Area riservata

Agenzia di informazione Auser – Anno 20 numero 43 – 29 novembre 2017

Scritto da
29 novembre 2017
testata_agenzia

Agenzia settimanale – Anno 20 numero 43 – mercoledì 29 novembre 2017
Agenzia Auser è un servizio d’informazione dell’Auser Nazionale.
Viene inviata via E-mail. E’ inoltre visibile sul sito internet www.auser.it


 AuserInforma

SAVE THE DATE. A ROMA IL 15 DICEMBRE LA CELEBRAZIONE DEI 20 ANNI DEL FORUM DEL TERZO SETTORE. L’AUSER FRA I SOCI FONDATORI
Il prossimo 15 dicembre verrà celebrato a Roma il ventennale della costituzione del Forum Nazionale del Terzo Settore. All’iniziativa sono stati invitati il Ministro del Lavoro Poletti, il Sottosegretario Bobba e il Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni. I lavori si terranno presso il Centro Congressi Frentani in Via Frentani 4/a dalle ore 10.00 (registrazione dei presenti a partire dalle ore 9.00) e si concluderanno con il pranzo. L’Auser che ha partecipato attivamente alla nascita e allo sviluppo del Forum, sarà presente con una numerosa delegazione.

ALATRI (FR), NASCE LA CASA RIFUGIO PER DONNE VITTIME DI VIOLENZA
E’ stato presentato sabato 25 novembre ad Alatri (FR) il progetto “Casa rifugio per donne vittime di violenza”. Un’idea, di cui Auser è partner, mirata alla realizzazione nel territorio di una casa rifugio, ad indirizzo segreto per donne vittime di violenza e maltrattamento e per i figli minori; un alloggio sicuro, con beni di prima necessità e soprattutto per sentirsi protette rispetto all’uomo maltrattante e abusante. Si è parlato anche della importante anzi, fondamentale sinergia tra enti: Comune di Alatri, Distretto A, Auser, coop Altri Colori e Carabinieri se uniscono le forze possono contrastare questo fenomeno gravissimo con più efficacia che non da soli. Un modo di accompagnare la donna lungo un continuum che va dalla presa di coscienza delle dinamiche interpersonali alla base della violenza di genere dell’accettazione passiva di essa fino alla capacità di scegliere, decidere, riscoprire i propri bisogni e di autodeterminarsi in maniera nuova e sana. Questo processo rappresenta una sfida per gli addetti ai lavori del sociale e non può compiersi se non tramite una rete di istituzioni che si integrino e parlino lo stesso linguaggio. La Casa-rifugio arricchirà l’offerta socio-assistenziale già esistente sul territorio, rappresentando così una risorsa importante per le donne che vivono questo dramma.
Fonte tg24.it

25 ANNI DI AUSER PARMA: 400 MILA PRESTAZIONI IN UN ANNO
II Auser Parma spegne le sue prime 25 candeline e si presenta alla città come un vero e proprio impero della solidarietà. Lo dicono le cifre, snocciolate con orgoglio dal presidente Arnaldo Ziveri in un affollatissimo incontro alla sala Righi, dove c ‘ è stato un ideale prolungato abbraccio fra i volontari e i sindaci e assessori dei 44 comuni della Provincia che si avvalgono della collaborazione dell’ associazione. Eccoli i numeri: 2.000 soci, di cui 1.580 in attività, oltre 100 convenzioni in atto con enti locali, aziende sanitarie, scuole, Università e altri enti, 400.000 prestazioni effettuate nel 2016 in assistenza, tutela dell ‘ ambiente, attività educative, informazioni al pubblico, accompagnamento ai turisti, attività culturali e vigilanza negli impianti sportivi.  A Parma e Fidenza è attivo inoltre il Filo d ‘ Argento, un servizio di mobilità gratuito per anziani soli e disabili, realizzato in proprio da Auser, che ha trasportato 650 persone per un totale di 9.000 servizi in un anno, con 6 vetture che hanno percorso 100.000 chilometri, al quale si aggiungono le collaborazioni alla portineria solidale in via Olivieri e all’ emporio s lidale, oltre al “Riuso” a Colorno e  all’ “orto di classe” a Sorbolo. Al venticinquennale di Auser Parma ha partecipato il presidente nazionale Enzo Costa.
Fonte: La Gazzetta di Parma

SORGA’ (VR), UN AMBULATORIO PER ANZIANI FRAGILI
Nella convenzione sottoscritta tra il Comune di Sorgà (VR) e l’Ulss 9 Scaligera, il servizio, attivato in questi giorni a Sorgà, è definito come «Ambulatorio per anziani fragili». «In sostanza», sottolinea il sindaco Mario Sgrenzaroli, «si tratta di un servizio ambulatoriale gestito da due ex infermieri professionali, ora in pensione, abilitati dall’Ulss 9, che provvedono ai prelievi di sangue, alle piccole medicazioni e ad altre prestazioni per persone, specialmente anziani, affette da patologie legate all’età ma anche da malattie croniche». L’ambulatorio ha come referente medico la dottoressa Francesca Andriolo, che comunque svolge nella stessa sede il servizio tradizionale di medico di base per due giorni alla settimana, il martedì mattina e il giovedì pomeriggio. Si ripristina così un importante servizio, che era assente nel capoluogo dopo il trasferimento dell’ultimo medico di base avvenuto oltre un anno fa. L’ambulatorio è stato ricavato in un locale di proprietà del Comune all’interno dell’ex scuola materna, in piazzetta Don Alberto Gaspari. Il servizio di ritiro e consegna dei referti al punto prelievi di Nogara, e gli eventuali spostamenti di anziani, è effettuato dai volontari dell’Auser locale di cui anche i due ex infermieri fanno parte. «Si tratta del primo ambulatorio di questo tipo attivato nel distretto sanitario di Legnago ed è il secondo in tutta l’Ulss 9», osserva con soddisfazione il sindaco. La convenzione stipulata avrà durata annuale e sarà tacitamente rinnovabile.
Fonte: L’Arena

TRAVO (PC), UN INCONTRO PER PARLARE DI ALZHEIMER
Una dimenticanza improvvisa, un concetto che non trova più la parola giusta per essere espresso, un generale senso di confusione mentale. Come fare per riconoscere se possano essere sintomi del morbo di Alzheimer, che colpisce centinaia di migliaia di anziani italiani? E come difendersi per tempo? Se ne parla questa  sera a Travo (PC) nel nuovo incontro del circolo Auser “Verde Valle” dedicato all’invecchiamento e aperto a tutta la popolazione. L’appuntamento è alle 21 alla sede Auser del paese, nelle sale del castello Anguissola. Sarà presente in veste di relatrice la dottoressa Michela Ferri, coordinatrice della struttura per anziani “Ceresa” di San Giorgio. Con lei, ci sarà il dottor Renato Zurla, già autore di libri dedicati proprio all’invecchiamento “sano”.

“AIUTATECI AD AIUTARE”: IL MERCATINO DI NATALE DI AUSER TRENTO
Il Centro Auser Trento organizzerà all’interno dei locali messi a disposizione dalla Fondazione Caritro, in via Garibaldi n. 33, a Trento, dal 28 novembre al 5 dicembre 2017, un mercatino di Natale.
Il nome dell’evento, «Aiutateci ad aiutare 2017», trae ispirazione dal motto di Centro Auser.
Si tratta di una iniziativa patrocinata dalla Provincia e dal Comune di Trento, finalizzata a diffondere la conoscenza del ruolo svolto dall’Associazione e al reperimento di fondi necessari per incrementarne l’attività.
L’orario giornaliero di apertura sarà continuato, dalle ore 10.30 del mattino alle 18 pomeridiane.
Le volontarie e i volontari del Centro, con lo spirito collaborativo e la generosità che li contraddistinguono, garantiranno infatti la loro presenza per tutto il periodo di apertura.
Fonte: ladigetto.it

LA PACE E’ UN UTOPIA? IL CONVEGNO A CAMPI BISENZIO (FI)
Auser Volontariato di Campi Bisenzio (FI) organizza il giorno 2 dicembre il convegno “La pace è un’utopia?” nella Limonaia di Villa Montalvo. Il dibattito coinvolgerà Padre Ernesto Balducci, Prof. Giorgio la Pira, Don Lorenzo Milani. Il programma prevede alle ore 15,30, la presentazione dell’iniziativa da parte di Ornella Mercuri, Presidente Auser Campi Bisenzio, la proiezione del film “L’uomo planetario. L’utopia di Ernesto Balducci”, regia di Federico Bondi. Alle ore 17 inizierà una tavola rotonda con la partecipazione di Aldo Bondi saggista, Fr. Aessandro Cortesi – Fondazione Giorgio La Pira, Lauro Seriacopi – Fondazione Don Lorenzo Milani, Luigi Ricci – Assessore alle Politiche sociali e della salute del Comune di Campi Bisenzio.
Fonte: Firenze Today

CECINA (LI), UN RICONOSCIMENTO AI RICHIEDENTI ASILO IMPEGNATI NEL VOLONTARIATO
Il sindaco di Cecina (LI)Lippi e l’assessore al sociale Lia Burgalassi hanno consegnato attestati di riconoscimento ai richiedenti asilo chi si sono dedicati con impegno e costanza alle iniziative volontarie. Ai ragazzi che hanno dimostrato maggiore costanza e dedizione, rispetto degli orari e delle regole, l’amministrazione ha voluto consegnare un attestato di riconoscimento simbolico: le iniziative volontarie di manutenzione e pulizia hanno preso il via ad ottobre 2016 e hanno visto la partecipazione di una ventina di giovani, a rotazione. I ragazzi, suddivisi in squadre e seguiti da volontari Auser, hanno realizzato diversi interventi a partire dalla rimozione degli aghi di pino dalla zona industriale di San Pietro in Palazzi. Le iniziative hanno poi riguardato la pulizia delle piste ciclabili e la sistemazione dei mattoncini e alla rimozione della sporcizia nei fossi laterali. Nel corso dell’estate sono state imbiancate numerose scuole del comprensorio.
Fonte: La Nazione

REGGIO EMILIA, AUSER E CGIL RICORDANO BRUNO TRENTIN NEL DECENNALE DELLA SCOMPARSA
Auser e Camera del lavoro di Reggio Emilia hanno ricordato nei giorni scorsi Bruno Trentin, il grande sindacalista morto 10 anni fa. Nella Sala Di Vittorio di via Roma è stato presentato il libro che raccoglie i diari di Trentin del periodo compreso tra il 1988 e il 1994, cioè gli anni nei quali Trentin fu segretario nazionale della Cgil. Sono intervenuti tra gli altri Gianni Rinaldini, presidente della Fondazione Sabattini, Guido Mora, segretario provinciale della Cgil e il presidente nazionale dell’Auser Enzo Costa.

MILANO, ALLA RICERCA DI NUOVI NONNI VIGILE
L’obiettivo è aumentare il numero di volontari «Nonni amici» sul territorio di Milano che oggi sono 310 e che da 17 anni supportano le famiglie e la polizia locale all’ingresso e all’uscita da scuola, coprendo tutti i quartieri della città (periferia sud compresa). Occhi vigili, una mano per attraversare la strada, una forza in più contro automobilisti indisciplinati. Per questo il Comune ha approvato le linee di indirizzo per il prossimo progetto ad hoc: verranno stanziati 234.900 euro per ampliare il numero di volontari e delle scuole che usufruiranno della loro presenza, allargando al terzo settore la possibilità di svolgere questo particolare «servizio di vigilanza» fuori dagli istituti. Il servizio è fornito da Auser, Antes e Ada. Tra gli obiettivi del progetto c’è anche quello di garantire ai volontari una partecipazione attiva alla vita sociale, anche entrando nelle scuole per raccontare le proprie esperienze di vita ai più piccoli.
Fonte: Il Giorno


Dal Sindacato

CGIL,  MOBILITAZIONE IL  2 DICEMBRE 2017    
L’Auser aderisce e partecipa alla mobilitazione organizzata dalla Cgil il prossimo 2 dicembre nelle piazze di Roma, Torino, Bari, Palermo e Cagliari. “Il confronto Governo-Sindacati sulla previdenza non ha prodotto risultati soddisfacenti – sottolinea il presidente nazionale Enzo Costa – La proposta dell’Esecutivo, infatti, ignora completamente l’obiettivo di garantire fin da subito anche ai giovani una prospettiva pensionistica, l’ampliamento della flessibilità in uscita per tutti i lavoratori, il rafforzamento della previdenza complementare nel settore privato. Inoltre il Governo ha proposto un intervento del tutto marginale che si rivolge ad una platea inferiore al 5% del totale dei lavoratori”. Prendendo atto dell’indisponibilità del Governo a modificare l’impianto della sua proposta, la Cgil ha deciso di proseguire e rafforzare la mobilitazione per sostenere le richieste presentate unitariamente dal sindacato e per chiedere al Parlamento di recepirle con la prossima Legge di bilancio.
Per info: cgil.it


Anziani e dintorni

VIA LIBERA AL FONDO PER I CAREGIVER: 60 MILIONI IN TRE ANNI
La commissione Bilancio del Senato ha approvato nei giorni scorsi all’unanimità l’emendamento alla manovra a prima firma di Laura Bignami, sottoscritto da tutti i gruppi, che istituisce un fondo per i “caregiver'”  le persone che si prendono cura dei familiari non autosufficienti. Nel triennio 2018-2020 il fondo ha una dotazione di 60 milioni di euro, 20 milioni l’anno ln l’anno. “Per caregiver – sottoliena la senatrice Annamaria Parente, capogruppo del Pd nella Commissione Lavoro – si intende chi assiste e si prende cura del coniuge, di una delle parti dell’unione civile tra persone dello stesso sesso o del convivente di fatto o anche di un famigliare entro il terzo grado che, a causa di malattia, infermità o disabilità, non sia autosufficiente e in grado di prendersi cura di se’. Nel 75% dei casi caregiver è donna”. ” Ora – prosegue –  la nostra battaglia sui temi sociali continua con il rifinanziamento del fondo per il ‘Dopo di Noi”.
E’ stata una battaglia comune e sarebbe scorretto rivendicarne la paternità per fini politici o elettorali”, ha commentato in una nota la senatrice Laura Bignami del Movimento X prima firmataria dell’emendamento sul Caregiver familiare.
Fonte: Redattore Sociale

EMILIA ROMAGNA, L’ALGORITMO RISKER CHE VIENE IN AIUTO DEGLI ANZIANI FRAGILI
Assistere le persone anziane, ma soprattutto riconoscere attraverso strumenti innovativi la fragilità, non solo sanitaria, per prevenirla; cercando di raggiungere anche i più soli, coloro che non frequentano i servizi sanitari e sociali e, quindi, non sono facilmente intercettabili. Questo l’obiettivo di Sunfrail, il progetto europeo coordinato dalla Regione Emilia-Romagna che, dopo la Commissione, anche il Parlamento ha voluto conoscere e approfondire. Perché, in un’Europa dove la popolazione invecchia, il progetto è stato individuato tra le due “storie di successo del programma sanità” dell’Unione, assieme ad un secondo dedicato alle malattie rare. Così, i risultati di Sunfrail sono stati illustrati a Bruxelles a parlamentari europei, funzionari delle istituzioni Ue e stakeholder di settore.
Tra i diversi strumenti innovativi per identificare la fragilità dell’anziano che fanno parte del progetto Sunfrail, spicca l’algoritmo “RiskER”, sviluppato dall’Agenzia sanitaria e sociale dell’Emilia-Romagna con la Jefferson University di Philadelfia (Usa): una procedura statistica che, combinando oltre 500 variabili demografiche e di salute, permette di intervenire in modo precoce per predire, quindi ridurre, il rischio di ammalarsi e di essere ricoverati in ospedale. A partire da qui, la Regione ha sviluppato un percorso di presa in carico delle persone più a rischio, che si sta svolgendo in 25 Case della salute, con il coinvolgimento di quasi 16.000 cittadini e 221 medici di famiglia. La buona pratica RiskER  si affianca a quelle individuate dai gruppi di lavoro – con i partner delle Regioni Piemonte e Liguria, l’Azienda ospedaliero-universitaria Federico II della Campania e le istituzioni di Francia, Belgio, Irlanda, Spagna, e Polonia – che si traducono in strumenti per riconoscere e prevenire la fragilità negli anziani, cercando di intercettare le persone più sole, quindi al di fuori dei percorsi sociosanitari offerti dai servizi, e più vulnerabili dal punto di vista socio-economico. Anche coinvolgendo il territorio, come associazioni di volontariato, centri per gli anziani e parrocchie.
Fonte: Regione Emilia Romagna

A SCUOLA DI CUCINA CON IL PARKINSON
Insegnare alle persone con il Parkinson le strategie per un’alimentazione sicura e consapevole è l’obiettivo del progetto ‘A scuola di cucina con il Parkinson‘, presentato all’Inrca di Ancona in occasione della Giornata nazionale dedicata alla malattia.
Il progetto, nato dalla collaborazione tra Inrca, Istituto alberghiero Nebbia di Loreto e l’associazione Parkinson Marche, include un corso di cucina con quattro incontri da febbraio 2018, rivolto a una ventina di persone anziane con la malattia e ai loro familiari. “Dal confronto tra vari specialisti tra cui neurologi, dietiste, nutrizionisti, logopedisti, psicologi, fisioterapisti e geriatri è nata l’idea di un laboratorio di prevenzione ad alto impatto sociale volto a educare i malati di Parkinson e i loro caregiver verso una ‘gestione attiva’ della Salute a tavola, per aiutarli ad affrontare le problematiche quotidiane non solo sul versante motorio, ma anche su quello nutrizionale,” spiega Giuseppe Pelliccioni, responsabile dell’Unità di neurologia Inrca
Tra gli obiettivi del corso, anche quello di prevenire la malnutrizione dovuta alle difficoltà di masticazione e deglutizione. I disturbi nella deglutizione, noti come disfagia, interessano circa il 50% dei parkinsoniani e sono un problema serio, ricordano gli esperti: inducono a ridurre il cibo consumato, non consentono l’assunzione corretta della terapia e costituiscono un rischio per l’insorgenza della polmonite ab-ingestis.


Associazionismo Volontariato Terzo Settore

“GIOCO SPORCO, SPORCO GIOCO. L’AZZARDO SECONDO LE MAFIE”. A ROMA PRESENTAZIONE DEL DOSSIER DEL CNCA
Martedì 5 dicembre 2017 a Roma presso l’Istituto della Enciclopedia Italiana in piazza della Enciclopedia Italiana 4, dalle ore 10,30 alle 12.30, si terrà la presentazione del dossier “Gioco sporco, sporco gioco. L’azzardo secondo le mafie” promosso dal Cnca e realizzato da Filippo Torrigiani. Una fotografia dello stato attuale del rapporto tra criminalità organizzata e azzardo. Un quadro che emerge con nettezza ricorrendo ai dati e alle informazioni prodotti nelle principali inchieste realizzate nel nostro paese per contrastare il riciclaggio e, più in generale, le diverse facce della presenza mafiosa nel settore. Nel dossier sono anche indicate numerose misure che potrebbero favorire il contrasto all’infiltrazione mafiosa nel comparto azzardo, a cominciare da quelle messe a punto in sede di Commissione Parlamentare Antimafia.
Apre i lavori e conduce: don Armando Zappolini, presidente del CNCA. Intervengono: on. Luciano Violante, presidente emerito della Camera dei deputati; Filippo Torrigiani, consulente della Commissione Parlamentare Antimafia e del CNCA, autore del dossier; on. Pier Paolo Baretta, sottosegretario all’Economia e alle Finanze; sen. Stefano Vaccari, componente della Commissione Parlamentare Antimafia.
Per Info: Mariano Bottaccio Responsabile Ufficio stampa e Comunicazione Coordinamento Nazionale Comunità di Accoglienza (CNCA) cell. +39 329 2928070 email: ufficio.stampa@cnca.it

TORINO, PRESENTAZIONE DEL LIBRO “GENTE DI FABBRICA, IL LAVORO, I ROBOT, I DIRITTI, IL FUTURO
Come sta cambiando il lavoro in fabbrica, gli impatti dei cambiamenti tecnologici, le nuove forme di organizzazione, la sicurezza, le politiche della formazione. Le tecnologie del futuro renderanno i lavoratori più o meno liberi che in passato? Miglioreranno o peggioreranno le condizioni di lavoro e la fatica? Martedì 5 dicembre alle ore 17 presso il Polo del ‘900 in via del Carmine 14 a Torino, Filomena Greco e Federico Bellono presentano il libro “gente di fabbrica. Metalmeccaniche e metalmeccanici nel nuovo millennio” Gruppo Abele edizioni. Con gli autori dialogheranno Pietro De Biasi responsabile delle relazioni industriali di FCA Group; Giuseppe Savino HR di Italdesign; la sociologa Chiara Saraceno. Modera il giornalista de La Repubblica Salvatore Tropea.
Perché nel 2017 si pubblica un libro sulla fabbrica e sugli operai? Lontano dall’essere un’operazione nostalgica, parlare di fabbrica e delle condizioni degli operai e degli impiegati nel nuovo millennio significa rimettere al centro il lavoro e le persone, anche quando il precedente concetto di lavoro in fabbrica come porto sicuro è ormai esaurito e la fabbrica non è più luogo di aggregazione e di coscienza sociale. Sebbene il tema del lavoro sembri sparito dal dibattito pubblico, la fabbrica resta il luogo dove si sperimenta e talvolta si anticipa il cambiamento. Il saggio affida ai racconti dei diretti interessati il compito di illustrare al lettore cosa significa il lavoro metalmeccanico, e la sua crisi, nel nuovo millennio.

“TERRE COLTE” IL NUOVO PROGETTO DI FONDAZIONE CON IL SUD
È stato presentato a Roma nei giorni scorsi  e alla presenza del Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Maurizio Martina il nuovo bando sperimentale “Terre Colte”, promosso dalla Fondazione CON IL SUD in collaborazione con Enel Cuore Onlus.
L’obiettivo dell’iniziativa è valorizzare i terreni agricoli incolti, abbandonati o non adeguatamente utilizzati in Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna e Sicilia, rivitalizzando la tradizione legata all’agricoltura e all’allevamento in queste regioni, anche attraverso l’inclusione sociale e lavorativa di persone in condizione di disagio, offrendo nuove opportunità per i giovani e favorendo l’introduzione di innovazioni tecnologiche e colturali.
Il bando dà un ruolo di primo piano alle associazioni: le partnership di progetto dovranno essere composte da almeno tre soggetti, di cui due di Terzo settore.  I proprietari potranno dare in concessione uno o più terreni a uno o più soggetti del partenariato che propone il progetto, per una durata minima di 10 anni di cui i primi 5 a titolo gratuito o simbolicamente oneroso. Potranno inoltre essere coinvolti il mondo economico, delle istituzioni, dell’università, della ricerca.
Le proposte potranno prevedere, oltre alle attività di coltivazione e di allevamento, iniziative di tipo artigianale, commerciale, sociale, turistico-ricettivo, etc., purché strettamente connesse e accessorie a quelle di carattere agricolo. Il contributo per singola proposta è di massimo 500.000 euro. A disposizione 3 milioni di euro, di cui 2 milioni erogati dalla Fondazione CON IL SUD e 1 milione da Enel Cuore. Le proposte potranno essere presentate esclusivamente online tramite il sito della Fondazione entro il 23 febbraio 2018 da organizzazioni del Terzo settore, in partnership con altre realtà non profit, ma anche con istituzioni, università, enti di ricerca e imprese profit.
Per info: fondazioneconilsud.it

SOSTEGNO A DISTANZA: I 20 ANNI DELLA GABBIANELLA
Il prossimo 2 dicembre, La Gabbianella, coordinamento per il sostegno a distanza,  festeggerà i suoi “primi” 20 anni incontrando  associazioni e i tanti amici, sostenitori e volontari che hanno condiviso e reso possibile le attività portate avanti in questi anni.
In questa occasione sarà presentata la pubblicazione “Un viaggio …lungo 20 anni” che esprime e racchiude due decadi di impegno costante in Italia e all’estero attraverso 20 parole chiave. Non un libro da leggere, non una raccolta di aforismi, ma “pillole” pensate per invitare alla riflessione. «Quella delle parole chiave», ha dichiarato la vice presidente del Coordinamento, Mariella Bucalossi, «non è stata una scelta semplice: tante sono state le attività svolte, tante le sollecitazioni, tante le realtà incontrate che si voleva fossero ricordate e riconoscibili, ma soprattutto tante le persone che, con ruoli diversi, hanno portato il loro contributo in questi vent’anni». Saranno anche assegnate borse di studio del Fondo di solidarietà “Sosteniamo il futuro”, progetto che il Coordinamento porta avanti a supporto dell’istruzione superiore, della formazione professionale e dell’avviamento al lavoro di giovani e donne nei paesi in via di sviluppo. Al termine dell’iniziativa il sorteggio di un Sostenitore, al quale verrà offerto un viaggio per conoscere il progetto di vita che sostiene. Sono 11.775mila i sostenitori e 13.687mila i beneficiari, comprensivi di Sostegni a distanza e progetti collaterali. 7 settori di intervento (scolastico, socio-sanitario, alimentare, agricolo, professionale, delle infrastrutture, altro) con oltre  176 progetti attivi. 80 Paesi di intervento.
La Gabbianella ha promosso la  Carta dei Principi per il Sostegno a Distanza per tutelare i Sostenitori – garantendo la trasparenza nella gestione delle donazioni – e per garantire i beneficiari, affinché abbiano l’opportunità di acquisire capacità e autonomia tramite progetti ispirati alle loro reali esigenze e seguiti e verificati dalle associazioni.
Per info: www.lagabbianella.it

Tags:
Categorie articolo:
Agenzia d'informazione AUSER

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MENU