Area riservata

Agenzia di informazione Auser – Anno 20 numero 16 – 19 aprile 2017

Scritto da
19 aprile 2017
testatina 2010

Agenzia settimanale – Anno 20 numero 16 – mercoledì 19 aprile 2017
Agenzia Auser è un servizio d’informazione dell’Auser Nazionale.
Viene inviata via E-mail. E’ inoltre visibile sul sito internet www.auser.it


AuserInforma

FIRENZE. FOCUS SUL SOCIAL HOUSING. CONVEGNO NAZIONALE
L’associazione Auser Abitare Solidale in collaborazione con la Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze,  e con il patrocinio della Regione Toscana, del Comune di Firenze e ANCI organizza a Firenze il prossimo 27 aprile 2017 presso l’Auditorium S.Apollonia (dalle ore 9.30 alle 18.00),  un evento dedicato alla diffusione di esperienze di abitare solidale a livello nazionale ed internazionale. Il contrasto alla precarietà abitativa rappresenta una delle sfide più difficili che Enti Pubblici e soggetti privati si trovano a dover affrontare. Per questo si sta sempre più diffondendo un nuovo lessico dell’abitare e il ricorso a pratiche innovative che vengono definite di housing sociale. Ma in cosa consistono i progetti raccolti in questa così ampia definizione? Di quale governance e forme di gestione hanno bisogno? E, ancora, su quali misure di finanziamento possono contare? “Zoom in: focus on Social Housing” è un’occasione di confronto partecipativo tra esperienze nazionali ed internazionali che spaziano dalla rigenerazione urbana a modelli di abitare condiviso e collaborativo. Il convegno vede il coinvolgimento delle principali esperienze dell’abitare: da Casa Acmos di Torino al Network di Housing First, dall’esperienza di Cenni di Cambiamento di Milano alle buone pratiche europee di Barcellona e Stoccolma. Durante il convegno sarà presentato il Bando sul tema dell’Housing Sociale, promosso dalla Fondazione CR Firenze e volto a sollecitare l’associazionismo locale a presentare sperimentazioni di abitare sociale.
Per partecipare è necessario registrarsi al sito

TULLIO DE PISCOPO E GLI ALZHEIMER ROCK BAND IN UN CONCERTO DI SOLIDARIETÀ PER AUSER BOLOGNA E CUCINE POPOLARI
Una serata di musica e solidarietà per sostenere il progetto delle Cucine Popolari, la mensa solidale di via del Battiferro, gestita interamente da volontari, che accoglie ogni giorno oltre 50 persone in condizione di fragilità sociale ed economica. L’appuntamento è per giovedì 27 aprile a partire dalle ore 20 presso l’Estragon di Bologna (via Stalingrado, 83), che per l’occasione ha messo a disposizione gratuitamente i propri spazi. Sul palco  la Tullio de Piscopo Band con musiche dal jazz al blues… con Andamento lento.  A  precederli, in apertura, gli ARB – Alzheimer Rock Band, band fondata da alcuni membri degli Skiantos. Il prezzo del biglietto è di 15 euro ( intero); 10 euro per i soci Auser e CiviBO. L’intero ricavato sarà destinato  a CiviBO Onlus, associazione promotrice delle Cucine Popolari, e ad Auser Volontariato Bologna, che sin dagli esordi sostiene le Cucine Popolari mettendo a disposizione i propri volontari e i propri automezzi, nella raccolta e redistribuzione dei beni invenduti o donati dalle aziende e supermercati del territorio e nelle attività di cucina e distribuzione pasti.
I biglietti sono acquistabili presso: Auser Bologna, via Gobetti 52, dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 17, presso le  Sedi Auser Territoriali al Bambulè Shop in via Tiarini 1, Bologna. Oppure direttamente presso la biglietteria dell’Estragon la sera stessa dell’evento.
Per info stampa: Ufficio stampa Auser Emilia Romagna  Annalisa Bolognesi annalisa.bolognesi@gmail.com 338-3526840

RAVENNA. FIRMATO IL NUOVO PROTOCOLLO D’INTESA “PRONTO FARMACO”
È stato firmato nei giorni scorsi alla presenza dell’Assessore al Decentramento e Volontariato del Comune di Ravenna, Gianandrea Baroncini, un nuovo protocollo d’intesa tra Associazione Titolari di Farmacia della Provincia di Ravenna, Azienda Farmacie Comunali Ravenna e Associazioni di volontariato ADA, ANTEAS e AUSER Ravenna, che rilancia il servizio “Pronto Farmaco”  con un più ampio raggio d’azione, nuovi criteri per la consegna a domicilio dei farmaci e una definizione più puntuale dei rapporti tra tutte le parti coinvolte. Attivo dal 2004 il servizio consiste nella consegna gratuita di farmaci a domicilio per chi abbia compiuto 65 anni di età e sia impossibilitato a recarsi in farmacia, o per chi sia disabile o momentaneamente inabile e privo di reti parentali. Il servizio di consegna gratuita dei farmaci a domicilio continuerà ad essere svolto dai volontari di ADA, ANTEAS e AUSER a favore delle persone non deambulanti per patologie croniche o gravi, che non abbiano a disposizione persone che possano recarsi in farmacia per loro. Le novità riguardano sia l’ampliamento della copertura del servizio, fino a ricomprendere i territori di Ravenna, Lido Adriano, Punta Marina, Marina di Ravenna, Porto Corsini, S.Alberto, Mandriole, Fosso Ghiaia, Classe e Madonna dell’Albero, sia il criterio del servizio, che verrà esteso, a pagamento, anche a tutte le altre persone impossibilitate a recarsi in farmacia.  Il servizio prevede il ritiro della prescrizione del medico, l’acquisto nella farmacia di turno più vicina all’abitazione del richiedente ed infine la consegna a domicilio del farmaco e vi si accede tramite prenotazione telefonica al numero 0544 482616, presso il punto d’ascolto e coordinamento di Via Maggiore 120, a Ravenna, attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 11.30, dove le richieste vengono raccolte e smistate tra i volontari disponibili. I servizi di ritiro e consegna funziona dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 17.00. Sarà inoltre attivato un servizio d’urgenza (prefestivi, festivi e notturno), attivato dal medico di guardia, accessibile contattando direttamente la Farmacia Comunale n. 8 di Ravenna. Per Info: Ufficio stampa – Deborah Ugolini +39 335 6934856 – press@auserravenna.it

DA AUSER IMOLA (BO) UNA MANO AI FAMIGLIARI DI PERSONE AUTISTICHE
Questo è il progetto multidimensionale che Auser territoriale di Imola  ha promosso insieme all’associazione ONLUS Imola Autismo. Anche noi ci siamo. L’obiettivo è fornire un supporto psicologico alle famiglie del Circondario Imolese che con grande dedizione ma con altrettanto carico emotivo di tutti i componenti, si prendono cura ogni giorno di un parente autistico, minore adolescente o adulto. Sono previsti cinque incontri a titolo gratuito durante i quali i partecipanti, in numero massimo di dieci, potranno interagire con la psicologa Roberta di Gregorio rappresentandole i concrei problemi del quotidiano, ponendole domande e vagliare, insieme, possibili strategie di miglioramento. Il primo ciclo di incontri avrà inizio mercoledì 19 aprile, si terrà per altri quattro mercoledì dalle ore 20,15 alle ore 21,45 con cadenza quindicinale presso lo studio della psicologa in Imola, via Cavour 36. Da settembre a novembre 2017, sempre in orario serale ma in giorno da definirsi, si terrà il secondo ciclo di cinque incontri gratuiti per coloro che, per motivi vari, non sono riusciti a partecipare al primo ciclo.

PARTONO A TERLIZZI (BA) I CORSI AUSER DEDICATI ALL’INVECCHIAMENTO ATTIVO DELLA POPOLAZIONE ANZIANA
Parte a Terlizzi con “ A scuola di bijoux” , il primo di una lunga serie di attività all’insegna dell’invecchiamento attivo, frutto del progetto della durata di due anni “la cittadinanza non ha età” finanziato da Fondazione con il Sud e che prevede l’attivazione di una serie di laboratori di bigiotteria, teatro, pittura, cucito, musica, segretariato sociale. Coinvolto un ampio territorio che comprende le sedi Auser di Bisceglie, Terlizzi, Molfetta (capofila), Trani e Turi.
Il corso che avrà sede a Terlizzi sarà condotto  da Teresa Marziale, laureata in beni culturali e modellista di metalli preziosi. Il corso sarà suddiviso in una parte teorica – dedicata alla storia del gioiello, alle sue caratteristiche tecniche e alla sua progettazione ed elaborazione – e una parte più pratica, in cui i partecipanti al progetto si cimenteranno nella realizzazione pratica dei manufatti.
La partecipazione è gratuita. Maggiori informazioni presso la sede terlizzese dell’Auser, in Traversa Righi, 20.
Fonte: terlizzilive.it
NASCE A VILLA GUASTAMACCHIA DI TRANI (BAT) LO SPORTELLO “AUSEROSA”: VENERDÌ PROSSIMO LA PRESENTAZIONE CON IL LIBRO “UN GRANELLO DI COLPA” E L’AVVIO DEL CONCORSO DI POESIA “LA VIOLENZA DI UNA CAREZZA”

Un libro tutto al femminile, voluto da due donne, una scrittrice e una fotografa, Antonella Caprio e Daniella Ciriello, e dedicato alle donne. È “Un granello di colpa”, edizioni Radici future magazine, collana Banlieue, che verrà presentato a villa Guastamacchia, in via Sant’Annibale Maria di Francia 41, a  Trani, venerdì 21 aprile a partire dalle 17.30. La presentazione del libro, un lavoro di denuncia per raccontare la violenza sulla donna, sarà l’occasione per presentare il nuovo progetto che l’Auser di Trani attiverà presso villa Guastamacchia, “AuseRosa”. Lo sportello “AuseRosa” offrirà a tutte le donne che si recheranno presso villa Guastamacchia (in orari da definire) supporto, ascolto, eventuale risoluzione di problemi psicologici, legali, con eventuale indirizzamento verso strutture preposte,  grazie ad una equipe di professionisti. Hanno infatti aderito con entusiasmo al progetto ben quattro avvocati (civilisti e penalisti); una psicologa; una operatrice esperta in ascolto; oltre che alcuni volontari Auser. Nella stessa serata si darà avvio, con la presentazione del regolamento, al concorso di poesie “La Violenza di una carezza”.

LANCIANO (CH). CONVEGNO “ESSERE ANZIANI OGGI”
Uomini e donne resistenti spesso costretti ad affrontare numerosi ostacoli quotidiani dal rischio di essere truffati alle difficoltà burocratiche, alla solitudine. L’Auser di Lanciano nell’ambito delle iniziative sul tema della Resistenza che si terranno in città per tutto il mese di aprile, organizza sabato 22 aprile un incontro pubblico dal titolo “Essere anziani oggi”. Partecipano: Enzo Costa presidente nazionale Auser, Carlo Salustro presidente Auser Abruzzo, Antonio Ucci responsabile di Auser Lanciano e Anna Maria Di Biase responsabile apprendimento permanente di Auser Abruzzo. Appuntamento alle ore 18.00 presso la Sala Convegni del Polo Museale di Lanciano in via Santo Spirito.

CHIOGGIA (VE). UNA MOSTRA SULLA LIBERAZIONE
Venerdì 21 aprile 2017 alle ore 17. 00 presso la Sala Maggiore del Municipio di Chioggia verrà inaugurata la mostra allestita presso l’androne del Palazzo Municipale “Sottomarina dopo la Liberazione”. Relazione di Gina Duse curatrice della mostra. La mostra è una iniziativa dell’Amministrazione Comunale, ANPI, SPI CGIL e  AUSER.
In mostra, la riproduzione di una scelta di documenti redatti dal Comitato di Liberazione Nazionale di Sottomarina dopo il 27 aprile 1945. Villa Malatesta fu sede dei rappresentanti dei partiti democratici delegati a fronteggiare le
emergenze del dopoguerra nella frazione. Il CLN agì in raccordo con i CLN locali e provinciale, con l’Amministrazione Comunale, con il Comando Alleato. Priorità fu data alla ripresa dell’orticoltura e del turismo, settori chiave per lo sviluppo futuro. Il CLN ebbe anche il compito di traghettare alle urne, il 24 marzo e il 2 giugno 1946, elettori ed
elettrici. La mostra rimarrà aperta dal 21 aprile al 1 maggio 2017.

TREIA (MC). PRONTA A PARTIRE LA NUOVA SEDE AUSER
Anche a Treia (Macerata) è arrivata l’Auser. La costituzione della locale sezione di Promozione Sociale si è tenuta la sera del 10 aprile scorso, in via Lanzi n. 18, nei locali che ospiteranno l’Auser. Alla seduta inaugurale era presente il Presidente dell’Auser Provinciale di Macerata, Antonio Marcucci, che ha presentato lo Statuto dell’Associazione e l’atto costitutivo della sezione treiese. Tante le attività previste dell’Auser  dal trasporto sociale, all’organizzazione di corsi di vario genere: cultura, ginnastica, yoga, cultura, orti sociali, cucito e ricamo; è prevista anche l’organizzazione di gite e  soggiorni di villeggiatura. Altre attività verranno concordate con i soci e con la popolazione, tutte saranno all’insegna dell’invecchiamento attivo. E’ auspicabile – ha concluso Marcucci – la collaborazione su specifici temi con enti quale il Comune  e altre associazioni locali. L’inaugurazione ufficiale e l’apertura al pubblico della sede Auser di Treia avverrà alle ore 11 del 22 aprile prossimo. La data è stata scelta volutamente, poiché quel giorno si celebra la “Giornata mondiale per la Terra”. Le attività associative, invece, inizieranno il giorno successivo, 23 aprile, al mattino, con una passeggiata erboristica, lungo le mura di Treia, organizzata in collaborazione con il locale Circolo vegetariano  (info. 0733/216293). La mattina del successivo 25 aprile, invece, si terrà un corso gratuito di ceramica neolitica nell’androne di Via Lanzi 20 (prenotazioni 0733/216293).

UN NUOVO MEZZO A MASSA LOMBARDA (RA)
E’ stato benedetto anche dal parroco il nuovo mezzo che è entrato a far parte del parco auto di Auser volontariato di Massa Lombarda.  E’ stato acquistato da Auser grazie alla raccolta del 5×1000 e alle generose donazioni della Cooperativa Facchini di Massa Lombarda e della Famiglia Renato Lusa e Lelli Pierina e sarà utilizzato dai volontari per implementare il servizio di accompagnamento e il servizio “Pronto Farmaco”. Gianni Lusa ha ribadito la stima nei confronti dei volontari, di cui ha avuto modo di apprezzare l’operato personalmente: “la nostra donazione è stata un investimento proficuo che va a vantaggio di tutta la comunità, quindi siamo noi a dover ringraziare Auser”. Fausto Viviani, Presidente di Auser Emilia Romagna, ha ricordato come il servizio di accompagnamento sia un valore aggiunto per tutta la comunità, soprattutto per la possibilità di instaurare relazioni positive con le persone che spesso vivono in solitudine e quasi ai margini della società. Viviani ha concluso il suo intervento ricordando che in tutta la Regione sono attive oltre 250 auto Auser “ognuna di questa auto, per noi, è un impegno, ma non ci fermeremo qua”. Angelo Guardigli, coordinatore del circolo Auser volontariato di Massa Lombarda e Vicepresidente di Auser Volontariato Ravenna, ha concluso ringraziando tutti coloro che hanno permesso di raggiungere questo importante traguardo: “grazie alla Cooperativa Facchini, grazie alla Famiglia Lusa, grazie al vostro 5×1000 e grazie a tutti quelli che ogni giorno ci aiutano e ci sostengono”.

ASTI. APPARECCHI ACUSTICI DISMESSI A DISPOSIZIONE DEI PIU’ BISOGNOSI
Molti  ausili che fanno uso di tecnologie possono una volta dismessi diventare utili ad altri. Così per gli apparecchi acustici che costituiscono un aiuto determinante per chi ha problemi uditivi. Ci ha pensato l’associazione Auser di Asti che in rete con altre associazioni provvede alla raccolta e custodia di apparecchi acustici non utilizzati. I destinatari saranno individuati dai Servizi  dell’Assessorato Politiche sociali della Città di Asti e dai Consorzi Cisa Asti sud e Cogesa sulla base di una valutazione socio-economica complessiva basata su Isee problematica audiometrica della persona ricevente. “La nostra associazione” spiega Piero Barbesino presidente di Auser Asti “nell’esperienza a contatto con gli anziani ha avuto modo di riscontrare che la riduzione della capacità uditiva rappresenta una grande limitazione  che può condurre all’isolamento sociale”.
Un ausilio acustico comporta spesso costi elevati che possono gravare su bilanci già modesti.
Oltre ad Auser promuove il progetto una rete di associazioni locali, Ada, Anteas, Banco di Solidarietà Rino ed Elsa Galeazzi, Gsh Pegaso, Sea 7 Colline,, Società San Vincenzo de’Paoli, Vela di Ovada  e il sostegno del Centro Servizi Volontariato di Asti e Alessandria. Ulteriori  informazioni ai riferimenti 0141 30060 e 338 3071144
Fonte: astinotizie.it

BOLOGNA. ALL’ARCI BENASSI UN PRANZO DI SOLIDARIETÀ PER LE POPOLAZIONI COLPITE DAL TERREMOTO
Un pranzo di solidarietà per raccogliere fondi per le popolazioni del Centro Italia colpite dal terremoto.L’appuntamento, promosso da Spi-CGIL e Auser, è in programma giovedì 20 aprile alle 12.30 presso il Circolo Arci Benassi, in via Cavina 4, a Bologna.
Il menu prevede: rigatoni alla amatriciana e crescentine con salumi tipici delle zone terremotate.
Per info e prenotazioni

MUSICA, SALUTE, NARRAZIONE,…IL NUOVO PROGRAMMA DEL CLUB MENO PIÙ DI AUSER BOLOGNA
E’ disponibile il nuovo programma del Club Meno Più, il laboratorio di formazione permanente promosso da Auser Bologna assieme all’Associazione Artemisia.
Il primo appuntamento, in programma il 26 aprile, avrà un ospite d’eccezione: il grande trombonista Checco Coniglio, tra i fondatori della famosissima Doctor Dixie Band, che dialogherà con Angelica Sisera mostrando video inediti e contributi sonori. Una bella occasione anche per preparasi a un altro grande appuntamento targato Auser: il concerto di soliderietà della Tullio De Piscopo Band e degli Alzheimer Rock Band, in programma la sera successiva all’Officina Extragon.
Per informazioni

BELLUNO. LA STORIA DELL’ALIMENTAZIONE ALL’UNIVERSITA’ POPOLARE AUSER
Archiviata con successo la prima conferenza dedicata alle Masiere di Vedana – storia e leggenda, riprende venerdì prossimo il ciclo proposto dall’Auser- Università popolare di Belluno,  patrocinato del Comune. L’argomento scelto per questo secondo appuntamento riguarderà “L’alimentazione e l’agricoltura nel bellunese dalla scoperta dell’America all’Ottocento”. A trattare questo importante argomento, in quanto evento che ha modificato gli stili di vita europei con la diffusione sul mercato  di nuovi “prodotti” fino al pieno Ottocento, è stato chiamato il dottor Marco Perale, noto studioso di storia locale. Si parlerà quindi del fagiolo, del mais, della patata, e di autori locali che hanno dedicato opere a queste tematiche, come  Pierio Valeriano col suo “De milacis cultura”, primo testo europeo sul fagiolo, il canonico Giovan Battista Barpo con ”Le delizie e i frutti dell’agricoltura e della villa”, Antonio Maresio Bazolle con “Il possidente Bellunese“. Appuntamento quindi venerdì 21 aprile alle ore 17.30 presso l’Aula Magna dell’I.T.I.S Segato, in piazza Piloni. A distanza di una settimana, stesso luogo stessa ora, il ciclo proposto dall’Università Auser di Belluno si chiuderà con una comunicazione su “Età del ferro e romana in Alpago. Le necropoli di Pian de la Gnela e di Staol”, tenuta dal il giornalista Eugenio Padovan.

I SOGGIORNI ESTIVI DI AUSER EMPOLI (FI)
Anche quest’anno, l’Auser di Empoli (FI) organizza, con il patrocinio dell’Unione dei Comuni dell’Empolese-Valdelsa, i soggiorni estivi rivolti agli anziani. Le “Vacanze d’argento 2017”, nei mesi di giugno, luglio e settembre, prevedono 10 possibili mete, al mare, in montagna o alle terme, per andare incontro ai gusti dei villeggianti. In particolare, per chi ama il mare sarà possibile soggiornare nella splendida Tropea, oppure sull’isola di Ischia, con inclusa l’offerta termale, o sulla costa adriatica a Rimini. Chi preferisce rimanere in Toscana, può scegliere tra Grosseto e la Versilia, a Viareggio e a Lido di Camaiore. Per gli amanti della montagna, invece, i soggiorni estivi sono organizzati sull’Appennino Toscano a Cutigliano e Lizzano in Belvedere, oppure sulle Alpi trentine ad Andalo. Per iscriversi è necessario recarsi presso le sedi Auser o, eventualmente, presso gli uffici comunali dislocati sul territorio empolese, tra martedì 18 e venerdì 28 aprile (i giorni dedicati alla raccolta delle iscrizioni cambiano da Comune a Comune). Si ricorda che è necessario presentare una fotocopia della carta d’identità e il codice fiscale, che l’entità del contributo sarà determinata sulla base dell’indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) e che è richiesta la tessera associativa.
Per informazioni:
Auser Empoli –  tel. 0571.711112
Auser Castelfiorentino – tel.  0571.64351
Auser Montelupo Fiorentino – tel: 0571.51161

CASTEL SAN PIETRO (BO).  A PASSEGGIO CON AUSER
In piena attività le «Passeggiate in compagnia» organizzate dall’Auser di Castel San Pietro. Ogni martedì e venerdì si parte alle ore 9 davanti all’ingresso del Giardino degli Angeli in via Remo Tosi e si cammina in compagnia per circa un’ora. L’iscrizione è gratuita. Si tratta di percorsi adatti a persone di ogni età, che hanno l’obiettivo di favorire l’attività fisica e la socializzazione, migliorare la salute e l’umore.
Per informazioni: Auser Castel San Pietro, via Mazzini 41 (tel. 051-948201, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 11).


Anziani e dintorni

CAREGIVER FAMILIARE, RICONOSCIMENTO DI RUOLO E DIRITTI, CONFERENZA STAMPA A ROMA
Giovedì 27 aprile alle ore 11,30 presso la Sala Stampa della Camera dei Deputati in via della Missione 4 a Roma si terrà la Conferenza Stampa di Anziani e non solo e di CArer Caregiver Familiari Emilia Romagna, per presentare ai giornalisti lo stato di avanzamento del ddl “legge quadro nazionale per il riconoscimento e la valorizzazione del caregiver familiare”. Introduce i lavori l’on. Edoardo Patriarca.
Per Info e accrediti:  info@anzianienonsolo tel 059/645421.

ANZIANI A PADOVA INDAGINE DELLO SPI CGIL
Anche in provincia di Padova la popolazione è sempre più anziana. Di più: il territorio patavino ospita il maggior numero di ultraottantenni di tutta la regione: circa 60.600, con un aumento percentuale record rispetto a dieci anni fa: più 38,9%. Sono numeri emblematici quelli che emergono dall’indagine sull’invecchiamento della popolazione veneta che lo Spi Cgil regionale ha effettuato elaborando gli ultimi dati dell’Istat. Dall’indagine dello Spi emerge che nel Padovano gli ultrasessantacinquenni – i quali sono soggetti a politiche specifiche soprattutto nel campo del Welfare e della Sanità – sono più di 200 mila (202.201) e rappresentano il 21,6% della popolazione totale. Rispetto al 2006 si registra un aumento del 20,1%. Il 57% degli over 65 è donna. L’indice di invecchiamento – che è definito dal rapporto fra anziani (over 65) e giovanissimi (under 14) – conferma il trend. Nel 2006 in provincia ogni 100 giovanissimi c’erano 137 anziani, ora questo rapporto è di 100 under 14 ogni 157 ultrasessantacinquenni, con un aumento del 14,1% in dieci anni. Molte persone anziane sono sole, perché vedove, celibi o nubili, o divorziate. In questa categoria nel Padovano rientrano 77.719 persone, per lo più vedove, soprattutto donne. Calcolatrice alla mano, ogni 3 ultrasessantacinquenni veneti, uno è presumibilmente solo, perché celibe/nubile (15.579 nel 2016), vedovo (57.875) o divorziato (4.265). Il numero di anziani soli in provincia è in crescita del 7,4% rispetto a dieci anni fa con un balzo all’insù dovuto soprattutto al boom di divorzi registrato in Italia a partire dal nuovo secolo. Il Padovano è la seconda provincia dopo Venezia in quanto a numero di anziani “soli”. Per quanto riguarda gli ultraottantenni – per i quali entra in campo tutto l’importantissimo tema della non autosufficienza – come abbiamo detto la provincia di Padova registra i record regionali. In dieci anni il loro numero è cresciuto quasi del 40% (+38,9%), passando dai 43.632 del 2006 ai 60.602 del 2016. In questa categoria, troviamo per il 65% donne, che hanno una aspettativa di vita superiore rispetto agli uomini.
Fonte: padovaoggi.it

POVERTÀ, ISTAT: L’11,9% DELLE FAMIGLIE IN DIFFICOLTÀ ECONOMICHE NEL 2016
Nel 2016, secondo i dati provvisori, l’11,9% delle famiglie italiane si è trovata nelle condizioni di grave deprivazione materiale. Una percentuale sostanzialmente stabile rispetto al 2015. Lo ha detto il direttore del Dipartimento per la produzione statistica dell’Istat, Roberto Monducci, nell’audizione sul Def davanti alle commissioni Bilancio di Senato e Camera. “Nonostante il miglioramento delle condizioni economiche delle famiglie, nel 2016 non si è osservata una riduzione dell’indicatore di grave deprivazione materiale, corrispondente alla quota di persone in famiglie che sperimentano sintomi di disagio. Quindi la ripresa economica e del mercato del lavoro non sta riducendo alcuni sintomi di disagio”, ha aggiunto. I minori che nel 2016 risultano in condizioni di grave deprivazione sono 1.250.000 pari al 12,3% della popolazione con meno di 18 anni. Tale quota risulta in lieve diminuzione rispetto agli anni precedenti. Monducci ha poi spiegato che, tra il 2015 e il 2016 l’indice di grave deprivazione peggiora per le persone anziane (65 anni e più), passando dall’8,4% all’11,6%, pur rimanendo al di sotto del dato riferito all’insieme della popolazione, e per chi vive in famiglie con persona di riferimento in cerca di occupazione (da 32,1% a 35,8%). In lieve diminuzione, invece, la quota della popolazione con meno di 18 anni, pari al 12,3% (pari a 1 milione e 250 mila minori).
Fonte: Redattore Sociale


Associazionismo Volontariato Terzo Settore

“IN CRONICA ATTESA”. IL 27 APRILE A ROMA LA PRESENTAZIONE DEL XV RAPPORTO SULLE POLITICHE DELLA CRONICITÀ DI CITTADINANZATTIVA
Si terrà il prossimo 27 aprile a Roma, presso il Centro Congressi Cavour – Via Cavour, 50/a, dalle ore 9.30 alle ore 13.00, la presentazione del XV Rapporto nazionale sulle politiche della cronicità, dal titolo “In cronica attesa”, realizzato dal Coordinamento nazionale delle Associazioni dei Malati Cronici (CnAMC) di Cittadinanzattiva.
Il Rapporto rappresenta il frutto dell’impegno delle circa 100 associazioni di malati cronici e rari che aderiscono al Coordinamento, mira a produrre informazione civica segnalando le carenze con cui si confrontano quotidianamente le persone affette da una patologia cronica e/o rara e ad inserirsi nel dibattito pubblico sulle politiche sociali e sulla sostenibilità del nostro sistema di assistenza sanitaria attraverso l’elaborazione di una piattaforma per la promozione di un sistema di welfare equo, universale e solidale. Il Rapporto di quest’anno, nato dal contributo di 46 associazioni, si focalizza su 3 temi di fondamentale importanza per i pazienti affetti da una patologia cronica e rara: il Piano Nazionale della Cronicità (PNC) al fine di verificare quali effetti abbia prodotto sinora in termini di qualità dell’assistenza e confrontarsi sulle sfide per il futuro; le malattie rare, con particolare riferimento alle difficoltà specifiche che incontrano le persone che ne sono affette, come l’individuazione del centro di riferimento o l’inclusione scolastica e, infine, i tempi di attesa non solo rispetto alle visite specialistiche o diagnostiche erogate dal SSN ma anche per la diagnosi, per individuare il centro di cura o lo specialista più adatto, per ritirare un piano terapeutico o per concludere l’iter della domanda di invalidità.
Per info. stampa@cittadinanzattiva.it  http://www.cittadinanzattiva.it

Tags:
Categorie articolo:
Agenzia d'informazione AUSER

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MENU