Area riservata

Agenzia di informazione Auser – Anno 22 numero 10 – 13 marzo 2019

Scritto da
13 marzo 2019
testata_agenzia

Agenzia settimanale – Anno 22 numero 10– mercoledì 13 marzo 2019
Agenzia Auser è un servizio d’informazione dell’Auser Nazionale.
Viene inviata via E-mail. E’ inoltre visibile sul sito internet www.auser.it


Auserinforma

TRENTENNALE AUSER: DUE INIZIATIVE ALL’INSEGNA DELLA PARTECIPAZIONE E DELLA CREATIVITA’
In occasione del Trentennale dell’Auser, sono state lanciate due iniziate nazionali a cui potranno partecipare soci e volontari. Iniziative all’insegna della creatività  e dell’orgoglio di appartenenza.   Con “Una regalo per Auser” si invitano soci e volontari a realizzare un dono per l’associazione: una poesia, un brano musicale, un disegno, un quadro o anche una ricetta di propria invenzione. Le fotografie dei regali verranno pubblicate in una apposita Galleria sul sito www.auser.it
Soci e volontari potranno inoltre partecipare a “Uno scatto d’orgoglio”,  inviando un Selfie e  scrivendo in 260 caratteri il valore che si attribuisce ad Auser e all’invecchiamento attivo.
Tutte le fotografie  entreranno a far parte della Galleria dei volti Auser e saranno protagoniste di un video.
“Questo compleanno va festeggiato tutti insieme con la gioia e l’orgoglio di aver contribuito, ciascuno di noi, a rendere migliore la comunità in cui viviamo  e più serena la vita di tante persone – sottolinea il presidente Enzo Costa in una lettera inviata ai soci –  Abbiamo pensato di dedicare il Trentennale al valore dell’Invecchiamento Attivo e di condividere insieme questo importante traguardo”.
La celebrazione del  Trentennale si avvierà in  occasione della Conferenza d’Organizzazione che si terrà a Roma il 9 e 10 maggio 2019.
Per info: www.auser.it

TOSCANA, LA VIOLENZA NEI CONFRONTI DELLE DONNE ANZIANE. UNA RILEVAZIONE CONDOTTA TRA LE ISCRITTE AUSER
L’Osservatorio Sociale Regionale, in collaborazione con AUSER, ha affrontato all’interno del Decimo Rapporto sulla violenza di genere in Toscana,  un approfondimento sulla violenza verso le donne anziane. Dei 108 femminicidi che dal 2006 al 2017 sono avvenuti in Toscana, in 45 casi hanno riguardato donne ultrasessantenni. A fronte di questo, però, gli accessi delle donne anziane ai Centri antiviolenza, ma anche ad altri servizi della rete, sono molto bassi. L’indagine svolta ha dunque cercato di rispondere a due necessità: da un lato avere informazioni sulla percezione della violenza da parte delle donne anziane, pur nella consapevolezza che i risultati presentati non possano essere generalizzati all’intera popolazione femminile afferente alla terza età, dall’altro iniziare un lavoro di sensibilizzazione attraverso la collaborazione del mondo delle associazioni. Tutte le oltre 500 donne intervistate, tranne una, hanno sentito parlare di violenza di genere, in 22 casi (4%) per esperienza personale o in famiglia. La maggior parte delle donne intervistate alla domanda “In una relazione stabile e duratura, il fatto che l’uomo voglia controllare sempre  tutte le attività della moglie” ritiene che tale comportamento sia inaccettabile. Il 6,7% di donne ritiene il controllo una dimostrazione di affetto, mentre per un altro 11,3% esso rappresenta una forma di gelosia accettabile. Il 26,8% delle donne che ha risposto alla domanda, indica una qualche possibile giustificazione per un comportamento violento da parte dell’uomo verso la donna. Le situazioni che maggiormente sono considerate una scusante sono legate alla gelosia (11,4%) e a situazioni di stress psicologico (10,4%). Il titolo di studio influenza significativamente queste due risposte, con un aumento della giustificazione verso l’uomo per chi ha titoli di studio più bassi. Per uscire da una situazione di violenza, secondo le donne intervistate, è opportuno rivolgersi alle Forze dell’Ordine (62,6%), ad un Centro antiviolenza (54,9%), ad un familiare (34,7%). Circa un quarto delle donne indica il servizio sociale, mentre il 13,6% ritiene di potersi rivolgere, tra gli altri, al proprio medico. Le ultime domande del questionario spostano il focus dalla violenza sulle donne in generale a quella sulle donne anziane. Il 56,7% ritiene che la popolazione femminile anziana sia a maggior rischio di subire violenza: si teme soprattutto la violenza da parte di sconosciuti, o del personale addetto alla cura, mentre i dati sui femminicidi mostrano come quelli che vedono come vittime donne anziane siano commessi soprattutto da partner o figli.
Di fronte ad un episodio di violenza, quasi il 10% delle donne non saprebbe a chi chiedere aiuto.
Fonte: toscana-notizie.it

PERUGIA, L’IMPEGNO DI AUSER E SPI CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE ANZIANE
“Non è mai troppo tardi per uscire dalla violenza”: è il messaggio che  venerdì 8 marzo, giornata internazionale della donna, hanno lanciato insieme l’Auser di Perugia, il coordinamento donne Spi Cgil di Perugia e Libera…Mente Donna, l’associazione che gestisce i centri antiviolenza dell’Umbria. La violenza sulle donne anziane è, infatti, un fenomeno troppo sottovalutato, poco conosciuto, ma in realtà molto diffuso. “Una donna over 65 su tre – ha spiegato Franca Gasparri, presidente di Auser Perugia Media Valle del Tevere – subisce violenza, quasi sempre all’interno della famiglia, ovvero dal marito, ma purtroppo anche dai figli. A queste donne vogliamo dire che esiste una rete alla quale rivolgersi per uscire da questa condizione”. La rete è naturalmente quella dei centri antiviolenza, ma – come ha spiegato Sara Pasquino, dell’associazione Libera…Mente Donna – “c’è un grande bisogno di sostegno e di servizi, perché le donne che intraprendono percorsi di uscita dalla violenza devono potersi spostare, devono avere una casa, devono avere una condizione economica di indipendenza”.
ecco allora che l’otto marzo è diventato  l’occasione per fare qualcosa di concreto: 750 chilometri di trasporti gratuiti, grazie ai mezzi di Auser e un telefono a disposizione, quello del Filo d’argento 0755005666. Sempre in occasione dell’8 marzo nella sede Auser di Perugia in via Giovanni Battista Vico, è stata inaugurata una panchina rossa contro la violenza sulle donne, all’interno del “giardino di quartiere” che l’associazione sta costruendo per tutto il vicinato.

LEGNANO (MI): VIOLENZA SULLE DONNE, PRESENTATI I DATI DI FILO ROSA AUSER
In un solo anno 108 donne sono state vittime di violenze e vessazioni sul territorio del Legnanese e Castanese.  A questi vanno aggiunti 8 casi di segregazione e 18 casi di violenza sessuale. Eppure in questo drammatico contesto emerge un dato positivo: aumentano le vittime che rompono il silenzio e chiedono aiuto. Parlano chiaro i dati registrati nel 2018 dal centro anti-violenza Filo Rosa auser di Legnano dallo sportello antenna di Castano Primo. Un bilancio presentato l’ 8 marzo, in occasione della giornata dedicata alle donne. «La violenza sulle donne continua a essere una drammatica piaga sociale anche sul nostro territorio – spiega Loredana Serraglia, presidente del Filo Rosa Auser -. Nel corso dell’anno 2018 siamo stati contattati da 168 donne. Per 108 di loro, c’è stata la presa in carico. Questi casi si sono aggiunti ai 39 ancora in carico al centro dagli anni precedenti, per un totale di 147 casi nell’arco del 2018». A confermare il fenomeno sono anche i dati registrati al Pronto Soccorso di Legnano che riceve dai due ai tre casi a settimana, ma non tutte le vittime hanno il coraggio di chiedere aiuto.  Ben 75 casi su 108 sono stati registrati nel Legnanese: di questi, 28 soltanto a Legnano, 8 a Rescaldina, 7 a Parabiago, 6 sia a Cerro Maggiore che a Villa Cortese. 84 vittime su 108 sono italiane. le vittime accolte vanno dai 20 agli over 60 anni anche se una buona percentuale è tra i 40 e 49 anni. Il maltrattamento psicologico è la principale arma dell’uomo violento e spesso “corre” in parallelo al maltrattamento fisico.
Il Centro Antiviolenza Ticino Olona comprende 50 comuni e vede quattro sportelli aperti sul territorio. Filo Auser Rosa gestisce quelli di Legnano e Castano Primo, mentre Telefono Donna è responsabile del punti di Abbiategrasso e di quello di Magenta. Recentemente, poi è stato aperto un punto a Gallarate.
Fonte: legnanonews.it

IMPERIA, ENTRA NEL VIVO IL PROGETTO SULL’INVECCHIAMENTO ATTIVO
30 azioni da realizzarsi in provincia di Imperia: 12 nel Distretto Sociosanitario Sanremese, 9 in quello Imperiese e altrettante 9 in quello Ventimigliese. Entra nel vivo e nella fase attuativa “Ogni stagione porta i suoi frutti”, il progetto della Regione Liguria dedicato all’invecchiamento attivo in collaborazione con Auser  il mondo del volontariato. Alcuni progetti stanno già partendo: è il caso dei corsi di ballo e di cucito. Altri partiranno una volta che si completeranno le iscrizioni minime necessarie. Altri partiranno da settembre in occasione dell’avvio del nuovo anno scolastico, per coinvolgere i giovani, in particolare gli studenti e realizzare scambi intergenerazionali.  Si terranno corsi sul Digital Divide (divario digitale) per superare le barriere all’uso di computer e cellulari. Ritornano i concorsi di poesia, racconti brevi, pittura, fotografia; le gare dii burraco e di scopa.
Saranno inoltre organizzati cicli di conferenze per le quali Auser garantisce il servizio di accompagnamento. E’ prevista anche una giornata finale di festa, molto probabilmente a ottobre in occasione della tradizionale camminata all’insegna del benessere.  A queste 30 azioni progetto si aggiungono  i corsi di Attività Fisica Adattata (AFA) e quelli di Memory Training (Allenamento della Memoria).
Tutte le info alla pagina Facebook di Auser Imperia.

PADOVA, TRE INCONTRI SULLE FAKE NEWS
Tre appuntamenti a Padova per riflettere su disinformazione e Fake News. Si comincia il 13 marzo alle ore 14,30 con l’incontro con il prof. Giuseppe Tipaldo ricercatore all’Università di Torino che presenterà la sua ultima pubblicazione sulla pseudoscienza. Si prosegue il 22 marzo alle 14,30 con la partecipazione di Patrizia Mattioli di Auser Nazionale, ultimo appuntamento il 29 marzo ore 16.00 con il prof. Lorenzo Magnea docente di fisica teorica all’università di Torino che interverrà sul tema “Cittadini ed informazione in rete”. Gli incontri si terranno presso la sede di Auser Padova La Fornace in via Siracusa  61. Coordinano gli incontri Ivo Beccegato e Alessandro Rebonato.
Per info: www.auser.veneto.it

VITERBO, SECONDO INCONTRO PUBBLICO DI ALZHAUSER CAFFE’
Lunedì 18 marzo si terrà il secondo incontro pubblico organizzato dall’Alzhauser Caffè di  Viterbo e frutto di una collaborazione tra Auser Viterbo, Comune, Asl, Tavola Valdese e Associazione Alzheimer Ezio Ciatti.
Il tema dell’incontro sarà “Aspetti sociali delle demenze, possibilità di presa in carico da parte dei Servizi Sociali comunali e modalità di accesso”.
La dott.ssa Patrizia Prosperi (Asl-Vt), Rosalba Costa e Pietrangelo Conti (Comune di Viterbo) risponderanno a due delle domande più frequenti di chi si prende cura di un paziente affetto da demenza: cosa succede in famiglia quando c’è un malato di Alzheimer? Come mi aiutano i servizi sociali? L’appuntamento è alle 15,30 al Centro Sociale Polivalente “La Pila”, in via Della Pila 22B.

SANT’ALBINO (SI), INCONTRO PUBBLICO SULLE FAKE NEWS
Sabato 16 marzo alle ore 15 presso il Centro Civico di Sant’Albino a Montepulciano (SI) Auser organizza l’incontro-dibattito “Conoscere per comprendere – La (dis)informazione nel tempo del web e dei social”.
L’iniziativa è ispirata ai contenuti e ai valori dell”ultima edizione della Città che Apprende, svoltasi a Torino il 18 e 19 ottobre scorsi.
L’incontro vuole porre l’attenzione sui grandi cambiamenti avvenuti negli ultimi anni nel circuito dell’informazione, soprattutto in seguito alla massiccia diffusione dei social network, che consentono a tutti di far circolare notizie e video senza alcun flitro nè obbligo di verifica.
Al dibattito parteciperanno la presidente di Auser Toscana Simonetta Bessi i giornalisti Giordano Cioli, Bruno Nucci, Massimo Tavanti e Riccardo Lorenzetti. Coordina Diego Mancuso, ufficio stampa del comune di Montepulciano.

GUALTIERI (RE), I VOLONTARI AUSER BONIFICANO LA DISCARICA ABUSIVA
E’ stata ripulita a tempo di record l’area a ridosso della strada Cispadana, tra Gualtieri e Pieve Saliceto (RE), dove nei giorni scorsi qualcuno aveva deciso di scaricare rottami vari e oggetti di scarto di vario tipo, anche ingombranti, incurante del fatto di creare una vera e propria discarica abusiva a cielo aperto. E in breve tempo alcuni cittadini, dimostrando senso civico e disponibilità verso la comunità locale, hanno deciso di mettersi all’opera. Si tratta di volontari dell’Auser e Guardie giurate ecologiche volontarie in servizio sul territorio, i quali hanno deciso di ripulire la scarpata della strada Cispadana da tutti i rifiuti che erano stati abbandonati in quel luogo. Un gesto che è stato apprezzato da autorità locali e da molti cittadini.
Fonte: Il Resto del Carlino

CASALPUSTERLENGO (LO), “ORTO APERTO” SOLIDALE E PER OGNI ETA’
I suoi frutti non sono solo sociali ma anche urbani: a Casalpusterlengo (LO) e il progetto “Orto aperto” ha restituito in pochi mesi un luogo di aggregazione intergenerazionale e un nuovo volto a un angolo di città degradato. Nell’area verde fra via Scotti e via De Gasperi, infatti, gli arredi e i giochi per i bambini erano stati addirittura rimossi e quei metri quadrati di giardino erano divenuti terra di nessuno. Oggi l’area è un orto terapeutico e didattico, uno spazio in cui adulti e anziani si incontrano per coltivare fiori e lavorare la terra, e dove le scolaresche hanno cominciato ad andare a lezione di “giardinaggio” e “coltivazione” riscoprendo anche il concetto di “stagionalità”. Si tratta di un progetto voluto dall’Auser di Casale che lo ha potuto realizzare grazie alla disponibilità del Comune e al sostegno della Fondazione Comunitaria della Provincia di Lodi. «Sono orgogliosa del lavoro che la mia associazione sta facendo, dunque voglio ringraziare tutti i miei volontari per questi tre anni di presenza – commenta la presidente dell’Auser di Casale Tea Valentino -: il progetto (www.ortoaperto.it), nato per essere uno spazio di aggregazione, è uno degli impegni che più ci ha coinvolti ma che in questi mesi ha coinvolto sempre più persone». Scuole comprese. «Proprio nei prossimi giorni – spiega – le classi prime della scuola media della città saranno all’orto per imparare a piantare le primule, i fiori della primavera.
Fonte: Il Cittadino di Lodi

AUSER E PSICHE 2000 AVVIANO A  FERMO UN CORSO SULL’INVECCHIAMENTO ATTIVO
Si chiama “L’Attimo tra l’emozione e il ricordo” il nuovo corso sull’invecchiamento attivo promosso da Auser Fermo e Psiche 2000. Otto incontri settimanali dal 12 marzo al 14 maggio.
L’Oms ha incluso il benessere psicologico nel concetto di salute: gli individui devono avere la possibilità di sentirsi a proprio agio nelle circostanze che si trovano a vivere. Sempre secondo l’Oms il benessere psicologico è quello stato in cui l’individuo sfrutta le sue capacità cognitive ed emozionali per rispondere alle esigenze della vita di ogni giorno. Da qui la progettazione congiunta di Auser Provinciale Fermo, Auser Volontariato Fermo e Psiche 2000 che, col supporto del Csv, hanno organizzato il corso di formazione “L’Attimo tra l’emozione e il ricordo”, per il benessere dei volontari, per migliorare i servizi che loro offrono, per tutti i soggetti interessati. L’obiettivo è di fornire una prima illustrazione dei principali aspetti che concorrono alla percezione, soggettiva e non, di benessere; far conoscere elementi relativi alla demenza e alla malattia di Alzheimer; cosa può fare il familiare/caregiver per gestirla al meglio, avendo anche cura di sè; apprendere semplici tecniche da praticare abitualmente per compensare la diminuzione di memoria.
Il corso sarà tenuto dal Dr. Sandro Castelli, Psicologo /Psicoterapeuta e si svolgerà in 8 otto incontri presso la Casa delle Associazioni in Via del Bastione, a Fermo.
Per info contattare: 3286169893 Simoni Giulio o fermo.auser@marche.cgil.it

BARBERINO TAVARNELLE (FI): CINEMA, VIAGGI CULTURALI E POMERIGGI AL CIRCOLO. TANTE INIZIATIVE PER STARE IN COMPAGNIA
Sempre molto frequentati i  “Pomeriggi al Circolo” promossi da Auser Barberino e Tavarnelle (Fi) in cui si parla di cultura, sanità, infortuni domestici, alimentazione ecc. Da lunedì 11 marzo inizia il ciclo dei “Pomeriggi al Cinema”,  6 pomeriggi, con ingresso gratuito, sempre di lunedì, fino al 15 Aprile.  Dopo la  Pasqua sono in calendario le  visite culturali di “Primavera insieme a noi” anche queste un giorno a settimana con visita a musei, siti archeologici, abbazie, luoghi di interesse storico e artistico. L’iniziativa terminerà a giugno,  mese durante il quale inizieranno i primi turni dei soggiorni estivi. Inoltre dopo le gite di un giorno effettuate a Roma (musei Vaticani e Villa Borghese), si continua con i viaggi culturali che hanno sempre un gran successo. Il 7 e 8 aprile prossimi due giorni a Torino con visite a Stupinigi, museo Egizio e la Mole, mentre dal 12 al 19 Maggio è in programma il Tour della Sicilia con visite delle principali località di questa Regione (Palermo, Monreale, Agrigento, Noto)-
Per info: auser.volontariatoinsieme.taba@gmail.com  www.auser.toscana.it/taba/ facebook.com/auser.volontariato Twitter@auser_insieme

BENEVENTO, ALL’AUSER-USELTE “MUSICA E POESIA NEI MADRIGALI DI CARLO GESUALDO”
Auser Uselte di Benevento informa che giovedi 14 marzo alle ore 17.30 nella sala Cesvob al primo piano del palazzo del Volontariato in viale Mellusi 68, si terrà una conferenza su “Musica e poesia nei Madrigali di Carlo Gesualdo”.
Interverrà Giuseppe Mastrominico, professore e ricercatore presso l’Università Federico II di Napoli, vicepresidente UNLA (Unione Nazionale per la Lotta contro l’Analfabetismi) e socio CESN (Centro Europeo di Studi Normanni), per il quale ha diretto il Museo della Civiltà Normanna, è impegnato come “cultural manager” in progetti di tutela e valorizzazione dei beni culturali materiali ed immateriali.
L’approfondimento storico-musicale della “cultura gesualdiana”, legata alla figura del Principe madrigalista Carlo Gesualdo (1566-1613), costituisce un suo specifico campo d’intervento. In tale ambito ha curato diverse iniziative quale direttore scientifico dell’Istituto Italiano di Studi Gesualdiani. Autore di vari scritti, articoli e saggi scientifici, dirige l’impresa culturale della Gesualdo Edizioni (www.gesualdoedizioni.it).
Fonte: realtasannita.it

MACERATA, NUOVO PULMINO GRAZIE ALLA SOLIDARIETA’
È stato inaugurato nei giorni scorsi il pulmino di proprietà di Auser Macerata, acquistato grazie alle importanti donazioni di Confindustria, Cgil, Cisl e Uil e alla solidarietà dei lavoratori delle imprese. Una convergenza di donatori che testimonia l’attività dell’associazione, l’apprezzamento che riceve il suo operato e l’ampia ramificazione che ha distribuito su tutto il territorio. Alla sede della Cgil a Piediripa il nuovo mezzo, adeguatamente attrezzato per il trasporto di anziani, disabili o persone con difficoltà motorie, è stato accolto dai volontari dell’associazione, che da tempo si occupa di volontariato e svolge attività di promozione sociale. «La nostra associazione, attraverso i volontari che la formano – dice Antonio Marcucci, presidente di Auser – cerca di dare risposte alle persone in difficoltà, come gli anziani che sono rimasti soli o le persone che hanno difficoltà a spostarsi. Il pulmino, un Fiat Doblò dotato di una pedana avvolgibile per facilitare la salita a bordo, permetterà di dare adeguata risposta alle numerose richieste che riceviamo, circa 1.800 l’anno. Si tratta per la maggior parte di persone in difficoltà negli spostamenti, come andare dal medico, recarsi all’ospedale o a al cimitero. Ringrazio tutti i volontari dell’associazione, per cui questa donazione rappresenta un forte stimolo. Grazie al loro costante impegno potremo svolgere gratuitamente questo importante servizio di trasporto».
Fonte: Il Resto del Carlino

PRATO, IN FORMA CON LO YOGA DELLA RISATA
Sono tante le attività che l’Auser territoriale Prato promuove per quanti aderiscono all’associazione. Ed il mese di marzo è particolarmente ricco di appuntamenti. Fra le novità dal mese di marzo c’è anche un ciclo di incontri dedicati allo “Yoga della risata”, che si tiene nei locali del laboratorio del tempo, in via Roma. Una forma di esercizio che può portare benefici al corpo, alla mente e allo spirito di chi vi partecipa. Un’opportunità alternativa per gli anziani che abbiano voglia di essere protagonisti di una pausa di gioia e di benessere riscoprendo il valore terapeutico della risata.
Fonte: La Nazione

TRANI, APERTE LE ISCRIZIONI PER IL CORSO DI INGLESE
Dopo l’avvio dei laboratori di sartoria, di bigiotteria e di canto, continua il percorso formativo di Auser Trani  per le persone della terza età e non solo, con un corso base di Inglese. Il corso si terrà ogni sabato, dalle 10.00 alle 11.15 presso il Centro Polivalente Villa Guastamacchia.
Le iscrizioni sono obbligatorie chiamando: al 346 3357392  – 366 3639682, oppure contattando tramite la pagina Facebook Auser Trani, o inviando una email a ausertrani@libero.it.
Fonte: traninews.it

GRASSANO (MT), LABORATORI SU DANZE E CANTI POPOLARI, CORSI E CONFERENZE
Mese di marzo denso di iniziative per i soci di Auser Grassano e tante opportunità per stare insieme, seguire corsi, partecipare a gite ed escursioni. Per tutto il mese prosegue il laboratorio di ginnastica dolce e quello sui canti e balli popolari grassanesi, tante anche le conferenze: sull’erboristica, la storia locale, il ruolo della magistratura e dei vigili del fuoco, lo sviluppo della democrazia, la conoscenza delle istituzioni.
Per info: ausergrassano@gmail.com te. 331-9417490.

VILLANOVA DI CEPAGATTI (PE), PARLIAMO DI LEI
Lo scorso otto marzo si è svolta una delle iniziative progettate per il “marzo donna”, rassegna organizzata dal circolo Auser di Villanova di Cepagatti (PE) con la Presidente Fiorinda Ambrosini e  l’Osservatorio pari opportunità e politiche di genere con la Coordinatrice  Anna Maria Di Biase. Il tema dell’ incontro è stato “parliamo di Lei”, una serata insieme per discutere dei problemi delle donne oggi, nella nostra società, e illustrare il contributo delle attività quotidiane dei Circoli Auser a sostegno del mondo femminile. La serata si è conclusa con una cena a base di pizze e arrosticini in un clima di complicità e solidarietà.

BOSARO (RO), UN CICLO DI INCONTRI PER LE DONNE DI OGGI
“Bosaro in rosa: essenze di donna (non solo mimose)”, è un ciclo di quattro incontri promossi dall’assessorato alle pari opportunità del comune e l’auser. Obiettivo: capire insieme il significato di essere donna oggi.  Dopo il primo appuntamento con la rappresentazione  teatrale “a so inteijente mi” della compagnia “ospedaletto ci prova”,  venerdì 15 marzo nella sala consiliare la pedagogista arianna ferlin tratterà il tema “sos compiti! Come affrontare con nervi saldi i compiti, lo studio e le avventure scolastiche assieme ai propri figli”. Venerdì 22 argomento di discussione sarà la salute con il tema “belli e salute grazie all’aiuto della natura”. Relatori eros veronese, denis ghisellini e sofia bonadiman, esperti di dietetica, erboristica e cosmetica. La serata sarà chiusa da una tisana della buona notte. L’ultimo appuntamento sabato 30 marzo in sala consiliare con “ad ogni donna il suo stile: riscopri la bellezza che è in te”. Sarà presente con i suoi consigli la stilista rossella rizzi che porterà le donne alla scoperta del proprio stile personale tra abiti, accessori, make up e acconciature. Tutti gli incontri avranno inizio alle 21 e saranno ad ingresso gratuito.
Fonte: il Resto del Carlino

REGGIO CALABRIA, UNA MOSTRA FOTOGRAFICA PER RACCONTARE LE DONNE NELLA SOCIETA’
Si intitola “Racconto di donne” la mostra permanente di scatti provenienti dall’ archivio storico del sindacato nazionale e dalla donazione di alcune donne iscritte inaugurata nella sede della Cgil di Reggio – Locri in via Santa Lucia al Parco. L’iniziativa, promossa dalla Cgil di Reggio Calabria – Locri, dal coordinamento donne Spi Cgil e dall’ associazione Auser Solidarietà, ripercorre la storia delle tante figure femminili, che durante i secoli hanno inciso profondamente sull’evoluzione del ruolo della donna nella società.
Fonte: Gazzetta del Sud

TREVIGLIO (BG), “MARZO DI GRAN GUSTO”
Con l’iniziativa “Impariamo a fare il pane in casa” è iniziato nei giorni scorsi il “Marzo di gran gusto” di Slow Food di Treviglio (BG), in collaborazione con Auser e il patrocinio del Comune e della Pro loco: quattro incontri, il primo con il pane, che vedono coinvolti vino, caffè e gelato. Si è iniziato con la proposta del pane “buono” preparato in casa, al laboratorio di panificazione dell’istituto professionale Abf, in via Caravaggio. Massimo Ferrandi, mastro fornaio, presidente dei panificatori bergamaschi Aspam, ha tenuto, tra le 9.30 e le 12.30, un minicorso per conoscere le farine e così saperle utilizzare in modo appropriato per fare un pane casalingo buono. E questo è stato solo l’inizio di un programma di alto richiamo. Giovedì 14 si parlerà di “Bollicine”, dal prosecco allo champagne, passando per il Franciacorta. Sabato 23 sarà la volta de “Il piacere del caffè e non solo…” alla pasticceria Paolo Riva e infine, mercoledì 27, “Gelato per sempre” alla gelateria Oasi di Badalasco di Fara d’Adda.
Fonte: Il Giorno


Dal Sindacato

CGIL,  VENERDÌ IN PIAZZA PER LO SCIOPERO GLOBALE
“Per rivendicare il diritto a un futuro su questo Pianeta, il 15 marzo, così come abbiamo fatto finora ogni venerdì con il movimento ‘Fridays For Future’, saremo in piazza assieme agli studenti di tutto il mondo per lo sciopero globale ‘Global Strike For Future’. Ribadiremo il nostro impegno a garantire una giustizia climatica, attraverso: la contrattazione a tutti i livelli, il confronto con il Governo e con le amministrazioni locali, le iniziative di lotta che verranno concordate dal movimento sindacale globale”. Così la vicesegretaria generale della Cgil Gianna Fracassi.
Per la dirigente sindacale “abbiamo solo undici anni per cambiare radicalmente il modello di produzione e di consumo per renderlo sostenibile dal punto di vista climatico e sociale. Le conoscenze e le tecnologie per tagliare drasticamente le emissioni di CO2 esistono già, ma – sottolinea – manca la volontà politica di fare una scelta per il futuro, definendo le misure strutturali necessarie per una giusta transizione verso una società a emissioni zero”. “ll tema della decarbonizzazione – prosegue Fracassi – deve guidare le scelte sugli investimenti e indirizzare tutte le decisioni politiche, fiscali, industriali, economiche, sociali affinché venga disinnescata la potente bomba ad orologeria dell’incremento della temperatura globale. Purtroppo non è così”.
Per info: cgil.it


Anziani e dintorni

A FIRENZE LA PRIMA ACCADEMIA INTERNAZIONALE SULL’ASSISTENZA A LUNGO TERMINE
Avrà sede a Firenze la prima Accademia internazionale sul Long Term Care, dedicata alla ricerca di soluzioni per l’assistenza agli anziani, allo studio e alla sperimentazione di modelli innovativi per il welfare locale che possano essere di esempio per tutto il mondo. Dalla Conferenza internazionale “Long Term Care. Aging in place” che si è tenuta nei giorni scorsi presso l’Istituto degli Innocenti di Firenze è nata l’esigenza di creare una struttura per dare stabilità al lavoro interdisciplinare avviato per la prima volta sul tema dell’assistenza agli anziani che incide sulla sostenibilità dei modelli di welfare della società contemporanea, vista la costante crescita della popolazione anziana nel mondo (oggi sono 900 milioni le persone con età superiore ai 65 anni, si stima che nel 2050 saranno 2 miliardi). La Conferenza, promossa dalla Rete Long Term Care Alliance in collaborazione con Regione Toscana, Fondazione CR Firenze, Comune di Firenze, Fondazione Montedomini, con il contributo della Fondazione Internazionale Menarini, dell’Istituto degli Innocenti e dell’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della provincia di Firenze, ha infatti messo per la prima volta a confronto personalità di rilievo internazionale, esperti di varie discipline, non solo mediche, ma anche del settore sociale, del mondo delle assicurazioni provenienti dai Paesi più impegnati sul tema della Long Term Care in particolare: Italia, Olanda, Canada, Svezia, Stati Uniti e Israele. La nuova Accademia Internazionale dedicata al Long Term Care (che potrebbe essere presieduta da William Reichman della società canadese Baycrest e presidente della LTC Alliance) avrà il sostegno di Montedomini e della rete mondiale Long Term Care Alliance. Tra le soluzioni innovative emerse durante la Conferenza quelle legate all’utilizzo delle nuove tecnologie che sono alla base anche del progetto di assistenza domiciliare a distanza, elaborato dall’Università di Firenze e da Montedomini per ridurre il numero di ricoveri di pazienti ultrasettantenni in ospedale. La proposta punta a far risparmiare alla sanità pubblica oltre 3 milioni l’anno nell’area fiorentina.
Fonte gonews.it

UNO SPORTELLO PER DONNE, FAMIGLIE E ANZIANI IN DIFFICOLTÀ: NASCE A BARI  IL CENTRO D’ASCOLTO ANTEAS
Un centro di ascolto rivolto alle persone in difficoltà, ai soggetti più fragili e in particolare a chi subisce violenza fisica e psicologica, o è vittima di discriminazioni. Nasce a Bari lo sportello promosso dall’associazione Anteas, dalla FNP Cisl Bari e dal coordinamento Donne Cisl Bari-BAT.
Il servizio è stato presentato nei giorni scorsi a  Palazzo di Città in una conferenza stampa.
Lo sportello d’ascolto permetterà di costruire un’offerta  ampia di prossimità, che possa arrivare in quanti più luoghi possibile a tutela dei soggetti fragili. Questo centro di ascolto si aggiunge alla rete di trenta presidi dedicati a donne, famiglie e anziani in difficoltà. Il 25 marzo e 1° aprile prossimi l’amministrazione comunale organizza due giornate di formazione per cento operatori territoriali, un gruppo di volontari sarà avviato a un percorso formativo specifico per far sì che l’attività di ascolto non sia fine a se stessa, bensì finalizzata all’efficace orientamento dei soggetti fragili verso i servizi specializzati più adatti alle loro esigenze.
Fonte: Bari Today

TORINO, “IO AIUTO IL MIO VICINO”: AL VIA LA CAMPAGNA DI SOLIDARIETÀ PER GLI ANZIANI DEL QUARTIERE
“Io aiuto il mio vicino”. E’ questo lo slogan della campana di solidarietà promossa dalla cooperativa sociale Zenith nell’ambito del progetto Prometeo. Il progetto Prometeo, attivo a Torino nelle Circoscrizioni 5 e 7, si occupa di fornire agli anziani assistenza, supporto alla salute, sostegno psicologico, aiuto negli spostamenti e tanti altri tipi di servizi. Tramite la campagna di raccolta fondi #IoAiutoIlMioVicino  è partito  l’invito rivolto ai cittadini di prendersi cura dei “propri” anziani tramite donazioni che possono essere economiche, come di tempo e di attenzioni. L’obiettivo è quello di creare una vera e propria rete attorno agli anziani, aiutandoli a combattere la solitudine e le difficoltà di questo particolare momento della vita.
In una Torino sempre più anziana, in cui gli over 65 rappresentano oltre un terzo della popolazione, il progetto Prometeo mira a creare un vero e proprio welfare di comunità: per riuscirci è fondamentale il ricorso all’intergenerazionalità, con corsi di informatica, la collaborazione dei negozi, degli artigiani e il supporto delle istituzioni. Dalla farmacia al panettiere, passando per il fruttivendolo, circa cinquanta negozi storici della Circoscrizione 5 e 7 aderiranno all’iniziativa #IoAiutoIlMioVicino esponendo nei vari esercizi commerciali un salvadanaio per raccogliere le offerte volte a finanziare in parte i servizi erogati dalla cooperativa Zenith.
Tutte le informazioni sono accessibili al sito www.prometeozenith.it.


Associazionismo Volontariato Terzo Settore

DISASTRO AEREO, SCOMPARSO PAOLO DIECI PRESIDENTE CISP E LINK 2007
Nel tragico incidente aereo di domenica 10 marzo del Boing precipitato ad Addis Abeba, fra le 157 vittime ha perso la vita anche Paolo Dieci fondatore e presidente della Ong Cisp per lo Sviluppo dei Popoli e presidente del coordinamento Link 2007.
“Il mondo della cooperazione internazionale perde uno dei suoi più brillanti esponenti e la società civile italiana tutta perde un prezioso punto di riferimento – scrive il Cisp in un comunicato –  La visione di una società più giusta, coesa, egualitaria, che ha guidato Paolo nel suo impegno in Italia e nel mondo continuerà a guidare il nostro lavoro. Ci stringiamo attorno alla moglie, ai figli e alla famiglia tutta di Paolo e promettiamo loro di continuare ad onorare la sua memoria mettendo in pratica tutto ciò che da lui abbiamo imparato, provando ad avere la sua stessa lucidità nell’analizzare i problemi delle società contemporanee, la sua stessa perseveranza e pazienza nel provare a risolverne almeno una parte, la sua stessa preparazione e competenza nella realizzazione di ogni singola azione, progetto, programma”.
Fonte: http://developmentofpeoples.org/

VITTIME DELLE MAFIE, PADOVA PIAZZA PRINCIPALE DELLA GIORNATA DELLA MEMORIA E DELL’IMPEGNO
Si svolgerà a Padova, come piazza principale, la XXIV Giornata della Memoria e dell’Impegno che ricorda  tutte le vittime innocenti delle mafie e rinnova in nome di quelle vittime l’impegno nella lotta alla criminalità organizzata e alla corruzione. La giornata è promossa da Libera, Avviso Pubblico in collaborazione con  la Rai – Responsabilità sociale e sotto l’Alto Patronato del Presidente de la Repubblica.
“Passaggio a Nord Est, orizzonti di giustizia sociale” è il tema che accompagnerà il 21 marzo, durante il quale i familiari di vittime innocenti delle mafie saranno presenti a Padova e nei tanti luoghi dove si svolgerà la manifestazione. Durante la giornata saranno letti i circa 1000 nomi di vittime innocenti delle mafie, semplici cittadini, magistrati, giornalisti, appartenenti alle forze dell’ordine, sacerdoti, imprenditori, sindacalisti, esponenti politici e amministratori locali morti per mano delle mafie solo perché, con rigore, hanno compiuto il loro dovere. Il corteo partirà alle ore 9.00 da Piazzale Boschetti e arriverà alle 11 al Prato della Valle dove dal palco verranno letti i nomi delle vittime innocenti delle mafie. Conclude la manifestazione l’intervento di Luigi Ciotti.
Nel pomeriggio dalle 14,30 alle 17.00 in otto luoghi della città si svolgeranno seminari tematici.
Per info: libera.it

20 ANNI DI BANCA ETICA
L’8 marzo 2019 Banca Etica ha festeggiato 20 anni dall’apertura del primo sportello a Padova. Nata dall’impegno di tante organizzazioni della società civile e tantissime persone che volevano una banca al servizio dello sviluppo sostenibile, che utilizzasse in trasparenza il risparmio di famiglie e organizzazioni per finanziare realtà non profit e imprese sociali, oggi Banca Etica è una realtà solida e riconosciuta a livello nazionale e internazionale. Banca Etica serve decine di migliaia di clienti attraverso servizi di home e mobile banking e conta:17 filiali in Italia (Padova, Treviso, Vicenza, Milano, Bergamo, Torino, Genova, Trieste, Bologna, Firenze, Roma, Perugia, Ancona, Roma, Napoli, Bari e Palermo) e 30 banchieri ambulanti (promotori finanziari) che servono le aree dove non c’è una filiale; 1 filiale in Spagna a Bilbao e uffici a Madrid e Barcellona; 265 dipendenti in Italia e 18 dipendenti in Spagna; 42.500 soci; 70 milioni € di capitale sociale; impieghi per 916 milioni €; raccolta di risparmio per un miliardo e mezzo di euro.
Una banca cooperativa di proprietà di oltre 42 mila soci, per l’83% persone fisiche e per il 17% di organizzazioni (tra cui enti pubblici, parrocchie, società cooperative; ditte individuali; imprese sociali; etc.).
Banca Etica finanzia progetti in settori strategici per la crescita economica sostenibile e solidale dell’Italia: cooperazione e innovazione sociale; profit responsabile; tutela dell’ambiente; qualità della vita, cultura e sport; cooperazione internazionale.
Per info: bancaetica.it


Agenzia d’Informazione a cura dell’Ufficio Stampa di  Auser Nazionale.
Via Nizza 154 00198 Roma tel. 06/84407725 fax 06/8440.7777

ufficiostampa@auser.it    www.auser.it

Tags:
Categorie articolo:
Agenzia d'informazione AUSER

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MENU