Area riservata

Agenzia di informazione Auser – Anno 21 numero 35 – 10 ottobre 2018

Scritto da
10 ottobre 2018
testata_agenzia

Agenzia settimanale – Anno 21 numero 35 – mercoledì 10 ottobre 2018
Agenzia Auser è un servizio d’informazione dell’Auser Nazionale.
Viene inviata via E-mail. E’ inoltre visibile sul sito internet www.auser.it


Auserinforma

ANZIANI E FAKE NEWS: COME NON CADERE NEGLI INGANNI. A TORINO CONVEGNO NAZIONALE DELL’EDIZIONE 2018 DELLA  CITTÀ CHE APPRENDE
La tecnologia non ha età. Sono sempre di più gli anziani che smartphone alla mano si connettono a Internet e navigano su Facebook, Twitter e Instagram. Ma la fabbrica delle “bufale” non va mai in vacanza e in Internet lavora a pieno ritmo diffondendo ogni giorno false notizie su politica, salute, fenomeni sociali e tanto altro ancora. Quanto siamo sicuri di non restare intrappolati  in qualche inganno? Come possiamo difenderci dalle bufale  che girano in internet e sui social e che ci raccontano in malafede qualcosa che non  è?  Questo è il tema, di grandissima attualità, scelto per l’edizione 2018 della Città che apprende, l’evento che l’Auser a cadenza biennale dedica alla cultura ed alla educazione degli adulti come strumento di cittadinanza e di integrazione sociale, coinvolgendo la rete delle Università Popolari e dei Circoli Culturali.
Titolo dell’evento  “Chi dà retta alle sirene? Informazione e disinformazione nell’era del Web e dei Social” e si terrà a Torino  il 18 e 19 ottobre 2018 presso l’Auditorium della Città Metropolitana.   Due giorni molto intensi di dibattito durante i quali l’Auser ha chiamato a confrontarsi esperti del settore e rappresentanti del mondo dei media e dell’informazione.
L’evento è patrocinato dal Comune di Torino, Città Metropolitana di Torino, Regione Piemonte e Forum Nazionale del Terzo Settore.
Giovedì 18 alle 12.40  Lectio Magistralis del prof. Lorenzo Magnea dell’Università di Torino, docente di fisica teorica e allievo di Tullio Regge. E’ stato il primo in Italia a lanciare un corso universitario per sfatare le bufale della quotidianità, si chiama “la fisica dei  cittadini”. Un contributo civico   per fornire a tutti gli strumenti per capire se una notizia è una bufala o no.
Tutte le info e il programma completo sul sito www.auser.it

IL NOBEL PER LA PACE 2018 A NADIA MURAD E  DENIS MUKWEGE. IL RUOLO DELLE DONNE PER UN MONDO DI PACE
L’Osservatorio Auser per le pari opportunità e le politiche di genere, esprime grande soddisfazione per il premio Nobel per la Pace assegnato quest’anno a Nadia Murad e al medico ginecologo Denis Mukwewge. La prima  è una giovane donna di etnia yazida  rapita nel 2014 da miliziani dell’Isis e poi venduta come schiava del sesso, fuggita dalla sua prigione a Mosul è  diventata attivista per i diritti umani contro i crimini di guerra ed emblema dell’orrore degli stupri nelle guerre, ma anche della resistenza. Il secondo è un medico congolese  tra i più grandi esperti al mondo nel trattamento dei danni fisici conseguenti agli stupri. Con il suo staff dell’ospedale Panzi di Bukavu, nella Repubblica Democratica del Congo, fondato nel 2008, ha curato migliaia di vittime di tali abusi e violenze. Ha ripetutamente condannato l’impunità per lo stupro di massa e criticato il governo congolese e di altri Paesi per non aver fatto abbastanza per fermare l’uso della violenza sessuale contro le donne come strategia ed arma di guerra.
“A dieci anni dalla Risoluzione 1820 del Consiglio di Sicurezza dell’ONU, che stabilisce che l’uso della violenza sessuale come arma in un conflitto armato costituisca sia un crimine di guerra, sia una minaccia alla pace e sicurezza internazionali – sottolinea Vilma Nicolini dell’Osservatorio Auser –  la notizia del Nobel per la Pace a Nadia e Denis ci rende particolarmente soddisfatte,  perchè un mondo di pace può essere raggiunto solo se le donne con i loro diritti saranno riconosciute e protette in ogni luogo ed in modo particolare durante le guerre”.

MANTOVA, IL CONDOMINIO È SOLIDALE. ARRIVA NELLE CASE POPOLARI IL PROGETTO AUSER PER AIUTARE LE PERSONE FRAGILI
Condomini dove si incontrano e si incrociano le più disparate fragilità: anziani soli, famiglie in difficoltà economica, immigrati, persone con disagi psichici e sociali.  Una realtà quella delle case popolari di Mantova e non solo che presenta sempre più spesso problemi di convivenza, forti conflittualità e rischio di ghettizzazione.  Da qui è partito il progetto Auser  Mantova “Esperienze di condomini solidali”  in collaborazione con il Comune e altre organizzazioni territoriali: fornire un aiuto concreto  e attivare una serie di iniziative come lo Sportello di Vicinato, laboratori, il collegamento Skype per gli anziani soli.  «In più un lavoro di scambio con il territorio – racconta il presidente di Auser Chiribella – come feste di quartiere e passeggiate che coinvolgano anche altri cittadini per creare ponti di incontro» . Entro dicembre nel condominio  Palazzo del Mago, che versava da anni in condizioni di degrado,  verrà potenziato lo sportello di vicinato che sarà aperto per 6 ore settimanali con attività di ascolto e raccolta di bisogni e risorse, di mediazione dei conflitti ove necessario, e di scambio di informazioni dal palazzo alle istituzioni e agenzie dell’abitare e viceversa. Lo sportello inoltre attiverà servizi per gli anziani, come il trasporto protetto, la mediazione culturale e si attiverà per fornire ai nuclei che ne necessiteranno il servizio di gestione del reddito familiare.
Nel palazzo di edilizia popolare  di via  Volta questa prima fase sarà invece dedicata a incontri per «la costruzione di interlocuzioni con gli inquilini» seguita dall’attivazione dei primi laboratori di ginnastica dolce per anziani, creatività e danza per i bambini oltre all’organizzazione di una festa di quartiere.
Nel frattempo sarà individuata la sede per lo sportello di vicinato che il presidente di Auser conta di attivare al massimo all’inizio del nuovo anno.

L’AQUILA, RINASCE LA STORICA BIBLIOTECA TOMMASIANA, GRAZIE AI CITTADINI
Venerdì 12 ottobre all’Aquila alle ore 15,30  presso Palazzo Fabioni – nell’ambito del Festival della Partecipazione –  si terrà l’incontro “il cuore sociale della città”,  per lanciare la campagna che darà nuova vita al complesso monumentale  dell’800  aquilano “la biblioteca Tommasiana”.
L’idea di far rivivere la storica biblioteca e di trasformarla in un bene collettivo, centro culturale, luogo di incontro della città,  era stata lanciata dall’Auser dell’Aquila lo scorso anno. Ne era nata un’Alleanza  che ha coinvolto oltre 20 adesioni fra associazioni ed istituzioni civiche. “L’obiettivo – sottolinea Carlo Salustro di Auser – è di restituire  un “cuore” alla città, cioè   dotare il suo centro storico di un luogo di incontro e di aggregazione che favorisca la ricostruzione dei rapporti  sociali e, nello stesso tempo,  assicuri  uno spazio adeguato e qualificato ad iniziative culturali, artistiche e sociali  di  carattere locale, regionale e nazionale”.
La proposta prevede il  ritorno ai Quattro Cantoni ( centro della Città) della grande biblioteca “Tommasiana” ed il  potenziamento di interventi di socializzazione  attraverso l’utilizzazione  dell’immobile che, fino al sisma del 2009,  ospitava la Biblioteca, il Convitto Nazionale “D. Cotugno”, gli uffici della Provincia e della Camera di Commercio nonché alcune attività commerciali private ubicate tra corso Vittorio Emanuele, corso Umberto, Piazza Palazzo, via Patini e via Sallustio.
“Tale immobile, debitamente ristrutturato e reso sicuro ai sensi delle norme vigenti – prosegue Salustro –  può far rivivere il centro storico della città, come tutti gli aquilani desiderano, accompagnando alla ricostruzione materiale in atto la ricostruzione del tessuto sociale e culturale della città.”
L’evento del 12 ottobre prevede laboratori di idee e tavoli di lavoro che coinvolgeranno tutti i soggetti che hanno dato vita all’alleanza e tanti cittadini  desiderosi di ridare un cuore all’Aquila.

PAVIA, VALLONE SOCIAL CREW, IL PROGETTO CHE CREA COESIONE SOCIALE E UNISCE I CITTADINI. CAPOFILA AUSER COMPRENSORIO PAVIA
Si è avviato ufficialmente nei giorni scorsi  il progetto “Vallone Social Crew”, finanziato da CSV, Comitato di Gestione del Fondo Speciale, Fondazione Cariplo e Regione Lombardia nell’ambito del Bando Volontariato 2018, che per un anno porterà al quartiere Vallone di Pavia laboratori, animazioni, incontri e tanta energia. Ente capofila del progetto è Auser Comprensoriale di Pavia, in rete con le associazioni Calypso, Le Torri, Ci Siamo Anche Noi e la cooperativa sociale L’Alternativa. La sfida è quella di creare legami fra gli abitanti e fra questi e il territorio, di stimolare forme di cittadinanza attiva e di coinvolgere i giovani mediante azioni e iniziative di vario tipo. Fra i soggetti di rete coinvolti ci saranno anche il Comune di Pavia, Agrimercato, l’APS Brusaioli, Fiab Pavia e Legambiente “Il Barcè”. Il primo appuntamento lo scorso  6 ottobre  con una passeggiata attraverso il Vallone, condotta da Associazione Calypso, che ha narrato storie di luoghi e abitanti del quartiere. Con il mese di ottobre a Spazio Q sono partite anche le prime attività previste dal progetto, tutte gratuite, fra cui un gruppo di lettura organizzato dall’associazione Calypso (prima data 20 ottobre, dalle 15.00 alle 17.00), un laboratorio di ciclofficina rivolto ai ragazzi (ogni lunedì dalle 14.30 alle 18.30) che forniranno agli abitanti del quartiere il servizio di riparazione biciclette (sempre ogni lunedì dalle 16.30 alle 18.30), a cura dell’associazione Le Torri. Il progetto è anche sui social media: si possono seguire le iniziative attraverso la pagina Facebook “Spazio Q – Vallone Social Crew” e il profilo Instagram “vallone_social_crew”. Ripartire dalle periferie per creare coesione sociale.

PIACENZA, APERTO IL NUOVO ANNO ACCADEMICO DELL’UNIVERSITÀ POPOLARE
Trasformare il tempo delle singole persone in benessere collettivo, per affrontare la solitudine, le fragilità, le preoccupazioni quotidiane con spirito più lieve. Su queste premesse l’Università Popolare “G. Malvermi” dell’Auser di Piacenza, ha presentato nelle due aule didattiche della sede di via San Siro 74 il calendario attività 2018-19 rivolte a tutti indipendentemente dal titolo di studio e dall’età: 24 corsi ai quali sono da aggiungere le conferenze a  ingresso libero. L’offerta è stata brevemente illustrata dal presidente Auser Sergio Veneziani con l’intervento dell’assessore ai servizi sociali Federica  Sgorbati e dei docenti. Più di 14 sono i nuovi corsi dell’anno accademico; il primo, che ha argomento “Come imparare a gestire lo stress e a prendersi cura di noi attraverso il programma MBSR”, docente, il prof. Antonio Mosti, avrà svolgimento il mercoledì con inizio alle ore 18 con una durata di 27 ore.  Ci sono poi corsi che riguardano la “Canzone italiana” con docente il prof. Massimo Cotica (30 ore, di martedì alle15), “La storia della scultura”, docente prof. Alessandro Malinvermi: 12 lezioni tra ottobre e novembre di lunedì alle 17.
Altre tematiche: l’insegnamento della lingua inglese,  lingua e cultura francese,  lingua tedesca e una serie di altri argomenti. Sono previste alcune domeniche di visite culturali e di giovedì pomeriggio conferenze, gratuite aperte a tutti, su argomenti riguardanti la salute, l’economia e i diritti civili.
Info: auser.piacenza@gmail.com  tel. 05231725250

CREMONA, INAUGURATA LA NUOVA SEDE DI AUSER E UNIPOP, NELLA EX PALAZZINA DEL CUSTODE DI CREMONA SOLIDALE
Si è svolta nei giorni scorsi l’inaugurazione della nuova sede Auser Cremona e Auser Unipopo Cremona presso la Ex Palazzina del Custode di Cremona Solidale. La giornata ha visto la presenza del Presidente Auser Nazionale Enzo Costa e della Presidente di Auser Regionale Lombardia Lella Brambilla. Nel corso dell’evento si è svolto il convengo sul tema  “Il nuovo Terzo Settore” che ha visto l’intervento della presidente di Auser Comprensorio di Cremona, Donata Bertoletti, che ha presentato alla platea l’attività del comprensorio. E’ seguito l’intervento sulla nuova legislazione che regolamenterà il Terzo Settore del Presidente Nazionale Enzo Costa. E’ poi intervenuto il presidente Giorgio Toscani di Auser Unipop Cremona che ha presentato l’attività di Unipop e ha presentato la nuova proposta formativa dell’anno accademico 18/19. La Sala Riunioni della  nuova sede è stata intitolata a Guido Bussi, ex presidente di Auser Comprensorio di Cremona venuto a mancare improvvisamente lo scorso febbraio. La giornata si è concluso con un rinfresco a cura di Filiera Corta Solidale e con l’intrattenimento musicale a cura dei docenti Unipop Eric Fievet e Samuele Mazza.

BOLOGNA. RIPARTE IL LABORATORIO DI CUCITO  PER CHI NON SA CUCIRE A CURA DEL DEL GRUPPO AUSER DI BORGO PANIGALE – RENO
Riparte il laboratorio di cucito del gruppo Auser di Borgo Panigale – Reno, per imparare attraverso esercitazioni pratiche a realizzare riparazioni sartoriali per uso domestico. Il laboratorio, della durata di 6 incontri, è in programma tutti i martedì dalle 15 alle 17, dal 23 ottobre al 27 novembre, presso la sede Auser di Borgo-Reno in via Marco Celio 23, nella saletta della stazione.Il corso è dedicato a chi ha poche competenze di cucito. I partecipanti impareranno a cucire a mano, attaccare bottoni, ma anche a fare orli, allargare, accorciare e stringere abiti utilizzando la macchina da cucire. L’adesione al corso deve essere comunicata tramite email a m.leone@auserbologna.it o telefonicamente al numero 0516352911 o direttamente alla sede Auser di via Marco Celio 23 il lunedì mattina dalle 10 alle 12 o il giovedì pomeriggio dalle 15 alle 17. Per la realizzazione del corso è richiesto un contributo spese di 5 euro a persona, e la tessera Auser.

MACERATA: ORTI, UN’ESPERIENZA CHE UNISCE LE GENERAZIONI. PREMIAZIONE DEI VINCITORI DELLA SECONDA EDIZIONE
Martedì 30 ottobre alle ore 9,30, presso la Sala Convegni della provincia in Via Velluti, 41 a Piediripa di Macerata, si terrà la Premiazione dei vincitori della Seconda edizione del Concorso che aveva come tema  le esperienza di socializzazione e incontri fra generazioni, nate con gli orti, la coltivazione diretta di ortaggi e frutta.
Hanno preso parte al concorso tanti cittadini e scuole con scritti e disegni. Introduce Antonio Marcucci presidente Auser provinciale di Macerata. Intervengono Manuela Carloni presidente regionale Auser Marche, Daniel Taddei segretario generale Cgil di Macerata e Stefano Tordini segretario generale Spi-Cgil di Macerta. concluderà  lavori Marco Di Luccio della presidenza nazionale Auser.

VITERBO, PARTE L’ALZHAUSER CAFE’
Mercoledì 10 ottobre alle ore 15.30 presso la Cittadella della salute di Viterbo in via Fermi, si terrà il primo appuntamento dell’AlzhAuser Cafè promosso dall’Auser di Viterbo in collaborazione con il Comune e l’Asl. Ai lavori coordinati da Giovanna Cavarocchi presidente Auser provinciale di Viterbo, interverranno Nicola Falcone specialista in neurologia Asl di Viterbo, l’assessore alle politiche sociali del Comune Antonella Sberna, Pierangelo Conti dirigente servizi sociali comune di Viterbo, Daniela Donetti direttore generale della Asl.
Per info: www.auserviterbo.it

PREMIO PER LA PACE “GANDUSCIO”, AUSER RIBERA (AG) LANCIA L’OTTAVA EDIZIONE
L’Associazione “Amici della terza Età – Auser- Ribera”, al fine di far conoscere la figura e l’opera del pacifista riberese Giuseppe Ganduscio, noto anche per essere autore di diversi testi cantati dalla “cantatrice del Sud” Rosa Balistreri, promuove l’ottava edizione della Concorso “Giuseppe Ganduscio, una vita per la pace”,  che come sempre avrà respiro nazionale.  Due le sezioni previste:  Poesia in lingua italiana a tema libero;  e Poesia in dialetto siciliano a tema libero. Ciascun autore può presentare non più di due poesie  per ciascuna sezione e le poesie, possono essere sia inedite che già pubblicate,  in  copie dattiloscritte o fotostatiche, debbono essere presentate in numero di cinque.
Rimangono invariate le modalità di invio e di  selezione delle opere, che dovranno pervenire con posta ordinaria  all’Associazione “Amici della Terza Età – Auser RIBERA”, Corso Margherita n. 266,  92016 RIBERA, entro e non oltre il 31.12.2018. Copia del bando può essere richiesto via E-mail all’indirizzo mail castellitoto@hotmail.it o auserribera@libero.it oppure scrivendo all’Associazione “Amici della Terza Età – Auser Ribera”, Corso Margherita 266, 92016 RIBERA (AG). Per informazioni tramite cellulare si può contattare il 3332037209.
La manifestazione si concluderà nel corso dell’anno 2019 con l’allestimento di tre incontri, uno per  un approfondimento sui temi della conoscenza della musica folk e classica (Ganduscio era un cultore di canti popolari), un altro per dibattere sui temi della pace nel mondo con esperti del settore, e uno dedicato alla cerimonia di consegna dei premi. A tal proposito l’Auser Ribera ha deciso di istituire  per ogni edizione del “Ganduscio” tre premi, uno ciascuno,  da assegnare a personaggi che si sono particolarmente distinti nel mondo della letteratura, della musica classica e popolare, e dell’impegno sociale per la diffusione della cultura della pace nel mondo.

VENEZIA, L’USO DEL CORPO FEMMINILE NELLA PROPAGANDA. RIPRENDONO LE CONFERENZE DEL CIRCOLO AUSER  L’OLIVOLO
Il Circolo Culturale Auser di Venezia L’Olivolo, riprende l’attività con una serie di “microconferenze” aperte al pubblico. Primo appuntamento venerdì 12 ottobre alle ore 18.00 presso la sede del Circolo in Calle de l’Ogio Castello con un conferenze tenuto da Giuseppe Ghigi sul tema Donne e Storia l’uso del corpo e della figura femminile nella pubblicità e nella propaganda.
Nella prima guerra mondiale le donne diventarono parte attiva della società civile: sostituirono gli uomini nelle fabbriche e contribuirono alla tenuta del tessuto sociale. Chiamate a risparmiare cibo, a coltivare orti di guerra, a sollecitare gli uomini ad arruolarsi o a difenderle, a comprare vestiti “ patriottici “, la loro immagine venne usata nella pubblicità e nella propaganda e da quel momento non smisero più di essere oggetto pubblicitario. Con la guerra nasce la moderna fabbrica del consenso e del consumo.

MILANO, LA GRANDE GUERRA AL PIO ALBERGO TRIVULZIO
Durante la Prima Guerra Mondiale, il Pio Albergo Trivulzio è stato il principale ospedale militare di riserva milanese. Nell’arco di sette anni ha accolto più di 35mila militari, come testimoniano i registri dei soldati feriti e ricoverati nella struttura, conservati nel Museo Martinitt e Stelline. Ora una mostra alla cui organizzazione ha collaborato anche l’Auser di Milano, permetterà al pubblico, per la prima volta, di vedere la documentazione conservata negli archivi. L’esposizione documentaria e fotografica ricostruisce la storia del Luogo Pio dal 1915 al 1921 e del servizio dei dipendenti, nella struttura e al fronte. Un’attenzione particolare è rivolta alla ricostruzione delle biografie degli ex allievi dell’orfanotrofio Martinitt che hanno partecipato al conflitto. Numerose iconografie tratte dall’Illustrazione Italiana corredano la mostra. L’inaugurazione è fissata per il 12 ottobre alle ore 18.00, la mostra sarà aperta al pubblico dal 13 ottobre al 30 novembre.

PESCHIERA BORROMEO (MI): STORIA, TECNOLOGIA E CAMMINATE IN COMPAGNIA, IL CALENDARIO DI OTTOBRE DELL’UNIVERSITA’ DELL’ADULTO
Come comprendere e allenare la memoria, gli italiani e le guerre del Novecento, Smartphone amico mio, laboratorio di scrittura. Sono alcuni dei corsi dell’Università dell’adulto dell’Auser di Peschiera Borromeo, in programma nel mese di ottobre. In più una interessante novità. In due serate aperte a tutti i partecipanti avranno la possibilità di “giocare con un foglio bianco”. Riprendono inoltre le uscite in compagnia, camminate di gruppo nella natura e nell’arte alla scoperta delle bellezze e dei segreti del territorio.
Per info: www.auserpeschieraborromeo.weebly.com  auser.peschiera@hotmail.it

DALL’AUSER DI ARCISATE (VA) L’APPELLO “ABBIAMO BISOGNO DI NUOVI VOLONTARI”
L’Auser di Arcisate lancia un appello per cercare nuovi volontari che vogliano donare un po’ del proprio tempo libero per supportare l’associazione che offre un importante servizio per l’accompagnamento in auto di persone che ne hanno bisogno verso strutture sanitarie pubbliche o private. Il servizio, rivolto  tutti coloro che ne hanno bisogno, copre ormai tutta la Valceresio e le richieste crescono costantemente. Con i suoi 1.100 associati l’Auser garantisce circa 300 servizi di accompagnamento ogni mese, ma le richieste sono in continuo aumento e servono rinforzi per i 25 volontari che attualmente garantiscono questa importante attività.
«Chiunque può mettere a disposizione qualche ora del proprio tempo – spiegano i responsabili dell’associazione – secondo la propria disponibilità. Anche poche ore settimanali o mensili sono importanti per poter offrire questo servizio sempre più indispensabile che ormai copre praticamente tutta la Valceresio. Inoltre diverse organizzazioni fanno riferimento a noi che siamo un risorsa per la comunità della Valceresio. Noi cerchiamo di far fronte il più possibile alle richieste ma è indispensabile l’aiuto di nuovi volontari».
Sempre per coprire le esigenze di questo servizio, l’associazione cerca auto usate, ma ovviamente in buono stato, che invece di finire rottamate potrebbero essere ancora utili per ampliare il parco auto di Auser.
Chi fosse disponibile può contattare Auser al numero 0332 856804 oppure al 334 1894831.

PIEVE A MAIANO (AR), FESTA DELLA CASTAGNA
Domenica 21 ottobre, presso l’associazione Macondo di Pieve a Maiano, a partire dalle ore 12,30 si terrà la Festa della Castagna organizzata dall’Auser comprensorio di Arezzo, Auser Terra di Piero e la nuova sartoria 8 marzo. Una giornata da passare insieme all’insegna dei prodotti buoni della terra  e della socialità.

GALLARATE (VA), CONOSCERE LE SPEZIE
Un convegno pomeridiano sugli stili di vita ed inerente il tema “Le spezie: miti e ricette” si terrà il giorno 10 ottobre alle ore 15,00 presso il  Centro auser di via del Popolo, n. 3 a  Gallarate. L’evento è gratuito e rivolto a tutti i cittadini.
Per info: auserinsiemegallarate@gmail.com


Anziani e dintorni

ROMA, PRESENTAZIONE DELLA GUIDA “TERZA ETA’, STRUMENTI PATRIMONIALI, OPPORTUNITA’ E TUTELE”
Si terrà venerdì 12 ottobre 2018, a Roma, alle ore 11 presso la Sala della Regina di Palazzo Montecitorio, la presentazione della 15° Guida per il cittadino “La Terza età: strumenti patrimoniali, opportunità e tutele” divulgata dal Consiglio Nazionale del Notariato insieme a 14 Associazioni dei Consumatori (Adiconsum, Adoc, Adusbef, Altroconsumo, Assoutenti, Casa del Consumatore, Cittadinanzattiva, Confconsumatori, Federconsumatori, Lega Consumatori, Movimento Consumatori, Movimento Difesa del Cittadino, Unione per la difesa dei consumatori, Unione Nazionale Consumatori).  La 15° Guida offre una panoramica sui principali istituti giuridici a disposizione delle persone anziane per la gestione patrimoniale dei propri beni. Gli anziani spesso sono proprietari di immobili, per questo può essere utile conoscere gli strumenti che permettono di disporre della casa per trarre liquidità o per garantirsi assistenza e mantenimento. L’Italia è il secondo Paese più vecchio al mondo e per lo Stato diventa sempre più difficile dare aiuti concreti: ecco quindi che soccorrono gli strumenti patrimoniali privati che è opportuno vengano divulgati con un linguaggio semplice e puntuale.
Partecipano fra gli altri: Salvatore Lombardo Presidente del Consiglio Nazionale del Notariato; Cesare Felice Giuliani Presidente del Consiglio Notarile di Roma; Simonetta Cervellini Vice Presidente Federconsumatori; Fabio Rampelli Vicepresidente della Camera dei Deputati; Elisabetta Segre Istat.


Associazionismo Volontariato Terzo Settore


DALLA MARCIA PERUGIA ASSISI DUE MANIFESTI APPELLO: NESSUNO DEVE ESSERE LASCIATO SOLO! E PRENDIAMOCI CURA GLI UNI DEGLI ALTRI!
A conclusione della Marcia Perugia Assisi di domenica 7 ottobre che ha visto la massiccia partecipazione di decine di migliaia di persone, sono stati lanciati due Manifesti-Appello. Nel primo dal titolo “Nessuno deve essere lasciato solo!” i partecipanti alla Marcia dicono “basta all’individualismo e alla competizione che ci impediscono di rispondere ai bisogni fondamentali delle persone. Nessuno potrà farcela da solo! Cerchiamo assieme le soluzioni dei problemi che non sono ancora state trovate e intraprendiamo nuove iniziative per attuarle. Nessuno deve essere lasciato solo! Prendiamoci cura di tutti, senza distinzioni, a cominciare dai più vulnerabili”.
Il secondo appello è il “Manifesto della cura” intesa come dimensione essenziale della vita umana perché senza cura l’esistenza non può fiorire. Avere cura significa prendersi a cuore – si legge nell’appello –  Il prendersi a cuore la vita in ogni sua forma nutre e illumina di senso il cammino.  Prendersi a cuore il mondo e la natura significa assumersi la responsabilità di dare una buona forma a ogni luogo dell’abitare secondo il principio del rispetto e della semplicità essenziale, della condivisione solidale e conviviale.
I manifesti si possono scaricare dai siti: www.perlapace.it www.perugiassisi.org

“IOSIAMO”: DEBUTTO NAZIONALE A MATERA  DEL PRIMO SPETTACOLO DEDICATO AL VOLONTARIATO
#IOSIAMO, primo spettacolo di teatro dedicato al volontariato e alle storie dei volontari, è pronto al debutto ufficiale. Il nuovo lavoro di Tiziana Di Masi  debutterà nel corso  della conferenza nazionale di CSVnet che si terrà dall’11 al 14 ottobre a Matera, Capitale europea della cultura nel 2019. Il più importante appuntamento del volontariato italiano vedrà dunque la rappresentazione di uno spettacolo che per la prima volta accende i riflettori sull’Italia che ha deciso di impegnarsi e di mettersi in gioco, dedicando il suo tempo agli altri per costruire valore, personale e sociale.
#IOSIAMO è il risultato di un viaggio in quest’Italia. Raccogliendo da nord a sud le testimonianze dei volontari impegnati su vari fronti, dalla lotta alla povertà alla tutela dei più deboli e della diversità, fino alla difesa dell’ambiente, Tiziana Di Masi racconta “l’unica svolta possibile per creare un vero valore, superando la logica dell’autoaffermazione”. A Matera, lo spettacolo va in scena venerdì 12 ottobre alle ore 21 presso l’Auditorium del Conservatorio. L’evento è organizzato da CSVnet in collaborazione con CSV Basilicata. Come già avvenuto nelle anteprime, #IOSIAMO si concluderà con una storia dedicata al volontariato della città dove viene rappresentato. Una storia “a km zero” che è il valore aggiunto dello spettacolo, per coinvolgere il territorio e motivare gli spettatori a impegnarsi aderendo a realtà che operano nel loro stesso quartiere o paese e delle quali, probabilmente, non erano a conoscenza. Perché uno degli obiettivi di #IOSIAMO è diffondere attivamente la cultura del volontariato attraverso il teatro.
#IOSIAMO è uno spettacolo co-prodotto da Teatro Nuovo – Teatro Stabile di Verona, in collaborazione con la vicentina associazione culturale Cikale operose, con il patrocinio nazionale della stessa CSVnet, associazione centri di servizio per il volontariato, di Anci e di Avviso Pubblico (Enti locali e regioni per la formazione civile contro le mafie). I media partner sono Redattore Sociale, Vita, Volontariato Oggi.
Il programma completo della conferenza nazionale di CSVnet è disponibile a questo link.

ROMA, ARCI SERVIZIO CIVILE CONFERENZA STAMPA “LA MEMORIA COME STRUMENTO DI EDUCAZIONE ALLA PACE”
Mercoledì 17 ottobre 2018 alle ore 15.00 presso l’hotel Nazionale di piazza Montecitorio  si terrà la Conferenza Stampa di presentazione dei  risultati raggiunti con il progetto Servizio Civile Nazionale ammesso nel bando 2017 e realizzato fra il 13 Settembre 2017 e il 12 Settembre 2018.
Il progetto ha avuto come oggetto la trattazione nei giornali locali di 9 città italiane del 25 Aprile, Festa nazionale della Liberazione, e del 27 Gennaio, Giornata della Memoria, e la somministrazione e successiva elaborazione di un questionario, elaborato dai giovani partecipanti al progetto, teso a raccogliere informazioni sul grado di conoscenza delle due giornate ed erogato a circa un migliaio di giovani. Durante la conferenza stampa sarà presentata anche la pubblicazione che raccoglie i risultati, i materiali e illustra le fasi di attuazione del progetto.
La conferenza stampa è attuata nell’ambito della rendicontazione alla comunità e alle istituzioni delle attività e dei risultati ottenuti attraverso il Servizio Civile Nazionale.
Per Info: Rapporti con la stampa: PaolaScarsi 347 3802307 www.arciserviziocivile.it

METTIAMOCI IN GIOCO PUGLIA CHIEDE UN INCONTRO CON IL GOVERNATORE MICHELE EMILIANO  
“Mettiamoci in gioco”, la Campagna nazionale contro i rischi del gioco d’azzardo, esprime la propria netta contrarietà alla proposta di modifica della legge regionale pugliese contro il gioco patologico (n. 43/2013) che proroga l’entrata in vigore della misura della distanza di 500 metri dai luoghi sensibili come scuole, luoghi di culto e impianti sportivi, fino all’entrata in vigore del Testo unico in materia di prevenzione e trattamento del gioco d’azzardo. “Mettiamoci in gioco Puglia”, dichiara Vito Mariella, “chiede un incontro a breve con il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano per esprimere le ragioni della propria contrarietà. Il cosiddetto ‘distanziometro’ è uno strumento efficace per evitare una concentrazione esorbitante di punti di gioco, la cui offerta ha invaso e continua a invadere il territorio pugliese, con i rischi di infiltrazione mafiosa che questo comporta. L’istituzione regionale non ceda alla lobby dell’azzardo e difenda il diritto alla salute dei cittadini.”
Aderiscono alla campagna Mettiamoci in gioco: Acli, Ada, Adusbef, Ali per Giocare, Anci, Anteas, Arci, Associazione Finetica, Associazione Orthos, Auser, Aupi, Avviso Pubblico, Azione Cattolica Italiana, Cgil, Cisl, Cnca, Commissione Giustizia e Pace dei Missionari Comboniani in Italia, Conagga, Ctg, Federazione Scs-Cnos/Salesiani per il sociale, Federconsumatori, FeDerSerD, Fict, Fitel, Fp Cgil, Gruppo Abele, InterCear, Ital Uil, Lega Consumatori, Libera, Scuola delle Buone Pratiche/Legautonomie-Terre di mezzo, Shaker-pensieri senza dimora, Uil, Uil Pensionati, Uisp.
Per info: Mariano Bottaccio – cell. 329 2928070 email: ufficiostampa@mettiamociingioco.org
www.mettiamociingioco.org

ANMIC DENUNCIA: “E’ UNO SCANDALO, L’INPS VUOLE PREMIARE CON INCENTIVI ECONOMICI I MEDICI CHE PIÙ TAGLIERANNO LE PRESTAZIONI DI INVALIDITÀ CIVILE”
Sembra incredibile, ma come si è purtroppo appreso dal giornale “Il Fatto quotidiano” l’Inps – con la Determinazione presidenziale n. 24 firmata dal suo Presidente Boeri riguardante il “Piano delle Performance 2018-2020” – riconoscerà un sostanzioso incentivo economico ai medici dell’area medico-legale in base a quante prestazioni per malattia e invalidità riusciranno a revocare. In pratica, la loro efficienza sarà valutata anche in base a quanto faranno “risparmiare” l’Istituto, tagliando o abbassando il grado di invalidità da riconoscere durante le visite di accertamento. Il Presidente nazionale ANMIC Nazaro Pagano denuncia : “E’ scandaloso creare un sistema nel quale si premiano con forti aumenti della retribuzione i medici legali Inps che negheranno legittimi diritti a cittadini con disabilità, innescando in tal modo sfiducia nei loro giudizi, a causa dell’oggettivo  conflitto di interessi che si verrà a creare. I medici legali devono poter decidere solo in base a scienza e coscienza. Come associazione di rappresentanza e tutela delle persone con disabilità chiediamo all’Inps che tale disposizione venga subito ritirata perché  eticamente inaccettabile. Gli obiettivi di bilancio dell’Istituto- dichiara la Anmic – non possono essere raggiunti violando norme deontologiche dei medici a scapito di migliaia di cittadini indifesi”.
Per info: Ufficio stampa ANMIC Bernadette  Golisano  tempinuovi.bg@tiscali.it   334-3040093


Agenzia d’Informazione a cura dell’Ufficio Stampa di  Auser Nazionale.
Via Nizza 154 00198 Roma tel. 06/84407725 fax 06/8440.7777

ufficiostampa@auser.it    www.auser.it

Tags:
Categorie articolo:
Agenzia d'informazione AUSER

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MENU