserimento lavorativo di 1.200 rifugiati, ampliando l’orizzonte della loro responsabilità sociale.
Sul sito www.unhcr.it saranno presto aperte le candidature per il 2019, con l’auspicio che le attività per l’inclusione dei rifugiati possono rappresentare un nuovo orizzonte dell’attività sociale delle aziende e che i rifugiati, con le loro competenze ed i loro saperi, possono rappresentare una risorsa concreta per le nostre economie.


Agenzia d’Informazione a cura dell’Ufficio Stampa di  Auser Nazionale.
Via Nizza 154 00198 Roma tel. 06/84407725 fax 06/8440.7777

ufficiostampa@auser.it    www.auser.it

Tags:
Categorie articolo:
Agenzia d'informazione AUSER

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MENU