Area riservata

Agenzia di informazione Auser – Anno 20 numero 42 – 22 novembre 2017

Scritto da
22 novembre 2017
testata_agenzia

Agenzia settimanale – Anno 20 numero 42 – mercoledì 22 novembre 2017
Agenzia Auser è un servizio d’informazione dell’Auser Nazionale.
Viene inviata via E-mail. E’ inoltre visibile sul sito internet www.auser.it


 AuserInforma

25 NOVEMBRE: GRANDE MOBILITAZIONE DELL’AUSER CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE. INIZIATIVE IN TUTTA ITALIA
Le donne e gli uomini dell’Auser in occasione della Giornata Internazionale contro la violenza alle donne del prossimo 25 novembre dicono No alla violenza, No all’indifferenza, Basta allo stillicidio di donne uccise, ferite, violate. Saranno tantissime  e in tutta Italia le iniziative organizzate sul territorio  in occasione del 25 novembre: incontri con i ragazzi delle scuole, dibattiti, mostre, spettacoli teatrali e musicali, proiezioni di film, flash mob, testimonianze o semplicemente un fiocco rosso affisso all’esterno delle sede, simbolo della lotta contro il femminicidio. Tante occasioni diverse per riportare l’attenzione sulla violenza che ogni giorno moltissime donne di ogni età subiscono e sulla necessità di segnare una svolta. L’Auser con l’Osservatorio Pari Opportunità e politiche di genere ha inoltre aderito alla manifestazione nazionale organizzata dal movimento “Non una di meno”  che attraverserà Roma a partire dalle ore 14 da Piazza della Repubblica.
“La prevenzione della violenza contro le donne passa anche attraverso un cambiamento della società, dalla scuola ai luoghi di lavoro e di aggregazione, di un certo linguaggio usato nella  pubblicità e nei media – sostiene Vilma Nicolini responsabile dell’Osservatorio Auser P.O – Occorre contrastare una cultura che sottovaluta il femminicidio, che è l’estrema conseguenza della violenza sulle donne e che spesso avviene dopo numerosi episodi di violenze, sia fisiche sia psicologiche”.
Per Info sulla manifestazione nazionale

CINEMA, NUOVA COLLABORAZIONE FRA AUSER E BIM DISTRIBUZIONE CON IL FILM “50 PRIMAVERE”. USCIRA’ NELLE SALE IL 21 DICEMBRE
Si rinnova la collaborazione fra Auser e Bim Distribuzione con la campagna di promozione di un nuovo film dal titolo “50 primavere” diretto da Blandine Leonoir con protagonista Agnès Jaoui nel ruolo di Aurore, una cinquantenne che si prepara ad affrontare i suoi 50 anni con tutti i cambiamenti che questa nuova stagione della vita comporta.  Separata dal marito, madre single e futura nonna, è in piena menopausa e deve trovare un nuovo lavoro. La sua è la storia di tante donne, forti e fragili allo stesso tempo, che, nelle difficoltà cercano sempre di trovare il lato positivo e ironico della vita. Una storia emozionante, divertente e ottimista, diretta da Blandine Lenoir con Agnès Jaoui (Il gusto degli altri, Così fan tutti) nel ruolo di protagonista, che arriverà nelle sale a Natale, dal 21 dicembre, con Bim, dopo aver ricevuto il premio del pubblico al Festival del Cinema Francese, France Odeon. “Non capivo la ragione per cui avevo così tanta paura di invecchiare  – racconta la regista Blandine Lenoir. Nel giro di breve tempo, mi sono resa conto che le donne sulla cinquantina non sono affatto rappresentate nel cinema. Come si fa a desiderare di raggiungere un’età che non trova una raffigurazione? Vedevo attorno a me molte amiche arrivarci in una condizione terribile di solitudine amorosa, donne straordinarie, belle e talentuose…Ho avuto voglia di rendere loro omaggio, di far nascere in loro – e in me stessa – il desiderio di invecchiare…”
La società spinge Aurore a farsi gentilmente da parte, ma lei oppone resistenza, rifiutando la rottamazione alla quale sembra destinata. Diventa protagonista della sua vita, anche grazie alla solidarietà delle donne che la circondano, senza mai perdere il senso dell’umorismo. Per lei è davvero arrivato il momento di ricominciare. Non è semplice, ma con una buona dose di ottimismo e coraggio forse è possibile.

LATINA, PARTE IL PROGETTO “CONOSCERSI A TAVOLA”. OCCASIONI PIACEVOLI PER INCONTRARSI E SAPERNE DI PIU’
Parte da Latina il 22 novembre il progetto “Conoscersi a Tavola” con la presentazione pubblica presso l’Istituto d’istruzione Superiore San Benedetto. E’ il primo di una serie di appuntamenti regionali che segnano l’avvio del  progetto Auser – cofinanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali – rivolto agli anziani e non solo a loro e che vede il cibo e l’alimentazione come una grande opportunità per sconfiggere l’isolamento ma anche imparare cose nuove. Partecipano fra gli altri: Anna Mendillo presidente Auser Latina, Elisabetta Turri di Auser Nazionale, Luigi Annesi presidente Auser Lazio, Mina Cilloni dello Spi Cgil Nazionale, Linda Moroni dello spi cgil Roma Lazio, Anselmo Briganti della Cgil Frosinone Latina, Ernesto Minutolo esperto agronomo, Carlotta Pibiri esperta di nutrizione, Patrizia Ciccarelli assessore al welfare del Comune di Latina. Conclude il presidente nazionale Enzo Costa.
Importanti gli obiettivi che si intende raggiungere: prendere contatto con  un elevato numero di anziani che vivono da soli e in situazioni di fragilità anche economica e coinvolgerli in iniziative di socializzazione e culturali;  promuovere una vasta campagna informativa sui corretti stili di vita, avvalendosi delle raccomandazioni di un comitato nazionale di esperti nel settore;  sperimentare nuovi modelli di informazione e formazione, stimolanti e coinvolgenti. Il progetto della durata di 18 mesi coinvolgerà  le regioni Basilicata, Emilia Romagna, Lazio, Lombardia, Marche, Puglia, Toscana, Umbria e punterà a condividere i risultati e diffondere le buone prassi che emergeranno all’interno di tutta l’Auser.

MILANO, IL “CUORE ESCLAMATIVO” DI REBIRTH ITALY PROMUOVE LA CAMPAGNA “OLTRE LE MURA”, PROGETTO DI AUSER LOMBARDIA CHE HA DATO VITA AL PRIMO CORO GOSPEL FEMMINILE NEL CARCERE DI SAN VITTORE  
In occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne, sabato 25 novembre presso il Wall of Dolls in via de Amicis 2, dalle ore 16 alle 18, Auser Lombardia e Rebirth Italy saranno ospiti  dell’evento promosso dalla cantante e conduttrice televisiva Jo Squillo e organizzato in collaborazione con la Commissione Pari Opportunità e Diritti Civili del Comune di Milano e la Commissione Servizi alla Persona del Municipio 1. Sarà l’occasione per ascoltare una testimonianza diretta e la splendida voce della rappresentanza del coro “Oltre le mura” – gruppo gospel formato dalle detenute della Casa Circondariale di San Vittore e nato per iniziativa di Auser Regionale Lombardia – e per conoscere il progetto “Cuore Esclamativo” di Rebirth Italy con il suo potente messaggio di sensibilizzazione e solidarietà racchiuso in un eco-gioiello carico di energia. Madrine della prima uscita pubblica del coro saranno la cantautrice Ylenia Lucisano e la pianista e compositrice Giulia Mazzoni, che hanno già avuto modo di conoscere le ragazze.
Rebirth Italy sosterrà concretamente il progetto “Oltre le mura”: dal 25 novembre al 20 dicembre 2017 parte del ricavato della vendita di ogni collana Cuore Esclamativo sarà destinata a supportare le attività del coro gospel femminile del carcere di San Vittore.
Per info:  Sara Bordoni, ufficio stampa Auser Regionale Lombardia sara.bordoni@auser.lombardia.it – Rebirth Italy  Lara Feleppa Magda Feleppa  info.rebirthitaly@gmail.com
Ufficio stampa Ylenia Lucisano e Giulia Mazzoni Parole e Dintorni (info@paroleedintorni.it)

MACERATA, TERZA EDIZIONE DEL CONCORSO “IL TEMPO, LA STORIA, LE NOSTRE STORIE”
Lo Spi Cgil, l’Auser e l’Anpi della Provincia di Macerata organizzano  la terza Edizione dell’iniziativa culturale intitolata “Il Tempo, la Storia, le Nostre Storie”. Si tratta di un Concorso aperto a tutti, singoli e gruppi con l’intento di portare alla luce tante vicende ancora inedite che riguardano il periodo della II Guerra Mondiale e la Resistenza nel territorio. “E’ opportuno che le molte microstorie  che sono state tramandate solo a voce da familiari ed amici, trovino un “deposito” prima che il tempo le cancelli” sottolineano gli organizzatori.
Ogni anno la Commissione che gestisce il Concorso invita i partecipanti a concentrare la loro attenzione su alcuni articoli della Costituzione. Per questa terza Edizione la Commissione organizzatrice ha scelto gli articoli 2, 9 e 39 della Carta. Da notare, in proposito, che per l’articolo 9 ci si riferisce al solo secondo comma (tutela del paesaggio e del patrimonio storico e artistico della Nazione), poiché il primo comma era già stato oggetto di attenzione nella passata Edizione. Una scelta non casuale che sottolinea la volontà degli organizzatori di dare il giusto rilievo anche alle problematiche ambientali e di tutela del patrimonio artistico-culturale.
Gli elaborati devono contenere testimonianze o esperienze, individuali o collettive, su come gli articoli della Costituzione abbiano inciso nel cambiamento della Storia del nostro Paese e, quindi, le nostre Storie. Ogni autore o gruppo può produrre una sola opera che dovrà risultare inedita.
I lavori devono pervenire entro il 30 maggio 2018 e gli stessi non verranno restituiti.
Gli elaborati vanno inviati alla Segreteria organizzativa del Concorso, presso la Lega di Macerata del Sindacato Pensionati Italiani della CGIL di Macerata (Via Di Vittorio 2/4 – 62100 Macerata – Tel: 0733-245711).

TUTTI IN PIAZZA, IL PROGETTO DI AUSER LOMBARDIA PER CONTRASTARE LA SOLITUDINE DEGLI ANZIANI
“Tutti in piazza” è un progetto promosso da Auser  Lombardia per contrastare le solitudini involontarie e le diverse forme di violenza che coinvolgono la popolazione anziana, portando le persone in una comoda piazza virtuale: l’aspetto innovativo riguarda le potenzialità della combinazione tra informatica, rete telefonica e l’utilizzo di televisori digitali per creare un sistema comunicativo permetta agli anziani – in particolar modo a chi non possa uscire di casa agevolmente – di interagire in videochiamata sia con la centrale operativa Auser, sia con altri anziani inseriti nel progetto, ma ovviamente le opportunità di dialogo sono infinite. Il progetto prevede inoltre il coinvolgimento di giovani studenti delle scuole secondarie di secondo grado, che potranno svolgere un ruolo di “tutor informatico” per gli anziani aiutandoli a prendere confidenza con il sistema di videochiamata ma soprattutto potranno approcciare la mentalità positiva ed educativa del volontariato. La rete cittadina che verrà creata sarà importante e coinvolgerà diverse istituzioni del territorio. Cittadinanza attiva, solidarietà sociale e volontariato uniscono dunque le generazioni, anche in ambito formativo: i volontari Auser “senior” e i ragazzi seguiranno, infatti, corsi di formazione e aggiornamento finalizzati a prevenire, o a cogliere, le diverse forme di violenza nei confronti degli anziani. Le visite a domicilio più volte a settimana e la confidenza che si instaurerà con gli utenti, infatti, permetteranno anche di valutare che nei confronti di persone particolarmente fragili non vengano messe in atto violenze fisiche, negligenze (ivi compreso la possibilità di incorrere facilmente in incidenti domestici), truffe, abusi economici, oppure che si abusi di mezzi di contenzione o tranquillanti. I ragazzi, con il loro entusiasmo e la loro freschezza, saranno preziosi anche per l’obiettivo di tutela della memoria e della valorizzazione della persona: durante le visite presso le abitazioni delle persone anziane o dei disabili, i giovani studenti provvederanno infatti a raccogliere materiale informativo (storie di vita, video, foto…) relativo ai beneficiari del progetto.
“Tutti in piazza” è stato attivato nei comprensori di Lodi, Monza e Brianza,  Ticino Olona.

EMPOLI (FI), IL COMUNE PREMIA LA SARTORIA AUSER, BUON ESEMPIO DI RECUPERO, RIUSO E RICICLO DI MATERIALE
Il Comune di Empoli ha assegnato  il “Sant’Andrea d’Oro” 2017 alle associazioni cittadine che si dedicano al recupero e al riuso di materiale, merce, alimenti, indumenti, biciclette, oggetti tecnologici, con l’obiettivo di sostenere e aiutare persone in difficoltà e comunque con un chiaro intento solidaristico e di salvaguardia ambientale. Fra le premiate anche la sartoria della solidarietà Auser Filo d’Argento.
Il Sant’Andrea d’Oro è la massima onorificenza cittadina che ogni anno il sindaco consegna a quei cittadini che hanno dato il loro prezioso contributo nel campo della cultura, delle arti, del lavoro, della politica, dello sport e della solidarietà. Quest’anno intende conferire il riconoscimento a tutte le associazioni che costituiscono una rete impegnata nel riuso e nel recupero ai fini sociali ed ecologici. La cerimonia è prevista giovedì 30 novembre, in occasione della festa del Santo Patrono, nella sala del centro polivalente ‘La Vela – Margherita Hack’ dove peraltro alcune delle associazioni premiate hanno la loro sede, a partire dalle 11.
Le sartorie  Auser della solidarietà sono principalmente luoghi di incontro e relazione, nei quali le volontarie liberano la loro creatività cucendo pupazzi, borse, vestitini e tanti altri oggetti di stoffa. Aziende e privati cittadini donano rimanenze di materiali non più utilizzabili tuttavia preziosi per le sartorie che dimostrano la loro abilità dando nuova vita a scampoli di tessuti. Dai negozi e dalle confezioni di Empoli e dei comuni limitrofi le volontarie raccolgono e confezionano abbigliamento vario per destinarlo ai paesi del Terzo e Quarto Mondo. Nascono qui anche coperte e pigotte da vendere per beneficenza.
Fonte: gonews.it

NUOVI CIRCOLI AUSER NELL’OLTREPO’ PAVESE, UNA PRESENZA CONCRETA PER I  BISOGNI DEGLI ANZIANI SOLI
Con l’azione “Oltrepò accessibile” l’Auser comprensoriale di Pavia partecipa con altri 19 partner, al progetto della Fondazione per lo Sviluppo dell’Oltrepò pavese  “Oltrepò (Bio)diverso” e finanziato da Fondazione Cariplo attraverso il Programma intersettoriale AttivAree. Il progetto riguarda venti comuni dell’Oltrepò pavese  caratterizzata da un’alta concentrazione di residenti anziani e da una particolare scarsità di servizi. Obiettivo del progetto è contrastare lo spopolamento ed attirare nuovi abitanti mediante la valorizzazione del territorio collinare e montano, come pure il miglioramento delle condizioni di residenza. Auser mira alla costituzione di almeno cinque nuovi circoli Auser sul territorio interessato per offrire servizi, non coperti da altri soggetti pubblici o privati, alle comunità locali delle aree interne. L’azione dell’Auser è rivolta in particolar modo ad un’utenza fragile e a rischio esclusione, infatti, fra i vari interventi rientrano servizi per scuole, comuni, musei, ma soprattutto attività di contrasto alla solitudine, trasporto sociale e monitoraggio degli anziani soli che vivono in aree isolate. Il Comune apripista è stato Pietra De’ Giorgi, che ha visto la nascita di un circolo locale Auser grazie all’interessamento dell’Amministrazione comunale e alla disponibilità di un gruppo di cittadini. Mercoledì 15 novembre, presso il Municipio di Pietra De’ Giorgi, si è tenuta l’inaugurazione della sede e dell’automezzo, assieme alla presentazione dei volontari, dei servizi e delle modalità di erogazione. Nello stesso tempo anche il Comune di Santa Maria della Versa sta valutando la possibilità di costituire in loco un circolo Auser, che possa fornire supporto a persone anziane.

MILANO, CONVEGNO SULLE DONNE MIGRANTI
In occasione  della Giornata Internazionale contro la Violenza alle donne, Auser Milano , in collaborazione con il Comune, ha organizzato il 20 novembre presso la Casa dei Diritti,  in Via  De Amicis, 10 a Milano,  un convegno/mostra sulle migrazioni  con lo sguardo di genere, dal titolo: “Donne migranti” – Il viaggio come speranza – l’accoglienza come realtà.
Essere donne nella dolorosa esperienza di un viaggio estremo significa violenze, stupri continui, minacce. Hanno non solo  diritto all’asilo politico,  ma al riconoscimento di “status di persona” con “pietas umana” e accoglienza reale. C’è poi  il lavoro domestico e di cura, oggi affidato prevalentemente a donne straniere; entrano nelle nostre case per dedicarsi ai nostri cari, rompendo di fatto i fili dei loro  legami affettivi.
Al Convegno hanno partecipato le Istituzioni locali ed  esperti sul tema e si è dato voce a testimonianze e alle buone pratiche dell’accoglienza di Auser a Cesano Boscone, Sesto San Giovanni, Bresso, Rozzano, Corsico. In collaborazione con Auser Accademia è stata inaugurata anche una mostra a tema, che resterà aperta fino al  27 novembre.

MONTELUPO FIORENTINO  (FI), AL VIA IL PROGETTO ANCHISE PER LE PERSONE PARZIALMENTE NON AUTOSUFFICIENTI
Anziani quasi non più autosufficienti da accudire: a Montelupo Fiorentino (FI) ora c’è una risorsa in più che può dare una mano. Ha infatti preso il via il Progetto ‘Anchise’. Ideato e organizzato dalla Pubblica Assistenza di Montelupo, in collaborazione con Auser e Circolo Arci Il Progresso, con il patrocinio del Comune, è un progetto destinato a tutte le persone anziane, con residui di autonomia e che sono parzialmente non autosufficienti. Ogni persona la cui famiglia si rivolgerà all’associazione, avrà un piano assistenziale individualizzato, stilato dagli operatori, che analizzeranno i bisogni e le richieste della persona e della sua famiglia. Alcuni esempi delle attività proposte sono l’alzata mattutina, l’assistenza serale e accompagnamento a letto, ritiro ricette, sostegno o sostituzione nelle faccende domestiche, aiuto nel bagno e nell’igiene di sé, aiuto nell’assunzione della terapia, accompagnamento ad appuntamenti, altri servizi analoghi. «L’obiettivo – si spiega – è valorizzare la persona migliorandone l’autonomia e la percezione di sé stessi come valore, contrastando il decadimento delle abilità di base, evitando situazioni di solitudine e isolamento». Il personale che si occupa di portare avanti il progetto, è composto da operatori socio-sanitari qualificati nell’aiuto a domicilio, in grado di gestire l’assistenza domestica, ma anche le difficoltà nella relazione con persone con problemi di memoria, demenze o Alzheimer; capaci di ascolto e compagnia, ma anche di precisione nel monitorare l’assunzione delle medicine o nell’incoraggiare a seguire una terapia riabilitativa. Per accedere al servizio, o per saperne di più, sufficiente contattare la Pubblica Assistenza in Via Caverni, 54/56, o chiamare il numero 0571/913339 per avere un appuntamento con un addetto competente che analizzerà la situazione specifica e prenderà in carico la persona.
Fonte: La Nazione

FOGGIA, CORSI PER TUTTI I GUSTI ALL’UNIAUSER DI CAPITANATA
Già 200 iscritti, 18 tra corsi e laboratori, 35 docenti volontari, lezioni gratuite, iscrizioni lungo tutto l’arco dell’anno e una serie di iniziative che spaziano dall’aggregazione alla solidarietà, dalla cultura allo sport e al tempo libero: ecco a voi l’UniAuser, Università della Libera Età di Capitanata, il più grande esperimento sociale di accesso gratuito e continuo alla cultura in Capitanata, che ha presentato ufficialmente il programma 2017-2018.
L’Uniauser “Università della Libera Età di Capitanata”, sezione culturale di Auser Foggia, è aperta a tutte le persone disponibili e in volontà. È una scuola di apprendimento per adulti, è sufficiente aver compiuto i 18 anni per iscriversi, senza alcun limite di età, e non richiede alcun titolo di studio. E’ aperta a tutti, prevalentemente a chi è fuori dall’attività lavorativa.
Ha lo scopo di sollecitare, sostenere e approfondire gli interessi culturali di chi vuole continuare a imparare, di valorizzare la trasmissione della memoria, di promuovere momenti di socializzazione e di scambio di esperienze intergenerazionali e interculturali e di favorire il protagonismo delle persone anziane nella vita sociale della comunità cittadina. L’attività didattica è strutturata in corsi, laboratori e seminari, a libera partecipazione e gratuiti.
Per quanto riguarda i corsi, ce n’è davvero per tutti gli interessi e le esigenze: dal corso per l’informatica di base a quello avanzato; l’inglese per principianti e le lezioni per chi già è in possesso delle nozioni generali. Particolarmente interessante è il corso “Esplorando l’arte”, che fornisce le conoscenze e gli strumenti per apprezzare e valutare un’opera d’arte, contestualizzando emozioni, descrizione e visione critica. Per conoscere e apprezzare la Daunia, c’è il corso su “Architettura, pittura e scultura del ‘900 in Capitanata”. E poi il corso di Fotografia, quello di Yoga, i laboratori su linguaggio multimediale, disegno e pittura, teatro, dizione e lettura espressiva, musica, chitarra, il coro Auser, taglio e cucito, danza sportiva, burraco, dama, i seminari sulla comunicazione al tempo di facebook e per imparare a usare lo smartphone, la sartoria solidale e la biblioteca per ogni età.
Per informazioni: tel: 0881.777927

A ROVATO (BS) LA MOSTRA “COM’ERI VESTITA?” CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE E GLI STEREOTIPI
All’Auser di Rovato una settimana di eventi che culmineranno il  26 novembre per la «Giornata internazionale contro la violenza sulle donne», con l’esposizione organizzata dall’associazione Liberi libri. La mostra inedita dal titolo «Com’eri vestita?» rielabora, ideata e curata dall’Università del Kansas, ha il patrocinio dell’Università americana e la collaborazione della «Casa delle Donne» di Brescia. Negli spazi espositivi di Palazzo Sonzogni a Rovato sono esposte le riproduzioni degli abiti indossati dalle vittime. L’obiettivo di questa mostra, ha spiegato l’Auser, è sensibilizzare il pubblico sull’assurdità dello stereotipo per cui stupri o violenze sarebbero scatenati o stimolati dall’atteggiamento o dall’abbigliamento della vittima, che sarebbe corresponsabile della violenza subita. La mostra si potrà visitare fino a domenica 26 novembre.

TAVARNELLE E BARBERINO (FI). POMERIGGI INSIEME AL CIRCOLO
Fitto programma di attività di socializzazione avviato per i mesi di novembre e dicembre dall’Auser Insieme di Tavarnelle Barberino. Tutti i mercoledì alle 15.30 presso il locali del circolo Arci La Rampa, tante occasioni per stare insieme, divertirsi, imparare cose nuove e non pensare alla solitudine. Dalla tombola accompagnata da una buona tazza di tè con i pasticcini alle conferenze mediche e culturali.
Per chi ha problemi di mobilità o vive nelle frazioni, è previsto il servizio di trasporto sociale dell’Auser.
Per info: 340-6341582 – 3339729130.

SAN QUIRICO D’ORCIA (SI), STARE INSIEME NELLA SOLIDARIETA’
Fra solidarietà e intrattenimento l’Auser di San Quirico propone tante occasioni per stare insieme. Dal torneo di burraco per gli appassionati di questo gioco fissato per domenica 26 novembre e il cui ricavato verrà devoluto alla comunità Mondo Nuovo, alla proiezione del film “sotto accusa” prevista in occasione del 25 novembre giornata internazionale contro la violenza sulle donne. Venerdì 24 novembre Cena Rosa per sostenere la ricerca sul tumore al seno. Tutti dovranno indossare un accessorio rosa e il ricavato della cena servirà per contribuire all’acquisto di nuovi e moderni apparecchi diagnostici.
Per info: Auser Comprensorio Siena Via Massetana Romana, 58/C 53100  tel.0577-254720 fax 0577-205028.
L
BIGIOTTERIA FAI DA TE, UN CORSO ALL’AUSER DI TRANI
Proseguono all’Auser di Trani  i corsi e i laboratori per aiutare gli anziani a liberare la creatività. Dopo la sartoria, l’inglese e le nuove tecnologie è la volta della bigiotteria e dei prodotti artigianali fatti a mano. La prima lezione  è fissata per mercoledì 22 novembre dalle ore 16,30 alle ore 18,00.
Per le iscrizioni o per ricevere informazioni più dettagliate contattare: tel. 0883 582221 cell. 366 3639682 email ausertrani@libero.it  oppure recarsi presso il Centro Polivalente di Villa Guastamacchia o nella sede Auser di Via Barisano, 28. La partecipazione ai corsi è del tutto gratuita.

BORDIGHERA (IM), “CONTINUIAMO A VOLARE” CON LA SCRITTURA
Il libro di scrittura creativa «Continuiamo a volare» è stato presentato nei giorni scorsi nella Sala Rossa del Palazzo del Parco di Bordighera (IM). È l’epilogo di un corso tenuto dall’Auser intemelio fra il 2016 e il 2017 nell’ambito del progetto «Invecchiamento attivo» promosso dalla Regione. Nel volume figurano elaborati di autori vari su argomenti anche molto differenti fra loro. Ecco allora testi in prosa ed altri in poesia, esperienze di vita quotidiana, ricordi, viaggi, incontri e persino filastrocche. Il risultato è stato pienamente soddisfacente.
Fonte: La Stampa

INAUGURATA A SAVARNA LA NUOVA SEDE DELLA CASA DELLA SALUTE DI  MEZZANO E SANT’ALBERTO. GRAZIE AD UN CONSISTENTE CONTRIBUTO DI AUSER “LA PIOPPA”
È stata inaugurata lo scorso sabato 18 novembre, a Savarna, la nuova sede della Casa della Salute di Mezzano e Sant’Alberto, con gli ambulatori per i prelievi del sangue e per i medici di base, realizzata nei locali che ospitano il centro culturale ricreativo Auser “La Pioppa”, in via dei Martiri 18. I nuovi ambulatori per i medici di base di Savarna e per il servizio prelievi, che rischiava di scomparire dal territorio, sono stati allestiti in meno di cinque mesi.    Le risorse necessarie sono state messe a disposizione per 35mila euro dal centro culturale ricreativo Auser “La Pioppa”, grazie agli accantonamenti accumulati in 21 anni di attività, mentre i restanti 47mila euro sono stati raccolti fra cittadini, enti sociali ed economici della zona. I benefattori sono stati in tutto 401. Che il paese si dotasse di nuovi ambulatori era un’esigenza sentita da tempo, ma l’entusiasmo, la convinzione e la partecipazione hanno superato ogni aspettativa, dimostrando quanto siano profondi e radicati nel territorio i valori della solidarietà e del senso civico e quanto sia sentito, in tutta la comunità, il senso di aggregazione.
Per info: Ufficio stampa – Deborah Ugolini +39 335 6934856 – press@auserravenna.it

CAPANNORI (LU), AL VIA LA MOSTRA FOTOGRAFICA “ETIOPIA SULLE ORME DI CARLO PIAGGIA”
Successo per l’apertura della mostra fotografica “Etiopia sulle orme di Carlo Piaggia” al museo Athena di Capannori (LU) promossa dall’Istituto storico lucchese sezione Auser Sesto in collaborazione con il Comune di Capannori e il supporto di Lucca Underground Festival. Tante persone hanno partecipato all’inaugurazione che si è tenuta sabato 18 novembre. L’esposizione fa parte della rassegna “Alla scoperta dell’Africa”, giunta quest’anno all’ottava edizione, ed è inserita nel “Circuito Off” dell’associazione “We Love Ph”.L’inaugurazione della mostra è stata anche l’occasione per conoscere meglio il museo civico di Capannori, sviluppato su tre piani, che si compone di una sezione archeologica e di una etnografica.
L’esposizione “Etiopia sulle orme di Carlo Piaggia” rimarrà sarà visitabile fino al 16 dicembre con il seguente orario: dal lunedì al sabato dalle 9 alle 12 e il martedì e il giovedì anche dalle 14.30 alle 17.30. L’ingresso è libero.
Fonte: La Gazzetta di Lucca

FANO (PU), NEI CENTRI ANZIANI CONTRO LE TRUFFE. IL CALENDARIO DEGLI INCONTRI
Ha preso nei giorni scorsi al centro anziani di Ponte Sasso a Fano (PU) il ciclo di incontri per contrastare il fenomeno delle truffe agli anziani, organizzato dal Comune in collaborazione con l’Auser e le forze dell’ordine. Il prossimo appuntamento è previsto per venerdì  24 novembre, alle 16.30 al circolo del Foro Boario; il 29 novembre alle 15.30 al centro anziani di Sant’Orso; il 6 dicembre alle 20.30 alla Cicogna di Bellocchi e il 12 alle 19.30 agli orti di Chiaruccia.

PRESEZZO (BG), 19 ANNI DI AUSER CON UN NUOVO MEZZO
Diciannove anni al servizio della comunità e un nuovo mezzo per festeggiarli al meglio. L’Auser di Presezzo (BG) ha sostituito il vecchio Fiat Scudo da 9 posti con un Fiat Doblò da 5 posti con pedana. «Abbiamo rilevato un notevole aumento di richieste di trasporto – dice il presidente dell’Auser, Pietro Togni – per questo si è reso necessario l’acquisto di un mezzo idoneo». Il nuovo Doblò si aggiunge ai due mezzi già operativi. Un investimento da circa 25 mila euro che è stato possibile grazie alle donazioni di aziende, associazioni e cittadini. L’Auser si ritroverà venerdì alla Messa delle 18 in chiesa parrocchiale, in ricordo dei soci defunti, seguirà la benedizione del mezzo.
Fonte: Eco di Bergamo


 

Anziani e dintorni

PALERMO, INAUGURAZIONE DELLA MOSTRA FOTOGRAFICA “LA LUNGA VITA. LONGEVITA’ NUOVA FONTE DI ENERGIE” A CUI HA COLLABORATO ANCHE AUSER
Giovedì 23 novembre alle ore 18,30 presso la chiesa di Maria Santissima  Annunziata “la Pinta” si terrà l’inaugurazione della mostra fotografica “La lunga vita. Longevità nuova fonte di energia” da un progetto di Fondazione Farmafactoring. Le fotografie sono di Costantino Ruspoli.
In mostra verranno esposte immagini che attraverso un percorso di volti e luoghi cercano di rappresentare come la “silver age” sia divenuta negli ultimi anni un momento di vita con contenuti e finalità proprie e non più un tratto terminale e declinante del ciclo di vita; è una nuova fase in cui è potenzialmente possibile realizzare la propria soggettività con attività, interessi e progetti individuali e collettivi. La longevità attiva è una realtà in atto per milioni di persone che esercitano ruoli sociali significativi nelle reti familiari e nelle comunità ed hanno una vita piena di relazioni, attività, progetti.
Il progetto si articola su tre anni, con singole tappe annuali connesse, ma distinte. Prende spunto dal Rapporto annuale elaborato da Fondazione Farmafactoring, e alla cui stesura hanno contribuito anche Fondazione CENSIS e CERGAS-Bocconi, focalizzato sull’evoluzione dello  stato di salute e del rapporto che gli italiani hanno con il proprio corpo nelle tre fasi della vita e sulla capacità del sistema sanitario di farsi carico dei bisogni espressi, valutando i possibili scenari futuri rispetto ai quali valutare le politiche sanitarie e sociali.
Volti e luoghi di volontari e soci Auser sono rappresentati nel progetto fotografico.
La mostra sarà aperta fino al 18 gennaio 2018.

ANZIANI: TROPPI FARMACI E SI FINISCE ALL’OSPEDALE
La Società Italiana di Medicina Interna attribuisce all’eccesso di farmaci la ri-ospedalizzazione di molti anziani over 65. Ogni giorno si stima che sei milioni di anziani assumano più di cinque medicinali inutili e inappropriati. Spesso questo carico non risponde ad un reale bisogno ed è causa di ulteriori ricoveri per terapie non adeguatamente gestite. La soluzione al problema è un algoritmo, in fase di sperimentazione, frutto di un progetto innovativo del Simi, in collaborazione con l’Istituto Mario Negri, che consente di tagliare i farmaci inutili ed in eccesso. L’obiettivo è di ridurre almeno del 30% il carico delle terapie e migliorare la comunicazione e la collaborazione tra specialisti, farmacisti, ospedalieri e medici di famiglia.
Fonte: Fondazione Leonardo


 Associazionismo Volontariato Terzo Settore

IL 24, 25 E 26 NOVEMBRE COOP ALLEANZA 3.0 “SI SPENDE” PER LA GIORNATA CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE
Il 25 novembre in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne: Coop Alleanza 3.0 – la più grande cooperativa italiana di consumatori – partecipa alle iniziative di sensibilizzazione con la campagna solidale “Noi ci spendiamo, e tu?”, a supporto delle realtà che sostengono le vittime di soprusi e maltrattamenti.
Nelle giornate del 24, 25 e 26 novembre, in tutti i negozi di Coop Alleanza 3.0, l’1% delle vendite dei prodotti a marchio Coop (incluse le linee Fior Fiore, Vivi Verde, Solidal, BeneSì, Crescendo, Club 4-10 e Senza Glutine) sarà donato alle 42 associazioni e centri antiviolenza che operano nei territori in cui la Cooperativa è presente, per realizzare progetti di tutela e sostegno alle donne vittime di violenza. La raccolta coinvolgerà anche Distribuzione Centro Sud con 5 negozi e 12 punti vendita di Coop Sicilia, per un totale di 438 negozi interessati. Questa stessa campagna lo scorso anno ha consentito di raccogliere oltre 93 mila euro, destinati a 41 centri anti violenza del nostro paese. Presso tutti i punti vendita della Cooperativa sarà affissa una campagna informativa. Inoltre, in alcuni negozi Coop Alleanza 3.0, in collaborazione con le Onlus coinvolte, organizzerà eventi a tema, per dare ancora maggior visibilità all’iniziativa e raccontare ai consumatori i progetti e gli interventi che potranno essere realizzati grazie al loro contributo.

Tags:
Categorie articolo:
Agenzia d'informazione AUSER

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MENU