Area riservata

Agenzia di informazione Auser – Anno 21 numero 9 – 7 marzo 2018

Scritto da
7 marzo 2018
testata_agenzia

Agenzia settimanale – Anno 21 numero 9– mercoledì 7 marzo 2018
Agenzia Auser è un servizio d’informazione dell’Auser Nazionale.
Viene inviata via E-mail. E’ inoltre visibile sul sito internet www.auser.it


 AuserInforma

8 MARZO 2018: LA LUNGA STRADA DELLA PARITÀ DI GENERE E DELLA LOTTA CONTRO LE DISCRIMINAZIONI. DICHIARAZIONE DELL’OSSERVATORIO PARI OPPORTUNITA’ DELL’AUSER
“La Giornata internazionale della Donna” ricorre l’8 marzo di ogni anno per ricordare sia le conquiste sociali, economiche e politiche, sia le discriminazioni e le violenze di cui le donne sono ancora oggetto in quasi tutte le parti del mondo. Anche quest’anno Auser, con il suo Osservatorio Pari Opportunità e Politiche di Genere, ha promosso diverse iniziative per celebrare una “Giornata” che rappresenta il fulcro di un lavoro quotidiano e costante nel tempo per consolidare le conquiste ottenute negli anni e per raggiungere l’obiettivo di una parità ancora lontana. La nostra storia è patriarcale e molti abusi e violenze contro le donne erano considerati normali,fino a pochi decenni fa. Dobbiamo continuare a lavorare in rete per cambiare la cultura prevalente di questo Paese, perché la diseguaglianza tra i generi esiste ancora. Quest’anno, la nostra Costituzione compie 70 anni. Fu approvata con il contributo determinate delle 21 donne elette nell’Assemblea Costituente, che si impegnarono affinché venissero riconosciuti i diritti delle cittadine italiane. Negli anni successivi, dai diritti si passò poi alle politiche per le donne, lungo un cammino per la promozione della parità e del riconoscimento delle differenze femminili. Ricordare le conquiste sociali, politiche ed economiche delle donne, prevenire le discriminazioni e le violenze nei loro confronti, continuare a rivendicare un ruolo paritario tra uomini e donne, nel lavoro e nella società, è uno degli obiettivi che Auser si è dato e che continua con tenacia a perseguire.

CHIETI, UN MESE DI MARZO CON LE DONNE PROTAGONISTE
L’Osservatorio Pari Opportunità e politiche di genere dell’ Auser Abruzzo, anche quest’anno, svolgerà in occasione dell’8 marzo 2018 un’iniziativa con la Scuola Media  Statale  Vicentini – Modesto Della Porta di Chieti. La collaborazione con le allieve, gli allievi e gli insegnati delle classi seconde e terze va avanti da quattro anni e ha come titolo: ” Il cammino delle donne”. Si terranno letture da parte degli allievi di testi scritti da donne e con protagoniste donne di ieri e di oggi ed incontri con le autrici nel mese di marzo e discussioni sia sul testo che sulla condizione della donna nel corso del tempo. Quest’anno, oltre agli allievi, saranno coinvolti anche genitori e nonni.

OLGINATE  (LC), AUSER PRESENTA LO SPETTACOLO “PROFILI DI DONNE”
L’Auser Insieme Olginate (LC) organizza un appuntamento speciale in occasione della “Giornata Internazionale della Donna”. Mercoledì 7 marzo, presso la sede di piazza Roma, si terrà lo spettacolo “Profili di donne e il loro talento nascosto” a cura del gruppo “Non Solo Mimose”. Lo spettacolo è incentrato sulla storia di tre donne reali che hanno fortemente contribuito al successo dei loro compagni di vita, ognuna in maniera personale e quella di protagoniste di racconti che riflettono la condizione della donna nel secolo scorso e ai giorni d’oggi. Alla rappresentazione parteciperà anche il “Gruppo Chitarre” diretto dal Maestro Walter Sala.
Giovedì 8 marzo, invece, si terrà un pranzo in compagnia al ristorante “Lavello” di Calolzio, durante il quale saranno anche festeggiati i compleanni di marzo e verrà distribuita a tutte le signore la mimosa.  Mercoledì 14, alle ore 15, si svolgerà poi una tombolata, il cui ricavato sarà destinato all’Associazione “Il Ponte”.
Fonte: lecconotizie.it

L’AUSER DI BOLZANO FESTEGGIA L’8 MARZO
Giovedì 8 marzo alle ore 15.00 presso la sala polifunzionale Europa di via del Ronco 11, si terrà l’iniziativa “La forza delle donne, Caleidoscopio femminile Parole e Musica” un appuntamento aperto a tutta la popolazione per la giornata internazionale della donna. Si esibirà il coro Auser Ciribiribin e prenderanno la parola le volontarie dell’Auser. Inoltre Gabriella Kustascher presenterà il Centro Antiviolenza e la Casa delle Donne di Bolzano e fornirà dati ed elementi di riflessione sulla violenza di genere e le dinamiche della violenza domestica.
L’iniziativa è promossa dall’Auser, dall’associazione Gea, dal Club Ipazia e dal Comune di Bolzano.

TERNI, UN OTTO MARZO DIVERSO
L’otto Marzo  Auser Terni organizza un pomeriggio al Centro Residenziale per anziani a Collerolletta. La struttura  è la più grande del  territorio con circa 100 utenti, insieme all’Auser ci saranno i bambini del Centro Baobab , il Centro fa parte del Centro di Neuropsichiatria Infantile e dell’Età Evolutiva ed è specializzato per bambini autistici e con disturbi dell’apprendimento. I bambini con disabilità intellettiva saranno i protagonisti principali, saranno loro a far trascorrere un pomeriggio diverso a tutte le anziane della struttura, racconteranno storie e canteranno delle canzoni.

PESCARA, MARZO DONNA
Auser Insieme Pescara in collaborazione con lo Spi Cgil nell’ambito del programma Marzo Donna, organizza per il 10 marzo alle ore 16.00 la presentazione del libro “Solo donne” di Anna Maria Di Biase. Introducono Silvana Di Meco presidente Auser provinciale, Norina Mercuri segretaria Spi Cgil Lega di Pescara. A seguire proiezione del corto “non solo donne”

CAMPOBASSO, TUTTI INSIEME PER IL RISPETTO
L’Osservatorio Pari Opportunità Auser del Molise partecipa all’iniziativa “Tutti insieme per il rispetto. Dissenso Comune” con l’attrice Giovanna Mezzogiorno, che si terrà giovedì 8 marzo presso l’Aula Magna dell’università di Campobasso alle ore 10.00 Introduce la consigliera di parità della regione Molise, coordina la presidente dell’ordine dei giornalisti regionale.

IN USCITA UN DOCUMENTARIO SU SANDRO PERTINI. UN GRUPPO DI VOLONTARI AUSER LO POTRA’ VEDERE GRATUITAMENTE
“Pertini – Il combattente” è Il film documento sul Sandro Pertini di Graziano Diana e Giancarlo De Cataldo. Il film è tratto dal libro  “Il combattente – Come si diventa Pertini” di De Cataldo  e sarà  nelle sale  dal 15 marzo.
Il film  raccoglie video interviste, materiale di repertorio, testimonianze (da Giorgio Napolitano a Dino Zoff, da Paolo Mieli a Ricky Tognazzi), ricostruzioni fiction e persino animazioni tratte dalla graphic novel di Manuelle Mureddu per raccontare la figura del Presidente più amato dagli italiani, in carica dal 1978 al 1985. Il risultato è un viaggio di scoperta di un grande politico attraverso un mosaico di racconti e dialoghi che passa per Giorgio Napolitano, Emma Bonino, Gad Lerner, Eugenio Scalfari, Domenico De Masi, Gerardo Colombo, Dino Zoff, Antonello Venditti, Raphael Gualazzi e Ricky Tognazzi; per fare soltanto alcuni nomi.
Tratto dal libro “Il combattente” di Giancarlo De Cataldo, il film ripercorre le tappe più significative della vita di Sandro Pertini, ricordato ancora oggi per il suo ironico avatar delle vignette di Andrea Pazienza o per le citazioni pop di Toto Cutugno. Guidati dalla voce narrante di De Cataldo, scopriamo così le mille sfaccettature di un uomo che ha attraversato il 900 con tutte le sue contraddizioni, ha affrontato le due guerre mondiali e il fascismo, ha vissuto il boom economico e infine si è confrontato con gli anni del terrorismo, rimanendo sempre fedele ai suoi ideali.
Grazie alla partnership con la casa di produzione, nelle città di Roma, Milano, Bologna e Torino un gruppo di soci e volontari Auser avranno la possibilità di seguire gratuitamente la proiezione.

BOLZANO, UNO SPORTELLO SOCIALE PER SERVIZI E INFORMAZIONI
Tutti i giovedì dalle 9 alle 12 in piazza Don Bosco a Bolzano è aperto lo Sportello Sociale gestito dall’Auser e dallo Spi Cgil. I volontari sono a disposizione del pubblico per fornire una serie di servizi informativi sulle pratiche da avviare per l’invalidità, i bonus, la legge 104, assegno di cura ed altro.
Per info: presidio@auserbz.org  tel. 0471-200588.

LAIVES (BZ), TRASPORTO ANZIANI E PASTI A DOMICILIO, IL NUOVO SERVIZIO AUSER
E’ pronto a partire il nuovo servizio di trasporto sociale Auser per gli anziani del comune di Laives dove non sono poche le difficoltà per spostarsi e raggiungere l’ospedale per fare visite o terapie. E’ previsto anche un servizio di consegna dei pasti a domicilio così come della spesa e dei farmaci. Non solo, i volontari Auser saranno a disposizione degli anziani di Laives per il disbrigo di piccole pratiche burocratiche, compagnia telefonica e a domicilio.
Per info e per prenotare il servizio rivolgersi alla sede dell’Auser  di Laives presso la Cgil in viale Kennedy 269 oppure si può telefonare alla sede Auser di Bolzano 0471/200588.

BOLZANO, CONVEGNO SULL’ALZHEIMER
“La capacità di disporre dei propri beni in età avanzata. Aspetti legali, valutazioni cliniche e ricadute etico sociali” è il titolo del convegno organizzato dal Club Ipazia del centro Auser di Bolzano e dall’Alzheimer Sudtirol Alto Adige. L’appuntamento è per sabato 17 marzo dalle ore 9.00 alle 13.00 presso la Sala di rappresentanza del Comune di Bolzano in vicolo Gumer 7.
Modera i lavori Alberto Faustini direttore del quotidiano Alto Adige, presenterà i lavori Elio Fonti presidente di Auser. Psicologi, psicoterapeuti ed avvocati porteranno il loro contributo al tema del convegno. L’iniziativa è gratuita e aperta al pubblico.
Per info e prenotazioni vista la capienza limitata della sala telefonare al numero dell’Auser 0471-200588.

RAVENNA, SI INAUGURA IL NUOVO OSSERVATORIO SOCIALE AUSER
Giovedì 8 marzo a partire dalle ore 10.00 in Via Eraclea 33 a Ravenna, in collaborazione con Acer e Comune di Ravenna, si inaugura il Nuovo Osservatorio Sociale Auser. Saranno presenti all’evento: Valentina Morigi, Assessora del Comune di Ravenna; Emanuela Giangrandi, Presidente di Acer; Mirella Rossi, Presidente di Auser Ravenna.
L’Osservatorio è un  progetto che si propone lo sviluppo di attività di promozione e inclusione sociale a favore della popolazione residente nel quartiere Darsena. Favorire rapporti di vicinato, condividere esperienze e saperi, costruire rapporti intergenerazionali, promuovere interessi sociali e culturali, supportare le famiglie in condizione di difficoltà per risolvere le necessità quotidiane.

TRIESTE, MUSEI ACCESSIBILI AD ANZIANI E PERSONE CON DISABILITA’
Dieci nuove carrozzine pieghevoli sono a disposizione nei Musei comunali di Trieste a favore di persone anziane, disabili o comunque alle prese con problemi di mobilità, che non vogliono perdersi il piacere di visitare una mostra o una rassegna espositiva. Un comodato gratuito tra Auser e Comune mette le dieci carrozzine a disposizione di quanti ne hanno esigenza nelle diverse sedi museali, con la possibilità di essere spostate dal personale qualora ciò si rendesse necessario. Tre carrozzine saranno disponibili al Revoltella, altre tre alla Risiera di San Sabba e una ciascuna ai musei Schmidl, Sartorio, di Storia naturale e de Henriquez. «La collaborazione con Auser -ha spiegato la direttrice Carlini Fanfogna- è un meraviglioso esempio di sussidiarietà, che migliora le opportunità di fruizione del patrimonio culturale e museale a favore delle persone anziane o in difficoltà». Raccogliendo le indicazioni del decreto del ministero per i Beni e le Attività culturali del 10 maggio 2001, l’accordo migliora il livello di accesso agli spazi espositivi, di consultazione della documentazione e di fruizione delle attività scientifiche e culturali. Soddisfazione e gratitudine per quanto fatto è stata espressa dagli assessori alla Cultura e alle Politiche sociali, che hanno evidenziato la validità di un accordo in grado di assicurare a tutti i visitatori un servizio sempre più adeguato, puntuale e sensibile, per proseguire verso una sempre più completa ed effettiva eliminazione degli ostacoli all’accessibilità. Un segnale molto forte di attenzione della comunità verso la disabilità. «L’Auser -ha detto il presidente Ferri- è un’associazione che opera da 25 anni a favore dell’invecchiamento attivo, della formazione e dell’apprendimento permanente e che nella nostra provincia può contare su oltre 1500 soci». «Speriamo -ha concluso Gabriella Giurovich- che anche questa iniziativa possa essere apprezzata dalla cittadinanza e far si che le persone non restino chiuse in casa».
Fonte: Il Piccolo

LODI, ALLA SCOPERTA DELLA STORIA DELL’ARTE
Dopo il successo della conferenza sul Tempio dell’Incoronata, Auser Lodigiano Onlus e Auser Unipop Cremona hanno organizzato un corso alla scoperta della storia dell’arte di Lodi. L’iniziativa si compone di cinque incontri serali, dalle 18 alle 19.30, tutti tenuti nella sede di Auser Lodigiano in via Cavour 66 dalla docente Monja Faraoni, al via lunedì 12 marzo con una lezione sul Trecento. Le altre conferenze saranno ogni lunedì fino al 16 aprile (escluso il 2) e tratteranno i secoli fino all’Ottocento.
A marzo inoltre sono in partenza altri tre corsi da dieci lezioni per altrettante settimane organizzati in collaborazione con la Libera Università del Basso Lodigiano e riservati agli iscritti a entrambe. Il primo è un percorso alla scoperta delle radici delle religioni monoteiste, tenuto da Angelo Gallina al centro Culturale Cavuoti di Bertonico dal 14; il secondo un corso su uomini e campagne a cura di Giacomo Bassi in partenza al Centro Civico di Brembio il 16, e l’ultimo un ciclo sulle tecniche pittoriche con Laura Putti, Franco Debernardi, Lele Corvi e Angelo Palazzini, dal 16 marzo a Palazzo Zanardi Landi.
Fonte: Il Giorno

AUSER MILANO E LOMBARDIA PARTECIPANO ALLA SETTIMANA CERVELLO, SEMINARIO SULLE DEMENZE IL 12 MARZO
Auser Milano e Auser Lombardia partecipano alla “Settimana del Cervello” (settimanadelcervello.it/) e il 12 marzo – dalle ore 14 alle ore 17 – verrà organizzato un seminario presso la sede regionale (Via dei Transiti 21, Milano – fermata M1 Pasteur) dal titolo “le demenze: possibilità di prevenzione e trattamento”. L’iniziativa è rivolta in modo particolare agli operatori impegnati nel servizio Filo d’Argento in aiuto alla fragilità degli anziani. È necessaria la registrazione perché sono disponibili solo 40 posti: l’ingresso è gratuito e iscriversi è facilissimo e rapido, basta andare a questo link
Dati scientifici di rilievo sottolineano come uno stile di vita attivo sia a livello cognitivo sia fisico  possono prevenire il decadimento cognitivo in ogni sua forma. Inoltre, un’adeguata formazione della popolazione anziana e dei familiari che si prendono cura delle persone affette da patologia neurodegenerativa si configura come un’importante arma su diversi fronti, sia a livello preventivo, sia per attuare una diagnosi precoce, sia per fornire una presa in carico globale del paziente e della sua famiglia. Ma come accorgersi che c’è qualcosa che non va a livello cognitivo? Cosa succede al cervello e alle capacità cognitive? Hanno diagnosticato una demenza a una persona a me cara, cosa posso fare?
Al termine dell’incontro è previsto uno spazio di discussione con il pubblico.

SESTRI LEVANTE (GE),  LA BIBLIOTECA DIVENTA UN’AULA INFORMATICA PER GLI ANZIANI
L’ex biblioteca di via Caboto, a Riva Trigoso, Sestri Levante (GE) diventa aula per i corsi di informatica destinati alla terza d’età. L’amministrazione comunale di Sestri Levante fa sapere di aver terminato il rinnovo dei locali che, fino a giugno di un anno fa, ospitavano una delle due biblioteche civiche della città. Libri e opportunità di studio hanno traslocato infatti in via Brin, nel nuovo edificio che si affaccia sulla spiaggia realizzato nell’ambito del progetto di riqualificazione del lungomare rivano (che comprende la nuova passeggiata mare e il ponte sul torrente Petronio).  Nei locali a due piani con ampie vetrate che guardano il mare, è stata trasferita la biblioteca, denominata ora “biblioteca del mare”. A distanza di nove mesi, i locali rimasti liberi in via Caboto riprendono vita. A utilizzarli sarà l’Auser per i corsi di informatica aperti ai propri iscritti, organizzati in collaborazione con il Comune, che si inseriscono in un progetto più ampio di invecchiamento attivo. I partecipanti avranno a loro disposizione una dotazione informatica aggiornata di tredici computer. Sono molte le persone anziane, ma anche semplicemente in pensione, che per diverse ragioni vivono con distacco tutto ciò che ha a che fare con l’informatica, magari per diffidenza o paura di sbagliare. Lo scopo dei corsi non è solo didattico ma anche, e soprattutto, sociale. Aperto a tredici persone (una per ogni computer a disposizione), dai 55 anni in su, il corso è gratuito e della durata di 38 ore. Le lezioni forniranno nozioni di informatica di base, di come funziona la navigazione su internet, di quali informazioni e contatti si possono trovare on line, insegnando a riconoscere rischi e fake news. Inoltre, un approfondimento sarà dedicato ai rapporti con la pubblica amministrazione e ai servizi on line offerti con sempre maggiore frequenza. Saranno mostrati, ad esempio, quelli forniti da Asl, Inps, Agenzia delle entrate, Comune.
Fonte:  Il Secolo XIX

LA SPEZIA, UN PROGRAMMA PER L’INVECCHIAMENTO ATTIVO
Un programma di invecchiamento attivo che prevede incontri, laboratori, corsi ed eventi, per consentire alle persone di realizzare il proprio potenziale fisico e sociale, mantenendo il benessere mentale per tutto il resto della vita. Il progetto, finanziato dalla Regione Liguria, nasce grazie alla collaborazione tra il Distretto Socio-Sanitario 18, il Comune della Spezia, il Comune di Lerici e quello di Portovenere, insieme ai Centri sociali Anziani cittadini e alle Associazioni di Volontariato e Promozione sociale (Auser, AIDEA, Slow Food e Società di Mutuo Soccorso “Macchia di Cappelletto). Tutti i laboratori e gli eventi in calendario saranno inoltre cofinanziati dalle stesse Associazioni, e sono rivolti in primis alle persone con più di 65 anni di età, residenti nei Comuni della Spezia, Lerici e Portovenere, che potranno parteciparvi gratuitamente. Il primo appuntamento è previsto quando prenderanno il via due corsi da otto incontri ciascuno a cura di Aidea La Spezia, sul tema “Anziani competenti – guida all’uso dello smartphone”, che si terranno presso il Centro Sociale Anziani del Favaro con inizio alle 14.30.
Fonte: Il Secolo XIX

PESARO, MIGRANTI ATTIVI CONTRO IL MALTEMPO
Nove richiedenti asilo a Pesaro,  insieme ai volontari di quartiere, agli operai del Centro operativo comunale, agli uomini della Protezione civile e agli altri soggetti coinvolti, si sono messi al lavoro la scorsa settimana per limitare i disagi causati dal maltempo in città. Armati di pala e carriola hanno aiutato a togliere la neve da alcune vie del centro e spargere sale in terra per evitare la formazione di ghiaccio. Si tratta dei richiedenti asilo iscritti all’Auser  coordinati dal gruppo di “Volentieri Volontari” e dalla Protezione civile.
Fonte: Il Resto del Carlino

SAVIGLIANO (CN),  SI CONCLUDE IL PROGETTO STUDENTI-ANZIANI PER L’ALFABETIZZAZIONE INFORMATICA
Si sono concluse lunedì 5 marzo gli incontri di alfabetizzazione informatica nati dalla collaborazione della sezione Auser di Savigliano (CN) e l’Istituto d’Istruzione Superiore “A.Cravetta”.
Dieci lezioni a cui hanno partecipato 24 persone affiancate da studenti e docenti dell’Istituto saviglianese. Una prima esperienza proficua che ha coinvolto tutti con entusiasmo con l’auspicio di poterla riproporre nel prossimo anno scolastico coinvolgendo anche quelli che non hanno potuto partecipare.
L’esperienza ha coinvolto sei docenti e numerosi allievi e, per questa occasione, la vice-Dirigente Sandra Scazzino ha rappresentato l’istituzione scolastica durante la cerimonia conclusiva; la Presidente  dell’Auser  Maria Teresa Bravo ha voluto ricordare questa ennesima collaborazione con il “Cravetta” e ha ricordato le molteplici iniziative dell’associazione che opera a Savigliano da dodici anni.
Un personal computer portatile è stato affidato alla scuola, in comodato d’uso gratuito affinché possa aiutare gli studenti con difficoltà di apprendimento.
Fonte: targatocn.it

TAVARNELLE (FI), AL CINEMA DI POMERIGGIO
Dal 12 marzo al 16 aprile Auser di Tavarnelle e Barberino presenta il nuovo ciclo di  “Al cinema di Pomeriggio”, come sempre cinque lunedì di proiezioni cinematografiche aperte a tutti e con ingresso gratuito alle ore 15.30. Funzionerà un servizio di trasporto a cura dei volontari dell’associziane. L’iniziativa si realizza in collaborazione con l’unione comunale del Chianti Fiorentino, il Cinema Olimpia di Tavarnelle val di Pesa, la Confraternita di Misericordia, la sezione soci Coop di Tavarnelle.
Mercoledì 7 marzo si conclude inoltre il ciclo di incontri “Insieme al Circolo” che anche quest’anno hanno visto sempre una numerosa partecipazione e dove si è parlato di risparmio e buona spesa, di inquinamento, di cibo, di salute, di Antifascismo. Nel frattempo è in preparazione il calendario primaverile delle  escursioni culturali.
Per info: Auser 333-9729130.

FERMO, ABITARE CONDIVISO, UN CONVEGNO PER PRESENTARE IL NUOVO PROGETTO
“Abitare condiviso: presente e futuro”, lunedì 5 marzo alle 15 al Fermo Forum nell’ambito di Tipicità, si è svolta la tavola rotonda di Auser Marche per presentare il programma Abitare Solidale, eccellenza della solidarietà, in corso di realizzazione a Osimo. Qui si sta avviando un progetto pilota di coabitazione dalle caratteristiche del tutto nuove rispetto a quanto già esistente. L’appuntamento aveva l’obiettivo di raccontare il contributo del Terzo Settore e di Auser per innovare e sperimentare nuove forme di welfare di prossimità, nell’ottica della rete di comunità, a partire dalle esperienze di Auser Abitare Solidale da Firenze alle Marche e di AeA Abitare e Anziani.  Sono intervenuti: Manuela Carloni, presidente Auser Marche; Silvia Giuliani, coordinatrice Abitare Solidale nelle Marche; Simone Bucchi, presidente CSV Marche; Claudio Falasca, direttore AeA Abitare e Anziani; Marco Di Luccio, presidenza nazionale Auser e presidente AeA Abitare e Anziani.
Fonte: viverefermo.it

CANTU’ (CO), LA SCOMPARSA DI LUCIANO ACQUARONE, STORICO PRESIDENTE AUSER
E’ scomparso lo scorso 1 marzo, Luciano Acquarone, storico e benvoluto presidente dell’Auser Canturium.
Ha ricoperto la carica di presidente dell’associazione dal  2003. Il suo carisma , la sua intelligenza, determinazione e visione strategica hanno costruito quello che è oggi la florida e ben radicata nel territorio Auser Canturium con le sue attività culturali e di sostegno alla fragilità. “Non ha mai fatto mancare ai volontari la sua guida, il suo consiglio e supporto- si legge in una nota dell’associazione –  La  battaglia per contribuire a migliorare le condizioni delle persone fragili della nostra zona è stata in lui incessante.
I suoi insegnamenti rimarranno  in ciascuno di noi contribuendo a rendere immortale la sua figura”.
Ai famigliari, amici e volontari il cordoglio dell’Auser Nazionale.
Per info: www.auser.lombardia.it/como/cantu

MILANO, JO SQUILLO IL 7 MARZO AL CARCERE DI SAN VITTORE CON LE CORISTE DI “OLTRE LE MURA”
Da sempre impegnata nella promozione della parità di genere e nella lotta contro ogni forma di violenza sulle donne la cantante e conduttrice televisiva Jo Squillo organizza a Milano un doppio appuntamento per la Festa della Donna, il 7 marzo al carcere di San Vittore e l’8 marzo in Piazza Duomo. Il 7 marzo Jo Squillo offrirà un concerto presso la Rotonda del carcere di San Vittore e avrà con sé sul palco le detenute che fanno parte del coro “Oltre le mura”, progetto educativo-trattamentale promosso da Auser Regionale Lombardia e condotto da Sara Bordoni e Matteo Magistrali. Le coriste apriranno il concerto con alcuni brani, cui seguirà una riflessione sulla figura della donna, sulla sua dignità e sulla necessità di offrire strumenti di inclusione sociale efficaci per le persone fragili. A seguire, lo spettacolo dell’artista che in due brani sarà accompagnata dalle ragazze del coro  “L’appello che lancio – ha dichiarato Jo Squillo –  è che per ciascuna detenuta venga creato un percorso di reinserimento sociale e lavorativo prima della scarcerazione, in modo che la donna non sia costretta a ritornare in un ambiente deviante e dunque si minimizzi il rischio di recidiva restituendo autostima e valore alla persona”.
Per info: jo@josquillo.it


 

Dal Sindacato

8 MARZO: CGIL, ANCORA MOLTO DA FARE PER LAVORO DONNE
“Il lavoro delle donne in Italia continua ad essere caratterizzato da segregazione occupazionale, impieghi poco qualificati, employment gap, sottoccupazione. Record negativi che allontanano ulteriormente il nostro mercato del lavoro dai livelli degli altri Paesi europei”. Così la segretaria confederale della Cgil Tania Scacchetti alla vigilia dell’8 marzo.
Quanto sostenuto dalla dirigente sindacale si evince dai dati contenuti nel rapporto della Fondazione di Vittorio elaborato in occasione della giornata internazionale della donna, che evidenzia quanto “molto resta ancora da fare”. In particolare, la segretaria confederale lancia l’allarme su alcuni aspetti messi in rilievo nello studio: “nonostante la crescita della percentuale delle donne occupate, il gap tra il tasso di occupazione maschile (67,1%) e femminile (48,9%) resta di oltre 18 punti (dati provvisori Istat 2017), maglia nera tra gli stati dell’Unione Europea insieme alla Grecia e inferiore solo a Malta. La forbice si allarga tra Centro-Nord e Sud del Paese: nel Mezzogiorno sfiora il 25% contro circa il 15% del resto della penisola (dati Istat primi tre trimestri 2017)”.
Inoltre, Scacchetti sottolinea che “le donne italiane risultano svantaggiate anche sul fronte della qualità e delle tipologie di occupazione”. Per quanto riguarda la prima “vi è un’incidenza maggiore del lavoro a termine e del ricorso al part-time (nel 2016 34% contro l’8,6% per gli uomini), specie involontario”. Per la seconda “in particolare colpisce lo sbilanciamento tra i lavoratori e le lavoratrici indipendenti con la quota femminile ferma al 31%, e il livello da un lato di segregazione di genere e dall’altro di prevalenza di genere raggiunto in determinati gruppi socio-professionali: se tra gli operai dell’industria e nella fascia alta di imprenditori e dirigenti le donne si attestano al 13,5% e al 26,7%, nell’assistenza alle persone e nei lavori non qualificati dei servizi , la quota raggiunta è pari all’88,2% e al 77,6% (elaborazioni su dati Eurostat 2016)”.
Infine, il differenziale di genere si traduce anche in termini di reddito da lavoro: “nel 2014, ultimi dati disponibili, il reddito guadagnato dalle donne è in media del 24% inferiore agli uomini (14.482 rispetto a 19.110 euro)”.
Il quadro delineato dalla FdV rende urgente per Scacchetti “favorire lo sviluppo e la crescita professionale delle donne in tutti i settori e in tutte le professioni perché decisivi per la crescita, in termini di Pil e di benessere complessivo della società. Il lavoro inoltre è la principale ‘arma’ di contrasto alla violenza delle donne. Per questo – conclude – come ieri e per domani, la Cgil continuerà a battersi”.


 Anziani e dintorni

BASILICATA, UN MILIONE DI EURO PER GLI ANZIANI FRAGILI
Un milione di euro disponibili per sviluppare progetti a sostegno “della domiciliarità e dell’autogoverno per persone con limitazioni dell’autonomia”. La giunta della Regione Basilicata ha approvato a favore degli ‘anziani fragilì un avviso pubblico “per contrastare fenomeni di esclusione e di solitudine involontaria per garantire una dignitosa condizione di vecchiaia”.
Il provvedimento, approvato dall’esecutivo regionale nell’ultima seduta su proposta dell’assessore alle Politiche per la persona, Flavia Franconi, ha l’obiettivo “di migliorare – si legge nella nota – e promuovere il benessere delle persone anziane e, contestualmente, mira a contrastare fenomeni di esclusione e di solitudine involontaria per garantire una dignitosa condizione di vecchiaia”.
Le azioni previste nell’avviso sono rivolte alle persone anziane, con più di 75 anni e reddito Isee inferiore a 20mila euro che vivono nel proprio domicilio e che presentano una lieve e parziale compromissione funzionale – cognitiva tale da pregiudicare la cura di se’, dell’ambiente domestico e provocare solitudine relazionale. “Il miglioramento dello stato complessivo di salute, i progressi della medicina, la vita media più elevata, i maggiori livelli di istruzione e di benessere – ha dichiarato il presidente della Regione Marcello Pittella – contribuiscono a rendere la condizione anziana una fase del ciclo di vita sempre più lunga e articolata. Tuttavia oltre a persone attive e autonome, protagoniste delle loro famiglie e delle comunità di riferimento, sono presenti nel nostro tessuto regionale anche persone che vedono parzialmente compromessa l’autonomia e il completo autogoverno”.
Fonte: superabile.it

PARLO CON TE, IL NUOVO PROGETTO DI FEDERANZIANI
Senior Italia FederAnziani, con il contributo di Menarini,  ha avviato una iniziativa nazionale rivolta agli over 60 dal titolo “parlo con te”. E’ stata condotta una grande indagine per analizzare la vita reale della popolazione ultrasessantenne in Italia e approfondirne le condizioni di salute, gli stili di vita, il rapporto con il Servizio Sanitario Nazionale. Il progetto, realizzato con il contributo non condizionante di Menarini, ha consentito di conoscere a fondo, attraverso focus group realizzati all’interno dei Centri Sociali per Anziani e con la somministrazione di questionari, le problematiche sanitarie degli over 60, le loro abitudini, la propensione alla prevenzione e al mantenersi in buona salute, il loro rapporto con il servizio sanitario e il livello di soddisfazione rispetto a quest’ultimo. Dall’indagine, condotta su un campione pesato di oltre 6.000 persone in tutte le regioni italiane, emerge uno spaccato importante sul vissuto quotidiano dei senior, che evidenzia i punti di forza e di debolezza dell’offerta sanitaria rispetto ai loro bisogni. Il progetto “Parlo con te” farà conoscere questo quadro ai senior attraverso quaranta incontri in altrettante province italiane per fornire un quadro realistico delle loro condizioni di salute e stimolarli a diventare parte attiva nel rapporto con il Servizio Sanitario Nazionale. Le prossime province in cui farà tappa la campagna sono Macerata, Forlì e Savona.
Per info: senioritalia.it


Associazionismo Volontariato Terzo Settore

PER L’8 MARZO COOP ALLEANZA 3.0 DONA 30 MILA EURO A FONDAZIONE UMBERTO VERONESI PER LE CURE DEI TUMORI AL SENO
Non mimose, ma azioni concrete. Coop Alleanza 3.0 festeggia l’8 marzo supportando la ricerca scientifica, la salute e il lavoro delle donne: con una donazione di 30 mila euro per lo studio delle cure del tumore al seno. Il sostegno della Cooperativa copre infatti una borsa di ricerca annuale che consentirà alla dottoressa Mariaelena Pistoni – 40 anni, laureata in Scienze Biologiche a Parma e specializzata a Londra, oggi ricercatrice di Fondazione Umberto Veronesi all’Ospedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia – di proseguire i suoi studi su come è possibile agire sulle cellule tumorali del seno usando farmaci che influenzano il Dna, per gestire e ridurre le resistenze alle terapie in uso. Con questa donazione – accompagnata dalla campagna “Sostenere le donne è nel nostro Dna” – la Cooperativa vuole dare un contributo concreto a un progetto rilevante dalla parte delle donne: che guarda alla salute femminile e, al tempo stesso, dà lavoro a una professionista di un settore, quello della ricerca medico-scientifica, che vive, specie in Italia, numerose difficoltà, e dove, ancora oggi, sono riservate agli uomini maggiori possibilità. La borsa di ricerca viene erogata attraverso la Fondazione Umberto Veronesi, che grazie al progetto “Pink is Good” sostiene la ricerca scientifica d’eccellenza e promuove l’importanza della prevenzione contro i tumori femminili.
Info: Ufficio stampa Coop Alleanza 3.0 – ufficio.stampa@alleanza3-0.coop.it 33512267

DONNE E SPORT PER CHIEDERE DIRITTI E RISPETTO: L’8 MARZO DELLA UISP
La Giornata internazionale della donna si avvicina e l’Uisp ha in programma eventi e manifestazioni sportive in varie città per promuovere parità di diritti e rispetto. Sarà il podismo a farla da protagonista tra le proposte Uisp: si parte da Modena con “Donne in corsa” giovedì 8 per continuare con “Rosa mimosa” a Firenze sabato 10 marzo, mentre l’appuntamento con la Corsa rosa di Sassari e Cremona è fissato per domenica 11 marzo. Sempre l’11 marzo in provincia di Vicenza si corre la “Fimon in marcia contro la violenza sulle donne”. Occasioni di riflessione e confronto previste ad Aosta, mercoledì 7 marzo con il convegno sulla “Carta europea dei diritti delle donne nello sport”, e Dalmine (Bg) dove, giovedì 8 marzo, si terrà la proiezione del film “Libere”. In Piemonte molte iniziative in programma, tra cui due tornei di pallavolo ad Alessandria e Trofarello (To), e un corso di sicurezza personale a Chieri (To).
“È sempre un appuntamento importante – dice Manuela Claysset, responsabile politiche di genere e diritti Uisp – che l’Uisp declina ogni anno sul territorio con appuntamenti diversi che legano attività e impegno, in particolare contro la violenza sulle donne. Il nostro impegno e il nostro lavoro continuano ogni giorno, per noi è importante andare oltre la semplice giornata ed è con soddisfazione che trovo questo stesso spirito nelle iniziative proposte dai nostri comitati. Crediamo che l’attività sportiva e motoria possa unire temi, impegni e valori che sono fondanti per l’Uisp, come i diritti, la parità, l’inclusione”.

ROMA, AL FATEBENEFRATELLI GENITORI SEMPRE IN CONTATTO VIDEO CON I FIGLI NEONATI
Sarà presentata giovedì 8 marzo, alle ore 12 nella Sala Assunta dell’ospedale, la nuova Terapia Intensiva Neonatale (TIN) del Fatebenefratelli all’Isola Tiberina. Grazie ad una tecnologia innovativa realizzata dalla Philips, i genitori potranno vedere il loro bambino da ogni luogo ed in qualunque momento. Saranno presenti all’inaugurazione Marco Longo e Dario Gaeta, direttore generale e direttore amministrativo dell’ospedale, Fra Pascal Ahodegnon, legale rappresentante e vice presidente operativo del Fatebenefratelli all’Isola Tiberina, e Stefano Folli, Presidente e CEO di Philips Italia.
Per info: Ufficio Stampa e Comunicazione Fatebenefratelli Tel. 06/6837301 – 335/6571149 – 348/8034647

Tags:
Categorie articolo:
Agenzia d'informazione AUSER

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MENU