Area riservata

Agenzia di informazione Auser – Anno 20 numero 38 – 25 ottobre 2017

Scritto da
25 ottobre 2017
testata_agenzia

Agenzia settimanale – Anno 20 numero 38 – mercoledì 25 ottobre 2017
Agenzia Auser è un servizio d’informazione dell’Auser Nazionale.
Viene inviata via E-mail. E’ inoltre visibile sul sito internet www.auser.it


 AuserInforma

UNA FIRMA D’AUTORE PER LA CAMPAGNA TESSERAMENTO AUSER 2018
E’ d’autore l’illustrazione della tessera Auser 2018. E’ stata realizzata dal disegnatore milanese Mauro Moretti, artista con alle spalle una lunga carriera come vignettista e fumettista.
La sua prima opera è pubblicata sulla rivista il mago (Mondadori), seguono collaborazioni con Corriere dei piccoli, Corriere dei ragazzi, Boy music, Sorrisi e canzoni e con il mensile “Tutto musica e spettacolo”.  Con l’azienda IT realizza molte illustrazioni per i primi giochi di ruolo italiani tra cui i disegni della ultima versione italiana di Risiko. Attivo anche sul fronte pubblicitario Moretti collabora da oltre 25 anni con le maggiori agenzie di pubblicità internazionali e italiane con la creazione di storyboards, illustrazioni e layouts per le loro campagne, tra cui una  campagna per Sky.
Inconfondibile il suo stile, raffinato ed eterogeneo. Dalla sua pagina Facebook tutti i giorni disegna in diretta una canzone.

FERRARA, SCONTI AI SOCI AUSER PER LA MOSTRA “CARLO BONONI, L’ULTIMO SOGNATORE”.  PROSEGUE LA CONVENZIONE CON IL PALAZZO DEI DIAMANTI
Fino al 7 gennaio 2018 il Palazzo dei Diamanti di Ferrara ospiterà la mostra “Carlo Bononi – L’ultimo sognatore dell’Officina ferrarese”. Per i soci Auser è prevista una riduzione sul prezzo del biglietto di ingresso: 5 euro anziché 11 e compresa l’audioguida. La scontistica riservata agli iscritti Auser è valida sia per gruppi sia per singoli visitatori.
La mostra è un’occasione imperdibile per accostarsi a un capitolo della storia dell’arte affascinante anche se poco conosciuto. L’appuntamento espositivo sarà riservato, infatti, a uno dei grandi protagonisti della pittura del Seicento: il ferrarese Carlo Bononi, il cui nome, non a caso, è stato spesso accostato a quelli di
Zurbarán o di Caravaggio. Per secoli Bononi, come del resto l’intero Seicento ferrarese, è rimasto in ombra, offuscato dal ricordo della magica stagione rinascimentale degli Este. Una lenta operazione di recupero critico ha progressivamente messo a fuoco la figura di un artista unico, che seppe interpretare in modo sublime e intimamente partecipato la tensione religiosa del suo tempo.
I soci Auser che visiteranno la rassegna individualmente o in piccoli gruppi (meno di 15 persone) potranno beneficiare della riduzione esibendo la tessera Auser al momento dell’acquisto, presso la biglietteria di Palazzo dei Diamanti, mentre i soci che intendono visitare l’esposizione in gruppo possono prenotare anticipatamente i loro biglietti d’ingresso, acquistandoli in prevendita tramite l’Ufficio Informazioni Mostre e Musei (Tel. 0532-244949; diamanti@comune.fe.it).

AD OSIMO (AN) ARRIVA IL PROGETTO ABITARE SOLIDALE
Dovrebbero partire nei prossimi giorni a Osimo (AN) i lavori di ristrutturazione di Santa Palazia, l’immobile della Diocesi che si trova nel cuore del centro storico, e che sarà oggetto di un progetto pilota, unico nelle Marche: Abitare Solidale. Lo stabile fino a poco tempo fa ospitava una casa accoglienza per immigrati e rifugiati politici gestita dalla Diocesi. Finita quell’esperienza se ne aprirà un’altra, ma molto diversa.
Quello che troverà vita sarà un casa che ospiterà italiani con un reddito insufficiente per potersi permettere un tetto. Il progetto nasce da Auser Marche: sull’esperienza della sezione di Firenze, ha ottenuto un finanziamento da partner pubblici e privati per avviare la ristrutturazione di Santa Palazia.
Doppio il filone nel quale si snoderà l’ambizioso programma. Il primo prende spunto da Firenze, dove già ci sono oltre un centinaio di esperienze simili, ovvero coinvolgere cittadini soli che hanno una abitazione abbastanza grande da poterci ospitare un italiano povero, che non può permettersi di pagare l’affitto, ma che si impegna a compartecipare alle spese di gestione della casa e al contempo farà compagnia al proprietario solo. Il secondo grande ambito di intervento sarà quello invece diretto su Santa Palazia, dove saranno ricavate circa 10 camere ognuna con un proprio bagno e poi degli spazi comuni come cucina e refettorio.
Fonte: Corriere Adriatico

GENOVA, PROSEGUE IL VIAGGIO NEL MONDO DEL CINEMA
Prosegue con successo il progetto di laboratorio di cinema presso il Liceo scientifico Leonardo da Vinci di Genova, nell’ambito delle attività di  Alternanza scuola-lavoro. L’iniziativa nasce dalla collaborazione tra Auser Genova, circolo Auser Foce, circolo Auser Borgoratti, Associazione Regionale  AICRE e Liceo  Leonardo da Vinci. Lo scopo del progetto è quello di avvicinare i partecipanti al mondo del Cinema, alla sua storia, ma anche di introdurli alla conoscenza di come si legge un film, come si costruisce e si crea una sceneggiatura, come si realizza una colonna sonora: un percorso attraverso il quale giovani e diversamente giovani, in un’ottica intergenerazionale, possano cimentarsi, applicando la teoria  del Cinema alla prassi. Il prodotto finale sarà la realizzazione di un “ corto“ che avrà  come fonte di ispirazione l’Europa. Iniziato lo scorso  5 ottobre il progetto proseguirà fino a marzo 2018. Sono coinvolti gli alunni di una classe III e i soci Auser desiderosi di scoprire i segreti del cinema.

MANTOVA, I LIBRI ARRIVANO A DOMICILIO
Con un semplice telefonata si potrà avere a domicilio libri e dvd. E’ il nuovo servizio “Pronto libri a domicilio” promosso dall’Auser volontariato di Mantova e provincia, in collaborazione con le biblioteche comunali “Gino Baratta” e “Te Brunetti”. Dal prossimo 6 novembre i disabili,  gli anziani e tutti i cittadini che anche temporaneamente sono impossibilitati a muoversi, potranno ricevere dai volontari direttamente i libri in prestito presso la propria abitazione.
Per prenotare il servizio basta comporre il numero verde del Filo d’Argento 800-995988 o il numero 0376-221615 dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12 dalle 15 alle 18. La consegna e il ritiro verranno effettuati dagli ospiti della casa del Sole Onlus, dall’Anffas di Mantova, dalle cooperativa Fior di Loto e dal trasporto protetto città di Mantova. La scelta dei libri si potrà effettuare dal sito www.bibliotecabaratta.it
Per info: info@ausermantova.org

TOLENTINO (MC), OVER 65, L’IMPORTANZA DI VACCINARSI
Sabato 28 ottobre alle ore 16.00 presso l’auditorium biblioteca di Tolentino si terrà una conferenza informativa aperta a tutta la cittadinanza sull’importanza della vaccinazione per gli over 65. Partecipano Antonio Marcucci presidente provinciale Auser Macerata, Pietro Palombini specialista in psichiatria responsabile legale Inca, Loris Paolucci gastraenterologo, Maria Teresa Carloni responsabile Spi dipartimento sanità regionale. Conclude i lavori Stefano Tordini segretario generale Spi Cgil di Macerata. Coordina la presidente di Auser Tolentino Isa Vitaliani De Bellis.

ALBINEA (RE), CONTINUANO GLI INCONTRI SULLA DEMENZA
Proseguono ad Albinea (RE) gli incontri gratuiti sulla demenza, pensati per far per conoscere le differenze fra l’invecchiamento fisiologico e quello patologico. Il prossimo appuntamento si terrà il 26 ottobre alle ore 21, presso la sala civica della biblioteca comunale in via Morandi 9. Saranno presenti medici, infermiere, educatrici, psicologhe, sociologhe e neuropsichiatre, assistenti sociali e volontari di Aima, Auser e DarVoce. Le relazioni dei medici del Centro disturbi cognitivi di Reggio e il dibattito, a cui sono invitati soprattutto i familiari di pazienti affetti da demenza con disturbi del comportamento, saranno facilitati dall’utilizzo di filmati. Il 26 ottobre si ragionerà di “Attenzione, linguaggio e memoria” con la dottoressa Luana Casolari per chiudere il 9 novembre con “Conoscenza, abilità pratiche e giudizio critico” con la dottoressa Francesca Salsi. La partecipazione è gratuita, la prenotazione obbligatoria scrivendo a baroni.mariapia@ausl.re.it o telefonare a 0522.339845.
Fonte: Gazzetta di Reggio

MACERATA, L’ORTO CHE VORREI, PREMIAZIONE DEI VINCITORI
Si concluderà con una grande festa e la premiazione dei vincitori della prima edizione di “L’orto che vorrei” l’iniziativa promossa da Auser Macerata con i patrocini dei comuni di Macerata e Appignano.  Scuole, associazioni e tanti cittadini hanno accolto l’invito dell’Auser a dire la loro sull’esperienza vissuta o desiderata di coltivazione diretta  di ortaggi e frutta. Lo hanno fatto con entusiasmo, con foto, poesie, racconti, disegni. Partecipano fra gli altri, Elisabetta Turri responsabile nazionale del progetto “pensa a cosa mangi”, Manuela Carloni presidente Auser Marche, Antonio Marcucci presidente Auser Macerata. Conclude Marco Di Luccio della presidenza Auser Nazionale. L’appuntamento è per martedì 31 ottobre ore 9.30 presso la sala convegni dell’amministrazione provinciale di Macerata via Velluti 41 Piediripa Macerata.

LENDINARA (RO), RIPARTE L’UNIVERSITA’ POPOLARE
E’ partito l’anno accademico dell’università popolare promosso dall’Auser di Lendinara (RO). L’inaugurazione del nuovo anno didattico è anche l’occasione per festeggiare i vent’anni di vita della compagnia teatrale ‘La tartaruga’. La compagnia La tartaruga ha portato in scena ‘Week end a Capri’, commedia brillante in due atti di Attilio Rovinelli adattata in dialetto veneto da Liviana Furegato. Il calendario di incontri-lezione dell’anno tratta i più svariati argomenti. Il programma, infatti, spazia in tantissime materie passando dalle stelle alla geologia ma anche storia dell’arte, la rivoluzione russa, la dieta mediterranea, filosofia, matematica, il sessantotto ed Europa. Le lezioni nella biblioteca comunale si terranno il martedì ed il venerdì dalle 15,30. Anche quest’anno, poi, nel programma ci sono gite e viaggi di istruzione. Le uscite saranno al planetario di Legnago, al museo dei Grandi Fiumi a Rovigo, al museo archeologico e casa Matteotti a Fratta Polesine, a Pistoia e Collodi, nell’abbazia delle Carceri, Castelli romani e Ponza. L’università chiude il cinque maggio del prossimo anno.
Fonte: Il Resto del Carlino

TRENTO, SPETTACOLO TEATRALE A SOSTEGNO DEL CENTRO AUSER
Si terrà giovedì 26 ottobre a Trento, nelle sale del Grand Hotel Trento lo spettacolo a scopo benefico generosamente messo in scena dall’attore teatrale e regista Giancarlo Zanetti, promosso dalle associazioni Mafalda Donne Trento Onlus e Inner Wheel Trento Castello Carf a sostegno del Centro Auser di Trento.
L’attore interpreterà Edmund Kean di Raymund FitzSimons, spettacolo messo in scena per la prima volta nel 1989 con l’interpretazione di Ben Kingsley, che racconta la sconvolgente vita di Edmund Kean, «un uomo sfrenatamente ambizioso, perennemente alla ricerca di una fama immediata, un uomo convinto in modo paranoico che tutti cospirino contro di lui, un megalomane che non permette a nessuno di splendergli accanto, un uomo sinistro, un vulcano di rancore accumulato, un temporale di veleno, un torrente di bile, un uomo che a trent’anni si è già completamente consumato».

GALLARATE (VA), UNA SERATA DA RIDERE PER SOSTENERE L’AUSER
Una serata tutta da ridere, all’auditorium di Jerago, per sostenere le attività di Auser Gallarate (VA).
Massy Pipitone presenta il Crazy Show, con la presenza di cabarettisti e comici di Zelig. L’appuntamento è per sabato 28 ottobre, alle 21, al teatro di Jerago in via Cristoforo Colombo 2. Il biglietto d’ingresso costa 15 euro e il ricavato andrà ad Auser Gallarate, che promuove iniziative di aggregazione e solidali prevalentemente a favore della popolazione anziana.
Fonte: Varese News

50 ANNI SENZA TOTO’: A BENEVENTO UN INCONTRO PER RICORDARLO
Un pomeriggio dedicato a Totò, artista poliedrico, nel cinquantenario della morte, è organizzato da Auser-Uselte giovedì 26 ottobre 2017 alle ore 17, nella sala Cesvob, Palazzo del Volontariato, Viale Mellusi 68. Partecipazione straordinaria dell’ Ensemble di chitarra e percussioni del Liceo musicale “Guacci” accompagnati dal Prof. Antonio Passaro.

EMPOLI (FI), SERVIZIO CIVICO PER RENDERE I CIMITERI PIU’ DECOROSI
Un servizio civico per rendere i cimiteri più decorosi e ordinati. Un obiettivo semplice: coinvolgere le associazioni di volontariato in un’attività socialmente utile, finalizzata alla cura di un pubblico interesse. È già iniziata dallo scorso martedì l’attività di sette volontari dell’Auser Verde Argento di Empoli (FI) che tre volte a settimana, per due ore la mattina, si recano nei cimiteri di Pontorme e di Santa Maria, e si occupano della pulizia e dell’ordine dei vialetti, dei corridoi, di aiutare chi ha bisogno di sistemare la tomba del proprio caro, di sostituire le lampadine per l’illuminazione votiva. I volontari inoltre sorvegliano le strutture qualora ci fosse da segnalare un problema agli uffici del Comune. La loro presenza si nota grazie alle casacche colorate, che serve anche da deterrente verso qualche malintenzionato.

CORSICO (MI), CINEFORUM CON FILM D’AUTORE
Un bel ciclo di film d’autore al centro del Cineforum organizzato dall’Auser di Corsico. Primo appuntamento sabato 28 ottobre con Il pranzo di Ferragosto di Gianni di Gregorio. A seguire “la scelta” di Michele Placido previsto per il 25 novembre, sabato 16 dicembre sarà la volta de Il Cacciatore di aquiloni, la rassegna si chiuderà il 13 gennaio  con il bel film inglese The quartet. Le proiezioni si terranno presso la sede dell’Auser di Corsico in via Giovanni Falcone, alle ore 15. Ingresso gratuito per i soci Auser.

ACQUI TERME (AL), ALLA MENSA DELLA FRATERNITA’ PASTI A DOMICILIO GRAZIE AD AUSER
La mensa della fraternità di Acqui Terme (AL) ha ricominciato a servire pasti caldi. Cifre alla mano almeno un centinaio al giorno, per tutti coloro che si trovano in difficoltà economiche oppure, semplicemente, necessitano di un sorriso. Il servizio è gestito dalla Caritas Diocesana. Anche quest’anno funzionerà un servizio di consegna pasti a domicilio grazie alla collaborazione con Auser: basterà rivolgersi direttamente alla mensa, aperta da lunedì a sabato, dalle 11.30 alle 12.30. Buona parte degli alimenti arrivano attraverso il banco alimentare o grazie alle donazioni di piccoli esercizi commerciali e supermercati della città. Per il resto, provvede direttamente la Caritas che però non ha risorse esterne ma sopravvive grazie alla generosità dei cittadini.
Fonte: Il Secolo XIX

TRAVO (PC): CULTURA, MUSICA E BENESSERE
Cinque incontri tra cultura e benessere e una grande festa finale per festeggiare il Natale in allegria: saranno tre mesi intensi quelli dell’Auser “Verde Valle” di Travo (PC) che lancia una nuova rassegna di appuntamenti per i soci (e non solo) su temi di interesse generale. E si inizia già mercoledì 25 ottobre alle 20.30 alla sala Auser con Camilla Piana che parlerà di fotografia e arte come sostegni al tono dell’umore. L’Auser di Travo – la prima nata in provincia di Piacenza nel 1990, con attualmente 220 soci e guidata da Giuseppe Fontanabona – rilancia con tante occasioni per informare sui corretti stili di vita e le strategie per vivere più a lungo da mettere in pratica nella vita quotidiana. Gli incontri, tutti alle 20.30, proseguiranno il 1 novembre con consigli su come riconoscere e prevenire la “Malattia del decadimento cognitivo” in compagnia di Renato Zurla, mentre il 22 novembre sarà protagonista il cantautore piacentino Daniele Ronda che, parlando della musica come strumento per vivere meglio, canterà e suonerà alcuni suoi brani. Si passerà poi all’incontro del 29 novembre dal titolo “Invecchiare bene si può e si deve” che vedrà come relatori di nuovo Zurla e la coordinatrice della casa di riposo Ceresa di San Giorgio Piacentino Michela Ferri, mentre il 6 dicembre si terrà un curioso focus sul meraviglioso (e spesso sconosciuto) mondo delle api e del miele, in collaborazione con Roberto Pinchetti e Riccardo Redoglia, rispettivamente presidente e vice dell’Associazione Provinciale Apicoltori Piacentini, e la possibilità di assaggiare prodotti locali. Il gran finale della rassegna sarà in realtà una gradita riconferma, con la Festa di Natale che si terrà domenica 17 dicembre in sala polivalente, al pomeriggio.
Fonte: La Libertà

SAN CASCIANO (FI). UNA NUOVA AUTO PER IL TRASPORTO DEGLI ANZIANI
Un nuovo veicolo per i servizi Auser di San Casciano. Il presidente Giampaolo Ciuffi ha inaugurato in via Machiavelli, davanti al Palazzo comunale, insieme al sindaco Massimiliano Pescini e gli assessori Roberto Ciappi ed Elisabetta Masti, l’auto che potenzia e arricchisce il complesso di azioni e interventi che l’associazione mette in atto a favore del mondo della terza età e di persone svantaggiate. Il nuovo arrivo è una Dacia Dokker, marchio di casa Renault, con 5 posti auto e un ampio bagagliaio disposto ad accogliere anche una carrozzina. “E’ il mezzo che sostituisce un veicolo datato, un Doblò in condizioni ormai precarie legate all’usura, e che abbiamo potuto acquistare – commenta il presidente Giampaolo Ciuffi – grazie alla donazione di un cittadino, purtroppo scomparso, Renzo Frosetti, e alla sensibilità di alcuni nostri storici partner ”. Sono sette le auto che permettono all’Auser di San Casciano di realizzare numerosissimi interventi. Nel 2016-2017 i numeri del bilancio fanno segnare all’attività dell’Auser alcuni dati record: 14mila servizi realizzati e 140mila km percorsi per spostamenti e trasferimenti in varie aree della Toscana”. Fonte: Ufficio Stampa Comuni del Chianti Fiorentino.


 Anziani e dintorni

HAPPY AGEING AL FESTIVAL DELL’INNOVAZIONE DI PISA PER PARLARE DI ALIMENTAZIONE E MOVIMENTO

L’Alleanza Italiana per l’Invecchiamento attivo Happy Ageing porta al Festival “Pisa Innova Salute” i temi dell’alimentazione e dell’attività fisica  come aspetti determinanti  per l’invecchiamento attivo. Promuovere strategie e politiche per invecchiare felici e in salute è una delle sfide di Happy Ageing, secondo le direttive comunitarie europee e considerato il progressivo invecchiamento della popolazione. Il Pisa Innova Salute si pone come un momento di riflessione sul tema dell’innovazione quale fattore decisivo della sostenibilità della Sanità Pubblica in Italia. La quattro giorni vede la partecipazione di ospiti di rilievo quali la direttrice del Centro Europeo per il Controllo delle Malattie (Ecdc) Andrea Ammon e il presidente del Consorzio Interuniversitario Nazionale per l’Informatica (Cini) Paolo Prinetto.  Da un recente Rapporto ISTAT emerge che l’Italia è il Paese in cui vivono più anziani, ma anche quello con un preoccupante calo della qualità della vita dopo i 75 anni. Nel confronto con i dati europei, dopo i 75 anni, circa un anziano su due soffre di almeno una malattia cronica grave o è multicronico, con quote tra gli ultraottantenni rispettivamente di 59% e 64%.
A Pisa, Happy Ageing coordinerà il dibattito sul tema dell’invecchiamento attivo con due incontri dedicati all’alimentazione il 25 ottobre alle ore 14.00 e al movimento  giovedì 26 ottobre alle ore 9.00.
Per info: happyageing.it


 Associazionismo Volontariato Terzo Settore

ANMIC: “L’ITALIA INVISIBILE DELLA DISABILITA’ CHIEDE IL RISPETTO DEI PROPRI DIRITTI”
Assenti dalle priorità dell’agenda del governo e della nuova manovra finanziaria, assenti dal  dibattito pubblico sulle emergenze del Paese, i cittadini con disabilità richiedono con forza il rispetto e l’attuazione concreta dei loro diritti. Questa in sintesi la denuncia emersa nel corso della conferenza stampa ANMIC svoltasi a Roma il 25 ottobre. “Non servono semplici leggi-manifesto che affermano solo  dichiarazioni di principio, né bastano risorse-tampone trovate sempre all’ultimo e da definire anno per anno – spiega  il Presidente nazionale ANMIC Nazaro Pagano – chiediamo per prima cosa di  far applicare le leggi esistenti  e di trovare finalmente per i disabili risorse  certe ed adeguate. Questo è l’unico modo  per avviare una seria programmazione pubblica degli interventi assistenziali su scala nazionale in materia di non autosufficienza, per  poter fornire così una reale parità di trattamento sul territorio”
E se il presente dei disabili italiani è già incerto – sottolinea  la Anmic – le proiezioni demografiche per il futuro ci confermano che l’assistenza pubblica, già in crisi, è destinata a implodere. Le cifre sul fenomeno, anche se si tratta solo di stime ma di certo  inferiori alla realtà, sono impietose: oltre 3 milioni sono i parenti che oggi convivono e “prestano cure”, i cosiddetti caregiver,  a familiari affetti da gravi disabilità o da patologie legate ad es. all’invecchiamento altamente invalidanti, come ictus o demenze. Più in generale, si arriva a stimare in  9 milioni il numero di italiani che, conviventi o meno, già suppliscono alla scarsità o assenza dei servizi socio-assistenziali, specie domiciliari, e accudiscono in solitudine nelle loro case i figli minori disabili o i propri  anziani. Cosa accadrà quando nel 2050, secondo gli ultimi dati Ocse, l’Italia diventerà  fra i paesi con più anziani al mondo? Quando cioè ogni cento abitanti adulti (fra i 20 e i 64 anni) avremo ben 74 persone ultrasessantacinquenni? “Occorre subito avviare la costruzione, grazie anche alla consultazione delle associazioni dei disabili come la ANMIC, di una riforma sostenibile – spiega Pagano – che garantisca un sistema di interventi adeguato e l’incremento immediato dei servizi domiciliari. Servizi e prestazioni che oggi solo una parte esigua e “fortunata” del Paese ha già organizzato sul territorio, creando fra cittadini di Regioni diverse una crescente e inaccettabile disparità di trattamento.”

IL NUMERO VERDE ANTIDISCRIMINAZIONE ANMIC, PRIMO BILANCIO DI UN’INIZIATIVA AL SERVIZIO DEI DIRITTI DEI DISABILI
Attivo da circa un anno ma potenziato negli ultimi mesi, il numero verde ANMIC 800572775 riceve segnalazioni da parte delle persone con disabilità (associate all’Anmic o meno) che cercano tutela contro le discriminazioni subite sul lavoro, nella scuola, nel tempo libero, nei trasporti, nella vita di relazione quotidiana. “Solo nei primi sette mesi di quest’anno, cioè fra gennaio e luglio 2017 – dice Annalisa Cecchetti, Responsabile dell’Ufficio Antidiscriminazione ANMIC – abbiamo rilevato un numero crescente di casi nei quali la legge vigente in materia, L.67/06, è stata completamente disattesa, comportando episodi di ordinaria o straordinaria discriminazione.” Dai dati pervenuti in questo periodo (complessivamente 302 segnalazioni verificate), oltre alle evidenti barriere architettoniche, ancora più numerose risultano essere le segnalazioni legate a pregiudizio, superficialità e inefficienza. Tutto ciò porta a pensare che il problema sia innanzitutto di natura culturale. “Nella maggior parte delle segnalazioni – prosegue -abbiamo anzitutto informato le vittime degli obblighi sanciti dalle disposizioni legislative, quindi dei diritti “azionabili” e, quando opportuno, abbiamo creato un collegamento con l’Ufficio Anmic territoriale, al fine di garantire una più diretta tutela dell’associato. L’aumento delle segnalazioni pervenute negli ultimi mesi significa anche – spiega la Cecchetti- che l’opera di informazione Anmic sul territorio, associato alla maggiore consapevolezza dei diritti, aiuta le vittime a denunciare questo tipo di ingiustizie.” L’ANMIC evidenzia infine che nei mesi estivi è aumentato il caso di segnalazioni relative alla “vita sociale e relazione con i cittadini”. Purtroppo, con l’inizio dell’anno scolastico, le segnalazioni più recenti hanno riguardato le discriminazioni subite giornalmente dagli alunni con disabilità.
Per info: ufficio stampa Bernadette Golisano (cell. 334-3040093) tempinuovi.bg@tiscali.it

BUFALE E FAKE NEWS: COME SMARCHERARE LA CATTIVA INFORMAZIONE. GIOVEDI’ 26 WORKSHOP DEL GIORNALE RADIO SOCIALE AL SALONE DELL’EDITORIA SOCIALE DI ROMA
Un workshop a più voci sul tema della cattiva informazione: è quello organizzato dal Giornale Radio Sociale per giovedì 26 ottobre alle ore 12.30 presso il Salone dell’Editoria Sociale Bufale negli spazi di Porta Futuro in via Galvani, 108 a Roma.
Bufale e fake news vengono spesso additate come un problema del web e dei social network. Se da una parte il business dei click alimenta propaganda politica e inserzioni pubblicitarie, i media mainstream sono protagonisti di notizie false. Dalla vicenda Ong ai presunti stupri di massa a Colonia, l’informazione televisiva e la carta stampata pubblicano news non verificate e che si rilevano successivamente false o parzialmente vere. In questo scenario si aprono alcune domande: le fake news segnano anche lo stato di saluto del giornalismo? Le bufale sono il sintomo di una mancata innovazione della professione e di tutti gli strumenti di comunicazione? Mettono al centro anche la questione della competenza e della qualità professionale?
Intervengono: Paolo Foschi – Corriere della sera; Elisa Marincola – Articolo 21; Eleonora Camilli – Redattore Sociale. Modera Giuseppe Manzo – redattore Economia Giornale Radio Sociale.
Per informazioni: www.giornaleradiosociale.it

9 PROGETTI CONTRO LA VIOLENZA DI GENERE AL SUD, OLTRE 100 ORGANIZZAZIONI COINVOLTE
Sono 9 i progetti selezionati con il Bando Donne, promosso nei mesi scorsi dalla Fondazione CON IL SUD per sostenere interventi di contrasto alla violenza di genere e a ogni forma di discriminazione, promuovendo la parità tra i sessi e superando gli stereotipi.
In Italia, la violenza contro le donne è un fenomeno ampio, diffuso e ancora molto sommerso: secondo l’Istat (dati 2014) sono 6 milioni 788 mila le vittime di violenza fisica o sessuale. La Polizia di Stato ha inoltre rilevato che nel nostro Paese ogni anno 100 donne vengono assassinate dal proprio partner o ex partner.
I progetti selezionati saranno sostenuti complessivamente con 2 milioni di euro (una media di oltre 220 mila euro a progetto), con il coinvolgimento di più di 100 organizzazioni diverse tra associazioni, istituzioni, cooperative sociali, fondazioni.
La violenza di genere riguarda dimensioni diverse: oltre a quella sessuale e domestica, investe anche quella psicologica, economica, culturale e lavorativa. Ambiti forse meno visibili e pertanto non facilmente quantificabili. Nel corso degli ultimi cinque anni, secondo le statistiche basate sulle denunce, si è registrato un lieve decremento del numero di donne vittime di violenza (anche se il dato è prevalentemente legato ai reati di femminicidio, più facilmente individuabili). Questo andamento è legato, comunque, ad una maggiore attenzione dedicata al tema della violenza sulle donne a livello nazionale, in un clima sociale di maggiore condanna del fenomeno. Tuttavia, la violenza domestica rimane un crimine che in Italia non viene denunciato in oltre il 90% dei casi e, di fatto, il numero di donne che subiscono maltrattamenti o violenze fisiche continua ad aumentare.
La Fondazione in questi giorni ha promosso una riflessione sull’argomento: idee, punti di vista e soprattutto esperienze e buone prassi sono disponibili su www.conmagazine.it

A TORINO LA PRIMA CATTEDRA IN STORIA DELL’OMOSESSUALITÀ
Giovedì 26 ottobre 2017, alle ore 12,00, nel Salone del Rettorato in via Verdi, 8  a Torino, il Rettore dell’Università  Gianmaria Ajani presenterà alla stampa la prima cattedra in Storia dell’Omosessualità, in programma per l’A.A. 2017/2018 attivata per il corso triennale in Dams – Dipartimento di Studi Umanistici e disponibile come esame a scelta per l’intero Ateneo.
Il corso propone una storia culturale dell’omosessualità che ne ricostruisce le trasformazioni in età contemporanea (dalla fine del XVIII secolo al tempo presente)  tra Europa e Stati Uniti, e si concentra sulla produzione culturale legata ai movimenti di liberazione omosessuale e più in generale all’attivismo LGBT e queer.
Per info:  Comunicazione e Relazioni esterne  Università degli Studi di Torino Settore Stampa e Relazioni con i Media Giuseppe Gramegna 3204390224 – 011.6702222 Elena Bravetta 3311800560 – 0116709611 E-Mail: ufficio.stampa@unito.it

INAUGURATO AL FATEBENEFRATELLI DI ROMA LO  “SPORTELLO ROSA” PER DONNE   CON SOSPETTA NEOPLASIA MAMMARIA
Si chiama “Sportello Rosa” il nuovo servizio per la prevenzione dei tumori al seno del Fatebenefratelli dell’Isola Tiberina inaugurato lo scorso 20 ottobre a Roma.  Si tratta di un servizio di diagnosi rapido e completo per donne con sospetta neoplasia mammaria, inviate dal medico di medicina generale; uno dei primi sportelli aperti sul territorio per la popolazione femminile sotto i 50 o sopra i 70 anni, fascia che non rientra nei limiti di età previsti per l’accesso allo screening regionale.  Il nuovo sportello dell’Ospedale Fatebenefratelli si apre all’interno di un servizio di eccellenza per la diagnosi e la cura delle patologie tumorali del seno: la nuova “Breast Unit” (Centro Integrato di Senologia) della Struttura, che accompagna la donna in un percorso programmato e multidisciplinare, condiviso da tutti gli specialisti impegnati in vario modo nel lavoro di diagnosi, cura e riabilitazione psico-fisica delle donne con neoplasia mammaria.  Ogni venerdì, dalle 8.00 alle 11.30, senza prenotazione, donne con sintomi a carico della mammella (noduli, secrezioni, alterazioni cutanee) potranno recarsi direttamente in Ospedale (presso l’Accettazione, al piano terra) con una prescrizione del medico di medicina generale per “visita chirurgica senologica” ed accedere al controllo in Ambulatorio. Laddove necessario, la donna sarà sottoposta ad accertamenti strumentali: mammografia, ecografia al seno, e, se il caso lo richiede, un ago aspirato con diagnosi in 24 ore.  Nell’arco della mattinata, sarà accettato un numero massimo di 11 visite. L’obiettivo di questo percorso è ottenere una diagnosi precoce ed una accelerazione dei tempi di attesa per il trattamento, nonché facilitare ai medici di base l’accesso delle pazienti ai servizi di diagnosi e cura del Centro Integrato di Senologia dell’Ospedale.
Per info: Ufficio stampa Fatebenefratelli. Responsabile: Franco Ilardo. Addette Stampa: Emanuela Finelli, Laura Mariotti, Mariangela Riontino. Tel.066837301.

ASC-ARCI SERVIZIO CIVILE, UN PERCORSO FORMATIVO PER I PROPRI QUADRI
ASC – Arci Servizio Civile presenta il nuovo percorso formativo dedicato ai propri quadri. L’incontro si terrà a Roma giovedì 26 ottobre alle ore 15.00 presso il Centro Congressi Cavour.
Il Servizio Civile Universale prevede il passaggio dalla progettazione annuale a quella triennale e la cooperazione di organizzazioni accreditate che operano in settori e territori diversi per realizzare insieme gli obiettivi della programmazione stessa.
“Ci poniamo – afferma il presidente di ASC Licio Palazzini – l’obiettivo di costruire una “comunità associativa” tra le realtà aderenti, sviluppando connessioni e interrelazioni, così da elaborare programmi condivisi da gestire in partnership. Un nuovo modus operandi che richiede un processo trasformativo importante e complesso ma che si configura anche come un’opportunità per lo sviluppo di nuove competenze”. Sono previsti gli interventi di  Licio Palazzini, Cristina Bertazzoni, formatrice e responsabile del percorso formativo; Calogero Mauceri, Capo Dipartimento Gioventù e Servizio Civile Nazionale; Primo Di Blasio, Vice Presidente Conferenza Nazionale Enti Servizio Civile. L’incontro si rivolge ai rappresentanti del Forum Nazionale Terzo Settore, della Consulta Nazionale del Servizio Civile, di enti accreditati, di organizzazioni giovanili.
Per info: www.arciserviziocivile.it

 Agenzia d’Informazione a cura dell’Ufficio Stampa di  Auser Nazionale.
Via Nizza 154 00198 Roma tel. 06/84407725 fax 06/8440.7777

ufficiostampa@auser.it    www.auser.it

Tags:
Categorie articolo:
Agenzia d'informazione AUSER

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MENU