Area riservata

Agenzia di informazione Auser – Anno 20 numero 06 – 8 febbraio 2017

Scritto da
8 febbraio 2017
testatina 2010

Agenzia settimanale – Anno 20 numero 06 – mercoledì 8 febbraio 2017
Agenzia Auser è un servizio d’informazione dell’Auser Nazionale.
Viene inviata via E-mail. E’ inoltre visibile sul sito internet www.auser.it


AuserInforma

COME STA CAMBIANDO L’ASSISTENZA AGLI ANZIANI NEL NOSTRO PAESE.
A ROMA IL 9 FEBBRAIO LA PRESENTAZIONE DELLA RICERCA AUSER  CON BOERI, CAMUSSO, PEDRETTI E VOLTERRANI

Giovedì  9 febbraio 2017 dalle ore 10,30  alle  13.00 a Roma alla  Camera dei Deputati sala Aldo Moro – Piazza Montecitorio l’Auser presenta la ricerca “Domiciliarità e Residenzialità per l’invecchiamento attivo” una fotografia senza sconti sul cambiamento demografico in atto e  su come vengono assistiti gli anziani nel nostro Paese. Alla domiciliarità vi ricorrono 2,5 milioni di anziani, mentre nelle strutture  trovano assistenza poco più di 278.000  anziani. Un modello che sta mostrando forti limiti di inadeguatezza. La ricerca presenta inoltre un pacchetto di proposte concrete su come affrontare l’invecchiamento della popolazione e garantire un efficace sistema di cura a lungo termine per gli anziani di oggi e per quelli di domani.
Presiede: Marco Di Luccio, presidente di Abitare e Anziani; introduce: Enzo Costa, presidente nazionale Auser; presenta la ricerca: Claudio Falasca, curatore dell’indagine. Intervengono:
Edoardo Patriarca, deputato; Tito Boeri, presidente INPS; Andrea Volterrani, Sociologo; Rita Visini Assessore alle politiche sociali della Regione Lazio; Ivan Pedretti, Segretario Generale Spi Cgil; Susanna Camusso, Segretaria Generale CGIL. Coordina Giovanni Anversa, giornalista RAI.
Per la richiesta di accredito si prega di comunicare i nominativi a  ufficiostampa@auser.it

NO A VIOLENZA E TRUFFE, A BRESCIA LO SPORTELLO DEL COMUNE IN COLLABORAZIONE CON LE ASSOCIAZIONI
Un progetto di sostegno alle vittime di violenza, istituito molti anni fa per aiutare le vittime di furti, rapine, scippi, truffe, danneggiamenti ed estorsioni. Il servizio è stato ripristinato a Brescia con la collaborazione di Auser, Anteas, Assoarma. Il Comune garantisce la partecipazione alle spese per le vittime che abbiano subito «danni fisici e materiali» e, in caso di necessità, anche un sostegno psicologico. Nel 2016 sono state presentate 83 richieste con un contributo di 19.806 euro. Sostegno economico e psicologico sono riservati ai cittadini italiani che hanno compiuto i 60 anni, risiedano a Brescia dalla data in cui hanno subito violenza, non abbiano copertura assicurativa relativamente al danno subito e al 31 dicembre dell’anno precedente non abbiano un reddito riferito al nucleo familiare che vada oltre il limite del regolamento. Del sostegno garantito dal Comune possono usufruire anche i cittadini stranieri regolari purché risiedessero a Brescia quando sono stati vittime di una violenza.
Fonte: Corriere della Sera

MASSAFISCAGLIA (FE), NUOVA SEDE PER IL MERCATINO DELL’USATO DI AUSER
L’amministrazione comunale di Massafiscaglia (FE)  ha messo a norma l’edificio che ospitava le scuole elementari e ha cominciato a distribuire i locali ad uso delle varie associazioni di volontariato del territorio. La prima realtà ad insediarsi  è stata il mercatino dell’usato Auser che, dopo essere stato ospite per anni prima dei locali sopra la sede Avis e poi in una zona della canonica della chiesa parrocchiale, ora ha vasti spazi propri. Al mercatino tutti possono portare le cose che non vengono più utilizzate: dalla biancheria, al tessile per la casa, all’arredamento, ai soprammobili, ed altro, purché in buono stato. La sede è aperta il lunedì ed il sabato dalle 8.30 alle 12.30;  tutti i proventi del mercatino dell’usato Auser vengono devoluti in beneficenza o per la realizzazione di manifestazioni a favore della comunità.
Fonte: Il Resto del Carlino

GROSSETO, NO ALLE TRUFFE
Nell’ottica della prevenzione del fenomeno delle truffe ai danni degli anziani condotte da malviventi che si presentano come appartenenti alle forze dell’ordine, continuano a Grosseto gli incontri dei carabinieri di natura informativa con la cittadinanza, finalizzati a sensibilizzare gli appartenenti alle fasce deboli sulle attuali tipologie di truffe. L’iniziativa, organizzata in collaborazione con Auser e Avis,  sta registrando una notevole partecipazione di pubblico. Nel corso degli incontri, che hanno visto l’intervento dei comandanti delle Compagnie e delle stazioni, sono stati affrontati i casi di maggiore attualità entrando nel dettaglio di tecniche e varianti in modo da fornire degli strumenti di valutazione e, soprattutto, consigli pratici per evitare di essere raggirati, indicando loro gli elementi da cogliere per l’identificazione dei criminali. I partecipanti sono stati sensibilizzati al fine di diventare parte attiva nel trasmettere a conoscenti, familiari ed amici che non hanno potuto prendere parte agli incontri, le informazioni. Questa tipologia di truffe sono infatti sempre più frequenti e avvengono proprio nelle abitazioni private dei malcapitati, ad opera di uomini e donne, all’apparenza affidabilissimi, che si spacciano per tecnici del gas, dell’Enel, avvocati o addirittura per appartenenti alle forze dell’ordine. È stata ribadita la massima disponibilità verso i cittadini e le fasce deboli invitandoli a segnalare senza remora alcuna ogni situazione dubbia al 112 gratuito.
Fonte: La Nazione

“LA CITTADINANZA NON HA ETA’”: AUSER, SPI E FONDAZIONE CON IL SUD INSIEME IN PUGLIA
Ribaltare l’errata convinzione che gli anziani siano un costo sociale ed investire nel processo di invecchiamento attivo. Parte con questi propositi il progetto, finanziato dalla fondazione Con il sud, intitolato «La cittadinanza non ha età», e che vede coinvolte importanti realtà del volontariato locale, tra cui le Auser di Trani, Molfetta, Bisceglie, Terlizzi, Turi, Bari, insieme con Spi-Cgil provinciale di Bari. La presentazione del progetto si terrà giovedì prossimo, 9 febbraio, alle 18, presso Villa Guastamacchia, in via Sant’Annibale Maria di Francia. Saranno presenti l’assessore alla cultura, Felice Di Lernia, il presidente provinciale Auser, l’omologo di Trani Antonio Corraro, il responsabile del progetto, Raffaele Barba, ed i vari esperti di laboratorio.
Fonte: La Gazzetta del Mezzogiorno

COLORNO E TORRILE (PR), OLTRE 36 MILA SERVIZI IN UN ANNO
Oltre 36mila servizi lo scorso anno sul territorio di Colorno e Torrile grazie all’operato di 143 volontari operativi in vari ambiti: dall’affiancamento dei comuni alla vigilanza scolastica, dal trasporto sociale alla cura del verde, dall’informazione al pubblico alla gestione dell’isola ecologica sino all’aiuto in centro diurno e casa di riposo. Sono questi i numeri dell’Auser di Colorno e Torrile (PR) in merito all’attività svolta nel 2016. Gli interventi sono stati nel complesso 24.610, con impegno massiccio soprattutto nella cura del verde (6.207 interventi), nel trasporto sociale (5.800), nel supporto all’attività educativa (4.404), alla casa di riposo (2.097) e alla casa della salute (1.558).
Fonte: La Gazzetta di Parma

VENTIMIGLIA (IM), PRESENTATO IL LIBRO DEL CORSO DI SCRITTURA CREATIVA
Nel salone del Dopolavoro ferroviario in piazza Battisti a Ventimiglia (IM) è stato presentato al pubblico il libro “Liberi di volare”, volume autoprodotto dai partecipanti al corso di scrittura creativa del Circolo Auser Intemelio. L’evento è stato organizzato dalla sezione Soci Coop Liguria di Ventimiglia con la collaborazione dell’Associazione P.E.N.E.L.O.P.E e del Circolo Auser con interventi musicali alla fisarmonica di Primo Florio.
Fonte: Riviera Press

A BAGNACAVALLO (RA) UN LABORATORIO DI BISCOTTI
Prosegue l’impegno dei volontari Auser nel progetto “Diritti al Futuro”, il protocollo d’intesa firmato da Auser Emilia Romagna e Ufficio Scolastico Regionale, che coinvolge 38 scuole elementari in tutto il territorio regionale, con elevata presenza di bambini a rischio povertà o in situazione di disagio sociale e che, per Auser Ravenna, riguarda l’Istituto Comprensivo “F. Berti” di Bagnacavallo e l’Istituto Comprensivo Statale “Cervia 2″ di Cervia. Il progetto, che ha durata triennale, prevede, oltre ad un contributo economico da parte dell’associazione, anche il coinvolgimento attivo dei propri volontari.  A Bagnacavallo i volontari si sono resi disponibili per supportare i bambini che hanno difficoltà con la lingua italiana e, tutti i mercoledì pomeriggio, quattro volontarie passano un paio d’ore con i bambini (una ventina prevalentemente dalle classi quarte e quinte) aiutandoli a leggere e ripetere, in accordo con le insegnanti. Fa parte dell’impegno di “Diritti al futuro” anche il laboratorio dolciario per le classi terze, quarte e quinte, che è partito a dicembre 2016 e che si concluderà il 16 febbraio con i dolci di carnevale. 5 i volontari impegnati.
Tutte le foto del laboratorio su www.auserravenna.it/bagnacavallo
Per info: Ufficio stampa – Deborah Ugolini +39 335 6934856 – press@auserravenna.it

NUOVA SEDE E NUOVE ATTIVITA’ PER L’AUSER DI MONTELUPO (FI)
L’Auser di Montelupo Fiorentino (FI) ha cominciato il 2017 con la nuova sede appena inaugurata di via 20 settembre. Dopo otto anni infatti, l’associazione ha trovato casa nella palazzina di proprietà comunale, nel centro storico. L’edificio ospita gli ex uffici del museo al piano terra e l’Auser, alla cui aderiscono 220 soci. Quattro nuove stanze a disposizione fresche di restauro dove poter svolgere tutte le attività, tra cui pittura, sartoria e un nuovo spazio biblioteca, grazie alla donazione di numerosi libri. Uno spazio aperto anche alle persone con disabilità In partenza anche «Non ho l’età», corso di chitarra per gli ultra sessantenni. Inoltre, si attiverà presto un ciclo di incontri intitolati “3D” che coinvolgerà cittadini e rifugiati per mettere a confronto due culture diverse senza fermarsi all’apparenza ma andando oltre, per avere una visione più completa e non l’immagine piatta dell’altro, il diverso. Per capire chi è il migrante, da dove viene, dove va, cosa sogna.
Fonte: La Nazione

TRANI. IL DOPOSCUOLA LO FA L’AUSER
L’associazione “Auser insieme Trani”, nell’ambito del suo progetto “Centro culturale”, organizza un’attività di doposcuola per bambini e ragazzi di scuola elementare, media inferiore e superiore. L’iniziativa è da considerarsi come una normale prosecuzione di una serie di attività educative e culturali svolte dall’associazione. Nello specifico “Auser insieme Trani” intende rispondere ad un’esigenza delle famiglie che sono impossibilitate a seguire i propri figli durante lo svolgimento dei compiti e la fase di studio in generale. I partecipanti saranno seguiti da soci Auser, tutti rigorosamente laureati e competenti. Gli appuntamenti si terranno presso villa Guastamacchia.
Per informazioni e prenotazioni: 3463357392 (Vincenzo) o 3464041118 (Nicola), oppure recarsi a villa Guastamacchia dal lunedì al venerdì dalle 09.30 alle 12.30. È possibile iscriversi entro e non oltre sabato 18 febbraio. L’associazione si riserva di accettare un numero di partecipanti massimo, tale da assicurare un’attività di elevata qualità.
Fonte: Il Giornale di Trani

PADOVA. CENTRO VENETO PROGETTI DONNA AUSER, RICOSTRUIRE IL PASSATO PER GUARDARE AL FUTURO. NUOVO CONSIGLIO DIRETTIVO E NUOVA PRESIDENTE
Il 1° febbraio 2017 l’Assemblea Congressuale delle socie, dei soci e delle operatrici del Centro Veneto Progetti Donna-Auser ha eletto il nuovo direttivo e la nuova Presidente, Patrizia Zantedeschi, psicologa e già responsabile dell’area clinica del Centro. L’Assemblea si è aperta con un messaggio di saluto e di ringraziamento profondo e sentito della Presidente uscente, Maria Cristina Bastianello, la quale ha ricordato gli importanti traguardi raggiunti dal Centro durante i sedici anni della sua presidenza. Alla riunione erano presenti anche le soci fondatrici, le quali nel 1990 hanno per prime gettato i semi di un sogno che oggi si sta realizzando: far diventare il Centro Veneto Progetti Donna un punto di riferimento per tutte le donne, le Istituzioni, le organizzazioni, non solo locali ma anche nazionali, nel lavoro e nell’impegno al contrasto alla violenza contro le donne. Il pomeriggio del 1° febbraio non è stato solo un momento per ricordare i traguardi raggiunti e l’importanza del lavoro quotidiano del Centro, ma è stato anche un’occasione per guardare avanti, ponendosi nuovi obiettivi e accettando nuove sfide.
Per info: Mariangela Zanni Ufficio Comunicazione Centro Veneto Progetti Donna- Auser
Via Tripoli, 3 35141 Padova  t.0498721277 c.345 99 48 956 www.centrodonnapadova.it

PESARO. VOLONTARIATO PER COMBATTERE IL BULLISMO
L’Auser provinciale di Pesaro ha stipulato una convenzione con l’istituto Benelli di Pesaro riguardante l’impegno di quegli studenti, maschi e femmine che sono sospesi dalle lezioni per cattiva condotta, i quali d’accordo con i genitori (essendo ancora minorenni) vengono impiegati in lavori di volontariato. I i maschi nella cura del verde pubblico, le femmine nella assistenza agli anziani nelle case di riposo. “In un primo momento pensavamo di fare un buco nell’acqua – racconta il responsabile Natale Alessandrini –  ma poi ci siamo resi conto che i ragazzi si sono interessati alla iniziativa tanto da propagandarla in tutto il plesso scolastico, circa 600 studenti”.A oggi una ventina di questi ragazzi hanno usufruito di questa iniziativa, alla quale hanno partecipato tutti i genitori sicuramente soddisfatti, in quanto i loro ragazzi e ragazze se sospesi sarebbero dovuti stare a casa da soli con le conseguenze del caso.

PORTO MANTOVANO (MN), IL COMUNE REGALA UN NUOVO MEZZO ALL’AUSER
Il Centro Auser di Sant’Antonio a Porto Mantovano (MN) ha a disposizione un nuovo mezzo per effettuare il servizio di trasporto protetto. Il veicolo, una Fiat Panda, è stato recentemente acquistato dall’amministrazione comunale nell’ambito dell’ammodernamento del parco mezzi dell’ente; l’automobile è stata data in uso all’Auser, che in virtù della convenzione con il Comune svolge il servizio di trasporto protetto per anziani, disabili e persone non autosufficienti. Si tratta di un’attività svolta nell’ambito della proficua e solida convenzione siglata con il Comune.
Fonte: Gazzetta di Mantova

MEL (BL). NEL CIRCOLO AUSER “IL SOLE” SPLENDE LA SOLIDARIETA’
Impegno a tutto campo. Questo è il Circolo Auser “Il Sole” di Mel. Per chi non è in grado di recarsi da solo in ospedale o in altre strutture socio-sanitarie, o a fare la spesa o a trovare i propri cari al cimitero, c’è sempre pronto l’automezzo attrezzato del Circolo e, se non c’è la sua disponibilità, anche qualche auto privata. Un impegno che vale complessivamente 26000 chilometri l’anno. Bambini e genitori, poi, possono giovarsi dell’aiuto garantito dai nonni-vigili fuori le scuole o sullo scuolabus per l’accompagnamento sicuro. Agli anziani della casa di riposo non manca mai per tutta la settimana l’attività ricreativa dei volontari de “Il Sole” e l’aiuto nella somministrazione dei pasti. Ciò non bastasse, il Circolo Auser è molto presente e coinvolto in tutte quelle iniziative cui sovrintende il Comune, tipo il lavoro estivo per i ragazzi dai 14 ai 18 anni, l’abbellimento della Piazza principale, la manifestazione “Mele a Mel”, il custodato a Palazzo delle Contesse e, financo non è stato dato in gestione, l’apertura e la pulizia domenicale del Castello di Zumelle. Un riconoscimento particolare è venuto al Circolo dall’Amministrazione comunale, sia per il contributo di seicento euro versati per il restauro del ritratto di Costantino Zorzi ben voluto signore di Mel dal 1619 al 1642, pregevole dipinto conservato nell’ufficio del Sindaco; sia per i quattromila e cinquecento euro donati per l’acquisto di tre letti attrezzati per la Casa di riposo. Non è mancato neppure il sostegno agli sfortunati abitanti del Centro Italia vittime del recente terremoto, devolvendo cinquecento euro alla cittadina di Amatrice.

SANT’ALBINO (SI) UNA CONFERENZA SULLA PRIMA GUERRA MONDIALE
Sabato 11 febbraio alle ore 15.30 al Centro Civico Sede Auser biblioteca di Sant’Albino, si terrà la conferenza pubblica “itinerari nella grande guerra: dal 24 maggio a Caporetto I caduti di Sant’Albino”. Fra i relatori Dino Orlandi della società storica Poliziana e Giordano Cioli dell’Auser di Sant’Albino. Verranno letti dei documenti inediti. L’iniziativa è promossa dal Comitato di coordinamento delle iniziative per il Centenario della prima guerra mondiale del comune di Montepulciano in collaborazione con l’Auser, la società storica poliziana ed il Comune.

CARNEVALE A FOSSO GHIAIA (RA)
Parteciperà anche il locale circolo Auser volontariato, domenica 12 febbraio, al carnevale di Fosso Ghiaia, organizzato da Comitato Cittadino e Associazione Genitori con la collaborazione de “Il Villaggio delle Cicogne” (La Campaza). Per l’occasione il carro di carnevale di Fosso Ghiaia, pronto per partecipare alle parate di Ravenna e Lido Adriano, sfilerà in anteprima per le strade del paese, con partenza dal giardino delle cicogne e arrivo in Piazza Fosso Ghiaia. Sul carro, dedicato alle cicogne, tanti bambini a rappresentare i piccoli uccellini nei nidi. All’arrivo una merenda offerta a tutti i bambini dal ristorante “La Campaza” e i volontari del circolo Auser di Fosso Ghiaia con tanti palloncini colorati.

ARIANO NEL POLESINE (RO), APRE IL PRIMO CENTRO SOLLIEVO ALZHEIMER
Aprirà il 7 marzo il primo Centro sollievo Alzheimer di Ariano nel Polesine (RO). Il centro, sarà gestito da un gruppo variegato di età e figure professionali, sarà ospitato nella sede di Officine sociali messa a disposizione dall’Auser Deltariano e sarà aperto ogni martedì dalle 15 alle 18 ed il giovedì dalle 9 alle 12.
Il Centro sarà un luogo nel quale volontari preparati e formati accoglieranno il malato-ospite per alcune ore al giorno; un modo per contrastare l’isolamento sociale causato dal peso dell’assistenza.
Fonte: Il Gazzettino

CAMERINO (MACERATA). IN UN LIBRO I PRIMI 15 ANNI DEL CIRCOLO AUSER IL BUCANEVE
Lucia Martella, presidente del circolo “il bucaneve” di Camerino in questo periodo sfollata a Jesi causa terremoto è l’autrice del libro che racconta i primi quindici anni di attività del vivace centro ricreativo dell’Auser. Una raccolta di articoli, fotografie, testimonianze che ricostruiscono la sviluppo di questo circolo fin dai primissimi passi.   Il libro uscirà tra il 15 e il 20 febbraio e l’Auser Marche lo metterà tra il materiale del congresso regionale


 

Dal Sindacato

REFERENDUM PER IL LAVORO, SABATO 11 FEBBRAIO LA PRIMA GIORNATA NAZIONALE
Dopo la decisione della Consulta sull’ammissibilità e la costituzione del Comitato per il Sì ai due referendum popolari per il lavoro promossi dalla Cgil per l’abrogazione dei voucher e per la responsabilità solidale in materia di appalti, in attesa che il governo fissi la data, che dovrà essere necessariamente precedente a quella del 15 giugno, prosegue la campagna referendaria “Libera il lavoro Con 2 Sì Tutta un’altra Italia”.
Sabato 11 febbraio si svolgerà la prima giornata nazionale della campagna referendaria, con iniziative organizzate in tutte le città d’Italia, con uno o più punti di presidio e volantinaggio. Alle ore 12, da ogni iniziativa, si alzeranno in cielo migliaia di palloncini con gli slogan dei due referendum popolari per il lavoro.
A Roma, a partire dalle ore 10, è prevista una manifestazione in viale di S. Rita da Cascia, angolo via Quaglia, nel quartiere di Tor Bella Monaca, che vedrà la partecipazione del segretario generale della Cgil Susanna Camusso.
Parteciperanno alla giornata nazionale della campagna referendaria tutti i componenti della segreteria nazionale della Cgil: Nino Baseotto sarà a Genova, in piazza Matteotti; Vincenzo Colla a Napoli, in via Toledo; Rossana Dettori a Bari, in via Argiro; Gianna Fracassi a Firenze, in piazza dei Ciompi; Roberto Ghiselli a Pesaro, a Portale San Domenico; Franco Martini a Torino, in Piazza Castello; Giuseppe Massafra a Milano, in corso di Porta Vittoria; Tania Scacchetti a Bologna, in Piazza Nettuno.
Per ulteriori informazioni:
www.con2si.it


 

Anziani e dintorni

DALLA REGIONE UMBRIA UN PROGETTO PER ASSISTERE GLI ANZIANI TERREMOTATI
È dedicato alle persone anziane residenti nelle aree terremotate e che, in questo difficile momento, si rivelano più fragili, il progetto approvato dalla Giunta regionale su proposta dell’assessore alla Coesione sociale e al Welfare, Luca Barberini.  L’iniziativa, denominata “SASS” (Strutture Assistenziali Socio- Sanitarie), avrà come obiettivo quello di rilevare i bisogni assistenziali della popolazione anziana nell’area del cratere e migliorarne l’assistenza socio-sanitaria. Il progetto, per il quale la Giunta regionale ha destinato 140 mila 439 euro, avrà una durata triennale e sarà realizzato dall’Azienda sanitaria Usl2.
Complessivamente l’incidenza degli over 65 sul totale della popolazione umbra è del 24,8 per cento”.   Per tutti questi soggetti, il progetto approvato dalla Giunta regionale prevede l’offerta di servizi assistenziali e sanitari dedicati che tengono conto delle patologie già presenti e che, in alcuni casi, sono peggiorate in seguito al sisma senza però rendere necessario il ricovero in strutture sanitarie. E’ prevista la presa in carico delle persone anziane con Alzheimer iniziale o stabilizzato che potranno essere accolti nei centri diurni momentanei per svolgere attività ricreative utili anche per alleviare il carico di tensione prodotto dalla situazione post terremoto”.  Gli obiettivi specifici del progetto hanno lo scopo di censire gli anziani fragili, di mantenere e intensificare l’assistenza domiciliare in accordo con i servizi sanitari, di istituire un centro anziani diurno, di intensificare la presenza di assistenza sociale, nonché di elaborare un data base digitale per la raccolta e il confronto nazionale dei dati raccolti.
Fonte .  http://www.perugiatoday.it/cronaca/anziani-terremotati-progetto-regione-assistenza.html

UDINE. LA FONDAZIONE FRIULI STANZIA 400MILA EURO PER L’ASSISTENZA AGLI ANZIANI
Per attenuare gli effetti connessi all’invecchiamento della popolazione in una società in cui l’aspettativa di vita si allunga, la Fondazione Friuli (ex Fondazione Crup) delibera per il quinto anno consecutivo il bando ’Assistenza agli anziani’. Un plafond di 400 mila euro per co-finanziare iniziative e progetti volti a migliorare la capacità ricettiva e l’offerta dei servizi delle strutture di accoglienza, nonché a favorire la domiciliarità delle persone anziane. Scadenza 27 febbraio p.v.. La principale novità dell’edizione 2017 riguarda i soggetti destinatari; oltre agli ambiti distrettuali e alle case di riposo, il bando si rivolge anche ai centri diurni. Queste strutture semiresidenziali offrono diversi servizi di natura socio-assistenziale agli anziani, con l’obiettivo di favorire il mantenimento della loro autonomia. Le strutture destinatarie del bando potranno richiedere contributi per l’acquisto di arredi e attrezzature, nonché di automezzi per migliorare il servizio di trasporto. Saranno inoltre inclusi progetti che prevedono servizi di assistenza domiciliare e di accoglienza diurna. Il contributo massimo per ciascun progetto selezionato sarà di 20.000 euro e potrà coprire fino al 50% dei costi preventivati. In presenza di accordi di rete l’importo potrà essere raddoppiato. Il bando è disponibile sul sito della Fondazione Friuli alla pagina domande/bandi.
Fonte: pordenoneoggi.it

INGHILTERRA. I CONSIGLI DI UN NOVANTENNE PER SCONFIGGERE LA SOLITUDINE
Derek Taylor è un arzillo 90enne residente a Manchester, in Inghilterra, che ha perso la compagna e la sorella nel giro di poco tempo. Con l’obiettivo di aiutare gli anziani abituati a vivere, come lui, in una situazione di solitudine, ha stilato una lista di cose da fare per vivere al massimo il periodo della vecchiaia, anche senza familiari a fianco. Il 90enne ha inviato il suo lavoro agli impiegati del Manchester City Council, che ne sono rimasti colpiti. La lista è stata inserita all’interno di un opuscolo per sensibilizzare le persone sui problemi di solitudine degli anziani, ma il successo è arrivato inevitabilmente anche sul web e sui social. Taylor ha deciso di seguire i suoi stessi consigli con regolarità e ha affermato di sentirsi “di nuovo vivo”. Ecco alcuni punti della lista: imparare a usare il computer presso la biblioteca del quartiere; usare il telefono per contattare le persone, senza aspettare che siano loro a contattare te; chiamare e incontrare gli amici che non vedi da tanto; fare amicizia con i vicini di casa; fare del volontariato; iscriversi in un centro ricreativo che ti permetta di coltivare un passatempo. Secondo le statistiche di AGE UK, solo il 35% degli inglesi sopra i 65 anni passa quotidianamente del tempo con amici o cari; il 9% degli over 65 ammette di sentirsi tagliato fuori dalla società e circa la metà considera la televisione la principale fonte di compagnia. È chiaro, quindi, che il problema della solitudine tra gli anziani non riguarda solo il protagonista di questa curiosa vicenda.
Fonte: quotidiano.net


 Associazionismo Volontariato Terzo Settore

TOSCANA. VOLONTARIATO PER LA COMUNITA’ IL NUOVO BANDO DEL CESVOT
“Il volontariato per la comunità”, questo il titolo del nuovo bando promosso da Cesvot, in collaborazione con Regione Toscana–Giovanisi e Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale, per sostenere lo sviluppo e il radicamento territoriale delle associazioni di volontariato toscane. Per la prima volta in Toscana il bando mette a disposizione 520mila euro per finanziare almeno 53 progetti che mirino a favorire il radicamento territoriale delle associazioni di volontariato e le loro relazioni con le comunità locali, con particolare attenzione alle fasce giovanili. Una quota del bando, infatti, sarà destinata a sostenere progetti che coinvolgano e valorizzino i giovani. Grazie al bando le associazioni, sia locali che regionali, potranno proporre e sviluppare progetti, ad esempio, di riorganizzazione interna, ristrutturazione e consolidamento dei servizi, realizzazione di attività innovative e interventi di people raising e fund raising, formazione dei dirigenti, superamento del digital divide, modernizzazione delle attrezzature, riqualificazione e motivazione dei volontari, promozione del ruolo dei giovani e dell’associazionismo giovanile come agenti e attori delle politiche locali, nonché tutto ciò che contribuisca allo sviluppo dell’associazione e all’efficacia dei suoi interventi. Previste due tipologie di finanziamento, per progetti regionali e per progetti locali. Verranno selezionati 43 o più progetti locali con un contributo massimo di 6mila euro ciascuno e 10 o più progetti regionali con un contributo massimo di 26mila euro. I progetti dovranno essere presentati da un gruppo di almeno 3 associazioni per i progetti locali e di almeno 2 associazioni per quelli regionali. La scadenza del bando è venerdì 24 marzo 2017. Nelle prossime settimane il bando verrà presentato alle associazioni toscane con 11 incontri sul territorio.
Per ulteriori informazioni: http://www.cesvot.it/finanziare-unassociazione/bandi/volontariato-per-la-comunita
Cristiana Guccinelli  Responsabile Ufficio stampa c.guccinelli@cesvot.it 329.3709406

Agenzia d’Informazione a cura dell’Ufficio Stampa di  Auser Nazionale.
Via Nizza 154 00198 Roma tel. 06/84407725 fax 06/8440.7777
ufficiostampa@auser.it    www.auser.it

 

Tags:
Categorie articolo:
Agenzia d'informazione AUSER

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MENU