Area riservata

Agenzia di informazione Auser – Anno 21 numero 25 – 27 giugno 2018

Scritto da
27 giugno 2018
testata_agenzia

Agenzia settimanale – Anno 21 numero 25 – mercoledì 27 giugno 2018
Agenzia Auser è un servizio d’informazione dell’Auser Nazionale.
Viene inviata via E-mail. E’ inoltre visibile sul sito internet www.auser.it


Auserinforma

AUSER ADERISCE ALLA CAMPAGNA WELCOMING EUROPE
Auser ha aderito alla campagna “ Welcoming Europe per un’Europa che accoglie”, la campagna di raccolta firme e di sensibilizzazione partita da una vasta rete di organizzazioni italiane ed europee.
“Ciò che sta avvenendo in Europa, così come nel nostro paese, attorno la questione dell’immigrazione e del diritto di asilo non può lasciare indifferente un’associazione come Auser che da quasi trent’anni si batte per promuovere solidarietà, legalità, il diritto alla partecipazione e per contrastare ogni forma di esclusione sociale” ha sottolineato il presidente Enzo Costa.
Per info: welcomingeurope.it

AUSER ADERISCE ALLA MARCIA PER LA PACE
Auser  ha aderito all’edizione 2018 della Marcia per la Pace, convocata per domenica 7 ottobre 2018.

ANCONA, L’APPELLO DELLE DONNE ANZIANE D’EUROPA PER I DIRITTI E L’AUTONOMIA
Un appello agli stati membri dell’Onu che si riuniranno nella nona sessione il prossimo mese, affinché siano affermati i diritti di tutte le persone anziane all’autonomia e all’indipendenza considerando la vecchiaia una fase dignitosa della vita ed un aspetto destinato ad essere sempre più centrale per la programmazione di uno sviluppo sostenibile.  Una Convenzione per i diritti umani per le persone anziane.
E’ l’appello lanciato dalla donne anziane che si sono incontrate ad Ancona mercoledì 20 giugno  nella Conferenza  internazionale “Conoscenza, diritti, partecipazione.  L’approccio delle donne all’Invecchiamento attivo in Italia e in Europa”, promossa da Auser Nazionale, Auser Marche e dalla Rete Europea delle donne anziane (OWN Europe).
Donne di tutte le generazioni, di tutte le età, di paesi diversi,  provano  a misurarsi per nuove sfide, contro egoismi, diseguaglianze, povertà. Un grande movimento al femminile per rivendicare  una Europa più sociale e sostenibile, per dire basta alle discriminazioni legati all’età e al genere.  Al centro della discussione la salute, i diritti, l’apprendimento permanente, la partecipazione alla vita sociale e civile, ma soprattutto la voglia di contare.
L’appello completo sul sito www.auser.it

ROMA, LA RICERCA AUSER SPI SULLA DOMICILIARITA’ SI PRESENTA AI GRUPPI DIRIGENTI
Il prossimo 10 luglio 2018 alle ore 9,30, presso lo Spi-Cgil, Sala delle Regioni, via dei Frentani 4/a, Roma, ci sarà la presentazione della ricerca “Problemi e prospettive della domiciliarità, il diritto d’invecchiare a casa propria”,  curata da Claudio Falasca e promossa da Spi-Cgil e Auser Nazionale. L’indagine  affronta il tema di fondo: in che misura il sistema italiano della domiciliarità, pilastro fondamentale del sistema di assistenza di lungo termine, nei prossimi anni sarà in grado di corrispondere alle conseguenze della crescente longevità della popolazione. Per cui è necessario impostare una diversa idea di vecchiaia da cui derivare un progetto sociale integrato ed innovativo capace di determinare mutamenti profondi nell’intera collettività.
La presentazione è riservata ai gruppi dirigenti delle due organizzazioni, mentre nella ripresa autunnale ci sarà una presentazione pubblica della ricerca stessa in sede istituzionale.

COMO, AUSER A VILLA CARLOTTA:  “CERCHIAMO VOLONTARI”
Qualche anno fa, su stimolo di Gian Franco Garganigo, allora presidente di Auser Como,
prese avvio la collaborazione con Villa Carlotta. L’idea era di coinvolgere i volontari di Auser, e non solo, in un gruppo che avrebbe affiancato gli operatori del celeberrimo museo e giardino botanico tremezzino. La formula si è rivelata un’ottima combinazione di intenti e il progetto prosegue. Nel 2017 è stato registrato un notevole aumento delle adesioni da parte dei cittadini. Il volontariato a Villa Carlotta si è rivelato un’attività gratificante per persone di tutte le età e interessi.
Oltre a una notevole componente rappresentata da volontari over 65, hanno preso parte al progetto numerose persone, per la maggior parte donne di età compresa tra i 30 e i 50 anni, a cui si sono aggiunti diversi studenti che hanno deciso di arricchire le proprie competenze personali e professionali. Per questa stagione Villa Carlotta cerca nuovi volontari da coinvolgere. Persone di ogni età e provenienza, motivate a dedicare del tempo alle attività del museo e del parco.
“Intraprendere questa esperienza mi ha dato la possibilità di meravigliarmi per i piccoli particolari del museo e del parco; ogni giorno scopro qualcosa di nuovo e cerco di restituire questa emozione ai visitatori che incontro” racconta Maria Vittoria che quest’anno ha deciso di continuare la propria attività di volontaria.
Le fa eco Sabrina: “Ho pensato di rispondere alla richiesta di volontari per poter essere utile ad una realtà territoriale a me vicina. E questa è stata occasione per me di arricchimento culturale e personale: un’esperienza che consiglio a tutte le persone, di qualsiasi età”. Un gruppo affiatato alla ricerca di nuovi componenti.
Tra le diverse attività ci sono: l’affiancamento delle operatrici nell’accoglienza dei visitatori, nel presidio delle sale museali in occasione di eventi, la partecipazione accanto agli educatori ai laboratori didattici, la preparazione di materiali funzionali ai servizi educativi, la diffusione di materiali promozionali e lo svolgimento di piccoli lavori di giardinaggio e orticoltura. E’ possibile aderire al progetto, richiedendo maggiori informazioni all’indirizzo email fundraising@villacarlotta.it

OLIENA (NU), VOLONTARI AUSER CONTRO GLI INCENDI BOSCHIVI
«Preveniamo gli incendi, accendiamo le coscienze. Dedica una giornata lavorativa alla salvaguardia dell’ambiente». È con questo slogan che l’Auser in collaborazione con il Comune di Oliena chiama tutti a raccolta per la campagna di prevenzione degli incendi boschivi dell’estate. L’appello è lanciato a nome dell’associazione  dal presidente Dionigi Loi, affinché tutti i cittadini possano partecipare attivamente alla campagna antincendi che partirà ufficialmente il primo di luglio. Una campagna che di prevenzione che da anni vede sempre  gli anziani del paese in prima fila in una guerra contro gli incendiari , finora sempre vinta dai volenterosi anziani olianesi. Lotta che quest’anno sarà particolarmente impegnativa per la presenza dell’erba altissima nelle campagne a seguito di una primavera particolarmente piovosa. La campagna inizierà il primo luglio e proseguirà fino al 31 agosto.
Un impegno che per gli anziani dell’Auser si ripete da qualche anno e che sicuramente ha portato un valido contributo alla guerra di contrasto degli incendi che vede impegnati diversi corpi. Da precisare che quello dei volontari dell’Auser non è un servizio di intervento diretto per l’eventuale spegnimento delle fiamme ma di prevenzione, controllo e monitoraggio in quelle zone cosiddette, a rischio, del territorio olianese. Zone dove in particolare si concentrano le coltivazioni tipiche di oliveti e vigneti. La loro anche quest’anno sarà una presenza , costante e discreta ma “scomoda” per i piromani che sono sempre in agguato.
Fonte: La Nuova Sardegna

VOGHERA (PV), GRANDE SUCCESSO PER LA FESTA DEI VOLONTARI AUSER DELLA LOMBARDIA
Grande successo per la terza festa dei volontari Auser della Lombardia, ospitata per la prima volta al centro di via Cignoli a Voghera (PV). Oltre 250 delegati, provenienti dalle varie province lombarde hanno dato vita all’incontro che aveva come obiettivo quello di ritrovarsi tutti insieme per mettere a punto e coordinare le iniziative che ogni singola associazione organizza sul proprio territorio nel corso dell’anno. «Sono orgoglioso che Voghera abbia ospitato questo evento – sottolinea il sindaco Carlo Barbieri -. Come amministrazione abbiamo sempre riconosciuto l’importanza del ruolo svolto dall’Auser in città a favore delle persone più bisognose e come punto di aggregazione per gli anziani e non solo». Presenti anche gli assessori Marina Azzaretti, Simona Virgilio e Giuseppe Carbone.
Fonte: La Provincia Pavese

GALLARATE (VA), CINQUE NUOVI VEICOLI PER LA MOBILITA’ DI ANZIANI E DISABILI
Cinque nuovi veicoli per migliorare e allargare il servizio offerto ai cittadini. Auser nella sede di via del Lavoro ha presentato alla stampa l’accordo della durata di otto anni stipulato con “Progetti di Unità Sociale”, con il quale si implementerà  il servizio di accompagnamento protetto verso i luoghi di cura e di sostegno nella vita di tutti i giorni, rivolto soprattutto a disabili e anziani. Quello della “Mobilità sociale” è un servizio, come ha spiegato il neopresidente Renato Losio, che insieme alla “Telefonia sociale” rappresenta il cuore dell’attività gratuita svolta da questa onlus e dai suoi 120 volontari. Una attività la cui importanza è perfettamente sintetizzata nei numeri del 2017 riferiti alla sola Gallarate: 5.597 richieste di assistenza; 1.087 interventi effettuati; 253 persone assistite; 11.400 chilometri percorsi. “Una mole di lavoro in aumento, come dimostra il più 18% nel primo quadrimestre del 2018. E’ un dato che registriamo a malincuore perché sta a testimoniare come il numero di persone che necessitano di assistenza sia in forte aumento”. E per fare fronte alle domande i due mezzi attualmente a disposizione, ai quali vengono aggiunti quelli privati dei volontari, non sono più sufficienti. Ecco perciò l’adesione a “Progetti del cuore” della società “Progetti di Utilità Sociale”, grazie alla quale saranno presto utilizzabili cinque nuovissimi mezzi (due Doblò e tre Ducato) appositamente attrezzati per il trasporto dei portatori di handicap. A carico di Auser solo il costo della benzina. “Acquisto e manutenzione dei veicoli”, hanno spiegato Daniele Cataldo e Stefano Fanchini, “sono a totale carico nostro. Si tratta di una formula collaudata avendo ad oggi più di 400 mezzi distribuiti tra Marche, Toscana e Nord Italia”. E ancora: “Entrando in questa struttura abbiamo subito colto i segni tangibili di una attività portata avanti con impegno e passione che, unite alla disponibilità immediatamente avuta dal Comune di Gallarate, ci rende orgogliosi di potere intervenire anche in questa città. Il supporto del territorio sarà ovviamente importante”. Sì, perché i mezzi in dotazione ad Auser hanno la possibilità di essere sponsorizzati: l’opportunità offerta agli imprenditori locali è quella di contribuire al servizio facendo allo stesso tempo pubblicità alle proprie attività.”

GALLARATE (VA), IL SALUTO DI RINO CAMPIONI
Garbato e determinato, Rino Campioni ha guidato l’Auser di Gallarate (VA) per sette anni, dal 2011 al 2018. Il saluto finale alla presidenza l’ha dato – quasi in sordina – in conferenza stampa: «Da qualche giorno ho lasciato la presidenza a Renato Losio» si è limitato a dire, prima di lasciare la parola, appunto, al nuovo presidente.
Eppure di cose Campioni ne ha fatte. Le ha fatte insieme a tante altre persone, sia chiaro, perché Auser è una realtà composita e con oltre cento persone impegnate nel volontariato (molte di più sono quelle tesserate e i beneficiari). Eppure il ruolo di coordinamento in questa realtà è davvero importante, per le molteplici attività.
«Sono presidente dal 2011, in quell’anno abbiamo riaperto il Centro Figli del Lavoro. Sognavamo una struttura come questa, che non fosse il classico cento anziani». Con il contributo di tante persone, Auser ha infatti dato una nuova vita agli spazi di via del Popolo, eredi di una lunga storia di impegno collettivo, di solidarietà, di socialità. Si gioca sulle piste da bocce coperte, si cena insieme di tanto in tanto, ma si parla al telefono con le persone sole grazie alla Telefonia Sociale, si organizzano gli accompagnamenti di disabili e ammalati (su cui ora si è investito con cinque nuovi mezzi).
«Quella dei Figli del Lavoro è stata una sfida vinta. Oggi ho ritenuto che sia conclusa la mia stagione: lascio la presidenza, non l’Auser. Lascio l’associazione in mano a una persona che ha energie nuove, qualche anno in più davanti, insieme a un gruppo davvero qualificato in grado di gestire tanti servizi. Auser Gallarate ha seicentoquaranta tesserati, centodiciotto volontari.
Fonte: Varese News

VAIANO (PO), NONNE MODELLE PER LA SARTORIA DELLA SOLIDARIETA’
Un sfilata vintage con il meglio delle creazioni realizzate in oltre 30 anni di attività dalla sartoria Auser di Vaiano: è quella che si è svolta nei giorni scorsi nella hall della Rsa Lice Mengoni di Vaiano (PO), in via Togliatti. Ad indossare i capi, calandosi per un pomeriggio nei panni delle indossatrici, sono state proprio le “nonne” ospiti della Rsa insieme alle volontarie della sartoria. Una sfilata in passerella con abiti storici, grembiuli, scialli, sciarpe, borse, cappelli e tanto altro creati “col cuore” dalle sapienti mani di coloro che, nel corso degli anni, hanno prestato la loro attività alla sartoria della solidarietà. La sfilata ha ripercorso i tanti ricordi che ebbero inizio proprio dall’idea e dal garage della fondatrice della sartoria Lice Mengoni.
Fonte: Il Tirreno

MARGINE COPERTA (PT), IL GIARDINO PUBBLICO E’ STATO INTITOLATO A PATRIZIA PECORINI, INSEGNANTE E VOLONTARIA AUSER
Il giardino pubblico di via Manzoni a Margine Coperta (PT) è stato intitolato a Patrizia Pecorini, insegnante molto amata e stimata. Una cerimonia molto sentita e partecipata, ad un anno dalla scomparsa di una donna sempre impegnata nel sociale, come docente ed al fianco degli anziani con l’impegno alla Spi Cgil ed all’Auser, presenti con loro rappresentanti così come l’Anpi. Il sindaco Marzia Niccoli ha affermato: «Un doveroso saluto alla mamma di Patrizia, Dora, a Enzo, a tutti i familiari ed agli amici che ci onorano della loro presenza. Oggi ricordiamo con commozione, con sincera stima, il forte impegno di Patrizia: un’insegnante che, con coerenza, determinazione e l’alto senso della scuola e degli alunni ha contribuito alla loro formazione, riuscendo con la sua profonda passione ad infondere in loro l’amore per lo studio. Non ha insegnato solo la storia, l’italiano e la matematica, ha insegnato l’amore per il prossimo e il rispetto per gli altri, infondendo i principi di libertà e solidarietà. Ricordo la sua umanità, la sua cultura. Non posso non ricordare, a seguito del suo pensionamento, il suo impegno nell’Auser e nello Spi Cgil e la sua decisione di coinvolgere l’amministrazione comunale in tante iniziative in campo sociale e culturale». Il presidente provinciale Auser Wladimiro Lucchesi ha affermato: «Ho conosciuto Patrizia quando eravamo molto giovani. Abbiamo percorso insieme un cammino di impegno sociale. Era molto determinata, sempre in prima fila per aiutare gli altri».
Fonte: La Nazione

VERBANIA,  “NON E’ MAI TROPPO TARDI”
E’ cominciato nei giorni scorsi il laboratorio gratuito rivolto alle donne over 60 «Non è mai troppo tardi» condotto dalla performer Silvia Gribaudi. Si tiene fino a giovedì ogni mattina dalle 10 alle 12 al centro Rosa Franzi di Intra in collaborazione con Auser e università del Ben.essere. Per partecipare non è necessaria alcuna competenza artistica, se non la volontà di mettersi in gioco e riscoprire corpo e spazi. Gribaudi, inoltre, sarà protagonista giovedì alle 18 sul lungolago di Cannobio della performance «A corpo libero», ironica su fisico e femminilità.
Fonte: La Stampa

CAMPOBASSO, UN INCONTRO PER PARLARE DEL DRAMMA DEI RIFUGIATI
Padre Antonio Germano, missionario molisano in Bangladesh dal 1977, nel corso della sua testimonianza fatta in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato, promossa dai volontari dell’Associazione “Giuseppe Tedeschi ETS”Auser e tenutasi nella sala della Camera del Lavoro di Campobasso, si è soffermato sulla crisi che tocca i Paesi poveri del Mondo ed in particolare i fuori casta del Sub­Continente indiano e del Bangladesh. Ha illustrato la quotidiana discriminazione, negazione di diritti elementari, violazioni di dignità, miseria e violenza di una nazione con un territorio vulnerabile sottoposto a frequenti inondazioni in cui vivono poco meno di 150 milioni di abitanti con una densità per chilometro quadrato spaventosa. Davanti ad una delegazione di bengalesi, accolti in strutture di accoglienza umanitaria del Molise, ha ricordato la giornata dei martiri della lingua con lo sterminio degli anni cinquanta perpetrato prima dell’Indipendenza dal Pakistan occidentale intonando un canto di libertà che il 21 febbraio intona ogni persona del Bangladesh. Ha riportato la sua esperienza missionaria ed il suo cambio del nome dove ha ritenuto di aggiungere al suo anche la parola “dash” che in bengalese è il termine spregiativo con cui vengono identificati i fuori casta e che significa “schiavo”. Ha raccontato della povertà estrema ma anche della generosità del popolo bengalese che non si è rifiutato di accogliere i rifugiati della popolazione Ryominga espulsi con violenza dall’ex­Birmania (Myanmar). Padre Antonio Germano, originario di Duronia, ha manifestato il proprio rammarico nel vedere un Mondo che dagli Stati Uniti all’Europa, fino all’Italia e al Molise, si chiude a riccio e individua nei profughi e rifugiati il capro espiatorio contro cui indirizzare la propria rabbia. Ha ricordato le radici millenarie di un’accoglienza umanitaria trasmessa da generazione in generazione in Molise da una civiltà rurale che rischia di essere stravolta dalla moda dei tempi, e l’ha paragonata alla civiltà millenaria bengalese che in un proverbio molto popolare recita “Otite narjo” ovvero “l’ospite è sacro”.
Fonte: Primo Piano Molise


Emergenza Estate

BOLOGNA, ANCHE QUEST’ANNO È OPERATIVO IL PROGETTO “PREVENZIONE DELLE ONDATE DI CALORE”: AUSER TRA I PARTNER DELL’INIZIATIVA
Il caldo si fa sempre più intenso ed è partito anche quest’anno il progetto “Prevenzione delle ondate di calore”, a sostegno di anziani soli o in famiglia: fino al 15 settembre torna operativo il numero verde 800562110, aperto a tutti i cittadini di Bologna, con il quale sarà possibile ricevere informazioni e accedere ai servizi. Per chi si trova in maggiori difficoltà, è possibile avere un servizio specifico di assistenza domiciliare, accedere alle azioni messe in campo dai volontari come monitoraggio, compagnia, accompagnamenti a visite mediche e terapie e ai centri sociali anziani dotati di aree climatizzate. E ancora, consegna di generi alimentari di prima necessità e di farmaci. In occasione delle successive ondate di calore, dopo tre giorni consecutivi di calore eccessivo,  gli anziani saranno direttamente contattati per telefono, grazie ai volontari che affiancheranno gli operatori di Cup 2000, e, nel caso, raggiunti da volontari e operatori sanitari. Inoltre, nei centri sociali di quartiere saranno organizzate attività di socialità in ambienti ventilati e condizionati. In campo insieme al Comune di Bologna una fitta rete di partner: Auser, Croce Rossa, Anteas e Ancescao, centri sociali, farmacie, coordinati dal servizio di gestione delle emergenze sociali del Comune e da Cup 2000 per la parte operativa.
Per info: auserbologna.it

BRESCIA, “PIANO CALDO” CONTRO LE ONDATE DI CALORE
L’estate è arrivata e Ats si fa trovare pronta con il «piano caldo», una programmazione di interventi per arginare gli effetti delle ondate di calore sulle fasce deboli della popolazione.
Per prevenire i decessi e individuare chi ha più bisogno di supporto se il clima è rovente Ats nel 2016 ha istituito un’anagrafe della fragilità. Gli assistiti sono stati suddivisi in 14 fasce a rischio crescente (da 0 a 13) in base a una serie di indici, tra cui età avanzata e patologie croniche. L’86% dei decessi nei primi mesi del 2018 si è verificata tra i 61.765 assistiti delle categorie 6-13. Nella tredicesima fascia addirittura la mortalità è stata del 22%. Un esame statistico ha permesso di individuare 52.042 persone suscettibili agli effetti del calore che Ats segnalerà a medici di medicina generale e pediatri per una maggior tutela. L’agenzia dialogherà inoltre con i Comuni per individuare fragilità sfuggite alla banca dati e invierà un’allerta alla rete sociosanitaria che ha in carico 21mila pazienti. Fino al 15 settembre in caso di caldo gli operatori delle emergenze riceveranno bollettini meteo due volte al giorno. E ancora, sono stati predisposti consigli mirati (consultabili sul sito web) e con l’Auser il numero verde 800.99.59.88 (tutti i giorni 24 ore su 24).

FANO (PU), ESTATE SICURA PER GLI ANZIANI
L’assessorato ai Servizi Sociali del Comune di Fano, insieme all’Auser e alla Protezione Civile, ha predisposto un insieme di iniziative di sollievo, inserite nel pacchetto Estate Anziani. Coloro che hanno superato i 65 anni di sono 15.067, mentre coloro che hanno superato gli 80 anni sono 5.279; quindi è in questa fascia di età che si concentrano maggiormente le patologie, spesso invalidanti e con la prospettiva di diventare croniche.
Per quei cittadini che si trovano in difficoltà, che non usufruiscono di un aiuto parentale o che necessitano di particolari cure ecco dunque che l’estate può farsi più affrontabile grazie ad alcuni servizi predisposti in loro aiuto.
I bisogni più riscontrati dall’Auser sono quelli che afferiscono alla sfera povertà, solitudine e salute. Per aiutare coloro che non hanno sufficienti mezzi di sostentamento è fondamentale il collegamento con i Servizi Sociali del Comune, il quale può venire incontro alle prime necessità, ma anche redigere un progetto la cui finalità è la riconquista della propria autonomia economica.
Per quanto riguarda la solitudine, anticamera della depressione, invece l’Auser ha attivato una serie di contatti telefonici quotidiani, tramite i quali l’operatore si assicura del buono stato della persona assistita e prende nota delle sue necessità. Ad alcuni vengono serviti anche pasti a domicilio per 365 giorni all’anno.
In tutto il 2017 sono stati svolti 1.279 servizi di trasporto, 1581 azioni di sostegno alla persona e 434 servizi relativi a pratiche da svolgersi in uffici pubblici, Caf, patronati. A questi si sono aggiunti quelli prestati dalla Protezione Civile, i cui operatori si mobilitano in media 3 4 volte al giorno. In questo caso chi ha bisogno di aiuto può rivolgersi al numero 340 140 9822, per accompagnamento con automezzo, servizio spesa, ritiro di medicinali, disbrigo di commissioni varie e consigli utili su come affrontare la calura estiva. Il progetto Estate Sicura per Anziani, fruibile agli ultra sessantacinquenni che vivano soli o in coppia e non abbiano figli, è attivo tutti i giorni dal 25 giugno al 31 agosto, dalle 9 alle 13 e dalle 15.30 alle 18.30.
Fonte: Corriere Adriatico

PADERNO DUGNANO (MI), IL SUPPORTO AGLI ANZIANI PER L’ESTATE
Quest’anno il servizio Sad di Paderno Dugnano (MI) supporterà gli anziani della città anche per eventuali guasti domestici e piccoli interventi di emergenza, per tutto il periodo estivo. L’Estate Padernese 2018 non offrirà agli anziani solo eventi di aggregazione e intrattenimento, ma ci sarà anche un potenziamento dei servizi e delle iniziative in favore della popolazione anziana della città. Anche per questa estate, sarà la Cooperativa Controluce di Seregno ad occuparsi dell’Estate Padernese, l’Associazione Auser Argento Vivo curerà l’accompagnamento e l’Associazione Florence provvederà ad assolvere al servizio di distribuzione pasti a domicilio, soggiorni vacanza rivolti agli anziani e svolgimento attività di custodia, sorveglianza e pulizia di due parchi e dello stadio comunale.
Fonte: Il Cittadino di Monza e Brianza

TAGLIO DI PO (RO), UN’ESTATE DI SOCIALIZZAZIONE
Anche quest’anno l’Auser volontariato di Taglio di Po conferma il proprio impegno per aiutare gli anziani ad affrontare con serenità il periodo estivo, e lo fa mettendo in campo due iniziative che sostengono l’invecchiamento attivo favorendo la socializzazione e la valorizzazione del tempo libero della terza età. La prima iniziativa è quella dei Soggiorni climatici organizzata in collaborazione con l’assessorato alle politiche sociali del Comune di Taglio di Po, sotto la direzione tecnica dell’Agenzia “Monticolo Vacanze” di Boario Terme.
La meta preferita è risultata anche stavolta Boario Terme, raggiunta il fine settimana da 24 persone che qui trascorreranno 15 giorni all’insegna dell’equilibrio e del benessere, uniti ad un piacevole svago ed immersi in un incantevole paesaggio. Soggiorneranno presso l’Hotel Milano, situato nel centro della cittadina, a pochi passi dal Parco Termale e dalla spa wellness delle terme.
La seconda iniziativa è quella di “Nonni al mare”: per quattro settimane, dal lunedì al venerdì, gli anziani verranno accompagnati dai volontari dell’Auser al Bagno “Happy Days”di Rosolina Mare e assistiti per l’intera mattinata. Grazie a questo progetto molti anziani possono rivedere il mare, prendere il sole in spiaggia, riassaporare l’emozione di un bagno e fare colazione in riva al mare.
Nonostante siano impegnati in questa iniziativa, i volontari continueranno regolarmente il Servizio di trasporto Sociale per le persone che necessitano di essere accompagnate per visite e cure presso gli ospedali e le strutture socio- sanitarie.
Fonte: polesine24.it


Anziani e dintorni

ROMA, ITALIA LONGEVA PROMUOVE GLI STATI GENERALE DELL’ASSISTENZA A LUNGO TERMINE
E’ in programma l’11 e il 12 luglio al Ministero della Salute Long-Term Care THREE, edizione 2018 degli Stati Generali dell’Assistenza a lungo termine. La due giorni di Italia Longeva si propone annualmente come un’occasione di incontro e di confronto tra stakeholder e decision maker in rappresentanza di Istituzioni centrali e territoriali, Regioni, ASL, AO, Associazioni di medici e pazienti, Società scientifiche ed aziende private del comparto farmaceutico-sanitario (oltre 700 annualmente le presenze). Obiettivo dell’incontro consentire ai principali attori pubblici e privati del mondo della Sanità di condividere buone pratiche e percorsi virtuosi nell’ambito della presa in carico di pazienti fragili con patologie a decorso cronico per promuovere e favorire il ripensamento, in ottica di efficacia e di sostenibilità, dei modelli di organizzazione sanitaria della Long-Term Care. Nel corso dell’evento verrà presentata l’ Indagine 2018 sull’ADI in Italia “La Babele dell’Assistenza Domiciliare in Italia: chi lo fa come si fa”, con la quale si allarga l’analisi del servizio alle Regioni che non sono state prese in esame nell’Indagine 2017
Per maggiori informazioni sul programma e iscrizione: info@italialongeva.it – Tel. 0630155882

TREVISO, I 650 VOLONTARI CHE DANNO SOLLIEVO ALLE FAMIGLIE CON MALATI DI ALZHEIMER
In provincia di Treviso c’è chi conosce a fondo le necessità delle famiglie di persone affette da Alzheimer. Sono gli oltre 650 volontari impegnati nei 39 Centri di sollievo del territorio, luoghi accoglienti nei quali volontari opportunamente formati, ricevono per qualche ora le persone con demenza, organizzano attività di stimolazione cognitiva, psicomotricità, musicoterapia, uscite e momenti socializzanti con le famiglie e con la comunità. Un sostegno importante che solleva i familiari dal carico gravoso dell’assistenza, soprattutto nei casi di moderata gravità, con un impegno di 350 ore all’anno di servizio e una media di 2,8 giorni di apertura settimanale. A beneficiare del loro impegno, circa 350 utenti per una media annuale di 175mila ore di volontariato complessivo e una ricaduta economica stimata in 2 milioni e 275mila euro in termini di risparmio per il welfare sociale. Questa esperienza trova un ulteriore riconoscimento nel protocollo di intesa firmato tra il Csv di Treviso e Ulss2 Marca Trevigiana, presentato davanti a oltre 70 dei volontari impegnati, che definisce i criteri di accesso dei soggetti con Alzheimer o demenza e garantisce un’omogeneizzazione dei percorsi. L’accordo prevede che il paziente sia valutato presso uno dei 5 Centri disturbi cognitivi e demenze presenti sul territorio senza repliche di valutazioni geriatriche. Successivamente, al paziente e ai suoi familiari, viene segnalata la possibilità di usufruire dei Centri di sollievo presenti nel comune di residenza, o in territorio limitrofo. Il protocollo elaborato dopo un’analisi esplorativa dei centri di sollievo trevigiani, riconosce l’esperienza acquisita nel tempo dai volontari che potranno valutare l’accoglimento dell’utente, in base alla gravità del soggetto. I volontari con maggiore esperienza e professionalità potranno farsi carico anche di pazienti meno autonomi o di gravità complessivamente maggiore; i centri costituiti da poco tempo con volontari senza pregresse esperienze specifiche, invece, potranno accogliere casi più gestibili.
Fonte: Redattore Sociale


 Associazionismo Volontariato Terzo Settore

FORUM TERZO SETTORE, UN CODICE ETICO PER TUTTI I SOCI
Un codice etico, con principi portanti costruito con la partecipazione dei soci e nel confronto con il vissuto del mondo esterno. L’assemblea dello scorso 20 giugno ha approvato le linee guida per un “Codice di Qualità e Autocontrollo” e ha dato mandato al Collegio dei garanti di aggiornare il proprio regolamento adottandone principi e contenuti. Un cambiamento che parte da una riflessione profonda sul ruolo che le realtà del Terzo Settore hanno per la comunità. “Una necessità che nasce da un lavoro lungo e approfondito fatto al nostro interno, per rimarcare l’importanza che abbiamo per la società e per rafforzare la nostra identità. – spiega la portavoce del Forum, Claudia Fiaschi – La mobilitazione dei cittadini è stata e sarà sempre un motore per il progresso sociale del Paese.” Si chiama “Codice di Qualità e Autocontrollo”, una sorta di carta dei valori e principi chiave che dovranno essere declinati nei protocolli di qualità e autocontrollo adottati dalle reti associative e dai loro soci:  lealtà, onestà ed eticità, rispetto della dignità delle persone, inclusione e riduzione delle disuguaglianze, trasparenza, attenzione alla comunità e ai beni comuni, sicurezza sul lavoro, tutela e valorizzazione dell’ambiente, parità di genere, formazione, consumo e produzione responsabile.
Per info: Ufficio stampa Forum Nazionale del Terzo Settore  diretto 06 88802906  Via del Corso 267 – 00186  ROMA tel 06 68892460  stampa@forumterzosettore.it  www.forumterzosettore.it

ISTAT, CRESCE LA POVERTA’ IN ITALIA
Nel 2017 si stimano in povertà assoluta 1 milione e 778mila famiglie residenti in cui vivono 5 milioni e 58mila individui; rispetto al 2016 la povertà assoluta cresce in termini sia di famiglie sia di individui. L’incidenza di povertà assoluta è pari al 6,9% per le famiglie (da 6,3% nel 2016) e all’8,4% per gli individui (da 7,9%). Due decimi di punto della crescita rispetto al 2016 sia per le famiglie sia per gli individui si devono all’inflazione registrata nel 2017. Entrambi i valori sono i più alti della serie storica, che prende avvio dal 2005. Nel 2017 l’incidenza della povertà assoluta fra i minori permane elevata e pari al 12,1% (1 milione 208mila, 12,5% nel 2016); si attesta quindi al 10,5% tra le famiglie dove è presente almeno un figlio minore, rimanendo molto diffusa tra quelle con tre o più figli minori (20,9%). L’incidenza della povertà assoluta aumenta prevalentemente nel Mezzogiorno sia per le famiglie (da 8,5% del 2016 al 10,3%) sia per gli individui (da 9,8% a 11,4%), soprattutto per il peggioramento registrato nei comuni Centro di area metropolitana (da 5,8% a 10,1%) e nei comuni più piccoli fino a 50mila abitanti (da 7,8% del 2016 a 9,8%). La povertà aumenta anche nei centri e nelle periferie delle aree metropolitane del Nord. L’incidenza della povertà assoluta diminuisce all’aumentare dell’età della persona di riferimento. Il valore minimo, pari a 4,6%, si registra infatti tra le famiglie con persona di riferimento ultra sessantaquattrenne, quello massimo tra le famiglie con persona di riferimento sotto i 35 anni (9,6%).
Anche la povertà relativa cresce rispetto al 2016. Nel 2017 riguarda 3 milioni 171mila famiglie residenti (12,3%, contro 10,6% nel 2016), e 9 milioni 368mila individui (15,6% contro 14,0% dell’anno precedente).
Fonte: istat.it

ASSEMBLEA NAZIONALE DI LIBERA: DON LUIGI CIOTTI CONFERMATO PRESIDENTE NAZIONALE
Si è svolta  lo scorso 24 giugno, 2018, a Ciampino l’Assemblea Nazionale di Libera per le nuove cariche elettive per i prossimi tre anni, alla presenza di oltre 200 delegati in rappresentanza di associazioni nazionali e locali, di scuole e di coordinamenti territoriali di Libera. Don Luigi Ciotti è stato confermato Presidente nazionale di Libera. Gian Carlo Caselli e Nando Dalla Chiesa eletti presidenti onorari. Eletto il nuovo ufficio di Presidenza composto da Enza Rando, Davide Pati, Francesca Rispoli, Daniela Marcone, Simona Perilli, Peppe Ruggiero, Valentina Fiore, Lillo Gangi, Stefano Busi, Lucilla Andreucci, Maria José Fava,il professore Alberto Vannucci e il Vescovo di Locri Mons.Franco Oliva. Enza Rando, Davide Pati e Daniela Marcone nominati vicepresidenti nazionale dell’associazione.
Per info: libera.it


Agenzia d’Informazione a cura dell’Ufficio Stampa di  Auser Nazionale.
Via Nizza 154 00198 Roma tel. 06/84407725 fax 06/8440.7777

ufficiostampa@auser.it    www.auser.it

Tags:
Categorie articolo:
Agenzia d'informazione AUSER

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MENU