Area riservata

Agenzia di informazione Auser – Anno 20 numero 13 – 29 marzo 2017

Scritto da
29 marzo 2017
testatina 2010

Agenzia settimanale – Anno 20 numero 13– mercoledì 29 marzo 2017
Agenzia Auser è un servizio d’informazione dell’Auser Nazionale.
Viene inviata via E-mail. E’ inoltre visibile sul sito internet www.auser.it


AuserInforma

UN PATTO SOCIALE PER DARE SLANCIO AL PAESE. LE SFIDE DEGLI ANZIANI DELL’AUSER. A SALERNO DAL 5 AL 7 APRILE IX CONGRESSO NAZIONALE AUSER
“Insieme, ancora più forti – La cittadinanza non ha età”. E’ questo il titolo del IX Congresso Nazionale dell’Auser che  si terrà dal 5 al 7 aprile prossimi a Salerno, presso il Grand Hotel Salerno in via Lungomare Clemente Tafuri 1.
Parteciperanno al Congresso Auser oltre 400 fra delegati e invitati provenienti da tutta Italia, un Congresso importante durante il quale l’associazione definirà linee e strategie politiche e organizzative per i prossimi quattro anni.
L’Auser che ha raggiunto i 28 anni di attività, è presente oggi in tutta Italia con 1543 sedi, gli iscritti superano i 300mila, i volontari sono 44.753.
I dati del Bilancio Sociale che verrà presentato al Congresso parlano di 7.411.597 ore di volontariato e di quasi 625mila persone che partecipano alle attività associative.
Una associazione sempre più “al femminile” con una diffusa presenza di donne sia fra i volontari che nei ruoli dirigenziali,  oggi ben 10 presidenti regionali sono donne.
L’associazione lancerà da Salerno le sue sfide “per un nuovo Patto Sociale e nuove politiche di welfare  che diano risposte ai bisogni dei cittadini, a  chi è rimasto indietro, che promuova l’uguaglianza e i diritti di cittadinanza” sottolinea il presidente nazionale Enzo Costa. Un Patto Sociale fondato su solidarietà, partecipazione, etica, inclusione sociale “dobbiamo sappiamo valutare quale cambiamento abbiamo prodotto nella vita concreta delle persone e della comunità. Oltre al fare dobbiamo imparare a misurare, e creare sempre più valore sociale perché la comunità dove si svolge la nostra attività ci percepisca come un punto di riferimento”.
Un Patto Sociale che guarda all’invecchiamento attivo come grande  opportunità per la società. “Basta con gli stereotipi, con i  luoghi comuni. Gli anziani non sono un costo sociale e non rappresentano un’emergenza demografica, sono invece una grande risorsa per il Paese” prosegue Costa.
Denso il programma dei lavori e numerosi gli interventi previsti, fra gli altri il primo giorno è previsto  l’intervento di Ivan Pedretti segretario generale Spi Cgil, mentre Susanna Camusso Segretario Generale della Cgil interverrà il 7 aprile.
Il programma completo dei lavori sul sito: www.auser.it

DIECI DONNE PRESIDENTI DI AUSER REGIONALI
La stagione congressuale dell’Auser che si concluderà a Salerno con l’assise nazionale, ha già segnato alcuni risultati importanti. Fra questi il designare un’associazione dove la parità di genere e il ruolo delle donne è forte e riconosciuto. Simonetta Bessi, Maria Gallo, Chiara Vegher, Manuela Carloni, sono le nuove presidenti regionali elette, rispettivamente di Toscana, Veneto, Trentino Alto Adige, Marche. Le donne che guidano un’Auser regionale salgano così a dieci, andando ad aggiungersi all’Auser Lombardia, Puglia, Sardegna, Basilicata, Umbria e Liguria già  rappresentate da una donna. A tutte loro i nostri auguri di buon lavoro.

APPROVATO DAL MINISTERO IL PROGETTO AUSER “CONOSCERSI A TAVOLA”
“Conoscersi a tavola. L’opportunità per gli anziani di uscire dalla solitudine, acquisire nuove conoscenze e scambiare esperienze attorno alle abitudini alimentari”, è il titolo del progetto promosso da Auser Nazionale ed approvato dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali. Il cofinanziamento ministeriale supera il 230mila euro.

TERREMOTO, AD AMANDOLA #RICOMINCIAMOINSIEME
#ricominciamoinsieme è il nome del progetto per far ripartire Amandola e la comunità montana ritrovando attraverso la memoria, il confronto generazionale e le idee, una normalità perduta dopo i vari eventi sismici che hanno interessato anche l’area dei Monti Sibillini. Protagonisti dell’iniziativa sono Auser Marche e il Cacuam (Centro aggregazione giovanile amandolese). Tra gli obiettivi del progetto ci sono degli incontri tematici volti a condividere uno spazio sociale e discutere sul come ricostruire ed appunto, raccontarsi per ripartire. Il primo incontro organizzato dai due enti si terrà sabato 1 aprile alle ore 10,30 presso i locali dell’Ex pretura ad Amandola, oggi sede del Mandorlo d’Argento, centro aggregativo per gli anziani del luogo.  Patrocinato dal Comune di Amandola, con l’importante presenza dell’Istituto Storico di Macerata ed il fondamentale contributo dell’Univpm, si parlerà dei Mestieri della dorsale appenninica tra Settecento e Ottocento. Il progetto verrà esposto da Maria Teresa Marziali dell’Auser Marche e Michele Marinangeli presidente del movimento aggregativo amandolese Cacuam. Gli interventi tecnici e di approfondimento saranno affidati al Prof. Coppari dell’Istituto storico di Macerata e al Prof. Ciuffetti dell’Univpm. Saranno presenti anche delle classi dell’ITC di Amandola, per dimostrare quanto il territorio montano colpito duramente, abbia voglia di ricominciare insieme.

TERREMOTO, IL CIRCOLO AUSER DI PIEVE DI CADORE (BL)  DONA 820 EURO AD UNA SCUOLA DEL CENTRO ITALIA
Il circolo Auser di Pieve di Cadore (BL) dona 820 euro a una scuola del Centro Italia, per contribuire alla rinascita dopo il terremoto. La scuola prescelta è stata l’Istituto tecnico tecnologico Eustachio Divini di San Severino Marche, al quale è stato inviato il contributo accompagnato da una lettera che illustra la sua provenienza e l’augurio che l’istituto possa riprendere al più presto l’attività didattica educativa compromessa dal terremoto. «Il nostro contributo seppur modesto», ha scritto il presidente del circolo cadorino Giovanni Monico, «nasce dallo spirito di solidarietà che anima il nostro stare insieme. Il nostro augurio non è solo rivolto alla ricostruzione materiale, ma anche e soprattutto alla tenuta e al potenziamento delle relazioni umane, sociali e ideali necessarie al fine di ridare vita e futuro alla vostra terra».
Fonte: Corriere delle Alpi

GLI INCONTRI DEL LUNEDI’ DI AUSER EMPOLI (FI)
Auser Empoli (FI), presso il centro Auser Insieme in via Spartaco Lavagnini 53, continua a proporre gli “Incontri del lunedì”, un ciclo di eventi culturali pomeridiani a ingresso gratuito. Lunedì 3 aprile alle ore 16 si discuterà sul tema” La famiglia allargata”, con Angela Menegazzo e la consulenza dell’avvocato Valeria Vezzosi. Lunedì 10 invece ci sarà la proiezione del film “Una giornata particolare” di Ettore Scola. Le iniziative proseguiranno anche nel mese di maggio.
Fonte: Il Tirreno

LEGNANO (MI), SUCCESSO PER LA MOSTRA COLLETTIVA AUSER
Dal figurativo, al paesaggistico, all’informale, al riuso materiali, alla serigrafia tante le opere apprezzate alla Mostra Collettiva Auser  a Legnano andata in scena nel week end.
L’associazione ha realizzato la mostra collettiva di pittura con opere degli stessi soci, presso la sede della
Fondazione Famiglia Legnanese di via Matteotti per presentarsi alla città. Inoltre nella giornata di Domenica 2 Aprile, nell’ambito dei “Giochi di Liberetà”, iniziativa pluriventennale, organizzata da Auser-Spi-CGIL- verranno selezionate cinque opere destinate a partecipare, nel prossimo mese di giugno, alle finali dei Giochi di Liberetà Comprensoriali del Ticino Olona. Si potranno visionare opere di impronta astratta o figurativa in entrambi i casi ricche di espressività e creatività.
Fonte: Sempione News

FERRARA: MARE, MONTAGNA, TERME, AL VIA LE PRENOTAZIONI PER I SOGGIORNI SOCIALI
Ischia, Vieste, Riccione, San Benedetto del Tronto, ma anche Cavalese, Andalo o Chianciano. Tante sono le possibilità di scelta, tra località di mare, montagna o terme, messe a disposizione degli anziani ferraresi dai programmi dei soggiorni sociali per l’estate 2017. Anche quest’anno infatti il Comune di Ferrara ha concesso il proprio patrocinio ai soggiorni organizzati dalle associazioni locali di volontariato Ada, Ancescao, Anteas e Auser e gestiti dalle agenzie turistiche. Le iscrizioni sono già aperte nelle sedi delle quattro associazioni e le partenze sono in calendario da giugno a settembre prossimi. La partecipazione è aperta alle persone autosufficienti senza limiti di età (per i minori è necessaria la presenza di adulti accompagnatori) e le proposte di soggiorno sono in genere comprensive di viaggio di andata e ritorno, pensione completa per 15 giorni, presenza di un coordinatore e copertura assicurativa.
ai soggiorni da loro proposti “significa ancora andare in vacanza sotto l’egida del Comune”
Fonte: cronachecomune.it

MILANO, I VOLONTARI AUSER AL MUSEO MARTINITT E STELLINE
Auser Milano, dopo essersi aggiudicato  il Bando Pubblico, ha sottoscritto lo scorso 21 marzo una importante Convenzione con la Fondazione del Pio Albergo Trivulzio di Milano riguardante  l’attività di catalogazione, ricerca storica e promozione presso il Museo dei Martinitt e Stelline. “Questo Progetto ci permette di coniugare la nostra missione associativa con una realtà storica importante di Milano – sottolinea Luigi Ferlin presidente di Auser Milano –  Un possibile intreccio di azioni dove sia i volontari , sia gli operatori, si confrontano per  realizzare un modello di invecchiamento attivo integrato”.

MOIE (AN), NUOVO MEZZO PER L’AUSER
Una Fiat Punto per il trasporto sociale. La consegna sabato scorso all’associazione di volontariato Auser, presieduta da Dario Giampieretti. L’Unione dei comuni della Media Vallesina potenzia così il parco mezzi del trasporto sociale, uno dei servizi strategici gestiti dall’organismo sovracomunale. Nella sede di Vallesina Autoservizi, a Moie (AN), è arrivata la nuova vettura, che fa salire a quattro il numero di auto a disposizione dei volontari per rispondere alle sempre crescenti richieste da parte dei cittadini. L’ultimo mezzo, una Fiat Panda, era stato acquistato nel 2012. Alimentata a metano, l’auto è stata acquistata in compartecipazione dall’Unione dei comuni e dall’associazione Auser di Maiolati Spontini. Il Trasporto sociale è un servizio molto richiesto e apprezzato dai cittadini dell’Unione. Numeri alla mano: nel 2016 sono state soddisfatte ben 2.480 richieste di trasporto a favore di persone in difficoltà, per un totale di 86.100 chilometri percorsi. L’Auser garantisce un servizio di segreteria e di trasporto attivo cinque giorni su sette, ogni settimana. A richiedere i servizi dell’Auser sono soprattutto gli anziani. Ma negli ultimi tempi hanno fruito del trasporto sociale sempre più persone in condizioni di disagio economico. La postazione telefonica per le richieste di assistenza funziona dal lunedì al venerdì dalle 8,30 alle 12,30, il martedì e il giovedì anche dalle 15 alle 18. Gli autisti volontari, attualmente una ventina, sono cittadini dei comuni della Media Vallesina.
Fonte: centropagina.it

ALESSANDRIA, PIU SERVIZI AGLI ANZIANI CON IL PROGETTO “TENDI UNA MANO”
La città, come tutto il suo circondario è connotata dalla forte presenza di persone anziane che richiedono interventi di sostegno, appoggio, contrasto alle fragilità legate all’età. Dal mese di dicembre 2016 l’Auser di Alessandria ha potuto potenziare le attività rivolte a questa fascia di popolazione grazie al sostegno e al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria con il progetto Tendi una mano. Il progetto, sostenuto economicamente dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, opera su filoni ben precisi: offrire servizi di trasporto e sostegno per visite mediche, disbrigo pratiche, aiuto per piccole commissioni, contatti con i medici curanti, ritiro farmaci e consegna a domicilio; intervenire aiutando le persone sole o famiglie con disagio socio-economico-culturale a superare le difficoltà logistiche e offrendo sostegno e vicinanza;  condurre la lotta contro forme di emarginazione dovute all’età o a particolari situazioni sociali con presenze certe, sostegno e aiuto sicuro.
Il progetto si concluderà formalmente nel dicembre 2017, “ma sappiamo già fin d’ora che le attività avviate proseguiranno” dicono dall’Auser.
Fonte: alessandrianews.it

A FUSIGNANO (RA) LA PRIMA EDIZIONE DEL PREMIO AUSER “PAROLE A COLORI”
Auser Ravenna riconferma la propria attenzione verso il mondo della scuola con un nuovo premio, istituito dal Circolo Volontariato di Fusignano, dedicato alle seconde e terze classi della Scuola Secondaria di Primo grado Renato Emaldi. La prima edizione del concorso letterario-artistico a tema “Auser per la scuola” è stata dedicata al volontariato in generale e al volontariato svolto in paese da Auser in particolare. Il progetto è stato accolto subito con molto entusiasmo da parte dei docenti, che lo hanno inserito nel programma di insegnamento: gli elaborati realizzati dai ragazzi nel corso dell’anno sono stati prima di tutto valutati dagli insegnanti e hanno ottenuto voti che entreranno a far parte della media scolastica. I volontari Auser, come parte integrante del progetto, sono stati ospiti delle classi coinvolte per illustrare ai ragazzi l’attività di volontariato, le motivazioni, lo spirito con cui ogni giorno si adoperano per il bene di tutta la comunità. Gli elaborati, consistenti in temi e disegni, hanno evidenziato una conoscenza dell’associazione da parte dei ragazzi quasi inaspettata. La soddisfazione più grande per i volontari è stata constatare come i ragazzi siano riusciti a cogliere uno dei punti fondamentali dello spirito di Auser, ovvero l’idea di un volontariato fatto con leggerezza, con il sorriso, con il piacere di rendersi utili agli altri senza pietismo.
12 i premi assegnati (uno per categoria, per ognuna delle classi partecipanti) consistenti in altrettanti buoni, del valore di 150 Euro, spendibili presso la Cartolibreria Futura di Fusignano. I nomi dei vincitori saranno resi pubblici, nel corso della cerimonia di premiazione, il prossimo 25 maggio, nell’ambito de La città dei ragazzi 2017; in questa occasione saranno consegnati anche gli attestati di partecipazione a tutti i ragazzi.
Per info:  Deborah Ugolini+39 335 6934856 – press@auserravenna.it

ROMANS D’ISONZO (GO), SALUTE E ATTIVITA’ FISICA
Sono tante le iniziative che compongono il programma per il 2017 del Circolo Auser di Romans d’Isonzo (GO). A partire dai corsi di ginnastica che si tengono settimanalmente e vengono seguiti con particolare interesse da molte persone, inizieranno con le prossime camminate serali fissate per il 2, 7 e 28 aprile, su di un territorio compreso tra Romans e Gradisca, di cui verrà data presto comunicazione, che per l’occasione saranno integrate da esercizi di rilassamento e meditazione, condotti da istruttori qualificati per favorire il benessere psico-fisico dei partecipanti. Prevista pure nel 2017 una mostra dibattito sull’amianto e sui suoi gravi effetti, da tenersi in collaborazione con l’associazione esposti amianto, così come verrà proposta anche una mostra su come veniva trattata la disabilità nel corso periodo fascista. Prosegue intanto  il progetto avviato lo scorso anno dal titolo “Orto&Giardino nella mia scuola”, frutto della collaborazione tra le scuole elementari, medie e dell’infanzia di Romans e quest’anno allargata anche alle scuole di Medea, le associazioni locali Auser e Scussons, il Comune di Romans e l’istituto agrario Brignoli di Gradisca. Lo scorso anno si è puntato sulla coltivazione dei pomodori e di altre verdure e grazie all’impegno degli scolari la produzione è stata ottima, con il prodotto finale donato alla Caritas. Quest’anno, invece, mentre alcuni volontari stanno già preparando il terreno, si punterà a seguire anche il processo di maturazione della vite.
Fonte: Messaggero Veneto

TAGLIO DI PO (RO), AUSER DONA UNA LAVAGNA INTERATTIVA ALLA SCUOLA
L’Auser di Taglio di Po ha donato alla scuola primaria G.B.Stella una nuova Lim (lavagna interrativa multimediale) completa di computer con l’obiettivo di dare il proprio contributo per aiutare la scuola a dotarsi di moderni strumenti per migliorare l’insegnamento.  La consegna è stata effettuata dalla presidente del circolo alla dirigente dell’Istituto Comprensivo con la presenza dell’assessore comunale e di alcuni genitori. La dirigente dell’istituto Di Mascio ha ringraziato l’Auser per la sensibilità nei confronti della scuola «esempio di cittadinanza attiva dove le famiglie e l’istituzione scolastica si mettono insieme per migliorare la scuola».
Fonte: Il Gazzettino

PALERMO, SALUTE E BENESSERE, LA CAMPAGNA DI PREVENZIONE DELL’UNIVERSITÀ POPOLARE AUSER  LEONARDO DA VINCI
Prosegue l’impegno dell’Università popolare Auser Leonardo Da Vinci di Palermo per la campagna educativa di prevenzione “un’idea di salute attiva” con numerosi interventi di specialisti che si sono svolti nel corso del mese di marzo. In particolare si è parlato di “trattamento psicomotorio dell’ansia” con lo psicologo dott. Giuseppe Criminisi, si è affrontato il tema della “prescrizione dell’esercizio fisico a finalità curativa” con il medico sportivo; altro tema molto seguito “alimentazione ed esercizio fisico nella terza età”. Il dieci aprile prossimo la lezione del corso di” Salute e benessere”  ospiterà il diabetologo Dott.Mario Manunta, il tema affrontato sarà “Modulazione dell’esercizio fisico ed alimentazione nella prevenzione e cura del diabete”.
Per info e contatti: Massimiliano Squillace 3382116639

CESENA, UN PIAZZALE NEL NOME DI SANZIO TALACCI, FONDATORE DELL’AUSER
Il piazzale situato lungo via San Carlo, vicino allo stabilimento Caterina Lucchi, verrà intitolato a Sanzio Talacci, fondatore dell’Auser nel 1992 e primo presidente. Nato nel 1924 a Savignano sul Rubicone, Sanzio Talacci ha sempre unito all’impegno professionale la passione politica che lo ha portato a essere, dal 1956 al 1961 consigliere comunale di Cesena per il Pci, e dal 1960 consigliere provinciale, ricoprendo, dal 1961 al 1965, il ruolo di assessore all’Agricoltura e allo Sviluppo Economico. Negli anni Sessanta diventa segretario della Cna di Cesena, mentre nel 1975 assume l’incarico di segretario provinciale della stessa associazione, mantenendolo fino al 1983, in una fase di grande crescita del mondo artigiano. Fra il 1990 e il 1993 è anche presidente del Cercal – Centro di ricerca e scuola internazionale calzaturiera di San Mauro Pascoli. Nel 1992 fonda a Cesena l’Auser, diventandone il primo presidente. Sotto la sua guida l’Auser Cesena conosce un notevole sviluppo, coinvolgendo un gran numero di iscritti e volontari attivi e avviando molte iniziative (alcune attive ancora oggi) volte al servizio della comunità e all’aiuto delle persone più fragili. Mantiene la carica per 10 anni, ma anche dopo continua a partecipare attivamente – e lo farà fino all’ultimo – alla vita dell’associazione. Muore  il 14 settembre 2007.
Fonte: cesenatoday.it

RAVENNA, DA CASAL BORSETTI A BRISIGHELLA LA CARTOGRAFIA IN MOSTRA
Il centro sociale culturale Auser “Scuola viva” di Casal Borsetti esporta in collina il successo delle attività estive del 2016. Succede con la mostra cartografica “La Romagna nelle stampe dal ‘500 all’800″, esposta nei locali della ex scuola elementare, in Piazza Marradi 4 a Casal Borsetti  che l’Ingegner Ugo Forghieri, della ProLoco di Brisighella, ha voluto portare anche nell’entroterra collinare. Le stampe, riprodotte per concessione dell’Archivio di Stato ASRa e dell’archivio Comunale ASCRa, accompagnano i visitatori in una sorta di viaggio spaziotemporale nella Romagna dall’appennino al mare, mostrando i cambiamenti del paesaggio; le dettagliate schede informative forniscono al pubblico spiegazioni storico-sociali del contesto che ogni mappa illustra, con riferimento ai diversi momenti storici. Curatrice della Mostra è la volontaria Auser Guerrina Casadei Zaffagnini con la collaborazione e consulenza storico-critica di Osiride Guerrini ed organizzativa di Ugo Forghieri per conto della Proloco di Brisighella. Gianpaolo Cimatti e Roberto Vassura hanno partecipato all’impostazione iniziale del progetto. La mostra, che è stata inaugurata sabato 25 marzo alle 17.00, sarà visitabile presso la Sala Mostra Comunale di Brisighella in Piazza Marconi (di fianco al Municipio) da giovedì 30 marzo a domenica 2 aprile dalle 17.00 alle 19.00 e dalle 20.30 alle 22.30. L’ingresso è libero.


 

 

Anziani e dintorni

 ARRIVA LA BADANTE DI QUARTIERE
Si chiama Staff, Sportello territoriale assistenti familiari e formazione e ha 3 obiettivi: fare formazione sanitaria e culinaria per insegnare a preparare i piatti più adatti ad anziani e disabili; istituire la figura dell’assistente familiare di condominio o di quartiere; creare una mappa degli anziani in condizione di fragilità sconosciuti ai servizi territoriali. Il progetto (appaltato all’azienda Abs assistenza di Collecchio) si rivolge a 13 Comuni del parmense, i 5 dell’Unione Pedemontana e gli 8 dell’Unione montana Appennino Parma est. Gli sportelli apriranno i battenti il prossimo 5 aprile (presso quelli già esistenti nei Comuni di riferimento) serviranno a fare incontrare domanda e offerta attraverso la creazione di un database delle assistenti familiari che sarà messo a disposizione delle famiglie. Ma per entrare nell’elenco, le assistenti dovranno soddisfare alcuni requisiti minimi: essere in possesso della cittadinanza italiana o, se straniere, del permesso di soggiorno, e conoscere la lingua italiana. Non solo: saranno obbligate a frequentare il primo corso di formazione utile tra quelli previsti e dovranno sottoporsi a test di verifica. Nelle prossime settimane il servizio sarà pubblicizzato con un gazebo nelle piazze dei 13 comuni, nei giorni di mercato. A Collecchio, Felino, Montechiarugolo, Sala Baganza, Traversetolo, Langhirano saranno aperti gli sportelli fisici, mentre ai Comuni montani di Lesignano de’ Bagni, Corniglio, Calestano, Monchio, Neviano, Palanzano e Tizzano sarà garantito un servizio da remoto.
Fonte: Redattore Sociale

LA CASA INTELLIGENTE CHE AIUTA I MALATI DI DEMENZA
Un sistema di allarmi e sensori automatici in casa che, collegati a una app sullo smartphone, avverte in caso di emergenza e aiuta i familiari di una persona con demenza a rilevare anomalie e cambiamenti nelle abitudini del proprio caro. Il sistema è stato presentato ad Ancona presso CasAmica, una “smart house” attrezzata con tecnologia domotica nel presidio ospedaliero dell’Inrca (Istituto Nazionale di Riposo e Cura per Anziani), in occasione dell’incontro con i partner del progetto Home4Dem. Finanziato nell’ambito del programma europeo Ambient Assisted Living, il progetto ha l’obiettivo di garantire il più a lungo possibile l’indipendenza delle persone con demenza nella propria abitazione e facilitare la vita dei familiari. Il kit verrà collaudato per un anno da 120 familiari di anziani con demenza lieve o moderata tra Italia, Svizzera, Norvegia e Svezia, di cui 30 seguiti dall’Inrca. Altamente personalizzabile, comprende diversi sensori hi-tech che, collocati in punti chiave della casa, servono per segnalare l’apertura di porte e finestre (anche in fasce di orario prestabilite) e rilevare fumo e acqua a terra. Una notifica sul cellulare allerterà in tempo reale i familiari in caso di situazioni di pericolo. Completa il sistema un tablet che sarà dato in dotazione agli anziani, con semplici giochi per allenare la memoria. Il sistema Home4Dem è il risultato migliorato di due piattaforme esistenti: Up-Tech, sviluppata dall’Inrca grazie al progetto omonimo promosso dalla Regione Marche, e DomoSafety, ideata in Svizzera. Al termine della sperimentazione il kit sarà messo in vendita sul mercato e potrà essere acquistato.
Fonte: Redattore Sociale

BRESCIA. UN CODICE D’ARGENTO PER GLI ANZIANI CHE SI PRESENTANO AL PRONTO SOCCORSO
Si chiama «codice argento» e contraddistingue i pazienti che oltre ad essere anziani hanno un profilo di particolare fragilità. Attivato in via sperimentale nei pronto soccorso degli ospedali di Iseo, Manerbio e Gardone Valtrompia, oltre che Sant’Anna e Poliambulanza in città, il nuovo codice è stato ideato dall’Ats di Brescia, che ne monitorerà gli effetti dal punto di vista della gestione dei pazienti e si occuperà della specifica formazione del personale. Una sperimentazione legata all’incremento del numero di pazienti anziani che si sono presentati ai pronto soccorso bresciani tra il 2011 e il 2016, passati, da 99.602 a 112.774, in controtendenza rispetto agli accessi totali dell’intera popolazione residente, scesi da 460.614 a 433.640. Tra le criticità rilevate però l’incremeno di oltre il 6% dei codici bianchi, ovvero di casi non urgenti e dunque inappropriati. Un lavoro sollecitato anche dal Comune di Brescia, che negli ultimi mesi, in seguito anche ad episodi di sovraffollamento dei pronto soccorso del territorio, ha incontrato tutti gli attori coinvolti nella gestione delle emergenze e nella tutela della salute pubblica.
Fonte: giornaledibrescia.it

TOSCANA. CON IL PROGETTO POSTE IL POSTINO BUSSA CON IL TABLET
Il progetto si chiama Poste c’è, e intende formare gli anziani all’uso della tecnologia con l’aiuto dei postini toscani. L’iniziativa è stata lanciata, in via sperimentale, da Poste Italiane in Toscana, in collaborazione con Ibm e Apple. Al lancio del progetto hanno aderito un centinaio di persone per la maggior parte over 65. I postini consegneranno un iPad in comodato d’uso agli anziani e, su appuntamento, andranno a casa per insegnare loro come utilizzarlo. Su ciascun dispositivo è attiva l’App “Posta c’è” che consente ai partecipanti di accedere a servizi essenziali per comunicare in modo semplice, parlare utilizzando Face Time, condividere fotografie. Inoltre, attraverso un secondo tablet, consegnato a un familiare, sarà possibile essere sempre connessi e collegati con i propri parenti. Il postino svolgerà anche un’azione di contatto costante con i partecipanti, si informerà sulle condizioni generali delle persone che poi comunicherà ai familiari tramite l’app.
Fonte: Redattore Sociale


 Associazionismo Volontariato Terzo Settore

SOLIDARIETÀ: GOOD DEEDS DAY PORTA A ROMA 60 EVENTI PER IL BENE COMUNE DAL 31 MARZO AL 2 APRILE
Sono ben 60 gli eventi già in programma per “Insieme per il bene comune – Good Deeds Day”, la manifestazione internazionale di solidarietà che torna anche a Roma dal 31 marzo al 2 aprile. Circa 250 associazioni, con i loro 3000 volontari, scenderanno in campo per valorizzare i beni comuni della città o per compiere azioni solidali in aiuto di chi vive una condizione di difficoltà: si va dalla cura del verde pubblico alla raccolta alimentare, dalla merenda fatta con i bambini in difficoltà alle visite culturali alla scoperta delle bellezze, note e meno note, della Capitale, fino alla partecipazione alla corsa non competitiva della Maratona di Roma con la grande festa finale al Circo Massimo. Nuove iniziative si aggiungono di ora in ora, anche nella provincia di Roma.
Previsto inoltre il coinvolgimento di oltre 10 mila cittadini, che parteciperanno alle iniziative per essere volontari per un giorno o semplicemente osservare le attività promosse dalle associazioni.
Iscrizioni su www.insiemeperilbenecomune.org.
Il Good Deeds Day a Roma è organizzato dai Centri di Servizio per il Volontariato del Lazio CESV-SPES, con il patrocinio dell’Assessorato alla Persona, Scuola e Comunità Solidale di Roma Capitale, ed è realizzato in collaborazione con Maratona di Roma, le comunità religiose del Vicariato di Roma, della Comunità Ebraica e del Centro Islamico Culturale d’Italia, Religions for Peace, Retake, Labsus, Enpam, ASL Roma 1, Ospedale Israelitico, e i Municipi Roma I, II, IV e XV.
Per informazioni: 06.44702178 – 06.491340 – benecomune@volontariato.lazio.it – http://www.insiemeperilbenecomune.org

 

Agenzia d’Informazione a cura dell’Ufficio Stampa di  Auser Nazionale.
Via Nizza 154 00198 Roma tel. 06/84407725 fax 06/8440.7777
ufficiostampa@auser.it    www.auser.it

Tags:
Categorie articolo:
Agenzia d'informazione AUSER

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MENU