Area riservata

Agenzia di informazione Auser – Anno 21 numero 14 – 11 aprile 2018

Scritto da
11 aprile 2018
testata_agenzia

Agenzia settimanale – Anno 21 numero 14 – mercoledì 11 aprile 2018
Agenzia Auser è un servizio d’informazione dell’Auser Nazionale.
Viene inviata via E-mail. E’ inoltre visibile sul sito internet www.auser.it


 AuserInforma

“UNA STORIA NON FINITA: 1948 – 1968 – 2018”. IL 20 APRILE A PADOVA IL CONVEGNO DEDICATO AI CINQUANT’ANNI DAL’68 ED AI SETTANT’ANNI DALL’ENTRATA IN VIGORE DELLA COSTITUZIONE
Si terrà venerdì 20 aprile, dalle 9,30 alle 13,30 presso l’Hotel Crowne Plaza di Padova l’evento “Una storia non finita: 1948 – 1968 – 2018” organizzato dall’Osservatori Pari Opportunità e politiche di genere di Auser Nazionale sui cinquant’anni del 1968 e i settant’anni della Costituzione. Un filo rosso che lega la Costituzione Italiana, nata dalla Resistenza, alle donne Auser e alle lotte di emancipazione delle donne.
Parteciperanno Cristina Obber, scrittrice, giornalista esperta di gender-violence, Liviana Gazzetta, Società Italiana delle Storiche, Lucia Rossi, responsabile Coordinamento donne segreteria Spi-Cgil, Susanna Camusso, Segretaria Generale Cgil.
Nel corso dell’evento sarà presentato e proiettato il cortometraggio “Una storia non finita – Le donne e il ‘68”, realizzato da Idea Comunicazione, con le testimonianze delle volontarie Auser.
Per info: www.auser.it

AL VIA IL PROGETTO DI AUSER LOMBARDIA “I NONNI COME POTENZIAMENTO DELLA COMUNITA’ EDUCANTE A SOSTEGNO DELLE FRAGILITA’ GENITORIALI”
Creare una rete di “Nonne e nonni di comunità” per dare supporto alle genitorialità fragili e valorizzare le risorse che i nonni volontari Auser possono offrire, soprattutto in territori dove i servizi scarseggiano e povertà educativa ed economica si sommano. Una rete di sostegno che metterà radici e durerà nel tempo. È l’obiettivo del progetto promosso da Auser Lombardia “I nonni come fattore di potenziamento della comunità educante a sostegno delle fragilità genitoriali” realizzato nell’ambito del bando per la prima infanzia affidato per la gestione da Fondazione con il Sud all’Impresa Sociale  “Con i bambini”. I nonni sono un sostegno importante nell’organizzazione delle pratiche di cura familiare a cui i genitori attingono per bilanciare le carenze o l’assenza di offerta dei territori. L’idea del progetto nasce proprio da qui, creare una rete di Nonni di Comunità per chi i nonni non li ha, come i bambini di origine straniera o per chi viene da famiglie in difficoltà.
Il progetto  coinvolge quattro regioni: Lombardia, Toscana, Umbria e Basilicata. Vede come capofila Auser Lombardia e una vasta rete di 47 partner tra cui Auser Toscana, Auser Umbria, Auser Basilicata, Università Bicocca di Milano, Università di Firenze, la Fondazione Asilo Mariuccia di Milano, l’Istituto degli innocenti di Firenze, Comuni e cooperative sociali. In tutto sono coinvolti 16 comuni, 4 istituti comprensivi, 8 cooperative, 4 università e istituti di ricerca,1 fondazione e 14 associazioni Auser.
Con l’aiuto dei “Nonni di Comunità”, adeguatamente formati e preparati, i bambini e i loro genitori potranno contare su un accesso ai servizi del territorio più ampio e flessibile con forme di prolungamento dell’orario; i nonni potranno accompagnare i bambini a scuola o al nido. Verranno realizzati spazi gioco e attività di laboratorio in cui le risorse dei volontari Auser potranno affiancare il personale educativo già coinvolto. Le sedi Auser verranno utilizzate per accogliere, informare, creare comunità, organizzare momenti di formazione, informazione sulle tematiche inerenti la cura e la crescita del bambino. Saranno, inoltre, luoghi in cui condividere laboratori e momenti di festa.  Tutti gli interventi saranno finalizzati a  contrastare l’isolamento socio culturale e la povertà educativa delle famiglie e a prevenire il rischio di deprivazione dei bambini.
Il coordinamento e le attività di formazione dei nonni volontari e degli operatori saranno condotti con la collaborazione  di un’equipe del Dipartimento di Scienze Umane per la Formazione dell’Università Milano Bicocca, mentre le attività di valutazione degli effetti del progetto saranno svolte da Asvapp associazione per lo sviluppo della valutazione e l’analisi delle politiche pubbliche. Le attività di documentazione monitoraggio saranno realizzate dall’Istituto degli Innocenti di Firenze.
Il progetto durerà 3 anni, e raggiungerà  una platea di oltre 1000 bambini con le loro famiglie. Il finanziamento previsto supera i 2 milioni e 150mila euro.

EMILIA ROMAGNA, DUE MILIONI DI EURO PER GLI ASCENSORI NELLE CASE POPOLARI
Più ascensori per tutti. O meglio: più ascensori per chi vive nelle case popolari dell’Emilia Romagna.
La Regione è pronta infatti ad investire due milioni di euro per installare ascensori e montascale negli stabili di edilizia residenziale pubblica. Un modo, spiegano da viale Aldo Moro, per combattere il «rischio isolamento di anziani e disabili», più che mai necessario visto che i 6.571 edifici Erp sparsi su tutto il territorio hanno un’età media di 45 anni e che il 30% degli assegnatari è composto da over65.
Auser Emilia Romagna aveva lanciato alcuni mesi fa l’iniziativa “L’ascensore è libertà”, proprio per sensibilizzare le istituzioni su questo tema.
Il problema dell’accessibilità dei piani alti, del resto, è stato messo nero su bianco dai dati dell’ultimo Censimento. «Risalgono al 2011 – spiega il presidente di Auser Emilia Romagna, Fausto Viviani – ma da allora poco è cambiato». Numeri alla mano, quasi il 70% degli stabili residenziali di quattro e più piani è sprovvisto di ascensore, almeno 60 mila palazzi. Una percentuale che schizza alle stelle in provincia di Piacenza, dove su un totale di 73mila e 600 edifici, ben 72mila hanno solo le scale. E anche a Bologna non c’è di che essere felici, visto che in almeno due casi su tre l’inquilino del quarto piano può contare solo ed esclusivamente sulle proprie gambe. «In totale – spiega Viviani – sono circa 40.000 gli anziani che rischiano di non poter uscire di casa. È una stima, ma mi stupisco che fino ad ora se ne sia parlato così poco»
«Anche perché si tratta di un tema universale – sottolinea l’Auser – che non riguarda solo gli anziani e i disabili, ma anche chi si è rotto una gamba o ha figli piccoli».
Il bando, che dovrebbe uscire entro l’estate, è rivolto ai comuni proprietari degli alloggi, i quali potranno avvalersi dell’Acer per effettuare i lavori. La Regione riconoscerà fino all’80% dell’importo complessivo delle opere di adeguamento, che includeranno anche l’abbattimento degli ostacoli presenti in appartamenti o spazi comuni.
Fonte: La Repubblica

LUGO (RA), DALLE FARMACIE COMUNALI UN GESTO DI SOLIDARIETA’ AD AUSER
Presentati i dati dell’iniziativa di solidarietà delle farmacie comunali di Lugo con gli incassi di dicembre 2017.  2400 euro verranno devoluti ad Auser in beneficenza. “Per questa iniziativa delle nostre farmacie comunali, che da quattro anni si rinnova, abbiamo pensato ad Auser per diversi, validi motivi – ha rimarcato l’assessore al Volontariato, Pasquale Montalti -. Anzitutto perché Auser rappresenta il volontariato puro: persone al servizio di altre persone; poi, perché i volontari di Auser si occupano di fasce deboli che non sempre rientrano nella copertura dei servizi sociali. Il loro aiuto è fatto di piccoli gesti quotidiani, come accompagnare un anziano solo a fare la spesa. Senza dimenticare la guardiania che viene offerta da Auser in occasione delle mostre”.
“Ringraziamo Sfera Srl per questa donazione – ha dichiarato Ilva Fiori di Auser -. Abbiamo da poco acquistato una vettura, a metano per ridurre al minimo l’impatto ambientale, e ovviamente i contributi sono importanti per la manutenzione dei nostri mezzi e per permetterci quindi di continuare a dare il nostro servizio”.
Fonte: ravennatoday.it

FELTRE (BL), INCONTRO LETTERARIO PER CONOSCERE BARTALI E COPPI
Mercoledì 11 aprile a Feltre (BL), presso la Saletta Bar – Casa di Riposo in via Belluno 28, si terrà un incontro letterario con Marco Pastonesi, autore dei libri  “I diavoli di Bartali” e “Gli angeli di Coppi”: storie e aneddoti dell’Omino di ferro, del Campionissimo e dei loro gregari.
L’incontro, a partire dalle ore 15, si colloca all’interno delle attività culturali e degli incontri intergenerazionali programmati e organizzati dal Comune di Feltre dal 5 al 15 aprile 2018, nell’ambito dell’evento “W la bici viva”.

FANO (PU), AULA STUDIO APERTA ANCHE DI SERA GRAZIE AI VOLONTARI AUSER
Apertura serale, come nelle capitali europee, per la nuova aula studio al Cubo di San Lazzaro a Fano (PU): domenica e lunedì sarà accessibile fino alle 23. Richiesto da oltre 300 ragazzi, lo spazio sarà gestito da Auser con la collaborazione degli stessi giovani: «L’obiettivo – fanno sapere dall’Amministrazione comunale – è accrescere il senso civico ». Il Comune ha creduto «con entusiasmo a questo progetto realizzato con un impegno economico contenuto ma di qualità e con l’importante collaborazione dell’Auser e il lavoro dei tecnici dei Lavori Pubblici». Il locale di proprietà del Comune è dotato di illuminazione idonea per lo studio, climatizzazione e allaccio per i Pc, ma manterrà la sua funzione polivalente continuando ad ospitare altre iniziative come mostre, incontri e dibattiti. Il nuovo spazio vuole diventare un punto di riferimento per i giovani, ma anche per San Lazzaro con ricadute positive su tutto il quartiere e sulle attività commerciali.
Fonte: Il Resto Del Carlino

LEGNAGO (VR), CORSO GRATUITO PER ASSISTENTI FAMILIARI
Da semplici accorgimenti sull’alimentazione e gli spostamenti in casa, alle nozioni di primo soccorso per evitare che incidenti domestici abbiano conseguenze gravi sugli anziani. E un’attenzione speciale al modo di relazionarsi con le persone della terza età. A Legnago (VR) il Comune ha cercato di trovare una soluzione di fronte alla quota sempre più consistente di popolazione dai capelli grigi – i 6.100 ultra 65enni residenti in città costituiscono ormai il 24 per cento degli abitanti – e al fatto che le famiglie stesse, formate da un numero di componenti sempre più ristretto, faticano a prendersi cura dei congiunti più deboli. Partirà dunque martedì 17 aprile, alle 14.30, nella sede dell’Auser di via XXIV Maggio, il primo corso gratuito per «assistenti familiari: il percorso formativo, realizzato con il finanziamento della Regione, consentirà a 25 residenti, sia di origine italiana che comunitaria, nonché agli stranieri con regolare permesso di soggiorno, di seguire lezioni teoriche ed esercitazioni pratiche per la cura degli anziani a domicilio. Le lezioni saranno tenute da esperti, individuati dal Comune e dall’Azienda sanitaria. Tra questi vi saranno assistenti sociali, psicologhe, infermieri, fisioterapiste e perfino una dietista ed un’esperta di clownterapia. Gli incontri, che si terranno dal 17 aprile al 31 maggio sia all’Auser che all’ospedale, spazieranno dalla conoscenza della struttura dei sevizi sociali e sanitari, alla cura della persona e dell’ambiente domestico, passando per l’assistenza alla mobilità dell’anziano, la gestione della sua alimentazione e le manovre di soccorso basilari.
Fonte: L’Arena di Verona

MANTOVA, PET THERAPY NELLE CASE DI RIPOSO E NEI CENTRI DIURNI, AL VIA UN CORSO ORGANIZZATO DA AUSER
Portare la pet therapy nei centri diurni e nelle case di riposo e dare così alle persone più fragili supporto e affetto. È l’obiettivo di Auser Mantova, che dà il via ad un percorso rivolto a coloro che desiderano divenire conduttori del cane negli interventi assistiti con gli animali o referenti dei progetti che vedono protagonista il pet. Il progetto, che partirà il 5 maggio, vede tra i partner Forma, il Poma, Aspef, fondazione Mazzali e associazioni tra cui Amico Cane e Il Girasole. Il percorso completo ha una durata di due anni. Si parte il prossimo mese con i cinque incontri del corso propedeutico: 22 ore di lezioni teoriche al sabato alle 8.30 nella sede di Forma in via Gandolfo 13. La pet therapy si basa sul rapporto e sulla sinergia uomo-animale. Non importa la razza ma il temperamento del cane – spiega il presidente di Auser Mantova Edoardo Chiribella. “A chi si iscrive chiediamo di dedicare i successivi tre anni dall’idoneità ad interventi di volontariato”.
A settembre si prosegue con la seconda fase in due filoni: corso base per coadiutore del cane (56 ore) e per responsabile e referente degli interventi (40 ore).
Fonte: gazzetta di Mantova

“ABITARE CONTEMPORANEO”, A PALERMO CONVEGNO SULLA CONDIZIONE ABITATIVA DEGLI ANZIANI
Venerdì 13 aprile  a Palermo si terrà il convegno “Abitare contemporaneo”, sul tema della condizione abitativa degli anziani, presso la Galleria d’arte moderna in via Sant’Anna, a partire dalle 9.30.
Dopo l’intervento introduttivo di Giuseppe Romancini, presidente di Auser Palermo, i saluti di Giuditta Petrillo, presidente del CeSVoP e la comunicazione di Claudio Falasca, direttore di Abitare e Anziani, ci saranno gli interventi del sindaco di Palermo Leoluca Orlando, di Concetta Balistreri, segreteria generale Spi-Cgil Palermo, Franco Miceli, presidente Ordine degli architetti di Palermo ed Enzo Campo, Segretario generale Cgil Palermo.
Presiede Pippo Di Natale, presidente di Auser Palermo. Le conclusioni saranno di Marco Di Luccio della presidenza nazionale Auser.

TAVARNELLE E BARBERINO (FI), PRIMAVERA CON AUSER
Con il mese di aprile sono iniziate una serie di nuove attività promosso da Auser Insieme.  Dal 4 tante gite e visite guidate  con il programma di “Primavera insieme a noi”, escursioni culturali settimanali che finiranno a giugno alla scoperta delle meraviglie della Toscana; mentre il giorno 5 si è svolta la presentazione del programma delle vacanze estive e dei viaggi culturali; infine l’11 aprile inizierà il 5° corso di informatica di base “Due generazioni “insieme” alla conquista del web” . Un nutrito programma nello spirito dell’Invecchiamento attivo di questo circolo culturale Auser che ha saputo conquistarsi il Bollino Verde di qualità.

MONTEPULCIANO (SI), UNA PAGINA TIRA L’LATRA
In occasione della “Giornata Internazionale del libro e del diritto d’autore”, la Biblioteca Archivio “ P. Calamandrei” di Montepulciano e l’Auser Sant’Albino organizzano l’iniziativa “una pagina tira l’altra” con apertura non-stop della sede dalle ore 10.00 alle 20.00 e letture di brani liberamente scelti.  Partecipano: Silvia Calamandrei, Paolo Cappelli, Giordano Cioli, Gabriella Milani (che presenta “Il sapore dei ricordi” Ed. Rossi),  Giovanna Vivarelli, Anpi di Montepulciano, “Amica donna”, Silvia Dragoni  dell’Associazione “Nati per leggere”.
Alle 15.30 l’Associazione “Amica donna” presenta un incontro con Lorenzo Gasparrini, autore del libro “Diventare uomini. Relazioni maschili senza oppressioni”.                                       Sull’argomento letture e riflessioni ad alta voce.
Per la ricorrenza, il dono di un libro a tutti gli intervenuti.
Per info:  santalbino@auser.siena.it     cell.  3421743986

LUCCA, CORSO DI MOTIVAZIONE AL BENESSERE
Presso la sede Auser di via Mordini a Lucca, lo scorso 5 aprile  si è tenuto il primo appuntamento del corso dedicato al funzionamento della mente. Per tutto aprile ogni giovedì pomeriggio, i partecipanti si addentreranno nei meccanismi che regolano il funzionamento della mente.
Gli obiettivi del Corso sono: acquisire un corretto atteggiamento mentale, apprendere il modo per rilassarsi, rafforzare la propria autostima, imparare a gestire le emozioni negative, controllare gli stati d’ansia e lo stress, imparare a fare delle scelte consapevoli e progettare il proprio futuro, controllare i pensieri disturbanti e le paure, imparare a liberarsi dalle abitudini non salutari, imparare a stare bene nella vita di tutti i giorni. Non si tratta di conferenze ma di un vero percorso  organico con temi e tecniche strettamente legate tra di loro.
Per info: tel.0583.496026; cell. 320.0648518.

TRANI: PONTE TRA GENERAZIONI CON IL PROGETTO PLAN
Si è concluso nei giorni scorsi il secondo Transnational meeting tenutosi a Trani per promuovere il progetto Erasmus+ PLAN realizzato da sei organizzazioni provenienti da Italia, Cipro, Spagna, Regno Unito e Bulgaria. Il tutto è stato possibile grazie al coinvolgimento diretto dell’Associazione di Promozione Sociale tranese, Petit Pas, e all’ospitalità e partecipazione di altre realtà locali interessate al progetto, l’associazione di volontariato Auser Trani e il coworkingspace Co-labory. Grazie a PLAN si è creata un’interazione positiva fra generazioni differenti, gli anziani che hanno manifestato la volontà di fungere da mentori e i giovani NEET che hanno accettato la sfida di rimettersi in gioco. Il progetto Plan non si esaurisce qui, il lavoro continuerà per raggiungere l’obiettivo che la partnership si è posta, creare un “ponte” tra generazioni favorendo la partecipazione consapevole e volontaria alla vita civile e sociale.

I 20 ANNI DI AUSER SCANDICCI (FI)
Auser Scandicci compie 20 anni e il prossimo 14 aprile si terrà un grande evento popolare per festeggiare l’associazione, i suoi volontari e quanto fa nel territorio. L’appuntamento è alle 15.00 presso il Castello dell’Acciaiolo con la partecipazione di Enzo Costa presidente nazionale Auser, Sandro Fallani sindaco di Scandicci, Stefania Saccardi assessore alla sanità della Regione Toscana, Raffale Atti segretario nazionale dello Spi Cgil e Mario Bartalucci presidente di Auser Scandicci.

VIAGGIO DELLA MEMORIA CON ANPI,  AUSER  E SPI CGIL DI LUCCA
Dal 28 al 30 aprile viaggio della memoria a cavallo delle due guerre. Prima tappa nella città di Gonars ( Udine), dove, nel 1941, fu costruito l’omonimo Campo di concentramento in cui furono internati migliaia di civili, rastrellati nei territori della Jugoslavia, occupati dall’esercito italiano. Nel 1973, le Autorità Iugoslave costruirono un Sacrario, all’interno del Cimitero cittadino, opera dello scultore Miodrag Živković e in due Cripte, vi furono poi trasferiti i resti di 453 cittadini sloveni e croati che nel Campo avevano trovato la morte. Altra importante tappa la foiba di Basovizza, in origine un pozzo minerario, ma nel maggio del 1945 divenne un luogo di esecuzioni sommarie per prigionieri, militari, poliziotti e civili, da parte dei partigiani comunisti di Tito. Il viaggio prevede una sosta storico culturale nella città di Trieste. Fra i monumenti di maggior rilievo ricordiamo: Borgo Teresiano, Piazza Unità d’Italia, Teatro Romano, ghetto ebraico, chiesa ortodossa. Si visiterà la Risiera di S. Sabba e il suo museo, dichiarati nel 1965 Monumento Nazionale, tristemente nota per essere stato l’unico campo di sterminio nazista su suolo italiano. In anni precedenti era uno stabilimento per la pilatura del riso ma nel 1943 fu occupato dalle SS che vi deportarono Ebrei, dissidenti politici, Partigiani Slavi destinati ai Campi di Auschwitz e Dachau ma dal giugno del 1944 fu attivo un forno crematorio che trasformo il  Campo da “ concentramento a “Campo di sterminio“. L’ultimo giorno del viaggio sarà dedicato alla visita al Sacrario di Re di Puglia, inaugurato nel 1938, custodisce le salme di 100.000 caduti della Grande Guerra. Su ventidue gradoni sono disposte le salme dei 39.857 caduti identificati e di 60.330 Caduti Ignoti. Il viaggio si concluderà con la visita ad Aquileia e Grado. La quota di partecipazione è di 210 euro. Per info: Spi Cgil Emanuela Bianchi cell 340-3530810; Anpi Ciucci Rosalba cell 340- 5062529 – 334-2862055; Auser Dino Braga cell. 32006485182.

BENEVENTO, UN INCONTRO PER CONOSCERE LA SCLEROSI MULTIPLA
L’Aism (Associazione Italiana Sclerosi Multipla), sezione di Benevento, prosegue con gli incontri informativi sul territorio, dedicati alle persone con SM. Un nuovo appuntamento, aperto alla cittadinanza si terrà venerdì 13 aprile dalle 17 nella sala Auser del Palazzo del Volontariato, al viale Mellusi di Benevento.
Il tema sarà ”Sclerosi Multipla e maternità” e sono previsti i saluti di apertura del presidente AISM di Benevento, Ugo Dell’Unto.
A seguire una relazione affidata a Luciana Ciannella, neurologa, componente del Consiglio dell’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Benevento.
Infine spazio al dibattito con le domande del pubblico ed un aperitivo di chiusura.
Fonte: beneventoforum.it

I NUMERI DI AUSER PARMA: OLTRE 400MILA PRESTAZIONI
Auser volontariato Parma gode ottima salute: per rendersene conto basta uno sguardo ai numeri snocciolati dal presidente Arnaldo Ziveri, che ha presentato il bilancio consuntivo dell ‘ anno 2017 all’assemblea dei soci: 2100 soci, di cui 1720 volontari in attività, 44 Comuni della Provincia e 30 enti pubblici convenzionati, con un bilancio consuntivo di 1.815.000 euro, praticamente in pareggio, approvato all’unanimità. Il tutto si è concretizzato in 434.232 prestazioni erogate dai volontari, in lieve aumento rispetto all’ anno precedente, che consistono nell’attività di accoglienza e informazione nelle Case della Salute e all’ospedale Maggiore, nel presidio costante del parcheggio ospedaliero in via Volturno (ottimo deterrente contro il fastidioso fenomeno dei posteggiatori abusivi), e ancora con i nonni vigili davanti alle scuole, l’assistenza al trasporto sugli happy bus, la vigilanza nelle palestre comunali e le attività rivolte al mondo della terza età. Grazie ai volontari Auser, poi, è stato possibile, oltre che fornire informazioni ai turisti nel centro di Parma e presidiare i musei in convenzione, tenere aperto nei weekend da gennaio a marzo il castello di Torrechiara . «Il nostro fiore all’occhiello ha sottolineato il presidente è però il progetto Filo d ‘ Argento, interamente finanziato da Auser, per contrastare solitudine ed emarginazione. Fra Parma e Fidenza, nel 2017 abbiamo effettuato 8176 trasporti di persone in difficoltà per le loro incombenze quotidiane, e poi abbiamo partecipato alla gestione degli Empori solidali e della portineria in via Olivieri. E con il complesso dei Brontoloni abbiamo fatto sorridere tanti anziani nelle case protette. Infine, con Federconsumatori e Cgil abbiamo in atto un progetto per mettere in guardia i cittadini contro le truffe e un’indagine sul la salute, dalla quale si evince che purtroppo molte persone rinunciano a visite specialistiche e cure odontoiatriche per mancanza di risorse».
Fonte: Gazzetta di Parma

OSTIGLIA (MN), GLI STUDENTI INSEGNANO AGLI ANZIANI AD UTILIZZARE SMARTPHONE E COMPUTER
Un corso di informatica rivolto alle persone anziane per imparare l’uso di smartphone e computer con lezioni impartite da un professore coadiuvato da tutor e giovani studenti delle scuole superiori. L’iniziativa è stata presentata venerdì scorso al liceo Galilei di Ostiglia (MN), e si colloca nel più ampio progetto “Network For Family”, finanziato dalla Fondazione Cariverona della durata di tre anni, che sarà gestito dall’Auser regionale, ma rivolto alle persone anziane della provincia di Mantova. Il progetto Network for Family si sviluppa su cinque filoni: la videotelefonia, i corsi di informatica, la pet terapy, la prevenzione salute, l’ottimizzazione della gestione dei trasporti protetti. Gli scopi del progetto, di cui fa parte una quarantina di partner, tra cui Ats, Asst, Comuni, Centri Auser, Istituti scolastici, Piani di Zona, sono: il contrasto alla solitudine, il rafforzamento del rapporto intergenerazionale, l’ottimizzazione della gestione degli accompagnamenti protetti. «Penso – sottolinea Sergio Rossi, presidente dell’Auser di Ostiglia – che il progetto, su un territorio di 400mila abitanti di cui un 100 mila di anziani, possa costituire una buona opportunità per le comunità locali». Il corso di informatica si terrà a Ostiglia, nella sede del liceo galileo Galilei, con cui Auser ha instaurato una collaborazione. Sarà tenuto da un insegnate di informatica dell’istituto con l’ausilio degli studenti. Al corso (gratuito), con inizio a metà a aprile, saranno ammessi venti iscritti.
Fonte: Gazzetta di Mantova


 Associazionismo Volontariato Terzo Settore

#CONIBAMBINI: A CATANIA PER UNA NUOVA IDEA DI CITTA’
Mercoledì 11 aprile sesta tappa della manifestazione nazionale #Conibambini- Tutta un’altra storia. L’appuntamento è alle ore 10 presso l’aula consiliare del Comune di Catania: “Con i bambini a palazzo di città”, consiglio comunale autogestito dagli studenti catanesi per parlare di periferie, povertà educativa e comunità educante.
Nel corso della mattinata, circa 60 ragazzi provenienti da diverse scuole racconteranno la loro idea di città partendo dalle tre parole chiave. In particolare sul loro modo di vedere le periferie, di come la povertà educativa incide nella crescita e nel futuro dei minori e l’importanza di una comunità educante a Catania e nell’hinterland, cosa si può fare, insieme, per contrastare il crescente fenomeno della povertà anche nel capoluogo etneo. A fare i saluti saranno il sindaco di Catania Enzo Bianco e il presidente di Fondazione Sicilia Raffaele Bonsignore. Ad ascoltare i ragazzi e illustrare le finalità del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile sarà Giuseppe Schena, consigliere di amministrazione di Con i Bambini e presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Carpi. I protagonisti saranno i ragazzi e il loro modo di vedere il mondo, ascoltati anche dalle associazioni e dalle scuole del territorio, dalla comunità educante. “L’obiettivo generale della campagna #Conibambini – Tutta un’altra storia- spiega Carlo Borgomeo presidente dell’impresa sociale Con i Bambini-  è promuovere i temi legati al Fondo per il contrasto alla povertà educativa minorile incontrando le comunità educanti dei territori (scuola, famiglia, terzo settore, fondazioni, università, giovani, ecc) per ascoltarle e condividere con loro idee e buone pratiche di alleanze educative peri contrastare il fenomeno della povertà. Un viaggio in sette tappe, da Nord a Sud, che ha come scopo quello di fare emergere e condividere le buone prassi nate nei territori come esempio a livello nazionale, e allo stesso tempo le criticità e i bisogni di quella generazione talmente liquida da sembrare invisibile”. In particolare la campagna si concentra su tre parole chiave, sui concetti multidimensionali di povertà educativa minorile, comunità educante, periferie.

TORNA “OPERA TUA” DI COOP ALLEANZA 3.0, IL PROGETTO CHE SOSTIENE L’ARTE E I SAPORI DEL TERRITORIO
Nei punti vendita di Coop Alleanza 3.0 torna “Opera tua”, il progetto che sposa due eccellenze del Belpaese: cibo e arte. Da aprile, infatti, al tour enogastronomico tra le specialità delle regioni italiane “Sapori, si parte!” si unisce, per il secondo anno, l’iniziativa con cui la Cooperativa sostiene il restauro di capolavori da salvare. Il percorso si snoda in 8 tappe, fino a novembre: ogni mese i prodotti di un territorio vengono valorizzati nei negozi e, in parallelo, due gioielli artistici della stessa zona vengono proposti ai soci che, con il loro voto, determinano a quale opera destinare i fondi per il recupero. Per il 2018, l’investimento di Coop Alleanza 3.0 per il recupero delle opere ammonta a 150 mila euro: un sostegno coerente con l’impegno della Cooperativa per la cultura come veicolo di coesione sociale. Una peculiarità del progetto è il legame con il territorio, con l’individuazione di opere espressione della cultura delle diverse aree e realizzate da artisti legati alle varie regioni. Una gamma di capolavori che sintetizzano la multiforme produzione artistica italiana nei secoli: dal monumento al dipinto di personaggi illustri, dalle pale nelle chiese ai dipinti dedicati ai santi patroni, dal pezzo unico in argento al sarcofago, dalle statue lignee dell’arte popolare alle chiese rupestri di Matera, dai codici malatestiani alla pietà del battistero di San Marco e l’opera in terracotta di Ravenna. Si parte con le specialità di Puglia e Basilicata e due capolavori dedicati a San Nicola, una delle figure più amate di queste regioni: la tempera su tavola del XIII secolo “San Nicola e storie sulla sua vita” (Pinacoteca Metropolitana di Bari) e l’olio su tela del XVIII secolo “San Nicola con Adeodato e i tre fanciulli” (chiesa di San Nicola Trimodiense di Andria).
Per votare l’opera da restaurare basta andare sul sito di Coop Alleanza 3.0


Agenzia d’Informazione a cura dell’Ufficio Stampa di  Auser Nazionale.
Via Nizza 154 00198 Roma tel. 06/84407725 fax 06/8440.7777

ufficiostampa@auser.it    www.auser.it

Tags:
Categorie articolo:
Agenzia d'informazione AUSER

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MENU