Area riservata

Agenzia di informazione Auser – Anno 21 numero 20 – 23 maggio 2018

Scritto da
23 maggio 2018
testata_agenzia

Agenzia settimanale – Anno 21 numero 20 – mercoledì 23 maggio 2018
Agenzia Auser è un servizio d’informazione dell’Auser Nazionale.
Viene inviata via E-mail. E’ inoltre visibile sul sito internet www.auser.it


 AuserInforma

ACCUMOLI (RI). IL 27 MAGGIO SI INAUGURA  IL NUOVE CENTRO DI AGGREGAZIONE COFINANZIATO ANCHE DA AUSER CON UN CONTRIBUTO DI 32MILA EURO
Domenica 27 maggio alle ore 11 è prevista l’inaugurazione ufficiale di “Accupoli”, il nuovo Centro Politunzionale di Accumoli  (Rieti) destinato ad ospitare eventi ed incontri per la collettività.  A seguire concerto dell’Accademia Nazionale di Sante Cecilia.
La sua  realizzazione è stata possibile grazie ad una grande gara di solidarietà a cui hanno partecipato molte organizzazioni, fra cui anche Auser.
Accumoli è uno dei comuni del reatino che ha subito i maggiori danni dal terremoto del 2016. Praticamente raso al suolo. Il Centro è stato costruito vicino alle “casette” e permetterà alla popolazione di non spezzare il legame con il territorio.
Il nuovo centro Polifunzionale  è riciclabile, antisismico  ed è lo sviluppo italiano di un sistema costruttivo giapponese.   La struttura di Accumoli è stata progettata da Help 6.5, acronimo di Housing in Emergency for Life and People, l’associazione fondata a luglio 2017 dall’architetto torinese Lorena Alessio, ricercatrice al Politecnico di Torino, e da un pool di studenti ed ex studenti dell’ateneo stesso.  Hanno sostenuto la realizzazione del progetto, la Compagnia di San Paolo e l’ Acri (l’associazione che rappresenta collettivamente le Fondazioni di origine bancaria) e tante organizzazioni fra cui  anche l’Auser che ha contribuito con  circa 32mila euro, frutto di una parte della raccolta fondi nazionale scattata all’indomani del sisma. Con i fondi che sono stati messi a disposizione, l’Auser ha contribuito alla realizzazione della rampa d’accesso esterna alla struttura ed agli arredi interni.
La delegazione Auser sarà rappresentata da Luigi  Annesi presidente di Auser Lazio e Marco Di Luccio della presidenza nazionale Auser.

POCHI BAMBINI MA TANTI NONNI: UN’OPPORTUNITÀ  CONTRO LE POVERTÀ EDUCATIVE. IL 6 GIUGNO A FIRENZE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO DI AUSER LOMBARDIA
Si terrà a Firenze il prossimo 6 giugno dalle ore 10 alle 13,30 presso l’Istituto degli Innocenti Salone Brunelleschi, l’evento di presentazione del progetto di cui Auser Lombardia è capofila “I nonni come fattore di potenziamento della comunità educante a sostegno delle fragilità genitoriali”, realizzato nell’ambito del bando per la prima infanzia affidato per la gestione da Fondazione con il Sud all’Impresa Sociale  Con i bambini.
Il progetto mira a creare una vera e propria rete di “Nonne e nonni di comunità” per dare supporto alle genitorialità fragili e valorizzare le risorse che i nonni volontari Auser possono offrire, soprattutto in territori dove i servizi scarseggiano e povertà educativa ed economica si sommano.
Il progetto della durata di 3 anni, coinvolge quattro regioni: Lombardia, Toscana, Umbria e Basilicata e una vasta rete di partner tra cui oltre Auser Lombardia, Auser Toscana, Auser Umbria, Auser Basilicata, Università Bicocca di Milano, Università di Firenze, la Fondazione Asilo Mariuccia di Milano, l’Istituto degli innocenti di Firenze, Comuni e cooperative sociali. Aprirà i lavori Maria Grazia Giuffrida presidente dell’Istituto degli Innocenti; saluto di Stefania Saccardi assessore della Regione Toscana alla Salute, Welfare e integrazione socio-sanitaria; intervento di Giuseppe Rogantini Picco dell’Impresa Sociale Con i Bambini e componente del Cda della Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze. La presentazione del progetto è affidata a  Lella Brambilla presidente Auser Lombardia.
Nella seconda parte della mattinata, alle ore 11, Tavola Rotonda sul tema: In un paese impoverito e che invecchia sempre di più come dimostrano gli ultimi dati Istat, è possibile pensare che i “nonni volontari” possano essere una risorsa per aumentare e promuovere l’inclusione dei bambini e delle famiglie fragili?
Ne discutono:  Donata Bianchi responsabile monitoraggio e ricerca Istituto degli Innocenti; Enzo Costa presidente nazionale Auser; Paola Milani docente di Pedagogia all’Università di Padova; Chiara Saraceno sociologa.
Modera Susana Mantovani, professore onorario di Pedagogia all’Università di Milano Bicocca.
Per info: www.auser.it

PIACENZA, UNA RETE A SOSTEGNO DELLE DONNE ANZIANE VITTIME DI VIOLENZA
Nasce a Piacenza una collaborazione tra Ausl, Spi Cgil ed Auser per abbattere il muro del silenzio su casi di violenze sessuali e psicologiche.  Una “rete” di soggetti, a partire dall’Ausl che dovrebbe avviare progetti di formazione e dare così strumenti a medici di base, operatori sociali e sanitari, ma anche alle forze dell’ordine e ai volontari delle associazioni per riconoscere gli abusi sugli anziani, in particolare contro donne anziane over 65, le più esposte. Stiamo parlando di un fenomeno che, secondo l’Organizzazione mondiale della Sanità (Oms) è “troppo sottovalutato”.  Per questo  le donne pensionate dello Spi Cgil e i volontari di Auser si sono uniti per cercare di aggregare partner istituzionali e non, per fare qualcosa di concreto in favore delle donne anziane vittime di abusi. “Consapevolezza ce n’è poca, al momento. Sia da parte delle donne abusate sotto il profilo economico, psicologico e fisico sia da parte degli operatori che potenzialmente possono riconoscere i segnali” spiegano le organizzatrici. Donne di tutte le età e le classi sociali subiscono abusi di tipo sessuale, fisico, psicologico ed economico che spesso non “emergono”. Si consumano – rivela Oms – in ambito domestico, e non solo. Nelle strutture protette – come rivela, sovente, qualche inchiesta delle Procure – o nelle pieghe di truffe che si perpetrano anche negli anni. Fin qui, il problema. La soluzione? Se tutti i tasselli del puzzle andranno al loro posto, la collaborazione virtuosa tra Ausl e questa variegata rappresentanza di società civile porterà ad una formazione “ad hoc” nei confronti di operatrici e operatori che nei consultori, in pronto soccorso, in questura o nelle caserme carabinieri saranno istruiti per riconoscere questi particolari casi di abuso femminile.  Delle vere e proprie “sentinelle”  per rompere il muro di silenzio e aiutare le vittime.
Fonte: La Libertà

GORINO (FE), ASSEMBLEA REGIONALE AUSER EMILIA ROMAGNA
“Veniamo tutti da lontano: una storia che non finisce”: è questo il titolo scelto da Auser Emilia Romagna per l’assemblea dei soci delegati che si terrà martedì 29 maggio a partire dalle ore 9.30 al Campo Sportivo di via dello Sport 2 a Gorino Ferrarese (FE).Ad aprire i lavori Fausto Viviani, presidente di Auser Emilia Romagna e Diego Viviani, sindaco del Comune di Goro.
A seguire relazione del dott. Gianluigi Bovini su “Le recenti tendenze dei movimenti migratori in Italia: come si spostano gli italiani e gli stranieri”.
Magda Babini, vice presidente di Auser Emilia Romagna, illustrerà poi i Bilanci consuntivi 2017 e preventivi 2018 e le linee programmatiche per l’associazione.
Le conclusioni sono affidate a Lella Brambilla della presidenza nazionale. Dopo il pranzo, nel pomeriggio,  in programma una visita nel Delta del Po con la motonave “Principessa”.
Nel corso della giornata, inoltre, una delegazione dell’Assemblea Regionale Auser si recherà a rendere omaggio ai caduti partigiani di Gorino.
Per informazioni: Ufficio Segreteria Auser Emilia Romagna via Marconi 69, Bologna
tel. 051 294774 er_auser@er.cgil.it

MARIA GIOVANNA NEVOLI NUOVA PRESIDENTE DI AUSER LA SPEZIA
E’  Giovanna Nevoli la nuova presidente di Auser La Spezia. E’ stata eletta all’unanimità lo scorso 18 maggio dal Comitato Direttivo di Auser La Spezia. “Giovanna è da parecchi anni in Auser, quindi conosce perfettamente la realtà complessa, ma ricca di soddisfazioni, che la nostra Associazione presenta – ha sottolineato la presidente regionale Ileana Scarrone-  Si è occupata, soprattutto, di invecchiamento attivo, partecipando, in modo produttivo, alle reti tra diverse associazioni che si sono costituite nei tre Distretti sociali del territorio spezzino.” La Nevoli ha lavorato, prima di entrare in Auser, nella Funzione Pubblica-Cgil occupandosi di formazione e di politiche di welfare, subentra a Davide Fazioli, che ha svolto l’incarico di Presidente per otto anni.

BOLOGNA, AUSER PRESENTA IL SUO BILANCIO SOCIALE
Lunedì 28 maggio, alla Sala Corticelli di via Andreini 6 a Bologna, si terrà l’assemblea dei delegati e soci di Auser Bologna per la presentazione del Bilancio Sociale 2017. Il Bilancio Sociale è un importante strumento per dare trasparenza, informazione e consistenza alla capacità del fare di un’associazione come Auser che ha sempre mantenuto il proprio legame con il territorio e con le persone che lo vivono, una sorta di impegno morale verso tutti gli associati, i volontari, le istituzioni, le altre organizzazioni di Terzo settore e la comunità nel suo complesso. Il Bilancio Sociale come occasione per fare il punto anche sulle nuove sfide e sui bisogni emergenti delle persone più fragili. Aprirà i lavori il nuovo presidente Sergio Lodi, seguito da un saluto di Secondo Cavallari, presidente uscente. Sergio Lodi, già vice presidente di Auser Bologna da maggio 2016, volontario attivo e coordinatore nella zona di Sant’Agata Bolognese, con una lunga esperienza di dirigente nel mondo di aziende cooperative, il 28 maggio raccoglierà il testimone da Secondo Cavallari, che ha guidato l’associazione negli ultimi otto anni. Intervento conclusivo del presidente di Auser Nazionale Enzo Costa.

LECCO, AUSER E ATS BRIANZA PER I PAZIENTI CRONICI
Volontari dell’Auser provinciale di Lecco e di Auser insieme rete Brianza e i vertici dell’Ats della Brianza hanno firmato un accordo per la presa in carico dei pazienti cronici del territorio, nell’ambito della riforma sanitaria regionale. L’accordo riveste fondamentale importanza, vista l’esperienza e le competenze maturate. Il documento è stato siglato dal presidente di Auser Brianza Tosco Giannessi, di Auser Lecco Luisa Ongaro e dal direttore generale dell’Agenzia di tutela della salute Massimo Giupponi.  “Noi di Auser condividiamo la necessità di mettere in rete tutte le potenzialità del territorio, solo così è possibile rispondere al meglio alle necessità dei cittadini – spiega Tosco Giannessi di Auser Brianza – La nostra adesione, come supporto al progetto, si concretizza attraverso le 8 sedi di promozione sociale, le 13 sedi di accompagnamento e trasporto verso le strutture sanitarie e i centri di riabilitazione presenti sul territorio brianzolo e coinvolge circa 400 volontari”. “Ancora una volta è stata riconosciuta la nostra esperienza  maturata al servizio dei cittadini, non solo anziani, ma di tutti i soggetti fragili, accogliendo così la nostra manifestazione di interesse a collaborare in rete in questo significativo momento di lavoro – aggiunge Luisa Ongaro -. Le nostre associazioni locali associate, sono la nostra grande risorsa, perché operano sul territorio provinciale, lavorando a stretto contatto con le persone e le realtà istituzionali ed associative presenti”.
Fonte: Il Giorno

BRENO (BS), UN NUOVO SERVIZIO PER CONTRASTARE LA DIPENDENZA DA GIOCO D’AZZARDO. AUSER TRA I PARTNER
C’è un numero telefonico, il 348 6565029, che potrebbe fare la differenza per chi si trova a combattere con la dipendenza da gioco: basta comporlo per accedere, sul territorio di Breno (BS), a un servizio di assistenza strutturato per combattere l’azzardopatia. È stato attivato dalla Comunità montana nel ruolo di ente capofila, e inserito nel progetto specifico battezzato «Game over – Conosci le regole del gioco?»: ne fanno parte con le rispettive competenze l’Azienda territoriale per i Servizi alla persona, l’Ats Montagna, l’Asst Valle Camonica, la Cooperativa di Bessimo, il Centro di coordinamento servizi scolastici camuno e l’Auser di Pisogne. Come funziona? Al numero di telefono (gratuito) è abbinato uno sportello di ascolto e di consulenza generica e legale: a chi effettua una chiamata viene garantito l’anonimato. Oltre che ai giocatori patologici, il servizio è aperto ai parenti e ad altri soggetti vicini a queste persone in difficoltà e alla ricerca di consigli, in particolare di tipo legale, finalizzati a tutelare il giocatore e le famiglie schiacciati dal peso degli indebitamenti dovuti alla ludopatia. Anche le figure che intercettano situazioni problematiche, come assistenti sociali, educatori, membri di associazioni territoriali o di associazioni di auto aiuto, (in particolare Giocatori anonimi) possono richiedere questa consulenza mirati in questo settore.
Fonte: Brescia Oggi

MARMIROLO (MN), ALL’AUSER IL RICONOSCIMENTO DEL COMUNE PER L’ATTIVITA’ SVOLTA SUL TERRITORIO
Oltre settanta volontari, ottocento soci e più di 4mila persone trasportate lo scorso anno. Sono questi i numeri che fanno dell’Auser “La Torre” di Marmirolo (MN) un punto di riferimento, non solo per gli anziani e per chi necessita di un trasporto assistito, ma anche per l’intera comunità.
Quest’anno l’Auser è stata tra i vincitori della prima edizione del Premio Comunità di Marmirolo, un pubblico riconoscimento istituito dal Comune per premiare cittadini o associazioni che si sono particolarmente distinti con iniziative di carattere sociale, assistenziale e filantropico. «La nostra onlus non è rivolta solo ai bisogni della terza età, ma cerca di favorire le relazioni intergenerazionali creando momenti di scambio e di condivisione che coinvolgano anche i più giovani – spiega il presidente dell’Auser Claudio Gualdi -. Nel corso degli anni abbiamo realizzato diverse attività con le scuole, dall’asilo fino alle medie, organizzando doposcuola, corsi di teatro, tornei di scacchi e gare di pesca per bambini e ragazzi, anche se per noi le attività più importanti rimangono il trasporto protetto per i disabili o le persone con mobilità ridotta e il sostegno agli anziani». Al momento l’Auser ha a disposizione quattro automezzi (due pulmini e due Doblò) appositamente attrezzati per il trasporto di carrozzelle e persone con disabilità motorie e si occupa anche della consegna a domicilio di medicinali. A fare da contorno ci sono le attività organizzate dall’Auser per creare aggregazione tra i soci e trascorrere in compagnia piacevoli momenti di svago, con un occhio però sempre rivolto alla cultura e alla formazione.
Fonte: Gazzetta di Mantova

GIUGLIANO (NA), UN NUOVO SPAZIO ANZIANI GESTITO DALL’AUSER
Il Comune di Giugliano (NA) ha inaugurato uno “Spazio anziani” e lo ha affidato all’Auser.
Non un tradizionale centro sociale anziani, in cui magari le uniche attività sono il gioco delle carte e, a volte, il ballo, correndo il rischio di passare da una solitudine individuale a una solitudine di gruppo. Ma uno spazio che dà l’idea della dinamicità, del movimento, della partecipazione. E di fatti le attività già programmate sono quelle motorie, i laboratori di teatro, musica, antichi mestieri, ricamo, informatica, la lettura di libri e giornali, il cineforum, gli incontri culturali, il turismo sociale, i tornei di carte e scacchi.
Attività per uomini e donne, anziani e non solo, dalle quali possa nascere e crescere la voglia di socializzare, ma anche la sensibilità e la disponibilità al volontariato verso i più fragili, il volontariato di comunità, fino alla partecipazione attiva alla vita della città. Uno spazio anziani inteso come luogo in cui, in una logica intergenerazionale, le persone possano crescere e condividere principi di solidarietà, ma anche inteso come posto, come spazio che gli anziani vogliono occupare nella società civile di Giugliano.
Fonte: La Repubblica

TRANI, A VILLA GUASTAMACCHIA UN CAMPO DA BOCCE TUTTO NUOVO GRAZIE ALLA SOLIDARIETA’ DI AUSER
Un «fiore all’occhiello che ben si inserisce in questo meraviglioso giardino». Così il primo cittadino, Amedeo Bottaro, ha descritto il campo di bocce inaugurato a Villa Guastamacchia. Il campo è stato realizzato anche grazie alla raccolta fondi promossa dalla associazione Auser.
Tante le potenzialità del centro ancora da sviluppare. «Il terreno – ha spiegato Antonio Corraro, presidente Auser – è ampio e lo utilizziamo anche per l’orto sociale. In futuro avremo la possibilità di usufruire dell’altra parte del terreno per portare avanti altre iniziative, montando anche un grande gazebo per realizzare una grande pista da ballo per anziani. Non è solo un centro per anziani. Diciamo sempre che le generazioni devono essere collegate come un arcobaleno: i giovani danno forza ed entusiasmo agli anziani. Gli anziani, invece, possono mettere a disposizione la loro esperienza. Insieme si può migliorare».
La cogestione del centro polivalente prevede la pianificazione, con il Comune di Trani, di molteplici attività di socializzazione e animazione, espressive e psicomotorie, ludiche e ricreative, culturali, attività di segretariato sociale, prestazioni a carattere assistenziale ed attività di promozione della salute degli utenti. Alla realizzazione del campo di bocce hanno contribuito rappresentanti istituzionali, aziende, associazioni e cittadini.
Fonte: traniviva.it

BOLZANO, SOLIDARIETA’ A QUATTRO RUOTE
La Provincia di Bolzano e la Cassa di risparmio hanno contribuito all’acquisto di un mezzo di trasporto, messo a disposizione dell’Auser.  Il veicolo ha 7 posti e verrà utilizzato per accompagnare gli anziani alle visite mediche, in posta o in banca. Un servizio fondamentale e soprattutto gratuito per tutti coloro che sono iscritti all’associazione. Elio Fonti è il presidente di Auser da quasi 5 anni «Questo è il terzo mezzo di trasporto a nostra disposizione, -spiega – uno di questi sarà spostato a Laives, così potremo cominciare ad offrire i nostri servizi anche là. Gli anziani che aiutiamo sono circa 260, mentre i volontari 150. Numeri che però sono in costante aumento ogni anno, infatti per poter soddisfare tutte le richieste, siamo in perenne ricerca di personale, disposto ad aiutarci».
Fonte: Alto Adige

PRATO, “VACANZE ANZIANI”
E’ stata Auser ad aggiudicarsi il bando pubblico indetto dal Comune di Prato per l’organizzazione di “Vacanze anziani”, il servizio che offre soggiorni estivi agevolati ai cittadini di almeno 65 anni, autosufficienti, non lavoratori, residenti nel Comune di Prato da almeno due anni e con attestazione Isee ordinaria non superiore ai 18 mila euro. Gli interessati in possesso dei requisiti previsti possono rivolgersi sin da ora ad Auser promozione sociale, in via Tintori 35 dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 12.30, portando l’attestazione Isee in corso di validità (con scadenza alla data del 15 gennaio 2019); le iscrizioni resteranno aperte fino all’esaurimento dei posti disponibili. I soggiorni estivi, di durata bisettimanale, si terranno da giugno a settembre in diverse località marine (Tropea, Tarquinia, Cilento, Viareggio e Lido di Camaiore, mare Adriatico), montane (Cutigliano, Abbadia San Salvatore, Predazzo), e termali (Ischia).Il servizio prevede tre fasce di agevolazione.
Fonte: Il Tirreno

TORINO, FESTA DI PRIMAVERA E PREMIAZIONE DEGLI SCRITTORI CREATIVI
Il 16 maggio si è svolta la terza edizione della Festa di Primavera organizzata dall’Auser Provinciale di Torino. L’iniziativa ha avuto un grande successo di partecipazione, con oltre quattrocento soci presenti.
Nel programma della giornata, tra le varie iniziative, si è svolta la
premiazione del “1° Concorso di scrittura creativa”. L’iniziativa ha impegnato
diverse  strutture che hanno invitato i  soci a mettersi in gioco e a raccontare un periodo del loro vissuto compreso tra i venti e trent’anni. Sono stati selezionati dalla giuria quattro testi, che hanno ricevuto un premio e sono stati letti dalle volontarie che li hanno scelti. “Quest’iniziativa rappresenta uno stimolo delle nostre associazioni a costituire gruppi di scrittura creativa per continuare l’esperienza in futuro”, sottolineano i responsabili di Auser Torino.

UN RICONOSCIMENTO DAL COMUNE DI FUSIGNANO (RA) A GIOVANNI GUERRINI VOLONTARIO AUSER
Il sindaco di Fusignano Nicola Pasi, in rappresentanza dell’amministrazione comunale, ha consegnato a Giovanni Guerrini una spilla perché possa «portare la sua Fusignano sempre sul cuore». Si tratta di un riconoscimento pensato per i cittadini  che si sono distinti per aver donato se stessi e il proprio tempo a favore della comunità.
Oltre al primo cittadino erano presenti i volontari del Circolo Auser Volontariato Fusignano, la Presidente di Auser Ravenna Mirella Rossi e il Vicepresidente di Auser Territoriale Ravenna Sergio Frattini. Per Auser Ravenna e in particolar modo per i volontari di Fusignano, questo gesto ha una grandissima importanza, perché riconosce l’impegno quotidiano che tutti loro mettono in tutti i servizi e in tutte le attività dedicate alla comunità.

TORRE SANTA SUSANNA (BR), XXIV EDIZIONE DEL CONCORSO DI POESIA A TEMA LIBERO
Sia rinnova anche quest’anno il Concorso di Poesia S. Maria di Crepacore, giunto alla XXIV edizione. Indetto per la prima volta nel 1995 dall’Amministrazione Comunale con l’intento di valorizzare il sito storico archeologico di Santa Maria di Crepacore, dal 2003 è il Centro Auser Rosanna Benzi di Torre Santa Susanna a promuovere direttamente l’evento.
Il concorso di poesia a tema libero in lingua italiana o in vernacolo è nazionale, possono partecipare tutti i cittadini con un’età superiore ai 14 anni. C’è tempo fino al 30 giugno per inviare la propria poesia, la cerimonia di premiazione è prevista per il 5 agosto presso la chiesa di San Pietro di Crepacore.
Per informazioni sul bando e le modalità di partecipazione: Segreteria Centro Auser R. Benzi g.diviggiano@alice.it 339-7917444.

PORTO VIRO (RO), EMOZIONE PER LA VISITA DEL VESCOVO
Nei giorni scorsi il  vescovo Adriano Tessarollo ha voluto visitare, tra le altre realtà sociali e religiose in calendario, il Centro Auser ricadente nella parrocchia di Scalon in via del Ginepro a Porto Viro (RO).
Una visita breve, informale ma intensa. Il contatto con gli anziani che frequentano la struttura dotata, come è stato fatto sapere all’illustre ospite, di ampi spazi e comode sale per il gioco sia per uomini che per donne e per incontri di varia natura sociale con servizi di bar, lettura di giornali e pure di alcune stanze disponibili ad ospitare qualcuno in caso di emergenze. Con semplicità di intenti l’Auser ha offerto un rinfresco in clima di familiarità. La benedizione finale del Vescovo ha concluso l’incontro con alcune battute che sicuramente hanno ben impressionato tutti.
Fonte: Il Gazzettino


Anziani e dintorni

ISTAT: IL VOLONTARIATO FA BENE AGLI ANZIANI E A CHI È IN DIFFICOLTÀ
Chi vive meglio fa più volontariato. E chi fa volontariato vive meglio. La doppia relazione tra il benessere personale e lo svolgimento di attività gratuite di solidarietà era già nota agli studiosi, ma il 26° rapporto annuale dell’Istat sulla situazione del paese aggiunge due nuovi elementi: più il volontariato è svolto in età avanzata e più si è soddisfatti della propria vita; e più si è in difficoltà, più intense sono le sue ricadute positive. Il rapporto, presentato nei giorni scorsi, è incentrato quest’anno sulle “reti e le relazioni sociali” e analizza in particolare la popolazione alla luce della sua presenza in reti di sostegno (formali e informali), di amicizia, di lavoro, di cultura ecc. Ed uno dei fattori che determina la “situazione” degli italiani all’interno di queste reti, il loro livello di partecipazione e perfino di ottimismo, è appunto l’appartenere o meno a quel 13,2 per cento di persone oltre i 14 anni che hanno svolto (dato 2016) un’attività gratuita negli ultimi 12 mesi. Emerge come la soddisfazione per la propria vita – quando è legata all’attività associativa – cresca al crescere dell’età. Infatti, se tra i ventenni l’impegno non influisce sul grado di tale soddisfazione (che rimane sul 55 per cento in entrambi i casi), lo scarto nel benessere percepito tra chi fa o non fa volontariato arriva a quasi il 21 per cento tra gli ultrasettantenni: 56 contro 35 per cento. L’Istat sottolinea come il fatto di attribuire un valore crescente all’associazionismo con l’avanzare dell’età sia confermato da diversi studi, secondo cui l’impegno a favore degli altri è in grado di contrastare la percezione di solitudine, riduce i sintomi depressivi, migliora le prestazioni cognitive e incrementi il benessere mentale. In altre parole, impegnarsi nel volontariato promuove quello che viene definito “invecchiamento attivo”, contribuendo a “migliorare la qualità della vita una volta che vengano a mancare dimensioni importanti della propria identità, come il ruolo genitoriale (indipendenza dei figli) o quello professionale (pensionamento)”.
Fonte: Redattore Sociale

RICCIONE, LA FIDUCIA AL CENTRO DELL’ASSEMBLEA NAZIONALE ANTEAS
E’ la Fiducia il tema scelto da Anteas – l’associazione dedicata agli anziani promossa dalla Cisl – per la sua Assemblea Nazionale che si terrà a Riccione dal 28 al 30 maggio 2018 presso l’Hotel Mediterraneo. Tre giorni di incontri e dibattito per parlare di fiducia, speranza, visione del futuro, partecipazione. Nella mattinata del giorno 29 è previsto un intervento del presidente nazionale dell’Auser Enzo Costa.
In occasione dell’Assemblea Nazionale verrà inaugurato “Fidò” il gioco teatrale itinerante interamente dedicato alla Fiducia.
Per info: anteas.org

PRESENTAZIONE DEL XVI RAPPORTO NAZIONALE  SULLE POLITICHE DELLA CRONICITA’
Il  Coordinamento nazionale delle Associazioni dei Malati Cronici di Cittadinanzattiva (CnAMC) presenta a Roma il prossimo 29 maggio il del XVI Rapporto nazionale sulle politiche della cronicità “Cittadini con cronicità: molti atti, pochi fatti”. L’evento si  presso il Centro Congressi Cavour – Via Cavour, 50/a, dalle ore 9.30 alle ore 13.30. Il Rapporto sulle politiche della cronicità rappresenta il punto di vista di 50 Associazioni di persone affette da patologie croniche e rare aderenti al Coordinamento e mira a produrre informazione civica, segnalando le carenze con cui si confrontano quotidianamente le persone e ad inserirsi nel dibattito pubblico sulle politiche sociali e sulla sostenibilità del nostro sistema di assistenza sanitaria attraverso l’elaborazione di una piattaforma per la promozione di un sistema di welfare equo, universale e solidale Il Rapporto di quest’anno “Cittadini con cronicità: molti atti, pochi fatti”  partendo da un’analisi del Piano Nazionale della Cronicità (PNC) al fine di verificare quali effetti abbia prodotto sinora in termini di qualità dell’assistenza, mette in evidenza quanto le riforme emanate negli ultimi anni (nuovo modello di assistenza territoriale, nuovi LEA, Piano Nazionale Cronicità) siano rimaste solo sulla carta, se non con sporadici e poco omogenei interventi in singole realtà. Verrà poi dedicato un focus alle difficoltà legate alla cronicità nelle diverse fasce di età (il bambino, l’adulto e l’anziano).
Per info: cittadinanzattiva.it


 Associazionismo Volontariato Terzo Settore

RIFORMA DEL TERZO SETTORE: 16 INSTANT BOOK GRATUITI PER “GUIDARE” IL CAMBIAMENTO
La Riforma del Terzo Settore sta entrando nel vivo e non sono poche le novità previste. Cambiamenti che chiedono un adeguamento dal punto di vista giuridico e fiscale, ma soprattutto un ripensamento e una nuova collocazione di ogni organizzazione all’interno del panorama delineato dalla Riforma. Per accompagnare i “nuovi” enti del Terzo settore (ovvero gli Ets che saranno iscritti nel “registro unico nazionale”) ad affrontare questi passaggi, i sei Centri di Servizio per il Volontariato della Lombardia insieme a CSVnet hanno la realizzato per la collana Bussole sedici instant book gratuiti, ciascuno dedicato ad uno specifico aspetto riguardante la Riforma e le modifiche introdotte dal Codice del terzo settore (D.Lgs. 117/2017).
Questi i titoli dei primi quattro testi, scaricabili dalle sezioni dedicate dei siti di CSV Lombardia e di CSVnet: “Chi sono gli enti di Terzo settore”, “Per chi non è ente del Terzo settore: cosa succede?”, “Le ODV prima e dopo”, “Le APS prima e dopo”.

LIVORNO DICE GRAZIE AI “BIMBI DELLA MOTA”, LA FESTA DEL VOLONTARIATO DEDICATA A LORO
La festa del Volontariato di quest’anno sarà dedicata ai “bimbi della mota”, alle centinaia di ragazzi e ragazze che spontaneamente, all’indomani del terribile nubifragio che ha colpito a Livorno nella notte tra il 9 e il 10 settembre, hanno dato una mano per riportare il più presto possibile la città alla normalità e con secchi e pale hanno svuotato garage e scantinati, hanno raccolto rifiuti, hanno spazzato via il fango dalle strade. A loro è indirizzato l’appello: “Venite a raccogliere il grazie della città, è il vostro giorno”, dice Fiorella Cateni, presidente del Cesvot Livorno. L’appuntamento è sabato 26 maggio dalle 15 alle 20 in piazza Grande. Sarà una festa per grandi e piccini con stand, eventi musicali con la partecipazione di bambini e studenti, video, dimostrazioni di soccorso e animazioni per far conoscere ai cittadini le attività del volontariato livornese. All’inaugurazione parteciperanno il sindaco di Livorno, Filippo Nogarin, Stella Sorgente, vicesindaco di Livorno, Alessandro Franchi, presidente Provincia di Livorno, Riccardo Vitti, presidente Fondazione Livorno e Lorenzo Bacci sindaco di Collesalvetti.  Alle 16,30 una rappresentanza di giovani volontari che si sono impegnati per aiutare i cittadini colpiti dall’alluvione, che ha causato nove morti e decine di milioni di danni, sarà invitata sul palco per ricevere il grazie della città di Livorno e un riconoscimento per l’impegno e la dedizione dimostrata. —
Per info: Lorenzo Galli Torrini Addetto stampa Cesvot Iniziative di Delegazione cell: 333.3222377 e-mail: l.gallitorrini@consulente.cesvot.it. Cristiana Guccinelli Responsabile Settore Comunicazione, promozione e ufficio stampa
Cesvot. comunicazione@cesvot.it – c.guccinelli@cesvot.it cell. 329 3709406

MILANO,  APRE BELL NETT, SPAZIO CONFISCATO ALLE MAFIE E RESTITUITO ALLA COMUNITÀ
Sarà la cooperativa sociale Comin a gestire “Bell Nett” lo spazio di  largo F.lli Cervi  confiscato alla criminalità organizzata e restituito ai cittadini. Con una grande festa di quartiere lo spazio è stato inaugurato il 22 maggio.
Prima di essere confiscato alle mafie lo spazio di largo F.lli Cervi era una lavanderia gestita da un usuraio, e anche da lì viene il nome di “Bell Nett”. Al suo interno troveranno posto laboratori socio culturali, gruppi di auto aiuto per famiglie, servizi di supporto per la genitorialità,  promozione della solidarietà tra famiglie. Fondamentale la connessione con lo sportello We-Mi Venini del Comune di Milano gestito sempre da Comin  e attraverso il quale si intercettano bisogni, desideri e interessi dei cittadini del quartiere. I due spazi si trovano a pochi metri di distanza l’uno dall’altro.
La cooperativa Comin è attiva a Milano dal 1975 con lo scopo di realizzare interventi educativi a favore di bambini e famiglie in difficoltà. Oggi conta oltre 200 soci tra lavoratori e volontari, a cui si aggiungono alcuni lavoratori non soci.
Per info: Ufficio stampa, tel. 0289919890, 339.6731818, www.coopcomin.org
Informazioni sui progetti: Aldo Velardi – aldo.velardi@coopcomin.org – 347.5245680

FONDAZIONE CON IL SUD, APPROVATO BILANCIO E RINNOVATI GLI ORGANI
Il Collegio dei Fondatori della Fondazione CON IL SUD, nella riunione presso l’Acri, ha approvato il Bilancio di Missione relativo al 2017 e il rinnovo degli organi della Fondazione. In undici anni di attività, la Fondazione CON IL SUD ha sostenuto oltre 1.000 progetti per un valore superiore a 191 milioni di euro di risorse private. Nel 2017 sono state finanziate 120 iniziative con oltre 15 milioni di euro, in particolare negli ambiti della valorizzazione dei beni confiscati alle mafie; del contrasto alla violenza sulle donne; del contrasto allo sfruttamento lavorativo e al fenomeno della tratta degli immigrati; dello sviluppo locale e del sostegno alle Fondazioni di comunità meridionali. A questi, si aggiunge il sostegno a progetti cofinanziati con altri enti erogatori negli ambiti del sostegno alle imprese culturali non profit giovanili; della ricerca nell’agroalimentare; dell’educazione dei minori; della presa in carico dei minori stranieri non accompagnati e della prima accoglienza dei migranti. Il 2017 si concluso con un avanzo di esercizio di circa 23 milioni di euro. Lo stanziamento complessivo di risorse per il 2018 è di 17,5 milioni di euro, di cui 16 milioni provenienti dalla destinazione dell’avanzo di esercizio; 1,5 milioni di euro provenienti dalla ri-destinazione di risorse derivanti da fondi per iniziative concluse.
Il Bilancio sarà illustrato alla stampa mercoledì 6 giugno, presso la sede della Fondazione in via del Corso 267 a Roma. In tale occasione sarà presentato anche il primo Bilancio dell’impresa sociale Con i Bambini, nata nel 2016 per attuare i programmi del “Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile” e interamente partecipata dalla Fondazione CON IL SUD.
Al seguente link la nuova composizione degli organi della Fondazione che saranno in carica per 5 anni

SAVE THE DATE, A PARMA IL 7 E 8 GIUGNO CONGRESSO NAZIONALE DELLE FONDAZIONI DI ORIGINE BANCARIA
Giovedì 7 e venerdì 8 giugno 2018 si terrà a Parma il XXIV Congresso Nazionale delle Fondazioni di origine bancaria e delle Casse di Risparmio Spa. I lavori congressuali si svolgeranno presso l’Auditorium Paganini. Il tema di questa edizione à “identità e Cambiamento”. La relazione introduttiva sarà tenuta da Giuseppe Guzzetti presidente di Acri.
Per info: www.acri.it


Agenzia d’Informazione a cura dell’Ufficio Stampa di  Auser Nazionale.
Via Nizza 154 00198 Roma tel. 06/84407725 fax 06/8440.7777

ufficiostampa@auser.it    www.auser.it

 

Tags:
Categorie articolo:
Agenzia d'informazione AUSER

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MENU