Area riservata

Agenzia di informazione Auser – Anno 21 numero 37 – 31 ottobre 2018

Scritto da
31 ottobre 2018
testata_agenzia

Agenzia settimanale – Anno 21 numero 37 – mercoledì 31 ottobre 2018
Agenzia Auser è un servizio d’informazione dell’Auser Nazionale.
Viene inviata via E-mail. E’ inoltre visibile sul sito internet www.auser.it


Auserinforma

DAL 12 AL 18 NOVEMBRE IN ONDA SULLE RETI RAI LO SPOT AUSER. DOPO LA 7, SKY E MEDIASET SI COMPLETA LA CAMPAGNA TELEVISIVA
Dopo  La7, Sky, e Mediaset, dal 12 al 18 novembre 2018 saranno tutte le reti televisive Rai a trasmettere gratuitamente lo spot Auser di 30 secondi  sulla fragilità degli anziani  e la domiciliarità. Lo Spot vede come protagonisti in veste di Testimonial, i giocatori della squadra di Rugby Benetton Treviso.  Così come l’atleta è messo in difficoltà dalle dinamiche di gioco ed è aiutato dalla squadra così Auser, come una squadra forte e diffusa sul territorio, aiuta gli anziani soli o in difficoltà.  Auser nel video è simbolicamente rappresentato dai giocatori, che forti e possenti si prendono cura e tengono compagnia ad anziane signore.

I DIECI ANNI DI AUSER ABITARE SOLIDALE. LA COABITAZIONE CHE TI CAMBIA LA VITA. EVENTO A PALAZZO VECCHIO DI FIRENZE
Anziani soli che vivono in case troppo grandi e non più gestibili, dall’altra persone che non ce la fanno a pagare un affitto e rischiano di trovarsi in mezzo ad una strada, che hanno perso il lavoro, o si sono separate e non sanno dove andare.  Per dare risposta a questi bisogni sempre più diffusi nel nostro Paese,  è nata dieci anni fa a Firenze  l’associazione Auser Abitare Solidale che promuove coabitazioni ispirate a principi di solidarietà ed aiuto reciproco.  Un’idea semplice e innovativa che ha cambiato in meglio la vita di molte persone, trasformando il “problema abitativo” in un’opportunità.
Per festeggiare i 10 anni di attività, Auser e l’assessorato al Welfare e alla Sanità del Comune di Firenze, organizzano un evento che si terrà il prossimo 13 novembre a partire dalle ore 14,45 nella Sala d’Arme di Palazzo Vecchio in piazza della Signoria.
Per info:  abitaresolidaleauser@gmail.com  www.abitaresolidaleauser.it

I DIECI ANNI DI AUSER ABITARE SOLIDALE RACCONTATI IN UN VOLUME DEL CESVOT. MARTEDÌ 13 NOVEMBRE LA PRESENTAZIONE A FIRENZE
La casa come luogo di relazione e opportunità: questo il cuore dell’attività di Auser Abitare Solidale, l’associazione fondata da Auser Firenze dieci anni fa con lo scopo di contrastare la povertà abitativa e sperimentare nuove forme di coabitazione sociale come strumento di lotta alla marginalità e all’impoverimento. Sebbene, infatti, negli ultimi anni la povertà abitativa in Toscana mostri una tendenza alla diminuzione, i numeri rimangono preoccupanti. Come emerge dal recente Rapporto regionale sulla condizione abitativa, nel 2017 in Toscana sono state oltre 10mila le richieste di sfratto e 3mila gli sfratti esecutivi. A ciò si aggiungono o ltre 17mila domande di contributo affitto, di cui l’80% in fascia A, ovvero quella di maggior disagio economico, e  21.888 richieste di alloggi Erp, di cui 17.669 ammesse. Riguardo agli alloggi Erp un dato purtroppo salta agli occhi: il tasso annuo di soddisfazione delle domande è di appena il 4,4%.
In dieci anni Abitare Solidale, grazie ad una rete tra pubblico e privato sociale e all’impegno di un gruppo di operatori e volontari, ha attivato 302 coabitazioni, per un totale di 623 persone coinvolte. Il 68% delle coabitazioni riguardano il comune di Firenze, il 27% il territorio della Città Metropolitana e il restante 5% i territori delle province di Pistoia, Pisa e Livorno. Si tratta in gran parte di coabitazioni intergenerazionali ispirate a principi di solidarietà ed aiuto reciproco tra persone fragili – soprattutto anziani che vivono da soli in case spesso di grandi dimensioni – e singoli o piccoli nuclei familiari che si trovano in condizioni di povertà temporanea e vulnerabilità abitativa. Alle coabitazioni solidali si sono aggiunti negli ultimi anni 5 condomini solidali (uno fuori regione) che ospitano 49 persone e 6 alloggi modello shared supported houses che ne ospitano altre 21.
Oggi l’esperienza di Abitare Solidale è raccontata nel volume “Abitare Solidale. Pratiche ed esperienze di coabitazione sociale” pubblicato da Cesvot in “Briciole”, la collana dedicata alle migliori progettualità del volontariato toscano. Il libro a cura di Gabriele Danesi, ideatore e coordinatore del progetto, presenta con dati e approfondimenti il percorso intrapreso e l’attività svolta in questi dieci anni offrendo a chi legge tutte le indicazioni per esportare e replicare questo innovativo modello di cohousing sociale. Il volume, inoltre, grazie al contributo di Giuliana Costa del Politecnico di Milano, offre anche un interessante excursus sui programmi di coabitazione intergenerazionale nel nostro Paese.
Il libro “Abitare Solidale. Pratiche ed esperienze di coabitazione sociale” sarà presentato martedì 13 novembre alle ore 15 a Firenze, presso Palazzo Vecchio, in occasione dei dieci anni di Auser Abitare Solidale.
A questo link è possibile scaricare gratuitamente il volume in formato pdf, previa registrazione all’area riservata MyCesvot.

AUSER ADERISCE ALLA MANIFESTAZIONE DEL 10 NOVEMBRE CONTRO IL DDL PILLON, “DICIAMO NO A UN RITORNO AL MEDIOEVO”
L’Osservatorio Pari Opportunità e Politiche di Genere Auser aderisce alla manifestazione promossa da DI.RE. e sarà a fianco delle associazioni, dei movimenti delle donne, della CGIL e di altre decine di realtà della società civile il 10 novembre nelle piazze italiane per dire NO al Ddl Pillon. “Saremo in piazza in tante città del Paese – si legge in una nota –  per una mobilitazione generale che coinvolga donne e uomini che ritengono urgente contrastare la negazione dei diritti e delle libertà, a partire dalla libertà delle donne; saremo in piazza per contrastare il rischio di un ritorno ad un passato oscuro, protestando contro il DDL Pillon sulla Riforma dell’affido condiviso di cui il senatore leghista, noto per le sue posizioni oltranziste contro le unioni civili e l’aborto, è primo firmatario”.
Il testo riporta indietro di decenni l’orologio dei diritti faticosamente conquistati dalle donne e calpesta il diritto di protezione del minore all’interno delle relazioni familiari. Inoltre, l’obbligo di mediazione viola apertamente il divieto previsto dall’art. 48 della Convenzione di Istanbul, mette in pericolo le donne che fuggono da un partner violento, oltre a creare una diseguaglianza tra coloro che possono permettersi questa spesa ed i meno abbienti, perché non è previsto il patrocinio.

CAMPOBASSO, L’OSSERVATORIO AUSER PARI OPPORTUNITÀ DEL MOLISE CHIEDE IL RINVIO DELLA PROPOSTA DI MODIFICA DELLA LEGGE  SUL CONTRASTO ALLA VIOLENZA
L’Osservatorio Auser pari opportunità e politiche di genere chiede al presidente del Consiglio regionale di rinviare la proposta di modifica della Legge 15 del 3013 sul contrasto alla violenza contro le donne. Il provvedimento, resosi necessario dai cambiamenti della normativa nazionale, è arrivato in IV Commissione a Palazzo D’Aimmo senza alcuna audizione preliminare. L’Osservatorio – istituito un anno fa e inserito nella vasta rete delle associazioni femminili e femministe – fa appello al presidente Micone affinché la proposta venga riformulata dopo aver sentito tutte le parti interessate «così come avviene in democrazia». L’assemblea legislativa di via IV Novembre – rileva l’Osservatorio – nel rimettere mano alla legge «ha seguito un metodo non inclusivo e sostanzialmente antidemocratico». Prova ne è il fatto che non ha ascoltato le operatrici dei Centri anti violenza operanti in regione, né il Tavolo tecnico che ha il compito di monitorare l’efficacia degli interventi e di programmare quelli futuri, non ha interpellato nemmeno le Consigliere di parità (regionale e provinciali), la Garante dei diritti, le rappresentanze femminili delle organizzazioni sindacali e le associazioni femminili e femministe. Completamente ignorata anche la Commissione di Pari opportunità regionale.
Fonte: Primo Piano Molise

A RIMINI I CONDOMINI ATTIVI
All’immobile di Acer  nella frazione di Tombanuova di Rimini è stata inaugurata l’esperienza di “Condomini Attivi”: una serie di attività che, prenderanno il via dalla prossima settimana, per rafforzare lo spirito di comunità utilizzando in maniera virtuosa gli spazi comuni del condominio.
Nel corso dell’inaugurazione – a cui hanno partecipato molti condòmini di diverse culture e provenienze – sono intervenuti la Vicepresidente della Cooperativa Fratelli è Possibile, Elisa Zavoli, il Presidente di Auser Rimini, Massimo Fusini, l’Assessore alle politiche abitative di Rimini, Gloria Lisi e la Vicepresidente di Acer Rimini, Claudia Corsini.
Nella sala comune, il giovedì pomeriggio le mediatrici della Cooperativa Fratelli è Possibile faranno delle attività per i bimbi. I volontari di Auser saranno presenti, il martedì pomeriggio, negli spazi comuni del condominio, con l’obiettivo di riuscire a dare le prime risposte alle necessità dei residenti o di prendere in carico eventuali problemi e di farsene portavoce. I volontari di Auser metteranno a disposizione le proprie competenze anche per mettere in campo piccole iniziative, coinvolgendo anche i condòmini, utili a tenere in ordine l’immobile.
Si tratta dei primi tasselli – spiegano i promotori – “di un puzzle più complesso che potrà crescere anche in base alle esigenze che avranno gli stessi condòmini, e che andrà a raffigurare quella crescita del senso di comunità tra i residenti, fatto anche di partecipazione e integrazione delle differenti culture e abitudini degli assegnatari”.
Fonte: newsrimini.it

AUSER FUSIGNANO (RA) DONA UNA NUOVA CARROZZINA AL CENTRO DIURNO GALASSIA
I volontari del circolo Auser Volontariato di Fusignano hanno consegnato, nei giorni scorsi, una nuova carrozzina al Centro diurno Galassia. Il centro socioriabilitativo gestito dalla Cooperativa Sociale Il Cerchio, accoglie ogni giorno disabili adulti, alcuni dei quali, anche per l’avanzare dell’età anagrafica, cominciano a manifestare difficoltà di movimento, soprattutto per tragitti medio-lunghi. Grazie a questa nuova carrozzina in dotazione al centro, sarà possibile continuare a garantire per tutti la possibilità di uscire per passeggiate ed escursioni, oltre che ad avere un supporto interno importante in caso di necessità.
I volontari di Auser Fusignano sono da sempre molto attenti alle esigenze del centro, dalla presenza quotidiana durante i pasti per apparecchiare, sparecchiare e lavare i piatti, agli aiuti per passeggiate e uscite, come quella al Cirque Bidon di quest’estate, fino a contributi concreti come il sollevatore, che era stato donato all’inizio dell’anno e ora la carrozzina.

MILANO, INAUGURAZIONE DELLA MOSTRA LIBERE DALLA VIOLENZA: L’ARTE E LA FANTASIA PROGETTANO IL FUTURO
Il  20 novembre 2018, alle ore 15,  presso la Casa dei Diritti di Milano in Via De Amicis,  10  sarà inaugurata la mostra di Accademia Auser  in occasione della “Giornata internazionale contro la violenza alle donne”.
La  mostra  “Libere dalla violenza: l’arte  e la fantasia progettano il futuro”    voluta dal Gruppo di Progetto di Accademia,  in collaborazione con il Gruppo Donne,   vuole valorizzare il contributo che  l’arte può dare  alla qualità della  vita,  anche nella naturale fase di invecchiamento per   contrastare la  violenza sulle donne.  Accademia, con la sua ricca  esperienza,  che verrà illustrata da Maria  Elena Mejani del Gruppo di Progetto di Accademia e da artiste  che ne fanno parte,  testimonierà che quando si coltivano i propri talenti si accresce  il  proprio benessere  contribuendo a difendere i diritti universali, a  diffondere  i valori fondamentali di libertà e  solidarietà ai quali ci sentiamo ancorati.
Oltre  al contributo  dei rappresentanti delle Istituzioni e di Auser,   di  esperte delle  Politiche di genere,  interverrà   una Psicoterapeuta. L’iniziativa sarà arricchita dall’esibizione di due flautisti.
La mostra sarà visitabile dal 20 al 28 novembre (ore 10 – 18, domenica esclusa).

VIGNOLA (MO), TANTI CORSI DA BOLLINO BLU
C’è anche un Caffè Filosofico dove dibattere sulle grandi questioni del nostro tempo, fra le iniziative culturali messe in campo dall’Università popolare Auser Natalia Ginzburg di Vignola, bollino blu di qualità 2018. Basta sfogliare il catalogo dei corsi  e delle conferenze per capire quanta ricca sia l’offerta formativa e di socializzazione di questa università popolare: corso di medicina cinese, fotografia, disegno e pittura, un corso per imparare a prendersi cura degli animali domestici in modo corretto e ancora, informatica e lingue straniere. Tante inoltre le gite fuori porta alla scoperta delle bellezze architettoniche del luogo, le visite guidate a mostre e musei.
Per info: Tel.  059 764199  www.universitaginzburg.it

COLLECCHIO (PR), AUSER CERCA NUOVI VOLONTARI
L’Auser di Collecchio (PR) cerca nuovi volontari: «Bastano poche ore di tempo per aiutare chi ha bisogno, per sentirsi utili, per stare meglio e fare stare meglio» . L’ associazione a Collecchio sta cercando volontari per svolgere all’ interno del comune attività educative, vigilanza scolastica e trasporto sociale. Gli interessati potranno rivolgersi direttamente alla coordinatrice dei servizi Lina Bettati telefonando al 347 8798015. «E ‘ importante – afferma il vicesindaco Gian Carlo Dodi – entrare in un servizio di volontariato come l ‘ Auser. Attualmente c’è la necessità di reperire nuovi volontari da impiegare specialmente nell’attività educativa, nei servizi scolastici e nel trasporto sociale affinché i servizi possano essere svolti con più tranquillità e sicurezza».
Fonte: La Gazzetta di Parma

JESI (AN), L’EMPORIO SOLIDALE SARA’ INAUGURATO ENTRO NATALE
Sarà inaugurato entro Natale l’Emporio solidale di Jesi (AN), uno spazio fisico dove le persone, in condizione di disagio socio-economico, potranno recarsi a fare la spesa utilizzando non solo il denaro ma anche una tessera a punti. Un’equipe di professionisti, in base a una valutazione sociale e ai bisogni del nucleo familiare, stabilirà il punteggio da assegnare alla card che servirà all’utente per acquistare prodotti agroalimentari nell’emporio, ubicato presso i locali Caritas di via Papa Giovanni XXIII. Un progetto di solidarietà promosso dall’Asp Ambito IX nel territorio dei 21 comuni in collaborazione con la Fondazione Centro Servizi Caritas «Padre Oscar», l’associazione Anteas Marche e una rete di partner sostenitori tra cui Forum Terzo settore delle Marche, Auser, Alleanza contro la povertà delle Marche, Banco Alimentare Marche onlus. La fase start up del progetto, che coinvolgerà inizialmente 50 persone, sarà finanziata dalla Fondazione Cariverona per un importo di 75 mila euro. «Terminate le risorse iniziali, le attività proseguiranno – spiega il direttore dell’Asp Franco Pesaresi -. Obiettivo dare alle famiglie una possibilità concreta di superare la condizione di «crisi« in maniera attiva». L’erogazione dei punti è infatti subordinata all’adesione da parte dell’utente a ore di volontariato, corsi di formazione, tirocini di inclusione sociale.
Fonte: IL Resto del Carlino

SAN MARTINO IN STRADA (LO), UNA MOSTRA PER I 100 ANNI DELLA FINE DELLA GRANDE GUERRA
Una mostra per i cent’anni dalla fine della Prima guerra mondiale. Si chiama “Il 4 novembre 100 anni dopo” e coinvolge  adulti, anziani, ma anche e soprattutto bambini. E’ statab inaugurata nei giorni scorsi presso la biblioteca “Don Milani” di San Martino in strada (LO) e rimarrà in esposizione fino all’11 novembre (negli orari di apertura).  A curare la mostra il volontario Auser Antonio Tognon, storico e collezionista noto in paese: «Il mio cruccio è sempre quello di trasmettere la storia – spiega Tognon, perché ho come paura che gli anni passino e che qualcuno non si ricordi più di quel che è successo. Invece è importante non dimenticare, per cercare di migliorare e di sperare in un futuro migliore». Saranno oltre 120 le copertine originali de “La Domenica del Corriere” esposte: «Ho già creato e predisposto una trentina di pannelli con ben oltre un centinaio di copertine, che raccontano lo spaccato di un’epoca lontana ma decisamente affascinante. A disposizione su un tavolo lascerò comunque quattro faldoni con altre centinaia di copertine di quegli anni: dal 1915 al 1918. Già programmato anche un laboratorio appositamente dedicato ai bambini: «Il 4 novembre alle 15 ci troveremo in biblioteca con i bimbi: creeremo una vera e propria trincea, inoltre Antonio terrà una piccola lezione creata ad arte».
Fonte: Il Cittadino di Lodi

TORREGLIA (PD): RECITAZIONE, DIZIONE E MOVIMENTO SCENICO AL LABORATORIO DI TEATRO
L’Auser di Torreglia (PD) organizza nella propria sede un laboratorio di teatro amatoriale gratuito rivolto ad adulti e giovani. Curerà in particolare recitazione, dizione e movimento scenico dei partecipanti. È curato da un illustre maestro di teatro: Renato Menegotto, già direttore tecnico del teatro Verdi e del teatro Stabile del Veneto. Regista di altri gruppi teatrali, ha al suo attivo diverse commedie come “Il circo di Ub” liberamente tratto dall’Ubu roi di Alfred Jarry; “Sarto per signora” di George Feydeau; “La cara salma” di Moliner. Le lezioni sono già iniziate ma è ancora possibile dare l’adesione: gli incontri saranno ogni mercoledì dalle 21 alle 23 e ci sarà un saggio conclusivo.
Informazioni e adesioni al numero 338-4544912.
Fonte: IL Mattino di Padova

BOLOGNA, LEZIONI DI TANGO PER NON PERDERE LA MEMORIA
Auser, ASD OliTango, quartiere Santo Stefano, Comune di Bologna, Associazione Rivivere, Centro Sociale “Il Pallone”, Sindacato Pensionati Spi/Cgil  promuovono
per cittadini del Quartiere S. Stefano con più di 65 anni, Memory Tango Insieme un ciclo di incontri gratuiti di tango riabilitativo presso il centro sociale “Il Pallone” – via del Pallone 8 Bologna. Appuntamento ogni lunedì fino al 10 dicembre – dalle 15.00 alle 16.00.
I partecipanti hanno l’opportunità di conoscere nuovi amici, socializzare e applicare delle tecniche di memorizzazione dei passi di questo affascinante e coinvolgente ballo di coppia.
Per informazioni chiamare il 336-59.60.89 dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 12.30.

MACERATA, PASSA DAGLI ORTI LA SOCIALIZZAZIONE E LA SOLIDARIETA’. PREMIAZIONE DEL CONCORSO SUGLI ORTI SOCIALI
Martedì 30 ottobre alle ore 9.30, si è tenuta presso la Sala Convegni dell’Amministrazione Provinciale la Premiazione della seconda edizione del Concorso “Orti: Esperienze di Socializzazione” promosso dall’Auser di Macerata in collaborazione con Il Filo d’Argento ed il patrocinio dei Comuni di Macerata ed Appignano.     Il Concorso, aperto a singoli, Gruppi e Scuole, ha visto una larga partecipazione e gli elaborati pervenuti sono stati divisi in due sezioni: 1) scritti; 2) disegni e dipinti; per ogni sezione verrà premiato il primo classificato e ci saranno riconoscimenti anche per gli altri elaborati ritenuti meritevoli.
L’Auser, tramite il proprio settore degli “Orti Sociali”, ha organizzato questa 2° edizione del concorso con l’obiettivo di favorire un incontro fra generazioni che superi la tendenza all’individualismo e, contemporaneamente, aiuti a non disperdere per sempre quel gran patrimonio che i nostri anziani hanno accumulato: l’esperienza ed i saperi. Un patrimonio che i più anziani sono felici di trasmettere a figli e nipoti. Con gli elaborati i  partecipanti hanno voluto raccontare non solo le esperienze che hanno già avuto con gli Orti Sociali, ma hanno allargato lo sguardo, descrivendo il loro rapporto con la terra, oppure storie di famiglia e di amicizie che mettono in risalto i valori legati alla coltivazione o, infine, i loro progetti (o sogni) per una società che riscopra i valori ed i ritmi della natura in simbiosi, però, con l’evoluzione. Ha presentato il presidente di Macerata Antonio Marcucci. Marco Di Luccio della Presidenza nazionale dell’Auser, ha concluso l’evento.

TRANI, LE ATTIVITA’ DEGLI ULTIMI MESI DELL’ANNO
L’Auser di Trani è pronta ad affrontare gli ultimi mesi dell’anno con una serie di attività. Il 5 novembre chiacchierata a microfono aperto: “Cucchi una strana storia.” Dal 10 novembre il corso di formazione primo appuntamento “Influencer nel volontariato” dalla durata 20 ore distribuite in tutto il mese. Mercoledì 14 Corso di Formazione primo appuntamento “La rete educativa”, con cinque incontri distribuiti in tutto il mese, giovedì 15 la presentazione del nuovo sito web ausertrani.it.
Nel mese di dicembre partiranno poi i corsi per lavorare l’argilla e le visite guidate.
Fonte: traniviva.it

BOLZANO, I GIOVANI VOLONTARI CHE HANNO ADOTATTO I NONNI
I giovani ragazzi del Don Bosco, hanno deciso di adottare i nonni del quartiere. Si ritrovano insieme nella sede dell’Auser, a parlare e fare merenda. Hanno fra i 15 e i 25 anni e hanno deciso di rendersi utili. Una bella storia, vera e concreta, di solidarietà fra le generazioni, cominciata circa tra anni fa in modo sincero e spontaneo. Sono studenti, vanno a scuola o all’università, dedicano qualche ora del loro tempo per stare con gli anziani, aiutarli, parlare con loro, fare qualche piccola commissione come andare in farmacia o portare la spesa a casa.
Fonte: Alto Adige

VOGHERA (PV), IL DISAGIO PSICHICO NON FA PAURA. DIPINGERE INSIEME: UN’INTEGRAZIONE POSSIBILE
Per il secondo anno consecutivo alcuni ospiti della Comunità Protetta Villa Morini di Voghera partecipano al corso di pittura organizzato dall’Auser locale. L’esperienza nata per curiosità ha visto una forte accoglienza da parte degli utenti Auser e la voglia di mettersi in gioco e sperimentarsi in un contesto di “normalità” da parte degli ospiti. Da qui l’idea di ripetere l’esperienza. Settimanalmente in un clima sereno e famigliare gli ospiti si possono sperimentare con le tecniche pittoriche , il supporto di un valido insegnante e i consigli di chi già dipinge da più anni. Un’esperienza significativa di normalità che aiuta a riabilitare chi ha disagio psichico grazie  alla disponibilità dell’Auser e dei suoi volontari.

VIGEVANO (PV), UNA MENSA IN PIAZZA PER AIUTARE CHI E’ ESCLUSO
L’Auser Vigevano e l’Auser di Gravellona hanno dato un grande aiuto  all’associazione “L’articolo 3 vale anche per me”, nata per sostenere quelle famiglie che, per gravi motivi economici, non riescono a pagare la retta scolastica della mensa, del nido o della scuola d’infanzia dei loro bambini.  Mille euro sono stati donati grazie alla spaghettata  promossa da  Anpi, Libera, Cgil e Auser.  Il Comune di Vigevano, infatti, dal 2013 applica il regolamento sulle mense scolastiche balzato oggi agli onori della cronaca con il “caso Lodi”: E il prossimo10 novembre le associazioni saranno in campo con Articolo 3  in una grande “Tavola della solidarietà”, una mensa in piazza per aiutare chi rischia di essere escluso.
Per info: Elena Borrone 334-6064465 339-2796769 elena.borrone@auser.lombardia.it

VENTURINA (LI), UNA CENA DI SOLIDARIETA’ PER FINANZIARE LE ATTIVITA’
L’Auser di Venturina Terme (LI) organizza per sabato 24 novembre, in collaborazione con la “Trattoria dalle Bimbe”, una cena di solidarietà per finanziare le attività non convenzionate “Mai più soli” e “Accompagnamento al mare”, due servizi che hanno avuto e stanno avendo una grossa partecipazione della cittadinanza e hanno entrambe il patrocinio del Comune di Campiglia. Progetti apprezzati sia dall’Auser regionale che nazionale. Per svolgere entrambe le attività, l’Auser deve sostenere dei costi elevati di gestione, che naturalmente gravano sul bilancio dell’associazione, mettendo così a rischio lo svolgimento di questi due utilissimi servizi per la cittadinanza. Il presidente Franco Fidanzi e il vicepresidente Francesco Vanni, insieme ai volontari, invitano tutta la cittadinanza a partecipare alla cena, una parte del ricavato servirà per finanziare questi due servizi. Info e prenotazioni 0565/850618.
Fonte: Il Tirreno

THIENE (VI), AL VIA LE ATTIVITA’ CULTURALI E DI SOCIALIZZAZIONE
Informatica, inglese, yoga, laboratori di disegno e pittura,  lezioni sulla Costituzione Italiana soprattutto di quelle parti che sono nell’attualità del dibattito politico e culturale, conferenze per informare i cittadini su strutture e istituzioni in materia di sanità e assistenza al fine di rendere più agevolmente fruibili i servizi ospedalieri e sociali, lezioni su comportamenti e norme sulla sicurezza in collaborazione con la Protezione Civile di Thiene, lezioni sui consumi e sui risparmi. Il Circolo Auser di Thiene  ha messo  in campo per l’anno 2018/2019  una vasta offerta culturale e di socializzazione.  In programma anche “percorsi di pace” Iniziative in collaborazione con l’Associazione “Amici della Resistenza” di Thiene (visite, incontri, scambi culturali) per mantenere viva la memoria dei valori che ispirarono la Resistenza e la Costituzione Italiana.
Le attività avranno inizio il prossimo 5 novembre presso l’istituto Itet Aulo Ceccato in Vanzetti a Thiene.
Per info: Tel.0445-364234 – oppure 347-3004998. auser-upep@libero.it

CREMA (CR), PRONTA A PARTIRE LA NUOVA UNIPOP AUSER
La nuova Auser Unipop di Crema  inizierà la sua attività dal prossimo 20 novembre 2018 con nuovi e interessanti corsi. In collaborazione con Acli Crema, presso il nuovo Spazio Piazza In&Out, partiranno un corso di ginnastica dolce,  di ascolto alla musica, canto e ballo; a partire da giovedì 29 novembre 2018  prenderà avvio un corso di Taglio e Cucito (in collaborazione con La casa di Ale onlus). Presso l’ArciCremanuova, si terrà il corso di Cucina Tradizionale a partire da lunedì 26 novembre 2018 dalle 20.00 alle 22.00. Inoltre sono stati organizzati  corsi di Arabo, Tedesco base, storia della Scrittura Musicale.
Per poter partecipare ai corsi è necessario essere iscritti all’Auser, l’iscrizione annuale è di 20,00 €.
Per informazioni e/o iscrizioni è possibile rivolgersi presso l’Auser Volontariato di Crema in via Battaglio, 5 (Santa Maria) dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 12.30 e il martedì e il venerdì dalle 15.00 alle 17.00 ( a partire dal 6 novembre 2018), tel. 0373.86491, mail: info@auserunipopcrema.it

CENACOLO POETICO A TREIA (MC)
Il prossimo 24 novembre 2018 si terrà presso la sede dell’Auser  un evento tutto dedicato alla poesia. Questo primo “Cenacolo poetico” avrà come protagonisti due autori: Maurizio Angeletti e Andrea Biondi. Presenteranno le loro più recenti raccolte di versi: “Il mio verso libero” e “Le campagne hanno bocche”. Coordinerà il dialogo un’altra poetessa, Liana Maccari, che li ascolterà e solleticherà le loro riflessioni. Ad  arricchire la performance ci saranno i “Verba et Soni”,  Stefano Savi fine dicitore e Roberto Gatta suonatore di chitarra

VITERBO, PRESENTAZIONE DEL LIBRO SULLA PRIMA GUERRA MONDIALE
Il 3 novembre  alle ore 17, presso la Sala delle Bandiere di Palazzo Nuzzi, sede municipale, è programmata  la  presentazione del libro “1915-1918 1^ Guerra Mondiale. In ricordo dei nostri giovani Eroi”.  Il testo è edito dalla S.Ed. Società Editrice di Viterbo del prof. Luigi Ceppari. L’evento prevede dopo il saluto delle autorità, le presentazioni ufficiali tenute dal prof. Sante Cruciani, docente di Storia delle Relazioni Internazionali presso la facoltà di Scienze Politiche e delle Relazioni Internazionali dell’Università della Tuscia di Viterbo su  “Il Sacrificio di tanti giovani contadini, operai e studenti che dettero compimento alle speranze del Risorgimento Italiano” e della prof.ssa Giovanna Cavarocchi,  presidente Auser  di Viterbo su “La memoria storica  dei fatti di Guerra come dialogo tre le generazioni “, a cui seguiranno gli interventi degli autori Bruno Salvatori e Stefano Stefanini.

CHIAVENNA (SO): “LA NÖSA AFRICA”, UN RACCONTO DI VOLONTARIATO INTERNAZIONALE
Giuliano Luzzi, nel corso del 18° congresso provinciale della Cgil di Sondrio, ha voluto raccontare e condividere le sue esperienze di volontariato in Senegal, Burkina Faso, Etiopia, Mali, Uganda, Zambia e Ruanda, tra il 1982 e il 2001. Luzzi – delegato Cgil, oggi attivista Spi e volontario Auser – attraverso la raccolta di memorie «La nösa Africa», si pone l’obiettivo di trasmettere ai sui nipoti un’esperienza di vita, incentrata sulla sua opera di volontariato internazionale. «Quando ho scritto queste pagine – confida Luzzi – non avevo in mente di farne un libro. Volevo solamente condividere con i miei nipoti le mie esperienze. Quando abbiamo deciso di pubblicare le mie memorie ho deciso di dedicare un contributo – oltre che a mia moglie, a mia figlia e ai nipoti – anche a don Aldo Benevelli, il sacerdote di Cuneo, da poco scomparso, che ci ha accompagnato per tanti anni». Ad insistere per la pubblicazione delle memorie, tra gli altri, anche Guglielmo Zamboni, segretario generale Cgil Sondrio.
Fonte: Il Giorno


 Anziani e dintorni


QUANDO A CURARE SONO ANCHE GLI UOMINI
“Quando a curare sono anche gli uomini” è il titolo di un paio di incontri promossi dalla associazione “alzheimer senza paura”, onlus attiva a Senigallia ormai da diversi anni. La cura è spesso considerata prerogativa delle donne, per un fattore culturale, quasi si trattasse di un obbligo morale, eppure sempre più spesso incappiamo in storie di uomini che si prendono cura di un proprio familiare ammalato.
Luciana Marinari ha intervistato alcuni di loro: uomini che si sono fatti carico della fragilità di genitori anziani, di coniugi, di fratelli o sorelle malate e ne è venuto fuori uno spaccato davvero interessante della nostra società che sta cambiando e si sta evolvendo.  La Marinari parte quindi da un dato – nuovo – di realtà e ne approfondisce alcuni aspetti: “nella cura l’uomo ha un approccio diverso, un atteggiamento estremamente libero e vitale. Riconosce che il suo lavoro è importante, una sorta di restituzione di quanto ricevuto”.
Si parlerà di questo interessante lavoro, giovedì 8 novembre alle ore 17:30 presso la i locali della Cooperativa Progetto Solidarietà in via Raffaello Sanzio n. 207/1.
Giovedì 22 novembre, sarà la volta di Leonardo Badiali che  presenterà il libro “La Casa del Turco”, un delicatissimo racconto intorno alla figura della sorella ammalata.


  Associazionismo Volontariato Terzo Settore


“ACCOGLIENZA CLANDESTINA”: VENERDI’ 2 NOVEMBRE CON IL GIORNALE RADIO SOCIALE PER PARLARE DI MIGRAZIONE
Venerdì 2 novembre a Roma, al  Salone dell’Editoria Sociale presso Porta Futuro in via Galvani 108 si terrà l’incontro “Accoglienza clandestina – Come si affronta e si racconta il fenomeno delle migrazioni in Italia e nel mondo”. Appuntamento dalle ore 14.30 alle 16.
Via le Ong dal mare, sotto accusa il modello Riace con l’arresto del sindaco Mimmo Lucano, lo smantellamento del sistema Sprar, violenze razziali e discriminazioni quotidiane. In questo scenario cambia il modo di raccontare le migrazioni nel nostro Paese e anche in tutto il mondo. L’immigrazione continua ad essere associata alla questione sicurezza mentre dagli Usa all’Australia vanno in scena respingimenti di massa che ispirano “modelli” di accoglienza per i Paese europei.
Qual è il ruolo dei giornalisti in questo periodo storico? È sufficiente un “parlare civile” contro fake news e propaganda? Riescono fatti, dati e storie a contrastare il clima di odio e separazione? Il Giornale Radio Sociale propone una discussione che metta al centro il ruolo civile di chi fa informazione a ogni livello.
Se ne discuterà con Laura Bonasera – inviata di Nemo (Rai 2), Eleonora Camilli – agenzia stampa Redattore Sociale, Max Civili – Press Tv, Roberto Viviani – Baobab Experience.

PRESENTATI I DATI DEL PROGETTO DI SERVIZIO CIVILE NAZIONALE “LA MEMORIA COME STRUMENTO DI EDUCAZIONE ALLA PACE”
ArciServizioCivile ha promosso “La Memoria come strumento di educazione alla pace”, progetto di servizio civile nazionale nel quale hanno operato più ragazze e ragazzi in città differenti in ciascuna delle quali sono state svolte le medesime attività per giungere ad un risultato complessivo. Questo progetto, ammesso nel bando 2017 e realizzato fra Settembre 2017 e Settembre 2018, è stato portato avanti in completa autogestione ed ha visto il coinvolgimento di 16 volontari in 9 città – Milano, Genova, Torino, Vicenza, Bologna, Piombino, Jesi, Viterbo e Roma – di 8 Regioni italiane: Lombardia, Liguria, Piemonte, Veneto, Emilia Romagna, Toscana, Marche e Lazio. Le interviste a circa 1.000 ragazzi e ragazze d’età compresa fra i 18 e i 30 anni  si sono concentrate  sul grado di conoscenza delle due date storiche oggetto della ricerca, le opinioni personali su questi passaggi importanti della Storia d’Italia durante la Resistenza e sulle celebrazioni, la conoscenza di luoghi significativi presenti nei loro territori. il 97% degli intervistati condanna il regime fascista; il 58% ritiene che le leggi razziali siano state imposte da Hitler; il 73% ritiene che non si siano ancora fatti i conti con il passato; il 95% riconosce il valore della memoria come essenziale antidoto per non ripetere gli errori del passato; il 48% non conosce i luoghi della memoria nella propria zona.
I risultati, presentati a Roma in conferenza stampa, sono stati pubblicati in un volume che a breve sarà convertito in e-book scaricabile gratuitamente dal sito www.arciserviziocivile.it

RIDERE FA BENE. NELL’ULTIMO VOLUME CESVOT STORIE ED ESPERIENZE DI CIRCO SOCIALE
“Ridere fa bene. Esperienze e riflessioni sul circo sociale”, questo il titolo del nuovo volume pubblicato da Cesvot e dedicato alle arti circensi come pedagogia sociale. Il libro nasce dall’attività dall’associazione Carretera Central di Siena che dal 2008 porta avanti in America Latina e Medio Oriente progetti di circo sociale e che nel 2013 ha ideato Circomondo – Festival del Circo Sociale. Come racconta nel libro l’autrice Ilaria Colò, volontaria dell’associazione Carretera Central, il circo sociale è una pratica di vita e un metodo pedagogico che si sviluppa negli anni ’60 e trova la sua espressione più significativa in Brasile, dove fino ad oggi sono stati coinvolti nelle arti circensi quasi 10mila “meninos de rua”, ragazzi di strada.
Quella del circo sociale è una realtà molti viva anche nel nostro Paese. Secondo il Registro dei Progetti di Circo Sociale, promosso dall’associazione Giocolieri e Dintorni, in Italia esistono almeno 25 realtà di circo sociale: il libro “Ridere fa bene” ne racconta 12, tra esperienze italiane e straniere. Nel nostro Paese le più note sono senz’altro a Roma e Napoli, come il Circo Corsaro, una vera e propria scuola di arti circensi nata nel 2006 a Scampia e che negli anni è arrivata a contare fino a 130 allievi, tra ragazzi provenienti dal quartiere di Scampia e dai vicini campi rom.
Il volume “Ridere fa bene” è consultabile gratuitamente in formato pdf sul sito Cesvot, previa registrazione all’area riservata MyCesvot.


Agenzia d’Informazione a cura dell’Ufficio Stampa di  Auser Nazionale.
Via Nizza 154 00198 Roma tel. 06/84407725 fax 06/8440.7777

ufficiostampa@auser.it    www.auser.it

Tags:
Categorie articolo:
Agenzia d'informazione AUSER

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MENU