Area riservata

Agenzia di informazione Auser – Anno 21 numero 28 – 18 luglio 2018

Scritto da
18 luglio 2018
testata_agenzia

Agenzia settimanale – Anno 21 numero 28 – mercoledì 18 luglio 2018
Agenzia Auser è un servizio d’informazione dell’Auser Nazionale.
Viene inviata via E-mail. E’ inoltre visibile sul sito internet www.auser.it


Auserinforma

IL DIRITTO DI INVECCHIARE A CASA PROPRIA, SI’ MA COME? A ROMA SEMINARIO NAZIONALE DI ABITARE E ANZIANI SU NUOVI MODELLI ABITATIVI E WELFARE DI PROSSIMITÀ
L’associazione Abitare e Anziani promuove per giovedì 19 luglio a Roma dalle 9,30 alle 13.30 presso la Sala delle Regioni dello Spi Cgil in via dei Frentani 4/a, un Seminario Nazionale sui nuovi modelli abitativi e il welfare di prossimità. L’occasione per una riflessione generale sulle condizioni di vita della popolazione anziana nelle nostre città grandi e piccole con l’obiettivo di produrre orientamenti e proposte di iniziative territoriali del sindacato e del volontariato con particolare riferimento al rapporto con le istituzioni. Il diritto di invecchiare a casa propria si fonda sulla qualità tanto della condizione abitativa in cui vivono gli anziani, quanto sulla qualità del welfare di prossimità in cui si svolge la loro vita quotidiana. Tali condizioni presentano  non pochi problemi. La loro soluzione comporta  il  ripensare profondamente le relazioni degli anziani con la casa e il contesto di quartiere. Si tratta di adeguare ai nuovi bisogni degli anziani le tipologie e i modelli abitativi creando le condizioni per una residenzialità leggera; di mettere a punto un sistema continuo di assistenza sociosanitaria nel quadro di Piani di zona integrati con la dimensione urbanistica;  di ridurre drasticamente le infinite barriere architettoniche che ostacolano la vita quotidiana di tante persone;  di rendere sempre più disponibili i servizi di tecno-assistenza intelligente.
Presiede i lavori Marco Di Luccio  Presidente  AeA. introduce Claudio Falasca  Direttore AeA. Contributi di:Luca Vecchi delegato Anci Welfare e politiche sociali e sindaco di Reggio Emilia; Stefano Cecconi direttore Rivista delle Politiche Sociali;
Antonio Cavaleri direttore generale Federcasa; Italia Longeva.
Conclude il seminario Enzo Costa  Presidente Nazionale Auser.

SPOT AUSER IN ONDA SULLE RETI SKY, LA7 E MEDIASET
Lo Spot Auser che vede la squadra della Benetton Rugby “I leoni Treviso” nelle vesti di testimonial per l’associazione, ha ottenuto la pianificazione gratuita sulle principali reti televisive.
Sulla piattaforma Sky è andato in onda dal 1 al 14 luglio 2018, su La7 andrà in onda dal 29 luglio all’11 agosto e sulle Reti Mediaset dal 29 agosto al primo settembre.

SAVE THE DATE: IL 5 OTTOBRE A REGGIO EMILIA CONVEGNO NAZIONALE SULLA SECONDA INDAGINE “PENSA A COSA MANGI” PROMOSSA DA AUSER E SPI CGIL
Il prossimo 5 ottobre 2018 si terrà il convegno Nazionale sul risultato della seconda indagine sull’Alimentazione rivolta agli “esperti della cura”: medici di base, medici omeopati, farmacisti  ed  erboristi. Il convegno nazionale  è promosso dallo SPI Nazionale e  dall’Auser Nazionale, saranno analizzati i dati elaborati dei questionari dalla Fondazione Di Vittorio. L’iniziativa si terrà a Reggio Emilia presso il Centro Internazionale L.Malaguzzi.  In occasione del Convegno sarà anche possibile effettuare delle visite guidate agli ateliers del Centro Malaguzzi e al Centro di Ricerca Tecnopolo.

SAVE THE DATE: A TORINO IL 18 E 19 OTTOBRE LA CITTÀ CHE APPRENDE 2018, SI PARLERÀ DI BUFALE E DISINFORMAZIONE
Si svolgerà a Torino l’edizione 2018 della Città che apprende, l’evento biennale dell’Auser dedicato all’educazione degli adulti. Tema di quest’anno “Chi dà retta alle sirene? Informazione e disinformazione nell’era di Internet”. L’evento si svolgerà presso l’Auditorium della Città Metropolitana di Torino in corso Inghilterra 7.

FERRARA: MOSTRA DI COUBERT A PALAZZO DEI DIAMANTI, CON LA TESSERA AUSER BIGLIETTO SCONTATO
Per la prima volta dopo circa cinquant’anni dall’ultima rassegna a lui dedicata, Gustave Courbet torna in Italia con un’importante retrospettiva, dal 22 settembre al 6 gennaio 2019 a Palazzo dei Diamanti di Ferrara. Racconterà la sua carriera approfondendo, in particolare, la sua ampia produzione di paesaggi e il suo singolare rapporto con la natura.
L’esposizione presenterà circa cinquanta tele provenienti dai più importanti musei internazionali e condurrà il visitatore in un percorso emozionante: dalle vedute della natia Franca Contea dipinte in gioventù, alle spettacolari marine spesso scosse dalla tempesta, dalle misteriose grotte da cui scaturiscono sorgenti alle cavità carsiche che si spalancano nei torrenti, dai sensuali nudi immersi in una rigogliosa vegetazione alle suggestive scene di caccia, fino ai potenti capolavori realisti della maturità.
Per i soci Auser sono previste riduzioni sul prezzo del biglietto di ingresso (€ 7,00 anziché € 13,00), audioguida inclusa. La scontistica è valida sia per gruppi sia per singoli visitatori: i soci che visiteranno la rassegna individualmente o in piccoli gruppi (meno di 15 persone) potranno beneficiare della riduzione esibendo la tessera Auser 2018 al momento dell’acquisto, presso la biglietteria di Palazzo dei Diamanti, mentre i soci che intendono visitare l’esposizione in gruppo possono prenotare anticipatamente i loro biglietti d’ingresso, acquistandoli in prevendita tramite l’Ufficio Informazioni Mostre e Musei (Tel. 0532-244949; diamanti@comune.fe.it).

TRE ESPERIENZE AUSER DI CONTRASTO ALLA VIOLENZA DI GENERE SEGNALATE NEGLI STUDI DI CASO DI SOLIDAR E PRESENTATE AL PARLAMENTO EUROPEO
La rete di sostegno alle donne anziane vittime di violenza a Piacenza, il Centro Veneto Progetti Donna e il centro antiviolenza realizzato a Frosinone, sono le tre esperienza che vedono Auser come protagonista, segnalate negli Studi di Caso “ Make Europe Sustainable for All: Examples of transformation”  presentato nei giorni scorsi  da Solidar al Parlamento Europeo.
La presentazione si è svolta a Bruxelles in occasione dell’Assemblea Generale di Solidar,  la rete europea alla quale Auser aderisce. In quell’occasione sono stati portati alcuni studi di caso, a testimonianza dell’impegno delle organizzazioni aderenti per il perseguimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile individuati dalla Commissione Europea per l’Agenda 2030. Il quinto degli obietti di sviluppo sostenibile riguarda l’uguaglianza di genere e l’empowerment delle donne.
A pag.9 della presentazione preparata da Solidar le tre esperienze Auser  che Solidar ha chiesto di poter citare come esempi di azioni concrete sul tema del contrasto alla violenza sulle donne.

PIACENZA, PIANO TERRA POI CI PENSA IL VOLONTARIATO. PROSEGUE LA CAMPAGNA DI SENSIBILIZZAZIONE SULLE CASE PRIVE DI ASCENSORE
Importante convegno in programma giovedì 19 luglio alla Casa delle Associazioni di via Musso 5 organizzato da Auser con i vertici di Acer Piacenza sul “diritto alla mobilità verticale”. Un esempio?  Su 4.240 palazzi a quattro (o più) piani del territorio del Comune di Piacenza, solo 880 hanno un ascensore. La libertà di circolazione è sancita dalla Costituzione (articolo 16) e in Europa nella Carta dei diritti dell’Unione europea (Art. II-105). “Per disabili e anziani – anche autosufficienti, ma alle prese con problemi motori – abitare in uno stabile con o senza ascensore può marcare la differenza tra vita sociale o esclusione” spiega Sergio Veneziani presentando il confronto, aperto a tutti, a partire dalle 9,30. L’iniziativa rientra nell’ambito della campagna “L’ascensore è libertà”. E per la declinazione piacentina il titolo scelto è: “Piano terra, poi ci pensa il volontariato. Tra reclusione e libertà”. Tra gli ospiti, il presidente Acer Piacenza, Patrizio Losi, l’assessore ai servi sociali del Comune di Piacenza, Federica Sgorbati, il presidente dell’associazione di volontariato Auser Piacenza, Sergio Veneziani e il segretario del sindacato pensionati Cgil, Luigino Baldini dello Spi; Stefania Irti, ingegnere bolognese che ha prodotto uno studio regionale sul problema e la numero due di Auser Emilia-Romagna, Magda Babini. Modera l’incontro il giornalista Mattia Motta. Appuntamento giovedì 19 luglio alla Casa delle Associazioni di via Musso. Inizio ore 9,30.
Per info: Ufficio Stampa Auser Piacenza : auserpiacenzaufficiostampa@gmail.com  3493545689

PAOLA (CS), TORNA IL FESTIVAL RADICI E ALI
Cultura, dibattiti, attualità, musica multietnica e gastronomia. Torna a Paola il Festival Radici e Ali, promosso dall’Auser e dall’UniAuser con il supporto del Comune e di altre organizzazioni. Fra fine luglio e il mese di agosto, tanti appuntamenti animeranno il centro storico della città di San Francesco e l’antica Badia, poco fuori la città, recuperata ad uso della cittadinanza anche grazie all’impegno dei volontari Auser.
Il Festival si inaugura il 19 luglio alle ore 21,30 con  una mostra presso l’antica Badia e un concerto del gruppo Sinedades. Il 29 luglio presso la Badia è la volta di un dibattito pubblico sulle donne migranti con un’intervista a Sara Pasquino dell’associazione Nate a Sud e a seguire uno spettacolo teatrale e musicale di Joe Zangara. Il 2 agosto sempre presso Località Badia, presentazione del libro “Il treno della memoria Paola Cosenza” di Francesco Cassano. A seguire concerto di tamburo e voce del cantastorie Nando Brusco. Il 3 agosto presso la Badia presentazione del libro “il cielo comincia dal basso” di Sonia Serazzi e concerto del gruppo OutAut, durante la serata degustazioni enograstonomiche. Il 4 e 5 settembre  si animerà invece il centro storico di Paola per parlare delle attività di Auser e ascoltare musica. Ma non finisce qui, il 27 e 28 luglio Sagra della porchetta presso la Badia e il 18 e 19 agosto Festa dà Patia e della Madonna dell’Assunta.

FIRENZE, L’AUSER VOLONTARIATO TOSCANA PRESENTA IL PROPRIO BILANCIO SOCIALE
L’Auser Volontariato Toscana presenta il proprio Bilancio Sociale 2016, il prossimo 20 luglio alle 10, nei locali del Cesvot in via Ricasoli 9 a Firenze. La giornata sarà aperta alle 10 dalla presidente dell’Auser Volontariato Toscana Simonetta Bessi, da Maurizio Catalano e Claudia Montagnani che illustreranno la ricerca sul Bilancio Sociale Auser. Interverranno a partire dalle 11: Sara Funaro, Assessore Welfare e sanità Comune di Firenze, Paola Garvin, Assessorato salute e Welfare Regione Toscana; Federico Gelli, Presidente CESVOT; Luigi Paccosi, Tesoriere CSVNET. Le conclusioni, alle 12, di Enzo Costa presidente Auser Nazionale.
Fonte: gonews.it

MESSINA, CLAUDIO GRAZIANO NUOVO PRESIDENTE DELL’AUSER
Claudio Graziano, già presidente della Lute di Milazzo, è il nuovo presidente di Auser provinciale Messina. Prende il posto di Angela Passari, che per oltre dieci anni ha diretto l’associazione messinese e adesso va a ricoprire un importante ruolo nella presidenza dell’ Auser Sicilia. Ad affiancare Graziano nella presidenza provinciale sarà un nutrito gruppo di volontari, già impegnati in Auser nella direzione di vari circoli presenti nel territorio messinese.
Ai nuovi eletti sono giunte le congratulazioni e gli auguri del presidente nazionale Auser Enzo Costa.

BOVALINO (RC), I VOLONTARI AUSER ANIMATORI DEL GRUPPO ESTIVO PER I PIU’ PICCOLI
Con giochi, canti, balli e attività manuali i  volontari di Auser Bovalino Noi ci siamo hanno intrattenuto i bambini delle elementari che hanno preso parte al Grest, la versione estiva dell’oratorio dedicata ai più  piccoli. Il Grest, letteralmente Gruppo Estivo,  si è svolto dal 9 al 15 luglio per i bambini dai 6 ai 12 anni e si è realizzato grazie al contributo fattivo dell’Amministrazione comunale, del circolo Auser, della Pro Loco e della Parrocchia di San Nicola di Bari. I temi al centro del Grest 2018 sono stati il teatro, la cucina, la fotografia e il riciclo creativo. E domenica scorsa il gran finale con la festa con tutte le famiglie.

COMO, IL PROGETTO “NOI CON VOI” DONA UN VEICOLO AD AUSER
Grazie alla Global Mobility System, l’Auser Aurora di Rovello Porro ha avuto in comodato d’uso gratuito un veicolo appositamente attrezzato, che tramite i suoi volontari utilizzerà per l’accompagnamento sociale a favore di anziani, disabili e tutti coloro che abbiano difficoltà motorie per ragioni fisiche, psichiche, familiari o anche economiche.
L’operazione di solidarietà si colloca nell’ambito di “Noi con Voi”, un progetto di pubblica utilità che ha ottenuto il patrocinio dei comuni di Rovello Porro e di Turate. L’utilizzo del veicolo è stato finanziato da spazi pubblicitari che sono stati affittati da imprenditori, commercianti e artigiani locali e che sono stati esposti sulla carrozzeria del veicolo.
Venerdì 13 luglio 2018 si è svolta la cerimonia ufficiale di consegna nel Centro Civico di Rovello Porro, dove Auser Aurora è ospitata: evento partecipato con la presenza delle Istituzioni, dei volontari Auser e della cittadinanza.

JESOLO (VE), LUTTO PER LA SCOMPARSA DI DIONIGI ROSSINI, STORICO PRESIDENTE DEL CIRCOLO AUSER
Si è spento lunedì scorso dopo una brevissima malattia Dionigi Rossini, 83 anni, che per molti anni è stato presidente del circolo Auser di Jesolo.
Fino a pochi giorni fa era stato uno degli animatori dell’università popolare della città sperimentando, nel corso dei decenni, numerose occasioni di ascolto, di conoscenza e di formazione. Tutte iniziative di grande qualità, tanto che ancora quest’anno il circolo di Jesolo, tra i più numerosi della provincia, ha ottenuto il riconoscimento del Bollino Blu, il simbolo di eccellenza che premia i migliori circoli in ambito nazionale.
Oltre che nel sindacato e in altre varie attività sociali, Dionigi era da sempre impegnato nell’Avis locale, dove ha svolto per molti anni la funzione di componente del collegio sindacale. «Dionigi, nel corso di decenni – ricorda l’attuale presidente del circolo, Sante Vianello – ha interessato al progetto della partecipazione attiva e della cultura diffusa, una discreta fetta di benefattori appartenenti all’imprenditoria locale e nel contempo coinvolto una nutrita schiera di docenti, spesso altamente qualificati e impegnati su altri fronti, ma sempre disponibili alle sue sollecitazioni, rivolte al seguire virtù e conoscenza. Per tutto questo lo ricordiamo con enorme gratitudine».
Fonte: Il Gazzettino

BIS DI SUONI E IMMAGINI A CASAL BORSETTI (RA)
Dopo il grande successo della serata dell’evento del 16 giugno scorso, il circolo culturale ricreativo Auser “Scuola Viva” di Casal Borsetti ripete l’esperienza, questa volta all’aperto. L’appuntamento è per venerdì 20 luglio 2018, a partire dalle 21:30, nel cortile della sede, in Piazza Marradi 4 (ex scuole elementari). Saranno proiettate le immagini che compongono l’opuscolo fotografico “Piante spontanee delle aree costiere del nostro territorio”, realizzato dai volontari per fare da guida al riconoscimento delle piante della zona costiera e successivamente le più belle immagini dell’avifauna del territorio, realizzate da grandi fotografi che hanno collaborato a diverse mostre dedicate, accompagnate dai suoni tipici di ogni specie presentata, recuperati sempre grazie al lavoro dei volontari di Auser. A tutti i partecipanti sarà consegnato l’opuscolo fotografico.
Per info: Ufficio stampa – Deborah Ugolini +39 335 6934856 – press@auserravenna.it

CASTELVETRO (MO), TORNA LA GRANDE FESTA AUSER
Ritorna, fino al 29 luglio, al parco San Polo, la grande festa del gruppo Auser di Castelvetro (MO), giunta alla sua ventesima edizione. Il ristorante sarà aperto tutte le sere a partire dalle ore 19,30 con specialità della cucina tradizionale (anche da asporto). Nelle serate di martedì cucina di pesce e giovedì 26 luglio menù ‘all’amatriciana’ preparato dai cuochi di Amatrice, mentre dal 20 al 29 borlenghi tutte le sere e, nelle serate del 16, 19 e 27, la cucina sfornerà polenta con cinghiale, costato e ragù. La grande pista da ballo in acciaio inaugura venerdì con ‘Romagna nel cuore’, per poi ospitare tutte le sere un’orchestra o uno spettacolo diversi, sempre a ingresso gratuito. Spazio anche ai convegni, con l’incontro regionale Auser dedicato al progetto ‘Diritti al futuro’, in programma domenica alle ore 18.
Fonte: Il Resto del Carlino

“PORTA LA SPORTA”: SOLIDARIETA’ AD ASTI PER LA RACCOLTA DI GENERI ALIMENTARI
Gli astigiani hanno risposto all’appello di «Porta la sporta»: sono stati raccolti 65 quintali di generi alimentari (di cui almeno uno di prodotti per l’igiene personale), oltre 150 chili di cibo per animali, ma anche giocattoli e pannoloni per adulti. In totale 660 scatoloni di prodotti, che verranno inviate alla mensa sociale di corso Genova e alle associazioni che provvederanno alla distribuzione a persone e famiglie in difficoltà. La raccolta ha impegnato decine di volontari di diverse associazioni, tra cui Auser. Alla giornata hanno aderito molti negozi e supermercati della città.
Fonte: La Stampa

LAGOSANTO (FE), AUSER ORGANIZZA UN CONCORSO ARTISTICO  
Auser Lagosanto organizza un concorso artistico, intitolato Auser Expò. Potranno partecipare i soci in possesso da almeno sei mesi della tessera valida per l’anno in cui si svolge l’iniziativa. Si potranno esporre, per uno o più giorni, un’opera su di un unico tema che verrà stabilito ad ogni edizione dall’ufficio di presidenza. L’iniziativa si terrà tra il 20 e il 30 settembre. Info ai numeri: 328.3684431, 347.0403999, oppure al 329.3338731.
Fonte: La Nuova Ferrara


Emergenza Estate

VOGHERA (PV), AUSER, ANTEAS E CROCE ROSSA INSIEME CONTRO L’EMERGENZA CALDO
E’ stato definito il nuovo programma ricreativo degli anziani per l’estate in previsione
dell’emergenza caldo. L’assessorato alla Famiglia del comune di Voghera ha strutturato un progetto condiviso con Anteas, Croce Rossa, Auser, Clown di corsia Voghera e le Terme di Rivanazzano. L’Anteas con un mezzo andrà a prendere gratuitamente gli anziani presso la loro abitazione e li porterà alle Terme di Rivanazzano dove, muniti di impegnativa, potranno fare le cure. Anteas ha concordato una convenzione con il Ristò dell’Iper Montebello per cui gli anziani, se vorranno, potranno pranzare a prezzo convenzionato. Il servizio di navetta gratuito darà anche la possibilità di fare la spesa. Gli anziani potranno recarsi anche in via Maggioriano, nel centro gestito dalla Croce Rossa (martedì/venerdì dalle 15 alle 18,30), dove si terranno attività ludico-ricreative e di aggregazione per l’estate. Sono previste feste e merende in collaborazione con i Clown di Corsia Voghera Onlus. Inoltre presso la sede Auser di via Cignoli è stato attivato il tradizionale programma estivo-ricreativo “Estate insieme” concordato con l’assessorato alla Famiglia.
Nella sede Auser oltre a svolgersi attività ricreative di aggregazione e garantire l’apertura estiva del parco, si provvederà a contattare telefonicamente i soci per garantire assistenza.
Sono attivi tre numeri di assistenza: Croce Rossa (038345666 h24 e 038345501 dalle 8 alle 16,30 tutti i giorni), dall’Auser (0383212668) e da Anteas (03831913078 – 3331844119).

TARANTO, CONTRO IL CALDO SI PUO’ CONTARE SULL’AUSER
Anche per questa estate gli anziani di Taranto possono contare sull’Auser. La presidente Lina Arpaia, spiega infatti che «con l’emergenza caldo anche in questa estate siamo impegnati per aiutare gli anziani, soprattutto quelli che vivono da soli, ad affrontare con serenità i disagi legati a questo periodo. Le ondate di calore, i negozi chiusi e un maggior senso di solitudine possono rendere la vita di tutti i giorni più difficile e faticosa da affrontare, soprattutto per le persone più fragili e sole».
«La risposta ai bisogni degli anziani – ha poi detto Lina Arpaia – viene garantita dai volontari AUSER Taranto, in particolare grazie al punto d’ascolto telefonico Filo d’Argento e alle tante attività di aiuto alla persona che rispondono sempre e comunque ai bisogni ed alle richieste degli anziani».
In prima linea il servizio di telefonia sociale legato al Filo d’Argento Auser ed al suo numero verde totalmente gratuito. È definito giustamente “il telefono amico degli anziani”, perché dal contatto telefonico si apre la relazione con l’altro, l’ascolto e l’intervento di sostegno.
Con una semplice telefonata gratuita al Numero Verde Nazionale del Filo d’Argento 800-995988 o numero dell’Auser Taranto 099.4777600, il circolo è in via Rintone n.65, gli anziani possono trovare una risposta concreta ai loro bisogni. Il servizio è attivo tutti i giorni della settimana, per tutto l’anno, dalle 9:00 alle 12:00 e dalle 16:30 alle 20:00.
Si può richiedere la consegna della spesa, dei pasti o dei farmaci a casa, compagnia domiciliare, servizi di “trasporto protetto” verso centri socio-sanitari per visite o terapie; partecipare ad iniziative di svago e intrattenimento, gite ed escursioni;  avere informazioni sui servizi attivi nel proprio territorio.
Fonte: Manduria Oggi

FORLI’, ESTATE IN CITTÀ, UN PIANO PER AIUTARE GLI ANZIANI
Il Comune di Forlì e l’Ausl di Forlì, in collaborazione con i Comuni del comprensorio forlivese e con le Associazioni del territorio, hanno realizzato un programma di prevenzione rivolto alle fasce più fragili della popolazione, in particolare alle persone anziane e disabili, per aiutare ad affrontare meglio il periodo estivo e ad evitarne l’isolamento, prevenendo i rischi e i possibili disagi connessi alle ondate di calore, soprattutto nel caso di persone anziane che vivono sole. I Centri Sociali Anziani offrono alle persone anziane, che rimangono in città nel periodo estivo, momenti di svago e di compagnia, anche in ambienti climatizzati. E’ a disposizione la rete dei servizi sanitari, pronto soccorso, ospedali, case di cura e le strutture di assistenza per gli anziani, i dipartimenti di salute mentale e di cure primarie. Linee guida sono state fornite a medici di famiglia, infermieri dell’assistenza domiciliare. Per informazioni Punto Unico di Accesso per cure domiciliari Ausl 0543/733615 dalle 8.30 alle 12.30 nei giorni feriali; Distretto Sanitario Forlì 0543/733629 – 733668. Se si sospetta un malore grave telefonare subito al 118, in caso contrario contattare il proprio medico di medicina generale; nelle giornate di sabato e prefestivi, domenica e festivi è attiva la Guardia Medica o Servizio di Continuità Assistenziale dalle ore 8 alle 20. Nei restanti giorni feriali la Guardia Medica è attiva dalle ore 20.00 alle ore 8.00 del giorno successivo (telefono 0543/731601). Per affrontare meglio il periodo estivo, è attivo inoltre il Servizio Anziani con un Servizio Operatore di Quartiere. Si tratta di un aiuto alle persone anziane a domicilio in momentanea difficoltà; per contattare l’operatore del proprio quartiere chiamare il n. 0543 712786. I Centri Sociali Anziani offrono alle persone anziane, che rimangono in città nel periodo estivo, momenti di svago e di compagnia, anche in ambienti climatizzati
Fonte: Forlì Today

BUSTO ARSIZIO (VA), AGOSTO AL MUSEO DEL TESSILE
Dal 2 al 26 agosto il Museo del Tessile di Busto Arsizio (VA) sarà il centro di gravità di tutti gli anziani della città che non andranno in vacanza. Torna, come tutti gli anni, E…state insieme a noi, tre settimane di attività (musica, balli, giochi) organizzate da Auser all’interno della struttura di via Volta.
Fonte: Varese News

BORGOMANERO (NO), CINEMA ALL’APERTO CON L’AUSER
E’ iniziata nella serata di martedì 10 nel cortile di villa Zanetta, la rassegna di proiezioni cinematografiche all’aperto dell’Auser di Borgomanero (NO). Il prossimo appuntamento è per martedì 24 con il film «La voce della luna». Tutte le proiezioni avranno inizio alle 21.30. L’iniziativa è organizzata nell’ambito delle manifestazioni organizzate in città nel periodo estivo. Manifestazioni che sono volte a favorire l’aggregazione sociale per chi rimane in città.
Fonte: La Nuova Ferrara


Anziani e dintorni

ROMA,  OLTRE 5 MILA OVER80 SEGUITI IN TRE QUARTIERI DALLA COMUNITA’ DI SANT’EGIDIO
Meno ricoveri, la possibilità di restare a casa propria, anche in condizioni di salute e socio-economiche difficili, e contenimento della mortalità: sono alcuni dei risultati del progetto “Viva gli anziani” della Comunità di Sant’Egidio, il cui bilancio è stato presentato  Roma il 17 luglio.
Il progetto nasce nel 2004, come sperimentazione della Comunità e del ministero della Salute in risposta al picco di mortalità osservato nell’estate del 2003, quando persero la vita in Europa migliaia di anziani, a seguito delle eccezionali ondate di calore. Un dato legato, secondo gli osservatori, “anche all’isolamento sociale degli anziani”. Il progetto punta dunque al contrasto della solitudine e alla prevenzione, attraverso la creazione di reti, che si collocano accanto alle risposte tradizionali dell’assistenza domiciliare e dei servizi residenziali, e il monitoraggio attivo. In altre parole “raggiungere tutti, vincere l’isolamento sociale, coinvolgere i quartieri e le città nel sostegno alle persone più fragili, quali sono gli anziani”. Il programma nei mesi estivi si rafforza per verificare situazioni di criticità dovuta proprio all’ondata di calore e prevenire criticità. A Roma sono seguiti 5.120 anziani ultra ottantenni. Il programma, ha spiegato Impagliazzo, “e’ attivo dal 2004 e ha seguito complessivamente15 mila anziani con 350mila interventi. Ha mobilitato tante forze della società civile per gli anziani, riducendo l’ospedalizzazione del 10% e del 40% il ricovero in strutture o rsa”. Interventi possibili anche grazie alla mobilitazione degli stessi anziani legati alla Comunità, volontari e attivi, che, spiega il presidente, in questi ultimi anni si sono fatti carico del programma, insieme agli operatori, e lo hanno portato avanti in maniera gratuita. “La mobilitazione degli anziani attivi è una risposta importante”, sottolinea Impagliazzo, che va nella direzione di creare legami, “importante soluzione per i tanti problemi degli anziani”.
Fonte: Redattore Sociale

NEL 2030 IN  ITALIA MALATI CRONICI E DISABILI. PRESENTATI I DATI DI ITALIA LONGEVA SULL’ASSISTENZA A LUNGO TERMINE
La vera emergenza dell’Italia fra dieci anni? I cinque milioni di anziani over 65 anni portatori di disabilità e gli otto milioni con almeno una malattia cronica.
Saranno ipertensione, diabete, malattie cardiovascolari e respiratorie le bestie nere dell’Italia del futuro, che metteranno pressione sulla sostenibilità economica del sistema sanitario e assistenziale. Una piaga che colpirà soprattutto i 4,5 milioni di over 65 che vivranno da soli nel 2030 e fra questi il milione e duecentomila che, sempre fra un decennio, avrà più di 85 anni.  I dati sono stati presentati a Roma nel corso della terza edizione de “Gli Stati generali dell’assistenza a lungo termine. È  Roberto Bernabei, ordinario di geriatria all’Università Cattolica e Presidente di Italia Longeva, a lanciare l’allarme sulle proiezioni socio-demografiche  e sanitario-assistenziali elaborate dall’Istat, che fotografano l’invecchiamento della popolazione italiana: “Dobbiamo evitare che l’Italia diventi un enorme ma disorganizzato ospizio –afferma  il professor Bernabei – nel quale resteranno pochi giovani costretti a lavorare a più non posso per sostenere milioni di anziani soli e disabili”.
I numeri dell’Istituto nazionale di statistica presentati a Roma da Bernabei raccontano di un declino demografico in atto: nel 2050 ci saranno 63 anziani ogni 100 persone in età lavorativa (oggi sono 35); il numero di over 65 crescerà fino a un terzo degli abitanti totali, 20 milioni, nonostante un calo previsto della popolazione di 2,5 milioni di unità.
Le conseguenze? L’aumento di condizioni patologiche che necessitano di cure a lungo termine e un numero inferiore di giovani in grado di tenere in piedi il sistema produttivo e contemporaneamente prendersi cura dei più anziani.
Già oggi “Le famiglie sono un pilastro del nostro welfare” spiega Bernabei commentando le cifre relative alle spese per le disabilità: sui 15 miliardi per le cure a lungo termine dei disabili, “ben tre e mezzo sono stati pagati di tasca propria dalle famiglie”. Una quota destinata ad aumentare quando nel 2030 “la disabilità interesserà 5 milioni di anziani”. Che fare di fronte a questo scenario? È la “tecnoassistenza” per Bernabei “il vero banco di prova per il futuro del Paese” perché se “perdiamo questa partita, i numeri che già conosciamo ci schiacceranno e – chiude il Presidente di Italia Longeva – sarà vana qualsiasi riforma della sanità, del lavoro o della previdenza sociale”.
Fonte: Redattore Sociale

CORTI DI LUNGA VITA, IL CONCORSO DI 50&PIU’, PUPI AVATI PRESIEDE LA GIURIA
50&Più  promuove la seconda edizione del concorso di cortometraggi Corti di Lunga Vita, che quest’anno  ha come titolo “Viaggio all’origine della gioia”. L’iniziativa intende incoraggiare e promuovere la realizzazione di audiovisivi riguardanti l’anzianità, sviluppando ogni anno un aspetto specifico. La partecipazione a Corti di Lunga Vita è aperta a tutti, il bando non prevede vincoli relativi a nazionalità, età o professione. Le opere proposte dovranno essere inedite oppure dovranno essere state realizzate e/o trasmesse dopo il 1 luglio 2017.
La scadenza per la partecipazione al concorso è fissata per venerdì 13 ottobre 2018. Il bando è reperibile sulle pagine del sito www.cortidilungavita.it dove, entro il 16 novembre 2018, verranno pubblicati i titoli dei cortometraggi selezionati. La premiazione si svolgerà nel mese di dicembre a Roma, alla presenza dalla prestigiosa giuria tecnica presieduta dal Maestro Pupi Avati. Al cortometraggio vincitore andrà un premio di 2.000 euro, il secondo riceverà un premio di 1000 euro e 500 euro andranno al terzo classificato. Tutte le opere che supereranno la pre-selezione saranno pubblicate sui canali del Centro Studi 50&Più, le opere finaliste verranno proiettate durante la cerimonia conclusiva del concorso Corti di Lunga Vita.


 Associazionismo Volontariato Terzo Settore

ROMA, PRESENTATO IL XVII RAPPORTO CNESC
E’ stato presentato a Roma il 18 luglio, il XVII rapporto annuale della CNESC – Conferenza Nazionale Enti Servizio Civile  che raggruppa alcuni dei principali Enti accreditati con il Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile. Le sue sedi sono presenti in 3.557 Comuni, 108 province e 101 Stati esteri. Rappresenta 7.171 organizzazioni senza scopo di lucro e 247 Enti pubblici, con 17.859 sedi di attuazione.
Dopo l’insediamento del nuovo Governo, la presentazione del XVII Rapporto Cnesc è la prima occasione pubblica in cui un ampio gruppo di organizzazioni sociali differenti tra di loro ma tutte riunite nella Cnesc espone la proprie considerazioni sul servizio civile, su quello dei 41.000 giovani in servizio e su quello del futuro. A cominciare dal nuovo bando per più di 50.000 posti, atteso da decine di migliaia di giovani e da migliaia di organizzazioni e comuni in tutta Italia, che, assieme all’avviso di deposito nuovi progetti, ci si augura venga pubblicato nei prossimi giorni.
I progetti realizzati nel settore Assistenza sono stat 702, pari al 61% del totale. Le aree di intervento principali sono state quella degli anziani, dei disabili, entrambe sopra i 140 progetti, e poi pazienti affetti da patologie, minori e disagio adulto, intorno ai 100 ciascuno.
I progetti realizzati nel settore Educazione e Promozione Culturale sono stati 410, pari al 36% del totale. I progetti realizzati all’estero sono stati 58, pari al 4,8% del totale. I volontari avviati al servizio sono stati 12.505  per l’Italia e 518 all’estero.
Per info: www.cnesc.it

FORUM TERZO SETTORE. IMPRESA SOCIALE, BENE L’APPROVAZIONE DEL DECRETO IN CDM. FIASCHI : “CONTRIBUIRÀ AD APRIRE NUOVA STAGIONE DEL TERZO SETTORE”
“Apprendiamo con soddisfazione la notizia dell’approvazione in Consiglio dei Ministri del decreto correttivo sull’impresa sociale: a pochissimi giorni dal termine ultimo per apportare al testo le necessarie modifiche, tiriamo un sospiro di sollievo per questo tassello fondamentale che si aggiunge al completamento della riforma del Terzo settore. L’impresa sociale rappresenta un modello economico alternativo con un grande potenziale di innovazione sociale e una soluzione, unica nel suo genere, per la costruzione di partenariati tra diversi soggetti mettendo l’economia al servizio della comunità”. Così la portavoce del Forum Terzo Settore, Claudia Fiaschi, commenta l’approvazione del CdM, avvenuta nel pomeriggio di ieri, delle disposizioni correttive e integrative del decreto legislativo 112 sull’impresa sociale. “Le norme contenute nel testo approvato solleveranno le tante realtà di Terzo settore interessate dalle preoccupazioni riguardo, ad esempio, la scadenza per apportare le modifiche agli statuti, ora prorogata al 20 gennaio 2019, e diversi aspetti fiscali, inizialmente penalizzanti”.  Il decreto correttivo, inoltre, apre alle ex IPAB la possibilità di essere annoverate tra le imprese sociali e prevede che il ristorno ai soci non sia considerato distribuzione degli utili. Tutte disposizioni, queste, che il Forum Terzo Settore ritiene di grande importanza per consentire all’impresa sociale di contribuire positivamente all’apertura di una nuova stagione del Terzo settore.
“Ci auguriamo vivamente che, così come avvenuto per l’impresa sociale”, conclude Claudia Fiaschi, “si proceda anche all’adozione, nei tempi prefissati, di un primo correttivo del Codice del Terzo settore, che preveda, tra l’altro, la proroga dei termini per la modifica degli statuti degli enti. Misura, questa, che si rivela necessaria in quanto ad oggi non ci sono ancora le condizioni per prendere decisioni rispetto a quale modello statutario adottare”.
Fonte: stampa@forumterzosettore.it       www.forumterzosettore.it

NAPOLI, L’ASSOCIAZIONE AGENDE ROSSE COMMEMORA PAOLO BORSELLINO E I SUOI AGENTI DI SCORTA
Giovedì 19 luglio dalle ore 16:00 presso il bene confiscato intitolato a  Paolo Borsellino in via Petrarca 50 a Napoli, primo bene confiscato in Italia gestito da Agende Rosse, in occasione della ricorrenza del 26° anniversario della strage di Via D’Amelio in cui persero la vita Paolo Borsellino e cinque dei suoi agenti di scorta: Emanuela Loi, Agostino Catalano, Claudio Traina, Eddie Walter Cosina e Vincenzo Fabio Li Muli, ci sarà un evento in contemporanea  a quello che si terrà a Palermo. Tra gli altri interverranno la Dott.ssa Gaeta Assessore al welfare del Comune di Napoli ed il Procuratore Aggiunto Giovanni Conzo. Alle 16.58, ora in cui c’è stato l’attentato, si osserverà un minuto di silenzio.

LUCCA, PIER GIORGIO LICHERI È IL NUOVO PRESIDENTE DEL CENTRO NAZIONALE PER IL VOLONTARIATO
Pier Giorgio Licheri è stato nominato  lo scorso venerdì 13 luglio,  presidente del Centro Nazionale per il Volontariato (Cnv): la votazione da parte del Comitato di Indirizzo del Cnv è stata espressa all’unanimità. Succede a Edoardo Patriarca che lo ha presieduto dal 2012 ad oggi e a cui il Cnv ha rivolto un nuovo caloroso ringraziamento per il lavoro svolto. Nato a Firenze nel 1936, Pier Giorgio Licheri vive a Lucca dal 1939. Lungo e ricco di impegni sul fronte del sociale il curriculum di Licheri, attivo nel volontariato fin da giovane. Eletto consigliere comunale di Lucca nel 1970, è stato assessore, vice sindaco (1980-1983), consigliere provinciale dal 1985, assessore e presidente della Provincia di Lucca dal 29 gennaio 1993 all’11 gennaio 1994. Volontario nel carcere San Giorgio di Lucca dal 1986 e nel CSSA di Pisa (oggi Uepe), co-fondatore della associazione Gruppo Volontari Carcere Lucca, è stato tra i primi volontari nella Casa S. Francesco opera sociale della diocesi di Lucca. E’ consigliere nazionale del Seac (Coordinamento enti e associazioni di volontariato penitenziario) di cui è stato presidente nazionale dal 2000 al 2004. Dal 2004 al 2009 è stato Presidente Nazionale di Convol (Conferenza Permanente delle Associazioni, Federazioni e Reti di Volontariato), ha inoltre ricoperto il ruolo di membro effettivo dell’Osservatorio Nazionale del Volontariato al Ministero del lavoro e di commissario per la valutazione dei progetti sperimentali promossi dall’Osservatorio.  Dal 2012 vicepresidente del Centro Nazionale del Volontariato e dal 2014 vice presidente della Fondazione Volontariato e partecipazione, Licheri è anche presidente onorario del Centro Provinciale Sportivo Libertas Lucca. Assieme alla sua nomina, vicepresidenti del Cnv sono stati confermati Luisa Prodi e Andrea Bicocchi, mentre nel Consiglio Direttivo sono state designati i rappresentanti delle seguenti realtà: Aido, Avis, Focsiv, Fratres, Vab Toscana, Centro Provinciale Libertas, Croce Verde di Lucca, Misericordia di Lucca e Comune di Lucca in qualità di ente partecipante. Direttore del Cnv è stato confermato Paolo Bicocchi e segretario amministrativo Gabriele Nencini.
Per info: g.sensi@volontariatoggi.info  ufficiostampa@centrovolontariato.net

NASCE IN EMILIA-ROMAGNA IL PRIMO OSSERVATORIO REGIONALE DEL TERZO SETTORE
Via libera all’Osservatorio regionale del Terzo settore della Regione Emilia-Romagna. Nato dalla fusione dell’Osservatorio del volontariato e dell’Osservatorio delle Associazioni di promozione sociale, il nuovo organismo si compone di rappresentanti delle oltre 3 mila organizzazioni di volontariato e delle 4 mila Aps del territorio. Tra le funzioni dell’Osservatorio: la raccolta dati, documenti e testimonianze sulla realtà del Terzo settore in Emilia-Romagna, di cui verificherà e monitorerà l’operato, la promozione di attività di studio, ricerca e approfondimento rivolte alle organizzazioni di volontariato e associazioni di promozione sociale iscritte nei registri regionali, l’analisi dei bisogni sociali del territorio, la promozione delle buone pratiche.
Alla costituzione dell’Osservatorio, che dovrà operare al fianco della Conferenza regionale del Terzo settore – organo consultivo della Regione e del mondo associativo – hanno contribuito, oltre alla Regione Emilia-Romagna, il Forum del terzo Settore (associazione di enti che operano nel volontariato e nel sociale) e i Centri di servizio per il volontariato. “Il Terzo Settore è una realtà fondamentale per la nostra regione – aggiunge Gualmini – e da sempre ne riconosciamo e apprezziamo il ruolo e le potenzialità, non solo come importante interlocutore delle istituzioni pubbliche, ma anche come soggetto che contribuisce in maniera attiva e dinamica al welfare regionale e al benessere delle nostre comunità”. E aggiunge: “Penso alle migliaia di volontari di ogni età che da sempre si occupano degli altri, agli operatori delle associazioni di promozione culturale, sociale e sportiva che svolgono un lavoro fondamentale con adulti e bambini, e a tutto il mondo della cooperazione sociale che gestisce tanti dei nostri servizi”.
Fonte: Redattore Sociale

AL VIA UNA COLLABORAZIONE TRA ASSISTENTI SOCIALI E AGENZIA DELLE NAZIONI UNITE PER I RIFUGIATI
Il Consiglio Nazionale dell’Ordine degli Assistenti Sociali e l’Agenzia delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR) hanno siglato l’avvio di una collaborazione con lo scopo di contribuire alla qualificazione del sistema di tutela e integrazione per rifugiati e richiedenti asilo con particolare riguardo alle persone portatrici di esigenze specifiche, inclusi minori stranieri non accompagnati, persone vittime di tortura, persone con disagio mentale e altre.
La collaborazione ha la finalità di favorire la sistematizzazione delle migliori prassi nell’accesso ai servizi di tutela offerti sul territorio, in funzionale raccordo con gli altri attori operanti nel sistema di asilo, nell’accoglienza e nel percorso di integrazione, nonchè con i servizi di assistenza sanitaria e sociale. L’accordo di collaborazione, siglato da Gianmario Gazzi, Presidente del Consiglio Nazionale degli Assistenti Sociali e da Felipe Camargo, Rappresentante Regionale dell’UNHCR per il Sud Europa, nasce dalla necessità di garantire effettiva protezione a rifugiati e richiedenti asilo attraverso sinergie e mutuo coinvolgimento nelle attività di comune interesse, con particolare attenzione alla promozione del loro ascolto e della loro partecipazione, veicolo indispensabile per l’esercizio dei loro diritti.
Per informazioni: www.unhcr.it

Tags:
Categorie articolo:
Agenzia d'informazione AUSER

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MENU